Image

Alcol nel diabete mellito di tipo 1 e 2

L'alcol (alcol etilico) per il corpo umano è una fonte di energia che non aumenta la glicemia. Tuttavia, i diabetici devono bere alcolici con estrema cautela, specialmente se si soffre di diabete insulino-dipendente.

Per coprire l'argomento "Alcol a dieta con diabete", due aspetti devono essere considerati in dettaglio:

  • Quanti carboidrati contengono diversi tipi di bevande alcoliche e come influiscono sulla glicemia.
  • Come l'alcol inibisce la gluconeogenesi - la conversione delle proteine ​​in glucosio nel fegato - e perché può essere pericolosa nel diabete.

L'alcol etilico da solo non aumenta lo zucchero nel sangue. Tuttavia, varie bevande alcoliche contengono alcol miscelato con carboidrati, che vengono rapidamente assorbiti. Questi carboidrati possono influenzare negativamente la glicemia nel diabete. Pertanto, prima di bere alcol, chiedere quanti carboidrati contengono bevande che si berrà. Nelle bevande alcoliche con una forza di 38 gradi o superiore, i carboidrati, di norma, sono generalmente assenti o troppo bassi per aumentare i livelli di zucchero nel sangue. I vini secchi sono gli stessi.

Diversi tipi di birra contengono diverse quantità di carboidrati. Nella birra scura ce ne sono più, nella birra leggera - meno. I pazienti con diabete sono incoraggiati a testare ogni nuova varietà di birra, cioè, per verificare con un glucometro quanto aumenta il livello di zucchero nel sangue. In ogni caso, è necessario osservare la moderazione nel consumo di birra per non allungare le pareti dello stomaco e non essere influenzato dall'effetto di un ristorante cinese.

Su una dieta a basso contenuto di carboidrati per il diabete, è vietato bere cocktail e vini da dessert. Perché queste bevande alcoliche contengono zucchero, che è categoricamente controindicato per noi. Sei tu stesso a preparare cocktail senza zucchero. Il Dr. Bernstein scrive che un martini secco non contiene zucchero e quindi è consentito il suo consumo.

Se bevi alcol durante un pasto, può indirettamente abbassare la glicemia. Questo perché l'alcol etilico paralizza parzialmente il fegato e inibisce la gluconeogenesi, cioè il fegato perde la sua capacità di convertire le proteine ​​in glucosio. Per un adulto medio, questo effetto diventa evidente da una dose di alcol equivalente a 40 grammi di alcool puro, cioè 100 g di vodka e altro.

Ricordiamo che in una dieta a basso contenuto di carboidrati nel diabete, viene calcolata la dose di insulina "corta" prima dei pasti, partendo dal presupposto che il fegato convertirà il glucosio in peso del 7,5% di proteine ​​in peso. Ma se bevessi alcol, la dose di insulina calcolata in questo modo sarebbe troppo alta. Glicemia cadrà eccessivamente e inizierà l'ipoglicemia. Risulterà essere leggero o pesante - per quanto fortunato, dipende dalla quantità di alcol, dalla dose di insulina e dallo stato di salute del diabetico.

L'ipoglicemia in sé non è un problema così grave. Devi mangiare un po 'di glucosio - e si fermerà. Il problema è che l'ipoglicemia e il suo sollievo causeranno un salto di zucchero nel sangue, e quindi sarà difficile stabilizzare lo zucchero entro il range di normalità. Se l'ipoglicemia si rivela grave, i suoi sintomi possono essere simili alla normale intossicazione alcolica. Circondare quasi indovinare che un diabetico non è solo ubriaco, ma richiede un aiuto di emergenza.

Le bevande alcoliche che contengono carboidrati aumentano istantaneamente la glicemia. Questi sono vini da tavola e da dessert, cocktail con succo o limonata, birra scura. Tuttavia, tutti i superalcolici riducono lo zucchero in poche ore. Perché interferiscono con il fegato per fornire glucosio nel sangue in quantità normali. L'ipoglicemia si presenta spesso dopo aver bevuto alcol, e questa è una seria minaccia. Il problema è che i sintomi dell'ipoglicemia grave sono molto simili alla solita intossicazione. Né il diabetico né le persone intorno a lui sospettano che sia in grave pericolo, e non solo ubriaco. Conclusione: è necessario bere saggiamente alcolici, avendo cura di prevenire l'ipoglicemia, che può verificarsi in seguito.

Indovinare con il dosaggio di insulina è quasi impossibile. Da un lato, è auspicabile iniettare un bolo di insulina per coprire i carboidrati contenuti nelle bevande alcoliche. D'altra parte, è molto più pericoloso esagerare con l'insulina e provocare l'ipoglicemia. Se soffri di diabete insulino-dipendente e decidi di ubriacarti, prepara cioccolato, noci, barbabietole, carote, yogurt, ricotta. Si tratta di alimenti che contengono molti carboidrati, ma hanno un basso indice glicemico. Forse ti proteggeranno dall'ipoglicemia e allo stesso tempo non aumenteranno lo zucchero nel coma iperglicemico. È meglio allontanarsi da una dieta a basso contenuto di carboidrati piuttosto che sopravvivere all'ipoglicemia alcolica.

È possibile distinguere l'intossicazione da alcol dall'ipoglicemia grave solo se si misura la glicemia con un glucometro. È improbabile che nel bel mezzo di una festa allegra qualcuno vorrà farlo. Inoltre, la persona con il diabete stesso, la cui anima è già "sull'orlo dei mondi" in questo momento, non sta cercando di misurare lo zucchero. Può finire molto tristemente con un danno irreversibile al cervello. Per vostra informazione, il primo misuratore di glucosio nel sangue negli anni '70 è stato inventato per distinguere i forti bevitori dai pazienti con coma diabetico in ospedale.

In piccole dosi, l'alcol non è pericoloso nel diabete. Questo si riferisce a un bicchiere di birra leggera o vino secco. Ma se hai già visto che non sai come fermarti in tempo, allora è meglio evitare assolutamente le bevande alcoliche. Ricordiamo che la piena astinenza facilita la moderazione.

Alcol nel diabete mellito di tipo 1 e 2: posso mangiare?

contenuto:

Il diabete di tipo 1 si verifica quando l'insulina non viene prodotta nel corpo. Ciò è dovuto alla distruzione delle cellule pancreatiche che producono un ormone. Le ragioni possono essere:

  • Fattori genetici
  • L'ingestione di un virus o infezione che ha causato una reazione autoimmune (il corpo si protegge da se stesso).

