Image

Dolore muscolare nel diabete

Il diabete mellito (DM), essendo una malattia sistemica, colpisce tutti gli organi e i tessuti. Spesso il diabete fa male ai muscoli, questo è dovuto ad alcuni cambiamenti innescati da alti livelli di zucchero nel sangue. Lo stato del tessuto muscolare si deteriora con l'età. A poco a poco, un diabetico sviluppa crampi, debolezza e tremori nei muscoli. Questo può essere evitato controllando i livelli di zucchero e uno stile di vita sano.

Perché i muscoli doloranti fanno male al diabete?

La causa principale del dolore muscolare nel diabete è la distruzione dei vasi sanguigni sotto l'influenza del glucosio.

Con il diabete mellito, si verifica spesso dolore muscolare. Spesso, dolore e crampi compaiono nei muscoli delle gambe. Questo fenomeno, così come tutte le complicazioni del diabete, dipende dal livello di zucchero nel sangue. Livelli elevati di glucosio provocano deposizione di lipoproteine ​​sulle pareti dei vasi sanguigni, che porta alla distruzione di capillari e vasi di grandi dimensioni. Allo stesso tempo, le cellule muscolari lisce spremono vene e arterie, la circolazione sanguigna è disturbata. Il vasospasmo provoca un aumento del flusso sanguigno. Sullo sfondo dei cambiamenti avvenuti, la nutrizione dei tessuti viene disturbata, causando dolore e sensazione di bruciore.

Allo stesso tempo, a causa dell'accumulo di sorbitolo (sostituto dello zucchero), la circolazione sanguigna all'interno dei nervi viene disturbata. Il tessuto nervoso soffre di costante carenza di ossigeno. Per questo motivo, la sua struttura cambia, il funzionamento si deteriora. Danni al tessuto nervoso provocano uno squilibrio nel lavoro dei nervi eccitatori e rilassanti. Di conseguenza, il tessuto muscolare soffre di crampi.

Cosa sta succedendo

Sullo sfondo di danni ai vasi sanguigni e ai nervi, si verificano numerosi cambiamenti che causano sensazioni spiacevoli nei muscoli:

  • Invecchiamento del corpo Con l'età, le navi perdono la loro elasticità, vengono distrutte a causa della deposizione di glucosio. C'è un blocco dei vasi sanguigni con colesterolo. Di conseguenza, la circolazione sanguigna è disturbata, si verifica dolore muscolare.
  • Aumento dei livelli di glucosio. Più alto è il livello di zucchero nel sangue, più forti sono i segni di danno vascolare e muscolare.
  • Stasi di sangue Se il paziente conduce uno stile di vita sedentario, si verifica stagnazione nel sistema circolatorio interessato. Il paziente ha edema, che mette sotto pressione i nervi e provoca dolore.
  • Lo sviluppo di comorbidità. Spesso il diabete mellito è accompagnato da ipertensione arteriosa e aterosclerosi. Queste patologie aggravano la condizione del sistema circolatorio, che provoca la comparsa di sintomi spiacevoli.
  • Aumento del peso corporeo. Sovrappeso è osservato nella maggior parte dei pazienti con diabete di tipo 2. I chili in più forniscono ulteriore stress su ossa, nervi, vasi sanguigni. Il risultato è dolore e spasmo muscolare.
Torna al sommario

Altri sintomi

La sconfitta del tessuto muscolare nel diabete mellito è accompagnata da ulteriori sintomi che differiscono a seconda del meccanismo di sviluppo della patologia - ischemica o neuropatica:

  • neuropatico:
    • dolore doloroso non correlato all'attività fisica;
    • arrossamento della pelle;
    • la formazione di ulcere chiaramente limitate nei punti di contatto della pelle con le scarpe;
    • ridotta sensibilità della pelle.

    Trattamento di patologia

    Per eliminare il dolore nei muscoli causati dal diabete, viene applicato un trattamento completo che prevede il risarcimento per il diabete, il sollievo dal dolore e il ripristino dei vasi sanguigni e dei nervi. Monitoraggio quotidiano dei livelli di zucchero. Il paziente deve seguire una dieta rigorosa, che implica l'abbandono dei prodotti dalla farina di frumento, dal saccarosio, dall'alcool e dalla limitazione del consumo di carne e grassi animali.

    La magnetoterapia è uno dei trattamenti per il dolore muscolare.

    La specificità del diabete mellito è tale che l'analgesia con analgesici e farmaci antinfiammatori non steroidei non dà alcun risultato. I seguenti metodi di fisioterapia sono usati per eliminare il dolore muscolare:

    • terapia magnetica;
    • terapia laser;
    • zincatura.

    Insieme a questo, prescrivi antidepressivi, anestetici locali, anticonvulsivanti. Come parte della riparazione dei vasi sanguigni e del tessuto nervoso, vengono utilizzati diversi gruppi di farmaci, in particolare inibitori delle protein chinasi, preparati di acido tioctico e vitamine. Il trattamento dura diversi mesi e richiede uno stile di vita attivo e un totale rifiuto delle cattive abitudini.

    L'insorgenza di dolore diabetico o di crampi nei muscoli indica danni al sistema circolatorio e al tessuto nervoso e richiede un trattamento immediato. La trascuratezza della patologia provoca gravi complicazioni, inclusa la perdita di un arto.

    prevenzione

    Per prevenire l'insorgenza di dolore e crampi, è sufficiente attenersi alle seguenti raccomandazioni:

    • Controllare il livello di glucosio nel sangue, non scendere dalla dieta prescritta.
    • Indossare scarpe comode, non permettere ferite ai piedi.
    • Controlla il tuo peso, sbarazzati di chili in più.
    • Non trascurare il trattamento delle malattie correlate. Patologie dell'apparato cardiovascolare e urinario provocano la formazione di edemi, peggiorando le condizioni dei vasi e dei muscoli.
    • Mantenere uno stile di vita attivo Per garantire una circolazione normale è sufficiente percorrere 3 km al giorno.

    Si consiglia di fare una doccia a contrasto ogni giorno e fare bagni a piedi. È necessario cambiare regolarmente calze e calze, per ispezionare le gambe per eventuali danni. Se si verificano sintomi che indicano danni ai vasi sanguigni e ai nervi, non provare a risolvere il problema da soli. Il trattamento viene scelto dal medico individualmente, tenendo conto del tipo di diabete e delle caratteristiche della malattia.

    In che modo il diabete influenza i muscoli?

    Il diabete colpisce i muscoli in modi diversi, spesso in modo negativo.

    I pazienti con diabete possono sviluppare contratture delle dita e degli arti a seguito di ispessimento dei tessuti molli in queste aree. Questo può portare alla perdita di peso muscolare dovuta all'inerzia e all'atrofia successiva.

    Il diabete mellito contribuisce allo sviluppo dell'aterosclerosi, che altera la circolazione del sangue in molti tessuti del corpo. Quando i muscoli delle estremità soffrono di una diminuzione del flusso sanguigno, questo può portare a convulsioni, spasmi e camminare dolorosamente (una malattia dei vasi periferici, con conseguente zoppia).

    Il diabete colpisce l'afflusso di sangue ai muscoli e agli organi interni

    Nel peggiore dei casi, l'aterosclerosi può portare alla morte per infarto del miocardio, che si verifica a causa di insufficienza assoluta o relativa di afflusso di sangue al tessuto muscolare della regione miocardica nel muscolo cardiaco. L'infarto miocardico si manifesta solitamente con dolore locale nell'area colpita (dietro lo sterno). Quando il muscolo cardiaco è affetto da tale aterosclerosi, può portare ad un attacco di cuore.