Questo tipo di malattia è meno comune rispetto al tipo 2 (10% dei casi).

Il diabete di tipo 2 è caratterizzato da un'insufficiente produzione di insulina o dall'insorgenza di insulino-resistenza. Succede:

  • A causa della predisposizione genetica.
  • Quando le persone conducono uno stile di vita sedentario, sono in sovrappeso (un tipo "mela", caratterizzato da accumulo di grasso intorno all'addome).

Diabete e alcol: le conseguenze?

Il diabete mellito è una malattia grave che richiede cautela, monitoraggio costante e dieta. Nel mondo, il numero di persone con diabete è in costante crescita. Gli scienziati dicono che ogni cinque secondi viene fatta una diagnosi del genere. Questa è una malattia con conseguenze molto gravi: pielonefrite, infarto miocardico, aterosclerosi delle estremità, urolitiasi. È da loro, e non dal diabete stesso, che le persone muoiono più spesso. Conoscendo e tenendo presente questo, vale la pena mantenere uno stile di vita appropriato per evitare complicazioni.

È facile condurre uno stile di vita sano, è interessante e, soprattutto, utile. Tuttavia, allo stesso tempo, ci sono momenti nella vita in cui si vuole bere birra con gli amici, sedersi con un amico davanti a un bicchiere di buon vino, celebrare una festa di famiglia con una bottiglia di champagne. Ardente con una mente sobria dirà che senza questo è del tutto possibile fare. D'altra parte, vediamo se è pericoloso per i diabetici o qualche volta puoi permetterti di bere alcolici.

Il principale pericolo derivante dall'uso di alcol nel diabete mellito è una forte diminuzione del livello di glucosio nel sangue (ipoglicemia). Ciò accade a causa dell'inibizione della produzione di glucosio da parte del fegato dopo ingestione di alcol. C'è una sensazione senza fine di fame. Inoltre:

  • La composizione delle bevande alcoliche comprende sostanze che distruggono gradualmente le membrane delle cellule umane che proteggono la cellula stessa dall'ingestione di glucosio.
  • L'effetto dell'insulina aumenta quando l'alcol entra nel corpo.
  • Cambiamenti nella salute: vertigini, debolezza, nausea, pallore della pelle e persino perdita di coscienza.

Posso bere alcol con il diabete?

Dovresti assolutamente ricevere consigli dal tuo medico, che conosce le caratteristiche del tuo corpo, la storia della malattia.

Lo stato di intossicazione attenua la volontà e riduce la funzione di controllo del comportamento, quindi puoi dimenticare che non puoi bere molto o semplicemente sottovalutare le conseguenze e perdere l'insorgere di una crisi ipoglicemica.

È estremamente indesiderabile per i diabetici bere alcolici a stomaco vuoto o senza uno spuntino e anche combinare l'alcol con lo sforzo fisico. È sbagliato pensare che solo forti bevande alcoliche abbiano un effetto negativo. Dopotutto, questo non significa che birra o altre bevande a basso tenore alcolico possano essere bevute in qualsiasi dose. La domanda è quanta quantità di etanolo viene ingerita. Lo stesso bicchiere di vodka abbassa rapidamente il livello di glucosio. Pertanto, solo il controllo e il controllo costante eviteranno le tristi conseguenze.

Che tipo di alcol posso bere?

In termini di pericolo / sicurezza per il diabete, tutte le bevande alcoliche possono essere divise in due gruppi:

  • Bevande alcoliche, una fortezza di circa il 40% e oltre. Praticamente non hanno zucchero. Questi sono vodka, cognac, whisky, gin, tinture, in cui lo zucchero non viene aggiunto. Una dose sicura è un volume di 50-70 ml al giorno. Quando si decide di bere alcolici nel diabete, è importante non dimenticare una buona merenda. E più carboidrati contiene il cibo, meglio è (prodotti di farina, piatti di patate).
  • Il secondo gruppo è tutte le altre bevande contenenti sia alcool che zucchero. Sono completamente proibiti. È un bel po 'di vino secco (non più di 200 ml al giorno). La birra può bere solo una bottiglia, attirando l'attenzione sul minimo zucchero contenuto.

Per le donne, tutti i dosaggi sopra dovrebbero essere dimezzati.

Regole di base per bere il diabete:

  • Le persone con cui un diabetico beve alcolici dovrebbero conoscere la sua malattia, essere in grado di fornire il primo soccorso se necessario.
  • È necessario portare con sé i farmaci prescritti dal medico. Tuttavia, in una miscela con alcol, potrebbero non funzionare.
  • Non trascurare il cattivo stato di salute. In questo caso, non puoi bere affatto!
  • Il vino consumato con estrema cautela, leggendo sull'etichetta, quale percentuale di zucchero è contenuta in essa. Se più del 5%, non è necessario bere.
  • Il metodo di bere una raffica è controindicato. Solo lentamente e moderatamente.
  • Inoltre non è necessario mescolare le bevande.
  • La sera prima di coricarsi, bere alcolici è indesiderabile. Se bevi ancora, è importante mangiare cibi ipercalorici e, sfruttando il metro, misurare il livello di zucchero.

Conseguenze del consumo di alcol nel diabete di vario tipo

La diagnosi di diabete sembra una frase. I pazienti immaginano immediatamente una vita piena di restrizioni e privazioni - il rifiuto di cibi dolci e grassi, l'alcol. Quanto questo corrisponde al reale stato delle cose ed è necessario modificare severamente le nostre abitudini?

Alcol e diabete

Il diabetico deve adattarsi alla sua malattia, cambiando radicalmente le sue abitudini alimentari. Il paziente ora non può permettersi di provare tutti i piatti sul tavolo festivo, aromatizzando tutto questo splendore con l'alcol.

A rigor di termini, l'alcol forte, non contenente la composizione di zucchero e altri componenti pericolosi per il diabetico, non è in grado in alcun modo di aumentare il glucosio nel sangue - e questo è ciò di cui i pazienti con diabete sono così spaventati. Tuttavia, l'uso di grandi quantità di alcol può influenzare negativamente lo stato di salute di un diabetico e in alcuni casi portare a conseguenze fatali. Perché sta succedendo questo?

In che modo l'alcol influisce sul corpo di un diabetico?

Comprendere i processi di base che si verificano nel corpo di una persona malata lo aiuterà a imparare i principi del giusto atteggiamento nei confronti dell'alcool.

Quindi, cosa succede quando l'alcol etilico entra nel flusso sanguigno? L'etanolo dal sangue entra nel fegato, dove viene ossidato e decomposto con la partecipazione di enzimi. Bere alcolici in grandi dosi può rallentare la produzione di glicogeno da parte del fegato, che nel prossimo futuro minaccia il paziente con una condizione critica - ipoglicemia. Più una persona ha bevuto, più è ritardato lo stato di mancanza di glucosio. Un'improvvisa penuria di zucchero nel sangue può arrivare proprio quando non c'è nessuno che aiuti il ​​paziente, quindi una fine fatale è inevitabile.

Bere a stomaco vuoto è molto pericoloso, così come dopo l'esercizio fisico, quando il corpo perde già le riserve di glicogeno.

I pazienti diabetici non dovrebbero mai bere bevande alcoliche dolci - questi sono vini da dessert, cocktail e alcuni tipi di birra. Le bevande dolci aumentano il livello di glucosio nel sangue, mentre l'etanolo aumenta l'efficacia dei farmaci assunti dal paziente.

L'alcol, tra le altre cose, aumenta la sensazione di fame, diventa semplicemente ingestibile. Una tale festa si conclude con un allentamento della dieta, che non finisce con nulla di buono.

Il diabete non ha differenze di genere. Le conseguenze dell'uso frequente tra uomini e donne sono ugualmente tristi. L'unica cosa che può essere consigliata ai rappresentanti del sesso debole è ridurre la quantità di alcol rispetto a quanto può permettersi un uomo. Il massimo che una donna può bere è una bottiglia di birra leggera al giorno o mezzo bicchiere di vino secco. Allo stesso tempo, è necessario determinare senza esitazione il livello di zucchero per capire se questo tipo di bevanda influenza questo indicatore. Per quanto riguarda gli spiriti, il massimo consentito per una donna è di 25 grammi di vodka o brandy.

Con diabete di tipo 1

Il diabete di tipo 1 è considerato una malattia incurabile. I pazienti sono insulino-dipendenti, cioè, per la vita sono costretti a essere in terapia sostitutiva con insulina. L'insulina viene somministrata per iniezione, lo scopo della sua introduzione è di regolare il livello di zucchero.

Una porzione di bevanda forte non dovrebbe superare i 70 grammi. Le donne, come già detto, dovrebbero ridurre la dose esattamente della metà.

Quindi è possibile prendere alcolici con il diabete? Sì, i nutrizionisti non vietano l'alcol, ma dovrebbero essere assunti secondo regole severe:

  • L'alcol non va bevuto a stomaco vuoto.
  • È meglio bere dopo i pasti, in modo da non disturbare la dieta sviluppata.
  • La dose di insulina normalmente consumata deve essere dimezzata, poiché l'alcol aumenta l'efficacia dell'insulina e riduce anche i livelli di glucosio inibendo la produzione di glicogeno da parte del fegato. Consumando alcol con l'insulina normalmente iniettata, è possibile ottenere un coma ipoglicemico.
  • Prima di andare a letto, dovresti misurare la quantità di zucchero nel sangue e prendere misure per aumentarlo a un livello troppo basso.
  • Prima di bere, un paziente con dipendenza da insulina deve mangiare un carboidrato con un basso indice glicemico. Questo proteggerà il corpo dai salti di zucchero e non permetterà di cadere in uno stato di ipoglicemia.

Infatti, è abbastanza difficile per i pazienti con diabete di tipo 1 calcolare la dose di insulina necessaria per coprire la quantità di carboidrati contenuti nell'alcol senza ridurre lo zucchero a un limite pericoloso. Pertanto, anche in assenza di un divieto categoriale di bere, sarebbe più saggio abbandonarlo.

Con diabete di tipo 2

Con questo tipo di diabete, l'insulina nel corpo viene prodotta nella quantità richiesta, ma per qualche motivo cessa di essere assorbita dalle cellule.

Mantenere il corpo in uno stato di compensazione aiuterà:

  • una corretta alimentazione con la limitazione di carboidrati semplici, grassi e sale;
  • perdita di peso;
  • monitoraggio continuo dei livelli di glucosio nel sangue;
  • prendendo compresse ipoglicemizzanti

Sfortunatamente, non tutti i diabetici seguono regole severe e si permettono di rovesciare alcuni occhiali, ritenendo che da una quantità così piccola non si verificherà alcun danno. In effetti, con questo tipo di diabete, l'alcol è altrettanto pericoloso un forte calo dei livelli di zucchero.

Le condizioni in cui un diabetico con malattia di tipo 2 può sorseggiare alcol, sono in qualche modo simili a quelle sopra indicate e sono state aggiunte alcune restrizioni:

  • Dovrebbero essere escluse tutte le bevande alcoliche contenenti zucchero nella composizione!
  • L'alcol nella fase di scompenso, cioè in caso di violazione irrevocabile del metabolismo dei carboidrati, è escluso!
  • L'alcol a stomaco vuoto - è impossibile!
  • Se il paziente viene trattato con farmaci, il loro dosaggio deve essere ridotto per ridurre il rischio di ipoglicemia.

Conseguenze del bere

L'opzione più terribile, la cui probabilità non può essere prevista con certezza, è un forte calo del livello di glucosio nel sangue di una persona intossicata. Inoltre, questa condizione può verificarsi in qualsiasi momento, anche in un sogno.

La situazione è complicata dal fatto che il paziente, ubriaco, manca semplicemente i sintomi in arrivo, molto simili allo stato di intossicazione:

  • tachicardia;
  • confusione;
  • sudorazione;
  • nausea;
  • vertigini;
  • tremore alle mani;
  • mal di testa;
  • sonnolenza;
  • disturbi del linguaggio.

Parenti o amici vicini possono interpretare erroneamente questi segni e, invece di fornire un'assistenza adeguata a un paziente con un attacco di ipoglicemia, semplicemente non prestano abbastanza attenzione a lui, il che alla fine aggrava la gravità delle condizioni del paziente.