    Per prevenire lo sviluppo di aterosclerosi e infarto miocardico, i pazienti con diabete mellito devono controllare il livello di colesterolo "cattivo" e trigliceridi nel sangue.

    Il diabete può anche causare danni ai nervi delle braccia e delle gambe. Questa complicazione può portare ad innervazione insufficiente e ulteriore atrofia del tessuto muscolare. I pazienti con esperienza diabetica a lungo termine possono manifestare dolore e contrazioni muscolari, oltre all'atrofia muscolare del cingolo scapolare e delle cosce. Questa condizione è chiamata amiotrofia diabetica.

    Nella maggior parte dei pazienti con diabete mellito di tipo 1 e 2, la forza muscolare è mantenuta abbastanza bene da consentire loro di impegnarsi in attività fisica moderata sotto controllo medico. Inoltre, lo sforzo fisico aiuta il tessuto muscolare a utilizzare meglio il glucosio e prevenire lo sviluppo di resistenza all'insulina.

    Lazareva TS, endocrinologo della più alta categoria

    Sistema muscolare - Diabete e muscoli

    Il sistema muscolare è costituito da circa 650 muscoli ed è circa la metà del peso del nostro corpo. Controllando il movimento del nostro corpo, controllano anche il movimento di organi come la vescica e l'intestino. I muscoli hanno bisogno di carburante per funzionare e quindi consumano glucosio dal nostro sangue, giocando così un ruolo nella regolazione dei livelli di zucchero nel sangue.

    Muscolo scheletrico

    I nostri muscoli scheletrici contraggono arbitrariamente i muscoli, cioè i nostri pensieri determinano quali muscoli devono contrarsi e quando, permettendoci così di camminare o correre, scrivere o scrivere, giocare, ecc.

    Quando lavorano, i muscoli si contraggono, cioè si contraggono e diventano più compatti. Ad esempio, il bicipite si accorcia dal gomito all'avambraccio. Il bicipite non può spostare indietro il braccio, ma può rilassarsi e consentire ai tricipiti, i muscoli sul lato opposto dell'avambraccio, di contrarsi e raddrizzare il braccio.

    Oltre a controllare il nostro movimento, i muscoli scheletrici sono in grado di generare calore, aiutandoci a mantenere la temperatura corporea.

    Muscoli lisci

    I muscoli lisci sono controllati dai nostri nervi, senza la nostra partecipazione. Questi muscoli sono nelle arterie, nelle vene, nella vescica e nell'intestino.

    Se il diabete danneggia i nervi di questi muscoli, può portare a gravi complicazioni. Ad esempio, se i muscoli lisci della vescica sono danneggiati, può portare a incontinenza urinaria o incapacità di urinare.

    Muscolo cardiaco

    I muscoli cardiaci controllano il battito del nostro cuore e devono costantemente lavorare per tutta la vita.

    Il muscolo cardiaco può anche soffrire di diabete. Se i nervi che controllano il battito cardiaco sono danneggiati, i battiti del cuore possono essere disturbati, causando battiti cardiaci irregolari o addirittura arresto cardiaco.

    Quando troppo colesterolo si accumula nei vasi sanguigni, può portare a restringimento dei vasi sanguigni, ipertensione arteriosa e un aumento del rischio di blocco delle arterie - aterosclerosi dei vasi sanguigni. Il cuore può anche essere danneggiato se i vasi sanguigni del muscolo cardiaco si intasano.

    Come il diabete colpisce i muscoli

    I muscoli svolgono un ruolo di primo piano nella regolazione dei livelli di zucchero nel sangue. Con l'insulina, i muscoli si nutrono di glucosio dal sangue, abbassando i livelli di zucchero nel sangue.

    Quando il corpo non ha abbastanza insulina, il glucosio dal sangue non può entrare nelle cellule muscolari per nutrirle. Nel tempo, in assenza di glucosio, possono verificarsi atrofia (morte) delle cellule muscolari e, di conseguenza, portare alla perdita di massa muscolare.

    Debolezza muscolare nelle gambe: un segno di diabete?

    Grave debolezza muscolare è uno dei sintomi del diabete. Si verifica durante l'ipoglicemia e nelle fasi iniziali della chetoacidosi.

    Una forte diminuzione della glicemia provoca la fame di carboidrati in tutti i tessuti del corpo, incluso il muscolo.

    Se questa situazione non viene corretta, inizierà la fame del cervello, che può portare alla morte delle sue cellule.

    Con il diabete mellito, l'apporto di sangue agli arti inferiori si deteriora, la sensibilità della pelle diminuisce e aumenta il rischio di danni alla pelle causati da funghi e batteri.

    motivi

    La neuropatia diabetica può essere una delle cause di debolezza nei muscoli delle gambe. Questa malattia è caratterizzata da un danno ai nervi, che si manifesta in una diminuzione della sensibilità al dolore. Con la neuropatia, un diabetico può ottenere una ferita e non sentirla.

    La neuropatia diabetica sorge a causa di una forma non compensata di diabete mellito. Maggiore è la storia del diabete, maggiore è il rischio di sviluppare questa complicanza.

    Cause della neuropatia diabetica:

    • Glicemia elevata
    • Lungo corso di diabete
    • Aumento dei lipidi nel sangue
    • Infiammazione o danni ai nervi
    • La presenza di cattive abitudini (fumo, alcolismo).

    Il più comune nei diabetici è la neuropatia periferica, che colpisce i piedi. Si chiama il piede diabetico. La violazione dell'integrità dei nervi porta ad una graduale sensazione di "guance" dei piedi, causando debolezza nei muscoli delle gambe.

    Tali pazienti richiedono un monitoraggio regolare da parte di un medico per controllare la malattia.

    diagnostica

    Se noti dolore e debolezza costante nei muscoli delle braccia o delle gambe, forse la ragione di ciò risiede nello sviluppo del diabete. Assicurati di essere testato da un medico.

    Il minimo che devi fare è controllare l'orina e il sangue per lo zucchero e consultare un endocrinologo.

    I metodi per la diagnosi della neuropatia nelle fasi iniziali sono lo screening. È necessario per i pazienti con diabete di tipo 1 con un'esperienza di più di 5 anni e pazienti con diabete di tipo 2 ogni anno dall'inizio della malattia.

    trattamento

    Se un diabetico è debole e dolorante, la prima cosa da fare è riportare il livello di zucchero nel sangue al livello normale per evitare danni ai nervi e ai vasi sanguigni.

    La regolare misurazione dei livelli di glucosio, l'aderenza a diete adeguate, la presenza di attività fisica, l'assunzione di insulina e compresse ipolipidiche aiutano a mantenere normali i livelli di zucchero nel sangue.

    Altre misure di trattamento sono prescritte da un medico a seconda del grado di danno ai tessuti e ai muscoli. Se hai problemi con i piedi, il tuo medico dovrebbe prescrivere la terapia appropriata e dirti come prendersi cura dei tuoi piedi.

    Ad alta pressione, è necessario assumere farmaci speciali per abbassarlo.

    La debolezza muscolare e il dolore alle gambe possono essere trattati con anestetici sotto forma di compresse. Per l'anestesia esterna e il trattamento della pelle nella zona del piede, di solito vengono utilizzati la crema di capsaicina e il cerotto alla lidocaina.