Con una grave ipoglicemia, un diabetico può entrare in coma, che minaccia di patologie irreversibili nel cervello e nel cuore.

Come combinare?

Se ti limiti a bere non funziona, allora devi almeno cercare di ridurre al minimo i danni causati al corpo dall'alcol. Qui vale la pena capire che tipo di alcol può essere bevuto con questa malattia. Un paziente diabetico dovrebbe scegliere quelle bevande la cui azione non minaccia brutti salti di zucchero. È meglio bere una piccola quantità di vodka piuttosto che un bicchiere di champagne dolce.

Quando si usa la vodka, vale la pena ricordare alcune sfumature:

  • Puoi bere una piccola quantità - non più di 50-70 grammi.
  • Prima di bere uno spuntino stretto, seguendo la dieta.
  • Dopo la fine della festa, misurare la quantità di zucchero nel sangue e prendere misure per evitare che cada.
  • Regola la dose del farmaco.

Dopo che tutte le condizioni sono state soddisfatte, si può sperare che il consumo di alcolici passi senza incidenti.

Coloro che sono categoricamente contrari a bere prodotti di vodka, possono essere invitati a prendere un po 'di vino secco sul petto. Ma in questo caso non dovresti essere portato via, a rovesciare un bicchiere per un bicchiere. I pazienti con diabete sono autorizzati a bere non più di 250-300 grammi di alcol non zuccherato. In questo caso, ovviamente, non dimenticare la malattia e segui scrupolosamente le regole di cui sopra.
Nel video su come combinare il diabete con l'alcol:

Opinioni di esperti

Essendo invitato all'evento, accompagnato da libagione alcolica e rendendosi conto che è impossibile rifiutare la tentazione, il paziente dovrebbe consultare il proprio medico circa l'uso di alcol. Di norma, uno specialista competente con buona salute e prestazioni soddisfacenti non limita il paziente in una piccola quantità di alcol osservando tutte le regole di ammissione, perché in questo caso, queste cose sono abbastanza compatibili.

risultati

A volte non è facile per una persona con una malattia limitarsi a quei prodotti a cui è stato usato fin dall'infanzia. Ma la malattia detta le sue regole e, per evitare lo sviluppo di complicazioni, vale la pena seguirle. L'accettazione dell'alcool non è un fattore necessario nelle nostre vite, sebbene ci regala alcuni piacevoli momenti. Affinché questi momenti rimangano davvero piacevoli e non portino con sé le gravi conseguenze, si dovrebbe assolutamente osservare tutte le raccomandazioni sull'uso dei prodotti vodka-vino con il diabete mellito diagnosticato. Ricorda: è meglio vivere la vita al massimo senza abusare di alcol, piuttosto che ubriacarsi una volta e finire una piacevole serata in terapia intensiva.

Posso bere alcol con il diabete?

Il diabete in molte persone è associato allo stile di vita spartano, privo di elementari "gioie" umane - cibo dolce e grasso, bicchieri di alcolici in vacanza. In che modo tale visione corrisponde alla realtà, ed è necessario controllare rigorosamente il loro comportamento alimentare?

Le opinioni dei dottori in questa materia differiscono. La maggior parte sostiene che la reazione del corpo all'alcol nel diabete sia imprevedibile:

  • Con una brusca caduta delle prestazioni del contatore, che è spesso il caso delle bevande, si può sviluppare un'ipoglicemia.
  • L'alcol inibisce l'assorbimento del glucosio, aumentando il carico sul fegato.
  • Un diabetico ubriaco può addormentarsi e perdere i segnali di allarme del corpo.
  • L'alcol smorza la mente: puoi avere fretta di prendere la dose sbagliata di farmaci.
  • Nei diabetici con patologie concomitanti di reni, fegato e vasi, ci può essere una esacerbazione di malattie croniche.
  • Alimenti alcolici aumentano la pressione sanguigna, influenzano negativamente il cuore.
  • Gli alcolici - un prodotto ad alto contenuto calorico, aumentano l'appetito e provocano l'eccesso di cibo con conseguente crescita di glucosio nel plasma. Sullo sfondo di carboidrati di alcol sono mal digeriti.
  • L'alcol contribuisce allo sviluppo dell'obesità nei diabetici: il fegato lo converte in acetato - una fonte di energia simile ai grassi.

Malattia dolce e alcol

Per provare tutti i pasti durante un pasto festivo, bevendo generosamente una degustazione con alcol, è improbabile che il diabetico sia in grado di farlo. Ci sono alcune limitazioni. Se l'alcol è a basso contenuto di calorie e non contiene zuccheri e analoghi nella ricetta, non influisce in modo particolare sul livello di glucosio. Questo è esattamente ciò che si teme con il diabete.

Tuttavia, l'uso sistematico di prodotti alcolici è pericoloso per un diabetico, in quanto può essere la causa della morte. Comprendere il meccanismo dell'influenza dell'etanolo sul fegato e sul pancreas del paziente aiuterà il diabetico a formare un atteggiamento competente all'alcol.

Come si comporta l'alcol nel sistema circolatorio? L'etanolo dal sangue entra nel fegato, dove gli enzimi si ossidano e si decompone. Eccessive dosi di alcol bloccano la sintesi del glicogeno nel fegato, è pericolosa crisi diabetica - ipoglicemia.

Maggiore è la dose di alcol entra nel flusso sanguigno, più lungo è il ritardo con una carenza di zuccheri. La crisi può arrivare in qualsiasi momento e non sempre ci sarà qualcuno in grado di fornire il primo soccorso.

Dovresti sempre abbandonare le varietà dolci di vini, liquori, alcune birre e bevande alcoliche con zucchero e sostituti che peggiorano la glicemia.

L'alcol etilico migliorerà l'azione delle medicine che riducono lo zucchero e svilupperà un appetito da lupo quando non si pensa più a una dieta. Non ci sono differenze di sesso nel diabete, in quanto non vi sono differenze nelle conseguenze dell'abuso di bevande forti. Nelle donne, la dipendenza da alcol si sviluppa più velocemente ed è più difficile da trattare, e quindi la dose di alcol dovrebbe essere molto inferiore rispetto agli uomini.

Il massimo per il corpo femminile è un bicchiere di vino rosso secco o 25 g di vodka. Al primo utilizzo, è importante monitorare i cambiamenti di glucosio ogni mezz'ora.

Se i diabetici sono dipendenti dall'alcol, guarda il video

Quale diabete è più pericoloso dell'alcol

Il diabete si manifesta in caso di cause genetiche, infezione virale o fallimento del sistema immunitario ed endocrino. Nutrizione squilibrata, stress, disturbi ormonali, problemi al pancreas, il risultato dell'uso di alcuni farmaci provoca una malattia "dolce". Il diabete può essere insulino-dipendente e insulino-indipendente.

Per ognuna delle sue varietà sono possibili:

  1. Insufficienza cardiaca;
  2. Cambiamenti vascolari aterosclerotici;
  3. Infiammazione del sistema urogenitale;
  4. Problemi della pelle;
  5. Cambiamenti nel sistema nervoso;
  6. Indebolimento dell'immunità;
  7. Obesità al fegato;
  8. Visione alterata e condizione dei denti e delle articolazioni.

I sintomi dell'ipoglicemia sono simili all'intossicazione: il diabetico sembra assonnato, perde la coordinazione, non è esperto nella situazione. Ha bisogno di un'iniezione di emergenza di soluzione di glucosio. Tali persone con loro dovrebbero sempre avere documentazione medica con raccomandazioni.

Diabetici di tipo 1

Oggi il diabete di tipo 1 è una malattia incurabile che richiede una terapia sostitutiva per tutta la vita. Regolare lo zucchero con iniezioni di insulina. I pazienti insulino-dipendenti necessitano di una dieta a basso contenuto di carboidrati.

L'alcol è un prodotto ipercalorico e pertanto non dovrebbe essere introdotto nella dieta quotidiana di un diabetico.

L'etanolo rallenta l'assorbimento dei carboidrati e il corpo non riceve l'energia di cui ha bisogno. Insulina corta, che, quando il diabete digita 1 punto prima di mangiare, non viene utilizzata per lo scopo previsto. Con le sue cellule in eccesso in realtà muoiono di fame.
Molto dipende dal tipo di alcol: mezzo litro di birra leggera su lievito naturale o un bicchiere di vino una volta alla settimana per gli uomini sono ammessi da alcuni nutrizionisti. Una dose di brandy o vodka - fino a 50 g. Le donne hanno bisogno di ridurre questo tasso della metà.

Quindi vale la pena bere alcolici con il diabete? Il divieto non ambiguo non è soggetto alle regole:

  • Non bere alcolici a stomaco vuoto;
  • Il tasso raccomandato è più facile da digerire dopo uno spuntino, tenendo conto dell'indice calorico e glicemico totale;
  • Dopo l'ingestione di prodotti alcolici, è necessario monitorare gli indicatori del glucometro, dal momento che gli spiriti inibiscono temporaneamente la sintesi di glicogeno nel fegato e quindi riducono la concentrazione di glucosio nel plasma;
  • La dose abituale di insulina deve essere aggiustata di circa la metà, poiché l'etanolo aumenta le capacità dell'insulina;
  • Se non segui questi consigli, puoi guadagnare un coma ipoglicemico;
  • Prima di andare a letto, devi controllare di nuovo lo zucchero: se le cifre sono più basse del solito, dovresti mangiare caramelle, bere mezza tazza di succo dolce per ristabilire l'equilibrio;
  • Prima di assumere le bevande inebrianti, devi mangiare un piatto contenente carboidrati con un basso indice glicemico (porridge d'orzo o di grano saraceno, vinaigrette). Tale allenamento previene le gocce di zucchero e la crisi diabetica.

Non tutti i pazienti con diabete mellito di tipo 1 possono calcolare con precisione la dose di insulina, tenendo conto del contenuto calorico dell'alcool consumato, quindi non dovresti rischiare la salute senza particolari esigenze.

Diabetici di tipo 2

Per sostenere il corpo in uno stato di compensazione è necessario:

  1. Dieta a basso contenuto di carboidrati con una predominanza di cibi proteici e verdure crude;
  2. Controllo e perdita di peso (di norma il secondo tipo di diabete si sviluppa con l'obesità);
  3. Assunzione di metformina e altri farmaci che riducono le prestazioni dello zucchero;
  4. Emocromo regolare con un glucometro.

Nel diabete di tipo 2, è meglio escludere completamente l'alcol dalla dieta: uccide il pancreas, inibendo la sintesi dell'ormone insulina e interrompe il metabolismo. In questo caso, non tutti comprendono il pericolo di avere anche qualche bicchiere di alcol.

Oltre a un forte calo degli zuccheri, vengono aggiunte altre restrizioni:

  1. Tutte le bevande contenenti alcol e zucchero (anche a basso contenuto di alcol) sono completamente escluse.
  2. Quando i cambiamenti nel metabolismo dei carboidrati sono già irreversibili, le bevande alcoliche di qualsiasi tipo sono completamente escluse.
  3. Se si beve vino (è consentito il vino rosso secco con diabete di tipo 2) e altre bevande "innocue", le dosi di farmaci che riducono lo zucchero devono essere adeguate per eliminare il rischio di una crisi diabetica.

Le conseguenze di una festa generosa

La conseguenza più pericolosa, il cui inizio di sviluppo non può essere previsto prima di bere, e nemmeno dopo di esso, è un forte calo del livello di zuccheri nel plasma sanguigno. Questo può accadere in un sogno, quando un diabetico ubriaco non controlla affatto il suo stato di salute.

Il problema sta anche nel fatto che un diabetico ubriaco può perdere i segni in via di sviluppo dell'ipoglicemia, dal momento che sono molto simili ai sintomi dell'ubriachezza usuale:

  • Palpitazioni cardiache;
  • Coscienza confusa;
  • Aumento della sudorazione;
  • Periodi di nausea;
  • Disturbi di coordinazione;
  • Stringere la mano;
  • Mal di testa;
  • Discorso incoerente;
  • Mezzo addormentato.

Anche i parenti abbastanza adeguati, che si trovano nelle vicinanze, non saranno in grado di riconoscere correttamente il pericolo e fornire l'aiuto necessario per l'ipoglicemia. In forma grave, la vittima cade in un coma, che è pericoloso per i suoi cambiamenti irreversibili nel cuore e nell'attività cerebrale.

Quale bevanda è preferibile?

Se si ignora l'invito a una festa non è possibile, è necessario scegliere bevande che possono causare danni minimi. Posso bere la vodka per il diabete?