    Se il problema principale è la debolezza muscolare in tutto il corpo e la perdita di coordinazione, la fisioterapia sarà una misura efficace del trattamento - altro.

    Diabete - consigli e trucchi

    Trattamento dei sintomi della mialgia (dolore muscolare)

    La mialgia è un dolore ai muscoli. I dolori sono acuti o noiosi, si verificano dopo un movimento improvviso, raffreddamento, sovraccarico muscolare, traumi, infezioni, così come il diabete, la gotta. La mialgia è localizzata nei muscoli del collo, del torace, del tronco, della regione lombare, degli arti. I cambiamenti di posizione e lo stress causano esacerbazione del dolore.

    Mialgia (mialgia, dal greco Mys, myos - muscolo e algos - dolore) - dolore nei muscoli di varia intensità e di diversa natura (acuto - tiro, lacrimazione, opaco - dolorante, rottura), solitamente manifestato da attacchi, spesso in assenza di grossi cambiamenti anatomici. In alcuni casi, può precedere la miosite (vedi).
    Le principali cause della mialgia sono le malattie metaboliche (diabete, gotta), intossicazione esogena (alcol), influenza, infezione latente focale (cavità orale, cavità paranasale nasale), trauma, raffreddamento, ecc. La mialgia è di solito solo uno dei sintomi delle varie funzioni muscolari eziologia. Descritto, ad esempio, mialgia epidemica causata da virus del gruppo Coxsackie.
    Le basi della mialgia sono cambiamenti nella chimica del tessuto muscolare in violazione della normale sequenza del processo contrattile.
    La mialgia può verificarsi immediatamente (con movimenti goffi, con il lavoro fisico associato a fatica e raffreddamento) o svilupparsi gradualmente. In alcuni casi, il raffreddamento della regione cervico-occipitale, delle parti superiori del torace, della gamba, può portare a un particolare ispessimento doloroso dei muscoli (eliosi), che, secondo alcuni autori, può causare reazioni dolorose riflesse riflesse dagli organi interni (il carattere del vegetativo reflex). A volte questi dolori vengono erroneamente diagnosticati come nevrosi degli organi interni. V.K. Khoroshko ha indicato la pseudoisiasi a causa di cambiamenti dolorosi nei muscoli stessi e nel tessuto connettivo dell'area interessata (fibrosite, cellulite). Il processo di compattazione può andare a tendini, legamenti, fascia, borse articolari. Questi cambiamenti possono causare dolore, che in una sindrome dolorosa complessa è molto difficile da differenziare dalla mialgia (V.S. Marsov).
    Nella diagnosi differenziale bisogna tenere a mente nevralgia, neurite e radicolite (disturbi oggettivi di sensibilità, motilità, riflessi, trofismo, ecc.). Un sintomo di indolenzimento sotto pressione e tensione può verificarsi quando sia i nervi periferici che i muscoli stessi sono interessati. Tuttavia, in questi ultimi casi, l'uso della pressione causa dolore molto prima che le dita raggiungano il tronco o i plessi nervosi.
    Trattamento. Nel periodo acuto - riposo, calore moderato in tutti i tipi, unguenti analgesici, all'interno di amidopirina, analgin, acido acetilsalicilico. Applicare l'irradiazione ultravioletta delle aree interessate (dosi eritematose), elettroforesi con novocaina, istamina. Con la formazione del massaggio "placche elancianti"
    strofinando i muscoli interessati in un bagno caldo spesso elimina il dolore. Nelle malattie del metabolismo - la dieta appropriata. In diatesi gottosa - acqua calda, così come idrogeno solforato e bagni di radon. In casi prolungati - massaggio, terapia con paraffina, applicazioni di fango.
    Vedi anche la nevralgia.

    Il diabete mellito. danno ai vasi degli arti inferiori.

    La prima manifestazione di disturbi vascolari nei pazienti con diabete è l'aterosclerosi degli arti inferiori. L'insufficienza vascolare è espressa dalle seguenti manifestazioni: la pelle delle gambe appare atrofica, lucida; un'increspatura sull'arteria dorsale del piede indebolita; piedi freddi; preoccuparsi del dolore, parestesia (bruciore, formicolio, intorpidimento); claudicatio intermittente.
    Un'attitudine sciatta alle gambe può provocare cancrena delle dita o l'intero piede. Nell'insufficienza vascolare diabetica, un lieve danno alla pelle del piede (callo, abrasione) può formare ulcere necrotiche.
    Nel diabete, si verificano spesso sintomi di danno ai nervi periferici: dolore muscolare, prurito, crampi al polpaccio.
    Ci sono diverse sindromi nella neuropatia diabetica. La violazione della sensibilità si manifesta con le sensazioni striscianti di "pelle d'oca", accompagnate da dolore - solletico, lancinante.
    La sindrome del dolore è espressa da dolori lancinanti localizzati (acuti, opachi, bruciati) nella pianta del piede. Durante il giorno, sono più deboli, di notte, in uno stato di riposo, aumentano. I pazienti di notte non dormono, ma camminano, poiché il movimento riduce leggermente il dolore. In altri pazienti, al contrario, i movimenti aumentano il dolore.
    La sindrome atattica manifesta una violazione della sensibilità profonda, debolezza muscolare.
    La poliiurite diabetica è espressa dalla radicolite, radicoloneurite associata a un cambiamento nella colonna vertebrale.
    Ci sono anche violazioni dell'innervazione vegetativa - aumento della sudorazione, alterata motilità intestinale, potenza sessuale negli uomini.
    Il trattamento dei pazienti con diabete si basa su regole come:
    1) dieta;
    2) attività muscolare attiva, modalità razionale di lavoro e riposo;
    3) agenti ipoglicemici.
    Per i medici ci sono principi generali:
    1) il medico è obbligato a convincere il paziente che il successo del trattamento dipende in larga misura dal paziente, nella misura in cui seguirà le istruzioni del medico;
    2) il medico deve spiegare al paziente la natura della malattia e il principio di trattamento. È importante avvertire il paziente che il fumo, l'alcol, l'eccesso di cibo, il sovrappeso e l'immagine sedentaria sono molto dannosi per lui, tutto ciò aggrava il diabete;
    3) il medico deve familiarizzare il paziente con i primi segni di stato ipoglicemico e coma diabetico;
    4) è desiderabile insegnare al paziente a determinare autonomamente lo zucchero nelle urine, a esaminare la glicosuria, a confrontarlo con la quantità e la qualità del cibo assunto;
    5) il medico dovrebbe insegnare a imparare a capire la tabella degli alimenti e il loro contenuto di carboidrati, proteine, grassi e vitamine; sostituire un prodotto con un altro, senza modificare il numero di diversi costituenti del cibo;
    6) il medico è obbligato a prendersi cura di preservare o ripristinare la capacità lavorativa del paziente con diabete, di perdere peso negli obesi e di aggiungerlo ai malnutriti;
    7) il medico deve sviluppare un sistema di esercizio accessibile;
    8) il medico deve trattare la prevenzione o il rallentamento della gravità delle complicanze vascolari.

    Dolore alle gambe, intorpidimento, crampi dei muscoli gastrocnemio come sintomi di neuropatia diabetica

    Nel diabete mellito, la neuropatia periferica è più comune, che può manifestarsi sotto forma di polineuropatia periferica simmetrica, mononeuropatia e neuropatia autonoma (viscerale). La neuropatia periferica simmetrica si trova più frequentemente. Le parti distali degli arti inferiori sono principalmente colpite, a volte le estremità superiori sono coinvolte nel processo.

    Il quadro clinico principale è il dolore, che è preceduto da parestesia (intorpidimento, formicolio, gattonamento, successiva perdita di sensibilità o iperestesia). Frequenti crampi nei muscoli del polpaccio che si verificano a riposo, specialmente di notte. Il dolore si intensifica a riposo, di notte. Nei casi più gravi, i pazienti lamentano dolore in tutto il corpo, sono tormentati da iperestesia, quando anche il tocco di un foglio provoca una forte sensazione di bruciore. Nello stato neurologico c'è una diminuzione e quindi l'assenza di riflessi periostali tendinei, principalmente Achille e ginocchia. Prima che si verifichi la perdita di sensibilità alle vibrazioni, con il processo che si estende all'intero tronco del nervo, può esserci una perdita di tutti i tipi di sensibilità - tattile, doloroso, posizionale. Queste fasi sono molto pericolose a causa della possibilità di traumi, ustioni dei piedi che il paziente non sente. Tali pazienti hanno spesso ulcere neuropatiche profonde.

    La neuropatia diabetica può manifestarsi sotto forma di singole lesioni asimmetriche di uno o più tronchi nervosi (femore, sciatico, mediana, gomito). La grave manifestazione di neuropatia periferica è l'amiotrofia diabetica prossimale. La base di questa forma è una lesione combinata delle corna anteriori del midollo spinale, dei nervi periferici, caratterizzata da una sindrome delle lesioni della cintura pelvica, della spalla. Le sue principali caratteristiche sono: grave debolezza, atrofia muscolare di varia gravità, fascicolazione e dolore, la perdita di sensibilità è generalmente assente, astenia ed emaciazione sono frequenti. Più raramente, la mononeuropatia può presentarsi sotto forma di paralisi isolata o multipla e paresi dei nervi cranici (trigemino, facciali e oculomotori).

    A.Efimov, N.Skrobonskaya, A.Cheban

    "Dolore alle gambe, intorpidimento, crampi dei muscoli gastrocnemio come sintomi di neuropatia diabetica" - un articolo dalla sezione Diabete

    Leggi anche in questa sezione:

    • Malattie del sistema nervoso nel diabete
    • Cos'è la neuropatia autonomica
    • Trova la risposta nella biblioteca medica

    Neuropatia nel diabete

    Spesso, nel diabete mellito, si osserva lo sviluppo della cancrena "diabetica" dei segmenti distali degli arti inferiori. Preoccupato per le lamentele soggettive di dolori muscolari e dolori muscolari.

    Nella patogenesi di questi disturbi, la deposizione di sorbitolo nei nervi periferici gioca un ruolo decisivo con l'attivazione del cosiddetto shunt di poliolo, che riduce il flusso sanguigno intraneurale e porta all'ipossia cronica con disturbi funzionali e strutturali nei tronchi nervosi.

    Le condizioni sorgono anche per demielinizzazione segmentale delle fibre nervose con un rallentamento del tasso di eccitazione nervosa. La polineuropatia imminente è accompagnata da disturbi delle fibre nervose sia motorie che sensoriali, nonché da elementi del sistema vegetativo.

    La neuropatia motoria è la causa di debolezza muscolare, atrofia e paresi. La neuropatia sensoriale porta ad un indebolimento della sensibilità del "cane da guardia" al dolore, alla compressione e al danno termico. Pertanto, le lesioni minori nel diabete rimangono inosservate. Il paziente non risponde alla compressione prolungata, anche con le scarpe, che viola la nutrizione di alcune sezioni dell'arto inferiore. I disturbi vegetativi sono accompagnati da una condizione simile alla simpatectomia con disturbi funzionali della microcircolazione. Tutto ciò aumenta drammaticamente il rischio di ulcere trofiche e cancrena del piede.

    Le ulcere trofiche formate, di regola, non hanno tendenza alla guarigione, progrediscono e inevitabilmente portano all'amputazione non solo dei piedi, ma anche delle gambe e spesso dei fianchi. In questo caso, più della metà di questi pazienti nei prossimi 5 anni richiede l'amputazione e l'arto controlaterale. Negli Stati Uniti, dove circa 16 milioni di persone soffrono di diabete, vengono eseguite ogni anno 50-60 mila amputazioni di arti.

    Neuropatia diabetica prossimale, accompagnata da dolore severo dovuto a lesioni infiammatorie dei nervi in ​​pazienti con diabete mellito non insulino-dipendente di tipo 2 di età superiore ai 50 anni. Il dolore severo non è sempre suscettibile alla terapia steroidea e citostatica. Tale neuropatia sensoriale simmetrica è associata a un intero spettro di cambiamenti strutturali nei nervi periferici, compresa la degenerazione assonale, la demielinizzazione paranodale con perdita di fibre mielinizzate. Quest'ultimo è probabilmente dovuto alla morte di assoni distali a seguito della fosforilazione delle loro proteine.

    La microangiopatia diabetica è caratterizzata da una violazione della struttura della membrana basale dei capillari, dalla deposizione di lipoproteine ​​a bassa densità nella parete vascolare e dalla proliferazione delle cellule muscolari lisce.

    La microangiopatia concomitante della neuropatia contribuisce al restringimento delle arteriole e dei precapillari, un aumento del flusso sanguigno attraverso shunt artero-venosi, che impoverisce ulteriormente lo scambio nutrizionale e gassoso dei tessuti periferici. Questo è accompagnato da un aumento della circolazione sanguigna nella pelle con l'aumento della temperatura della sua superficie. Pertanto, insieme a una diminuzione della sensibilità dovuta alla neuropatia, possono esserci sensazioni di calore e bruciore della pelle dei piedi, dolori notturni.

    Neuropatia nel diabete mellito e altri articoli sull'endocrinologia.

    Leggi anche in questa sezione:
    • Diabete e malattie vascolari
    • Diabete e aterosclerosi
    • Trova la risposta nella biblioteca medica

    Diabete dello zucchero

    Il diabete mellito è una malattia causata da insufficiente funzione pancreatica, mancanza di insulina ormonale. La carenza di insulina causa disturbi complessi del metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine, portando a una compromissione sistemica della vita.

    Esistono 2 tipi di diabete.

    Il primo tipo è associato alla mancanza di capacità del pancreas di produrre insulina. Questa forma è solitamente innescata da infezioni virali, si sviluppa con una dieta scorretta, una diminuzione del normale sforzo fisico e stress emotivo. Pertanto, una violazione del metabolismo delle proteine ​​è accompagnata dall'inibizione della sua sintesi, che porta alla formazione di ulcere trofiche e lentamente guarendo le ferite. La patologia del metabolismo lipidico contribuisce alla formazione di acidi grassi superiori dai carboidrati che entrano nel sangue e dall'accumulo di acetone e altri chetoni nel sangue. L'accumulo di grasso può causare il coma diabetico. La violazione del metabolismo del sale marino è accompagnata da poliuria - aumento della diuresi e perdita di ioni sodio e potassio con le urine.

    A causa della carenza di ormoni, la cosiddetta iperglicemia si verifica quando il contenuto di zucchero nel sangue supera la norma (più di 7,2 mmol / l). In questo caso, c'è una maggiore decomposizione del grasso, i cui prodotti - corpi chetonici - vengono escreti nelle urine e con l'aria espirata (l'odore di acetone o composta). Con un contenuto significativo di glucosio nel sangue, inizia ad essere escreto nelle urine. Il diabete di tipo 1 colpisce principalmente le persone con pigmentazione della pelle bassa e iride, che sono più sensibili ai raggi UV.