Invece di un dolce cocktail alcolico o champagne, è meglio bere un po 'di vodka, osservando tutte le precauzioni:

  • La vodka deve essere di alta qualità, senza additivi, dannosa per il corpo di un diabetico;
  • Non superare il dosaggio - 50-70 g;
  • Pre-bisogno di mangiare densamente, tenendo conto della vostra dieta;
  • Dopo la festa, controllare gli zuccheri e prendere misure per normalizzare le indicazioni;
  • Regola la velocità del prossimo sul programma del farmaco.

Se hai una scelta, è sempre meglio bere un bicchiere di vino rosso secco (250 g), poiché le bevande forti bloccano la sintesi di depuratori di ormoni che facilitano l'assorbimento di alcol da parte del fegato. Il vino rosso contiene polifenoli preziosi per la salute, normalizzando le letture del contatore. Che vino puoi bere con il diabete? L'effetto terapeutico si manifesta quando la concentrazione di zucchero nel vino non supera il 5%.

Molti uomini considerano la birra il prodotto alcolico più innocuo. La bevanda è piuttosto ipercalorica, dato che contiene molti carboidrati (pensate a un concetto come "pancia di birra"). La classica ricetta della birra tedesca è acqua, malto, luppolo, lievito. Con il diabete, il lievito di birra è benefico: normalizza il metabolismo, ripristina la funzionalità del fegato. Un risultato del genere non è la birra, ma il lievito. Nella ricetta dei moderni tipi di birra potrebbero non esserlo.

È possibile avere birra con il diabete? Nelle dosi raccomandate:

  1. Birra di qualità - 350 ml.
  2. Vino secco - 150 ml.
  3. Bevande forti - 50 ml.

La dose di alcol che può provocare ipoglicemia:

  1. Bevande forti - 50-100 ml.
  2. Vino e suoi derivati ​​- 150-200 ml.
  3. Birra - 350 ml.

Dovrei mescolare diversi tipi di alcol? È auspicabile che le bevande fossero dello stesso tipo di materie prime e con poche calorie. Orientare il contenuto calorico delle bevande alcoliche aiuterà la tavola.

Quando si partecipa ad eventi con un pasto abbondante che non può essere abbandonato, i diabetici dovrebbero consultare il proprio endocrinologo riguardo alle bevande forti. Di solito, con il normale benessere e una buona compensazione degli zuccheri, il medico non proibisce un po 'di vodka o vino, osservando tutte le precauzioni.

L'uso moderato di bevande alcoliche di alta qualità riduce anche il rischio di morte nei nuclei con diabete non insulino-dipendente. Un divieto categoriale può ottenere pazienti con ipertensione, ischemia, neuropatia, pielonefrite e altre malattie associate al diabete.

Tutti i diabetici hanno l'alcol

L'alcol con il diabete non combina:

  • Con una tendenza all'ipoglicemia;
  • Se tra le malattie associate gotta;
  • Nella nefropatia, l'etanolo colpisce i nervi periferici;
  • Quando alti trigliceridi sono innescati dall'alcol;
  • Nelle malattie del tratto gastrointestinale e insufficienza cardiaca;
  • L'etanolo nella pancreatite porta al diabete di tipo 2;
  • Se ci sono complicazioni sotto forma di epatite o cirrosi;
  • Nel trattamento di metformina - il rimedio più popolare per il diabete di tipo 2. Gli effetti collaterali includono l'acidosi lattica;
  • Incinta e atleti

Snacking con il diabete è auspicabile 5 volte, a intervalli regolari. Ogni pasto è un prodotto diverso. Insufficiente ipoglicemia tardiva, quando una crisi diabetica si verifica diverse ore dopo l'ingresso di etanolo nel corpo. A causa del forte calo di glicogeno nel fegato, salvare la vittima è difficile. Il glicogeno non viene trasformato dal fegato in glucosio.

In caso di carenza di emergenza, il fegato non è in grado di reintegrare le riserve entro due giorni dopo aver bevuto alcolici! Un tale evento potrebbe verificarsi dopo un singolo ricevimento di bevande intossicanti a stomaco vuoto.

I diabetici, in particolare del secondo tipo, che hanno acquisito questa diagnosi relativamente di recente, è difficile limitarsi alla dieta, che è stata insegnata durante l'infanzia. Ma la diagnosi corregge le abitudini e per evitare complicazioni, devono essere prese in considerazione.

Bere alcolici non è una necessità così vitale, anche se tradizionalmente è un simbolo della vacanza. Per continuare la vacanza, è meglio scegliere una vita piena senza alcol, altrimenti, dopo una ricca assunzione di "acqua del fuoco", è possibile terminarlo in terapia intensiva.

L'effetto dell'alcool sul corpo nel diabete

La base del trattamento di molte malattie, incluso il diabete mellito di tipo 1 o 2, è una certa dieta dietetica. Frequenti errori insignificanti nella dieta o il ritorno del paziente alle vecchie abitudini alimentari possono aggravare il corso del processo patologico e causare conseguenze irreversibili. I prodotti alcolici possono influire negativamente sul corpo anche di una persona perfettamente sana, quindi dovrebbero essere usati con estrema cautela e raramente utilizzati da persone che soffrono di qualsiasi tipo di diabete.

In che modo l'alcol influisce sul corpo di un diabetico?

La condizione principale per la compensazione del diabete e la prevenzione delle possibili complicanze è il mantenimento dei normali valori di glucosio nel sangue.

Questo può essere ottenuto utilizzando semplici regole:

  • seguire una dieta speciale, che consiste nel limitare quotidianamente la quantità di carboidrati;
  • assumere farmaci per ridurre il valore di zucchero nel sangue, tipico della malattia di tipo 2;
  • Eseguire secondo il regime prescritto dal medico iniezioni di insulina breve e prolungata (necessaria per il diabete di tipo 1).

Per molte persone che si sono confrontate per la prima volta con una diagnosi di diabete, è difficile accettare immediatamente un nuovo stile di vita, oltre ad abbandonare la dieta abituale, che almeno qualche volta o solo durante le vacanze, ma c'erano bevande forti. Questo è il motivo per cui è importante che ogni paziente sappia se i diversi tipi di alcol sono compatibili con i requisiti dietetici raccomandati e quale tipo di questo prodotto fa meno male.