    Il diabete di tipo 1 è accompagnato da aumento della sete, perdita di peso, aumento del volume delle urine, affaticamento, apatia, nausea o vomito. Nel trattamento del diabete di tipo 1, il principale fattore terapeutico è la terapia insulinica. Le piante medicinali non portano guarigione qui, ma possono migliorare la salute dei pazienti e proteggersi dai danni ai reni, al fegato, al sistema cardiovascolare spesso causati dal diabete.

    Il secondo tipo di diabete si sviluppa nelle persone di età compresa tra 50 e 70 anni e si verifica 20 volte più spesso rispetto al diabete di tipo 1. La causa della malattia è la resistenza del corpo all'insulina, che è combinata con l'ipertensione e un aumento del contenuto di acidi grassi nel sangue. Si sviluppa in individui con una predisposizione ereditaria al diabete di tipo 2 (negli individui in cui uno dei genitori, fratelli o sorelle ha questa malattia). Anche molte patologie endocrine (patologia dell'ipofisi, della tiroide e delle ghiandole paratiroidi, delle ghiandole surrenali e delle ovaie) contribuiscono a questo. Gli antagonisti dell'insulina sono il cortisolo dell'ormone della crescita, l'adrenalina adrenale, l'ormone dello stesso pancagono glucagone. Trigger per il diabete di questo tipo può anche essere l'infezione, prendendo corticosteroidi, alcuni diuretici, antipertensivi e contraccettivi.

    Innanzitutto, l'emergenza del diabete di tipo 2 è favorita da una quantità eccessiva di energia proveniente dal cibo, da una bassa attività fisica e dall'obesità associata. Sebbene la quantità di insulina nel corpo di questi individui sia sufficiente, la sensibilità dei recettori ad essa è ridotta, quindi l'insulina mostra un effetto lento e indebolito.

    I sintomi del diabete di tipo 2 (insulino-dipendenti) sono attacchi di sete, diabete, debolezza, prurito e dolore nei muscoli degli arti inferiori. Tra le complicazioni di questo ci sono le lesioni della retina dell'occhio, il sistema nervoso centrale e periferico. Per prevenire gli attacchi utilizzati farmaci - derivati ​​di biguanide e sulfonilurea. Metformina, Siofor, Glucophagus, Mescorite, Meddiabet e altri inibiscono la gluconeogenesi nel fegato e aumentano la sensibilità dei recettori cellulari all'azione dell'insulina, rallentano l'assorbimento dei carboidrati nell'intestino, riducono il livello dei triacilgliceridi nel sangue. Farmaci di questo tipo sono usati nel trattamento della forma più comune di diabete. "Maninil", "Glimepirid", Tliclazide ", Tlyurenorm", "Relaglinide" promuovono la secrezione di insulina da parte delle cellule beta del pancreas e sono utilizzati nel trattamento del diabete medio e grave, con funzione della ghiandola parzialmente conservata.

    La medicina di erbe è anche ampiamente usata nel trattamento di questa forma di diabete. Per fare questo, utilizzare piante che, a vari livelli, stimolano l'attività del pancreas, aumentano la suscettibilità dei recettori agli effetti dell'insulina, riducono la pressione sanguigna, l'appetito e impediscono l'assorbimento dei carboidrati nell'intestino. Pertanto, le piante contenenti composti fenolici, come mirtilli, mirtilli, ribes, fragole, more, immortelle, erba di San Giovanni, equiseto, noce e pera, corniolo, ortica, eleuterococco, lemongrass, lilla, ecc., Hanno un effetto immunostimolante e di assimilazione dell'insulina. Sono utilizzati sotto forma di infusi e decotti, sia in modo indipendente che come parte delle componenti obbligatorie di numerose cariche multicomponenti. Alcune piante contengono una sostanza simile all'insulina: l'inulina, che aiuta a normalizzare il metabolismo dei carboidrati e i livelli di insulina. Queste piante includono topinambur, devasil, bardana, dente di leone, cicoria.

    Un grande gruppo è costituito da piante contenenti enzimi che aumentano l'attività ormonale della ghiandola e riducono il contenuto di zucchero nel sangue e nelle urine. Tra questi ci sono i succhi di piante fresche - patate, cavoli, lamponi, così come foglie di fagioli, piselli, erba medica, lattuga, sambuco, funghi. Questo gruppo dovrebbe includere piante contenenti saponine, che contribuiscono all'assorbimento e all'assimilazione degli enzimi e influenzano il metabolismo dei carboidrati, nonché il ginseng, eleuterococco, equiseto. L'erba di capra contenente galegina alcaloide è anche ampiamente usata. Un certo numero di autori ritiene che la galegina alcalinizza il sangue e quindi contribuisce alla conversione del glucosio in fruttosio, per l'assimilazione di cui l'insulina non è richiesta. Forse questa azione non è associata ad un effetto alcalinizzante, ma con la struttura dell'alcaloide in cui è presente il frammento di guanidina, perciò la galegina dovrebbe essere considerata come il prodotto di derivati ​​di guanidina sopra menzionati.

    Le piante usano spesso piante che colpiscono il sistema nervoso centrale: l'erba madre, la valeriana, la menta, ecc. Nel diabete viene usato un gran numero di piante e le loro raccolte, ma il loro uso dovrebbe tenere conto delle caratteristiche individuali del paziente, del decorso della malattia e delle malattie concomitanti. In questo caso, le piante e le tasse dovrebbero essere selezionate, ottenendo un risultato positivo e quindi alternare i loro corsi. Tra i farmaci più comunemente usati per il diabete, si segnalano i seguenti:

    • foglie e frutti di mirtillo. Infusione di 4 cucchiai da 500 ml assumere 1/2 tazza 3-4 volte al giorno prima dei pasti;

    • lembi di fagioli. Brodo 2 cucchiai da 200 ml non assumere 1/2 tazza 3-4 volte al giorno;

    • erba di capra. Infusione 1 cucchiaio da 200 ml assumere 1/2 tazza 3 volte al giorno;

    • foglie di ortica. Infuso 1 cucchiaio per 200 ml prendere 1 cucchiaino 3 volte al giorno prima dei pasti;

    • foglie di noce. Infusione 1 cucchiaio per 200 ml assumere 1 cucchiaio 2-3 volte al giorno prima dei pasti;

    • L'estratto liquido di Eleuterococco prende 20 gocce 3 volte al giorno prima dei pasti;

    • l'infusione di citronella prende 20-25 gocce 3 volte al giorno;

    • erba di equiseto. Brodo 1 cucchiaio da 200 ml prendere 2 cucchiai 3-4 volte al giorno;

    • rizomi e radici di elecampane. Brodo 1 cucchiaio da 200 ml prendere 1 cucchiaio 3-4 volte al giorno;

    • radici di tarassaco. Brodo 1 cucchiaino per 200 ml assumere 1/2 tazza 3 volte al giorno;

    • frutta d'avena. Brodo 1 cucchiaio da 200 ml prendere 1/2 tazza 3 volte al giorno.

    Se necessario, gli effetti combinati dell'uso delle tasse delle piante. Tutti aiutano a ridurre lo zucchero nel sangue, migliorare il metabolismo del glicogeno nel fegato. Di seguito sono riportate le composizioni più tipiche di esse.

    Germogli di mirtilli - 20 pezzi

    Fagiolo - 20 pezzi

    Radici di Aralia - 10 parti

    Erba di iperico - 10 parti

    Fiori di camomilla - 10 pezzi

    Erba dell'equiseto - 15 parti

    Rose Hips - 15 pezzi

    Infusione 1 cucchiaio per 400 ml. Assumere 2-3 volte al giorno prima dei pasti per 20 giorni.

    Dopo di ciò, si prendono una pausa da 10 a 15 giorni e il corso del trattamento viene ripetuto. Spesa totale 3-4 corsi.

    Germogli di mirtilli - 20 pezzi

    Foglie di cowberry - 20 pezzi

    Radici di tarassaco - 20 pezzi

    Foglie di ortica - 20 pezzi

    Radici di tarassaco - 20 pezzi
    Foglie di more - 10 parti
    Foglie di menta - 5 parti

    Foglie di ribes nero - 15 pezzi

    Foglie di dado - 20 pezzi

    Foglie di menta - 20 pezzi

    Sporysh erba - 20 parti

    Foglie di mirtillo - 25 pezzi

    Foglie di tarassaco - 25 pezzi

    Erba di sgombro - 20 pezzi

    Germogli di mirtillo - 30 pezzi

    Rose Hips - 10 pezzi

    Fiori di elicriso - 5 parti

    Barrette con stimmi di mais - 10 pezzi

    Fagiolo - 20 pezzi

    Germogli di mirtilli - 20 pezzi

    Erba d'avena - 20 pezzi

    Radici di Bardana - 20 pezzi

    Semi di lino - 10 parti

    Erba di timo - 10 pezzi

    Motherwort Grass - 30 pezzi

    Ciascuna di queste cariche viene utilizzata per preparare l'infusione di 1 cucchiaio per 200 ml. Assumere 1/2 tazza 3-4 volte al giorno per 1 ora prima dei pasti. Dopo 2 mesi si prendono una pausa per 10-15 giorni, dopo di che il trattamento viene continuato.

    Insieme a questo a volte si applicano commissioni composizione complessa, due dei quali sono elencati di seguito.

    Foglie di mirtillo - 10 pezzi

    Fagiolini - 10 pezzi

    Foglie di ortica - 5 pezzi

    Foglie di piantaggine - 5 parti

    Fiori di camomilla - 5 pezzi

    Motherwort Grass - 5 pezzi

    Erba di iperico - 5 parti

    Yarrow herb - 5 pezzi

    Fiori di calendula - 5 pezzi

    Cinorrodi - 5 pezzi

    Rizomi e radici di deviacela - 5 parti

    Radici di liquirizia - 5 parti

    Infusione 3 cucchiai per 500 ml. Assumere 1/2 tazza 3 volte al giorno prima dei pasti.

    Foglie di cowberry - 4 parti

    Barrette con stimmi di mais - 4 pezzi

    Foglie di noce - 3 parti

    Foglie di mirtillo - 3 parti

    Erba di iperico - 2 parti

    Foglie di menta - 2 parti

    Boccioli lilla - 2 parti

    Erba di Sushenitsa - 2 parti

    Rosa canina - 2 parti

    Infusione 3 cucchiai per 500 ml. Assumere 1/2 tazza 3 volte al giorno prima dei pasti.

    Nella medicina popolare, per migliorare l'attività enzimatica utilizzando i succhi di frutta e verdura - tuberi di patate, cavoli, lamponi, cornel, pere. Succhi freschi ottenuti allo stesso tempo, diluiti con acqua 1: 1 e prendi 1/3 di tazza 3-4 volte al giorno per 30-40 minuti prima di un pasto. Con buona tolleranza, questa dose viene aumentata a 1 tazza. Anche l'insalata di giardino, i piselli, l'erba medica ei funghi hanno un effetto ipoglicemico.

    Va notato che l'ipoglicemia si sviluppa con una significativa diminuzione del contenuto di zucchero nel sangue. Allo stesso tempo, l'adrenalina viene rilasciata dalle ghiandole surrenali e l'ormone glucagone dal pancreas, che porta alla formazione di glucosio dal glicogeno di riserva. Le cause dell'ipoglicemia possono essere un sovradosaggio di insulina, un pasto in ritardo, un aumento insolito dell'attività fisica, un aumento dell'attività fisica. I sintomi di questa condizione sono sudorazione, paura, palpitazioni, dita tremanti, ansia o sonnolenza, risate causali, irritabilità, distrazione dei pensieri. La medicina di erbe in questo caso non viene utilizzata e il primo soccorso è prendere zucchero.

    Dolore muscolare nel diabete mellito: cause di

    Il dolore nei muscoli degli arti inferiori nel diabete può verificarsi con un aumento e accompagnare un forte calo di zucchero nel sangue.

    Interruzione dell'afflusso di sangue, così come danni al sistema nervoso periferico, l'accumulo nei muscoli di prodotti metabolici tossici si verificano nel diabete in quasi tutti i pazienti, specialmente con un aumento della durata della malattia e con l'età.

    I sintomi del danno muscolare si manifestano con dolore, debolezza muscolare, sensazione di tremori e crampi.

    Perché il dolore muscolare si verifica nel diabete?

    I disturbi del flusso sanguigno nel diabete mellito sono associati a danni alla parete interna dei vasi sanguigni, che viene ferita ad alti numeri di glucosio nel sangue, si depositano lipoproteine ​​a bassa densità e le cellule muscolari lisce spremono il vaso a causa dell'aumento della proliferazione.

    La neuropatia generalmente aggrava la patologia dei vasi degli arti inferiori, poiché restringe le piccole arteriole e capillari e il flusso sanguigno aumenta attraverso gli shunt artero-venosi. Con tali cambiamenti, la nutrizione e lo scambio di gas nei tessuti muscolari continuano a diminuire ulteriormente, causando, oltre al dolore, una sensazione di bruciore alle gambe.

    Il danno alle fibre nervose nel diabete mellito è associato ai depositi di sorbitolo, che provoca una diminuzione del flusso sanguigno all'interno del nervo e porta alla carenza cronica di ossigeno in violazione delle funzioni e della struttura delle fibre nervose.

    Meccanismi principali di danno alle fibre nervose nel diabete mellito:

    1. La distruzione della membrana cellulare e delle proteine ​​dai radicali liberi risultanti.
    2. Glicosilazione delle proteine ​​mediante molecole di glucosio circolanti nel sangue.
    3. La distruzione delle navi che alimentano i nervi.
    4. La formazione di autoanticorpi contro i neuroni.

    I cambiamenti neuropatici nel tessuto nervoso e muscolare progrediscono con la crescita dell'iperglicemia e possono diminuire con la compensazione del diabete. La mialgia può anche accompagnare una diminuzione della glicemia.

    Negli episodi acuti di ipoglicemia, i sintomi associati all'azione delle catecolamine - adrenalina e noradrenalina, che causano la contrazione di braccia e gambe, i pazienti la descrivono come segue:

    Sintomi dolorosi nei muscoli delle gambe nel diabete

    Le manifestazioni di dolore muscolare sono associate al livello di zucchero aumentato nel sangue, mentre l'iperglicemia riduce la soglia del dolore e inibisce l'azione degli analgesici. Di solito i sintomi del dolore aumentano gradualmente, insieme allo sviluppo di segni di diabete.