I processi che si verificano nel corpo sotto l'influenza dell'alcol:

  1. L'assunzione di glucosio ematico prodotta dal fegato viene rallentata, il che aumenta il carico sull'organo. Nel caso di un imprevisto bisogno di glucosio, il fegato non sarà in grado di riempire le sue riserve in tempo a causa del rilascio di glicogeno.
  2. I carboidrati assunti con una persona con alcol vengono assorbiti più lentamente, il che è più pericoloso per le persone con malattia di tipo 1, quando l'insulina viene ingerita per mezzo di iniezioni, formando un eccesso. Livelli elevati di ormone al momento del consumo di alcool porta alla fame delle cellule e può peggiorare la salute umana. In uno stato di intossicazione, le persone che soffrono di diabete sono in grado di saltare i primi segnali di ipoglicemia, cioè un forte calo dei valori di glucosio nel sangue, assumendo le loro sensazioni come un malessere normale dopo una bevanda alcolica.
  3. L'alcol, così come molti prodotti, eccezioni nel menu del paziente, è piuttosto alto in termini di calorie. Va ricordato che nella composizione dell'alcol non sono necessari nutrienti per la partecipazione ai processi metabolici, quindi porta a un eccessivo deposito di lipidi nel sangue e all'obesità pericolosa per i diabetici.
  4. Le malattie croniche esistenti del fegato e dei reni sono esacerbate e il corso di varie patologie del sistema cardiovascolare è aggravato.
  5. Dopo l'ingestione di alcol, l'appetito aumenta, quindi una persona può iniziare a consumare incontrollatamente carboidrati, portando il corpo a iperglicemia (un forte aumento del valore di zucchero nel sangue).
  6. L'alcol etilico, che fa parte delle bevande alcoliche, contribuisce alla sconfitta dei nervi periferici.

È importante ricordare che i pazienti con diabete dovrebbero assumere periodicamente determinati farmaci al fine di mantenere i vasi sanguigni e ridurre al minimo il rischio di un rapido sviluppo di complicanze che non possono essere compatibili anche con una piccola quantità di qualsiasi tipo di alcol.

Quali tipi di alcol è preferibile per il diabete?

Quando si sceglie l'alcol, i pazienti con diabete devono prestare attenzione a diverse caratteristiche contemporaneamente:

  • la quantità di carboidrati presentati come vari additivi che conferiscono all'alcol un gusto ricco e aumentano il contenuto calorico del prodotto;
  • la quantità di alcol etilico nella bevanda.

Secondo molti esperti nel campo della dieta, 1 g di alcol nella sua forma pura è di 7 kcal e la stessa quantità di grasso contiene 9 kcal. Ciò suggerisce un alto contenuto calorico di bevande alcoliche, pertanto un consumo eccessivo di alcol comporta un rapido aumento di peso.

Per prevenire lo sviluppo dell'obesità, le persone con diabete possono bere le seguenti bevande forti:

  • vodka / brandy - non più di 50 ml;
  • vino (secco) - fino a 150 ml;
  • birra - fino a 350 ml.

I tipi di alcolici proibiti includono:

  • liquori;
  • cocktail dolci, che contengono bevande gassate e succhi;
  • liquori;
  • vini dolci e fortificati, champagne dolce e semi-dolce.

È importante ricordare che l'alcol deve essere consumato in piccole quantità, in piccole porzioni ea lunghi intervalli.

La tabella presenta gli indicatori di alcol calorico:

Diabete mellito - una conseguenza dell'alcolismo

In questo articolo cercheremo di trasmettere al lettore l'essenza nel modo più semplice possibile, senza molti termini medici che non sono compresi da molti:

L'alcolismo è una delle ragioni per lo sviluppo di una malattia incurabile - diabete mellito.

Il diabete mellito è una malattia pericolosa, manifestata nell'incapacità del corpo di trattare correttamente il glucosio che entra nei sistemi e negli organi di una persona con il cibo.

Il glucosio è la principale fonte di energia. E per trasportare questo glucosio nelle cellule del corpo e "convertirlo" in energia, è necessaria l'insulina ormonale prodotta dal pancreas.

L'uso sistematico di bevande alcoliche per un lungo periodo di tempo (alcolismo) influisce negativamente su tutti gli organi e sistemi del corpo umano. Compreso (e tra i primi) soffrire il fegato e il pancreas.

Inoltre, l'uso frequente di alcol può portare a pancreatite cronica - una malattia del pancreas. Nelle persone con pancreatite cronica, le possibilità di evitare lo sviluppo del diabete sono minime.

Nonostante il fatto che lo sviluppo del diabete mellito sia considerato il principale fattore di rischio per la predisposizione genetica, l'alcolismo è anche la causa di questa malattia. In un alcolizzato, il pancreas cessa di produrre la quantità necessaria di insulina, o l'insulina prodotta non soddisfa pienamente lo scopo previsto.

E invece del glucosio che viene fornito con il cibo per spostarsi nelle cellule e diventare una fonte di energia, il glucosio non può penetrare attraverso le pareti cellulari in quantità sufficiente - dopo tutto, le "funzioni" dell'insulina sono compromesse.

C'è un deficit energetico acuto e il glucosio inutilizzato rimane nel sangue e circola attraverso il corpo. Il corpo sta cercando di sbarazzarsi del glucosio in eccesso, lo rimuove dalle urine. Pertanto, uno dei primi segni di sviluppo del diabete è la minzione frequente con un alto contenuto di zucchero nel liquido.

Ma anche i vasi sanguigni "canditi" cessano di svolgere pienamente la loro funzione, c'è un blocco dei vasi sanguigni, una ridotta circolazione del sangue in vari organi. Compaiono malattie d'organo causate dal diabete mellito - per esempio:

  • insufficienza renale (a causa di blocco dell'arteria renale), perdita della vista (blocco dei vasi oculari);
  • cancrena delle estremità (a causa del blocco delle piccole arterie nelle dita dei piedi);
  • infarti, ictus e infarti (a causa del blocco delle arterie coronarie e cerebrali).

Il diabete è incurabile, progredisce e pericoloso con le sue conseguenze! Solo un controllo rigoroso delle condizioni del diabetico, il rifiuto di cattive abitudini (incluso l'alcolismo) e fattori scatenanti (inclusa la non conformità con la dieta) possono prolungare la durata e la qualità della vita!