    Raramente, il dolore acuto appare acuto ed è accompagnato da disturbi del sonno, depressione, perdita di appetito e rapida perdita di peso. Tale clinica si verifica con il diabete di lunga durata e non riconosciuto, e anche se il paziente viene trattato in modo errato.

    I sintomi possono comparire all'inizio del trattamento del diabete, si manifestano come segue:

    • Il dolore è simmetrico, intenso, ardente.
    • Di solito inizia con i piedi e sale fino ai fianchi, a volte i muscoli della superficie anteriore dei fianchi fanno male fin dall'inizio.
    • La restrizione dei movimenti è associata a sintomi dolorosi e debolezza muscolare.

    In tali casi, il tasso di normalizzazione del glucosio dovrebbe diminuire e la stabilizzazione del livello zuccherino si ottiene gradualmente.

    Dolori muscolari e crampi sono aggravati durante la notte, a riposo, le parestesie sono anche caratteristiche dei diabetici: gattonando, intorpidimento, le gambe possono contrarsi e ronzio involontariamente. I muscoli gastrocnemio sono più spesso colpiti, meno spesso i muscoli femorali e delle braccia.

    Nei casi più gravi, il dolore si sviluppa in tutto il corpo, iperestesia, in cui anche il tocco di un foglio provoca un dolore acuto e sensazione di bruciore. L'esame di tali pazienti rivela una diminuzione dei riflessi tendinei, quindi c'è una diminuzione in tutti i tipi di sensibilità - tattile, vibrazionale, dolorosa e posizionale. Un piede diabetico si sviluppa in questa fase.

    Un declino della glicemia può causare una complicazione come l'ipoglicemia. Poiché il glucosio è la principale fonte di nutrimento per il sistema nervoso, quando inizia a cadere, si sviluppano manifestazioni neuroglicopeniche:

    1. Diminuzione della concentrazione, sensazione di paura, battito cardiaco accelerato.
    2. Mal di testa e vertigini.
    3. Puntura, gattonare, formicolio dei muscoli.
    4. Spasmi muscolari in diverse parti del corpo.
    5. Debolezza muscolare
    6. Dolore muscolare non intenso di diversa localizzazione.

    L'ipoglicemia grave è accompagnata da un aumento della debolezza muscolare, perdita di coscienza e sindrome convulsiva. In assenza di trattamento, il paziente cade in un coma ipoglicemico.

    Trattamento del dolore nei muscoli delle gambe nei pazienti con diabete

    Per il trattamento della mialgia vengono utilizzate tre aree: compensazione del diabete, trattamento sintomatico con antidolorifici e terapia riabilitativa delle fibre nervose e dei vasi sanguigni interessati.

    Il risarcimento del diabete viene effettuato sotto forma di correzione dietetica e stabilizzazione dei livelli di glucosio. Allo stesso tempo, il monitoraggio continuo dei livelli di glucosio durante il giorno, così come lo studio dell'emoglobina glicata, sono importanti. La terapia viene effettuata in modo tale da prevenire improvvisi sbalzi di zucchero nel sangue.

    Per fare ciò, il contenuto dietetico è limitato al contenuto di carboidrati con la completa esclusione di saccarosio e farina di grano di altissima qualità. Si raccomanda inoltre di ridurre il consumo di prodotti a base di carne, in particolare carni e frattaglie di grassi, per escludere l'alcol.

    Il sollievo dal dolore viene effettuato utilizzando metodi non farmacologici, che includono:

    • Galvanizzazione.
    • Elettroforesi dei farmaci.
    • Darsonvalizzazione.
    • Terapia laser
    • Decompressione chirurgica dei nervi.
    • La terapia magnetica.
    • L'uso dell'elettrostimolazione con correnti sinusoidalmente modulate.

    Una caratteristica del trattamento del dolore nel diabete è la mancanza di effetto di analgesici semplici e farmaci anti-infiammatori non steroidei. Pertanto, anticonvulsivanti, antidepressivi, analgesici oppiacei e anestetici locali vengono utilizzati per il trattamento.

    Gli anticonvulsivanti alleviano il dolore a causa del blocco dei canali del sodio e rallentano la trasmissione degli impulsi del dolore. Sono usati i seguenti farmaci: Finlepsin, Gabapentin, Pregabalin.

    L'antidepressivo più efficace per ridurre il dolore è l'amitriptilina. È usato a basse dosi. A causa di effetti collaterali, deve essere usato con cautela nei pazienti con ipertensione arteriosa, insufficienza cardiaca, glaucoma. Nei pazienti anziani, gli antidepressivi triciclici possono causare uno squilibrio dell'andatura, confusione.

    Gli analgesici oppioidi sono usati in rari casi con sindromi dolorose persistenti e intense dovute allo sviluppo della dipendenza fisica e mentale. Usato comunemente Tramadol, che è meno avvincente. Molto spesso, il suo uso può causare ipotensione ortostatica, vertigini.

    Il trattamento topico viene effettuato con cerotti e unguenti con lidocaina (Versatis), capsaicina, che ha la capacità di ridurre i mediatori del dolore nelle terminazioni dei nervi periferici e può prima intensificare il dolore e la sensazione di bruciore nel sito di applicazione.

    Per ripristinare la funzione delle fibre nervose danneggiate vengono utilizzati questi gruppi di farmaci:

    1. Acido tioctico: Berlithion, Espa-Lipon, Thiogamma, Dialipone.
    2. Benfotiamina, cianocobalamina.
    3. Fattore di crescita nervoso - Neurofazol.
    4. Inibitore di alfa-reduttasi - Avodart.
    5. Inibitori delle protein chinasi - Nexavar, Spraysel, Tasigna.
    6. Preparati vitaminici complessi - Neyrorubin, Milgamma.

    I farmaci che influenzano la conduzione neuromuscolare e il restauro delle fibre nervose vengono utilizzati nei corsi per almeno un mese, poiché i processi di rigenerazione avvengono lentamente, specialmente quando il metabolismo dei carboidrati e dei grassi è disturbato nei diabetici.

    È anche raccomandato per la prevenzione della progressione del danno muscolare nella routine quotidiana per includere un complesso di terapia fisica, per smettere di fumare, che aumenta il vasospasmo e danneggia l'apporto di sangue ai tessuti colpiti. Il video in questo articolo racconta i principali sintomi del diabete.

    Dolore alle gambe con diabete

    Il diabete mellito è una malattia polisintomatica formidabile che può manifestarsi nei pazienti in modi diversi. Tuttavia, esiste un algoritmo definito per lo sviluppo degli eventi. Tutto inizia con un aumento dei livelli di zucchero nel sangue. In assenza di un trattamento adeguato, molti pazienti iniziano a mostrare segni di specifiche complicazioni nel tempo. Una delle domande più frequenti delle persone che soffrono di una "malattia dolce" è: "Perché i dolori alle gambe si verificano nel diabete mellito?". Per rispondere, è necessario comprendere il meccanismo dello sviluppo del processo patologico, che porta alla formazione di questo sintomo.

    Cosa sta succedendo

    Il livello costantemente alto di glicemia influenza negativamente tutti gli organi e i sistemi del corpo umano. Lo zucchero nel sangue non è così male come i suoi effetti. Le molecole del glucosio agiscono sui vasi e sulle terminazioni nervose, causando in realtà sensazioni spiacevoli.

    Punti importanti che potenzialmente influenzano l'insorgenza del dolore:

    1. L'età della persona Purtroppo, con l'invecchiamento di tutto il corpo, i cambiamenti si verificano nei capillari. Diventano meno elastici, sono intasati dalle scorie e sono anche costantemente danneggiati dai composti dello zucchero. Tutto ciò aggrava la condizione del paziente e causa dolore alle gambe;
    2. Livello di glicemia Esiste una correlazione tra la quantità di glucosio nel siero e la manifestazione di tutti i sintomi caratteristici, nonché sensazioni spiacevoli negli arti inferiori;
    3. Stile di vita Meno un paziente si muove, peggio si sente. A causa del ristagno di sangue nelle parti del corpo più distanti dal cuore, c'è una formazione di edemi che esercitano pressione sulle terminazioni nervose e provocano dolore;
    4. Lo stato del sistema cardiovascolare e del sangue. Molto spesso, il diabete mellito (DM) va di pari passo con ipertensione arteriosa (AH) e lesione aterosclerotica di tutte le navi. Tutto ciò solo esacerba i suoi sintomi di carenza di insulina o resistenza del tessuto periferico ai suoi effetti. È necessario effettuare un trattamento appropriato per le comorbidità al fine di eliminare i sintomi caratteristici;
    5. Peso. Il diabete di tipo 2 in molti casi è accompagnato da pazienti in sovrappeso. Ciò provoca un carico aggiuntivo sulle articolazioni e sui muscoli, che a sua volta causa disagio. L'opzione migliore sarebbe perdere peso.

    Cosa causa il dolore?

    Esistono 2 meccanismi di base per il verificarsi di tali sensazioni sgradevoli negli arti inferiori:

    1. Ischemica. Il blocco e il danneggiamento delle piccole navi comportano una diminuzione della circolazione sanguigna nei tessuti periferici. La costante carenza di ossigeno causa atrofia e morte cellulare con il rilascio di mediatori dell'infiammazione (istamina, prostaglandina). Danneggiano le terminazioni nervose che trasmettono impulsi alla corteccia del cervello principale e la persona soffre;
    2. Neuropatico. In questo caso, la ragione risiede nella distrofia dei nervi. È causato da nutrizione insufficiente dei neurociti nei sistemi di conduzione delle gambe. Muoiono e disturbano i normali processi trofici negli arti inferiori. Di conseguenza, perdita di dolore, temperatura e sensibilità tattile. Una persona semplicemente non nota piccoli tagli e ferite ai piedi. Molto spesso si verifica un'infezione batterica, si verificano ulcere. Solo nelle ultime fasi del dolore progredisce e il paziente inizia a lamentarsi.

    Entrambe le varianti del danno tissutale sono il risultato dell'iperglicemia. Pertanto, l'obiettivo principale della terapia dovrebbe essere fatto proprio sulla sua eliminazione.

    Come fa male?

    A seconda del meccanismo di sviluppo del disagio, anche i sintomi soggettivi saranno diversi.

    Nel caso della variante ischemica del problema, il paziente presenterà i seguenti reclami:

    • dolore come bruciare gambe e piedi. Le sensazioni pulsanti sono spesso osservate;
    • il disagio può verificarsi a riposo, ma più spesso dopo l'esercizio;
    • la pelle diventa pallida, a volte acquista una tinta bluastra;
    • si formano ulcere dolorose con confini sfocati;
    • la depilazione locale può verificarsi in luoghi con scarsa circolazione sanguigna;
    • la temperatura dell'arto interessato cade.

    La gravità dei sintomi dipende dalla percentuale di blocco dei vasi sanguigni.

    Se il danno è di tipo neuropatico, allora il paziente nota:

    • sensazioni dolorose rare che non sono associate all'attività fisica;
    • colore normale della pelle, a volte anche rosso;
    • nei posti di contatto con le scarpe, le ulcere indolori appaiono spesso con confini corretti e chiari;
    • la temperatura degli arti rimane normale;
    • perdita di sensibilità tattile.

    Il trattamento di entrambe le opzioni nella maggior parte dei casi richiede un intervento chirurgico, se le superfici della ferita si sono già formate.

    Cosa fare

    L'obiettivo principale nel trattamento del dolore alle gambe nel diabete è la normalizzazione dei livelli di glucosio nel sangue. Se si tiene sotto controllo il glucosio, i vasi non saranno esposti ai suoi effetti patologici. A seconda del tipo di malattia, il complesso delle procedure farmacologiche può differire.

    Nella prima variante del diabete, è necessario utilizzare l'insulina per tutta la vita. Solo un tale trattamento può prevenire precisamente lo sviluppo di complicazioni indesiderate.

    Con il secondo tipo di "malattia dolce", è necessario assumere farmaci ipolipemizzanti, poiché il problema non è nella quantità dell'ormone pancreatico, ma nella resistenza dei tessuti periferici alla sua azione.

    Inoltre, ci sono raccomandazioni speciali che sono efficaci nel trattamento di entrambe le varianti della malattia e sono utili anche per le persone sane:

    1. Scarpe comode Molte persone in gara per la moda ignorano il comfort. Di conseguenza, una lesione secondaria permanente agli arti inferiori con lo sviluppo del dolore.
    2. Controllo del peso La massa in eccesso influenza sempre negativamente le condizioni delle articolazioni e delle ossa. Il carico aggiuntivo porta a una riduzione della resistenza e dei danni alle strutture interne.
    3. Trattamento delle comorbidità I problemi renali e le malattie del sistema cardiovascolare spesso causano la formazione di edema, che aggrava solo il decorso del diabete.
    4. Attività fisica somministrata È sufficiente camminare 3 km al giorno per migliorare lo stato del letto microcircolatorio degli arti inferiori ed eliminare il disagio.
    5. Se ci sono i primi segni di violazione delle navi, assicurati di chiedere aiuto medico. Un trattamento tempestivo può prevenire conseguenze disastrose.

    Saggezza popolare e terapia locale

    Inoltre, per alleviare il dolore alle gambe, puoi usare la conoscenza della medicina alternativa.

    Le seguenti procedure e ricette si sono dimostrate efficaci:

    Una volta al giorno tenere una doccia a contrasto per i piedi. 10 minuti di acqua calda e 3 minuti di freddo. Questo trattamento stimola la circolazione sanguigna locale, che allevia il dolore.

    Infusione di consolida maggiore. 1 cucchiaio. Un cucchiaio di radice ben tritata di questa pianta viene versato oltre 1 litro di vodka. Insistere in un luogo buio per 3 settimane. Dopo la data di scadenza, filtrare e diluire con acqua per ottenere 3 litri di liquido. Prendi 1 cucchiaio. cucchiaio tre volte al giorno dopo i pasti.

    Massaggio vibratorio ad acqua Una varietà di massaggiatori acquatici funzionano bene. Oltre a una doccia di contrasto, normalizzano la circolazione sanguigna locale e contribuiscono alla ripresa della sensibilità.

    Per uso locale una miscela perfetta di succo di aloe e oli essenziali. Per rendere necessario:

    • estratto vegetale;
    • mentolo;
    • chiodi di garofano;
    • eucalipto;
    • wintergreen;
    • canfora.

    Tutti questi fluidi mescolano e strofinano aree dolorose delle gambe 3 volte al giorno. Il risultato appare dopo il 1 ° giorno di utilizzo.

    Si raccomanda l'uso di tali metodi di trattamento delle lesioni alle gambe se in precedenza si è tenuto un consulto con il proprio medico.