Classificazione dei tipi di diabete

Il diabete mellito è classificato in base a due tipi principali:

Diabete mellito di tipo I (noto anche come diabete insulino-dipendente) - la sua quota nel numero totale di diabetici è di circa il 15%.

Contingente malato - principalmente bambini e giovani di età inferiore ai 40 anni. Lo sviluppo della malattia è associato alla distruzione delle cellule pancreatiche, che in precedenza erano prodotte in quantità sufficiente dall'ormone vitale - l'insulina. A causa dell'assoluta mancanza di insulina, il glucosio è sconvolto da tutte le cellule del corpo, il che porta ad un aumento della sua concentrazione nel sangue.

Questo tipo di diabete ha spesso cause ereditarie e può essere una conseguenza, in combinazione con altre malattie autoimmuni.

Il primo tipo di diabete prevede l'introduzione regolare di insulina nel corpo per compensare la sua inadeguata produzione di "pancreas". Ulteriori informazioni sul diabete di tipo 1 possono essere reperite su risorse Internet specializzate.

Come parte del nostro progetto anti-alcool, presteremo attenzione al diabete di tipo II.

Il diabete mellito di tipo 2 è pericoloso perché si sviluppa in modo impercettibile e per un lungo periodo, senza sintomi marcati, ed è spesso rilevato solo quando compaiono complicanze.

Alcolismo e diabete mellito di tipo 2

Come accennato in precedenza, l'eccessiva assunzione di alcol danneggia gli organi umani, incluso il pancreas. La conseguenza della regolare assunzione di etanolo è la pancreatite cronica.

"La pancreatite cronica è una malattia infiammatoria lentamente progressiva del pancreas, accompagnata da necrosi (morte del tessuto ghiandolare) in combinazione con fibrosi e che porta a un progressivo deterioramento dell'organo anche dopo la cessazione dell'esposizione al patogeno, che ha portato alla malattia."

Un effetto collaterale comune della pancreatite cronica è il diabete di tipo II.

L'assunzione eccessiva e regolare di alcol riduce significativamente la sensibilità del corpo all'insulina (anche se viene prodotta nella giusta quantità) - questo può anche causare il diabete di tipo 2.

Segni, sintomi del diabete

I principali sintomi del diabete includono le seguenti manifestazioni:

  • Affaticamento, debolezza generale, che influenzano negativamente le prestazioni.
  • Minzione frequente, un aumento significativo del volume di urina.
  • Prurito nella zona genitale.
  • Secchezza delle fauci, accompagnata da una sensazione di sete e forzatura all'utilizzo di liquidi in grandi quantità (oltre 2 litri al giorno).
  • Sensazione costante di fame. La saturazione non si verifica anche a dispetto di metodi frequenti e abbondanti di cibi ipercalorici.
  • Esternamente, il senza causa, ma una forte diminuzione del peso corporeo fino allo sviluppo dell'esaurimento. Questo sintomo è meno caratteristico del diabete di tipo 2, che è associato all'obesità prevalente tra i pazienti in questo gruppo.

Ulteriori segni di progressione della malattia:

  • Malattie infiammatorie della pelle e delle mucose - prolungate e ricorrenti (funghi, bolle).
  • Anche le lesioni cutanee minori non guariscono a lungo, si verifica la suppurazione.
  • La sensibilità della pelle è ridotta, si percepisce intorpidimento, formicolio o gattonare - questo inizia con le dita delle mani e dei piedi e poi si diffonde più in alto sull'arto.
  • Ci sono le convulsioni dei muscoli del polpaccio.
  • Il processo di deterioramento della vista aumenta, mal di testa, vertigini (a causa di danni ai vasi sanguigni nella testa) aumentano.

Alcol nel diabete: posso bere?

Se il paziente è già stato diagnosticato - "diabete mellito" - allora la durata e la qualità della sua vita ora dipende da quanto seriamente si prende la sua salute. Il trattamento del diabete comporta cambiamenti nello stile di vita, evitando cattive abitudini, dieta e farmaci controllati.

Il consumo di alcol con i farmaci per diabetici influisce negativamente sull'effetto atteso dell'assunzione di farmaci. Diversi tipi di bevande alcoliche possono sia abbassare che aumentare i livelli di glucosio nel sangue. I salti di livello del glucosio possono anche portare a complicazioni.

Una delle complicanze più pericolose è l'ipoglicemia.

Ipoglicemia - abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue inferiore a 3,3 mmol / l.

Il risultato può essere triste: dopo un po 'di tempo il paziente cade in coma (dopo aver bevuto alcolici la sera, l'ipoglicemia può verificarsi al mattino). A causa del ritardo temporale, le persone circostanti non riescono a distinguere - se il diabetico alcolizzato è in uno stato di sonno ubriaco, o in uno stato di coma ipoglicemico. Di conseguenza, l'assistenza medica non può essere fornita in tempo.

Il coma, come conseguenza dell'ipoglicemia, minaccia di patologie irreversibili nel cervello e nel cuore. Questo porta alla disabilità e alla morte.

Alcol con diabete

Alcol con diabete

Ci sono molte cose importanti da tenere a mente. È importante che un diabetico si occupi di normalizzare i livelli di glucosio nel sangue. A causa di questo, mentre si beve alcol, il rischio di ipoglicemia diminuirà. È importante proteggerlo. Pertanto, non puoi mai bere a stomaco vuoto, ma solo durante un pasto o dopo uno spuntino.

Va anche ricordato che la combinazione di alcol con l'esercizio fisico aumenta il rischio di ipoglicemia, perché il carico aiuta a ridurre i livelli di zucchero. L'alcol è considerato dal corpo come un veleno, quindi il fegato agisce immediatamente per liberarsene. Quando si consuma alcolici, non si dovrebbe consentire una grave ipoglicemia, pertanto, si dovrebbe spesso controllare i livelli di zucchero e, se necessario, reintegrare i carboidrati.

Alcol e diabete: posso bere?

L'alcol provoca gravi danni al corpo di una persona sana e cosa fa a chi è già malato? Portal Brositpitlegko.ru offre di parlare di diabete e alcol. Molti pazienti, avendo sentito parlare di una diagnosi del genere, non attribuiscono importanza a questo.

E, inoltre, non tutti cercano di seguire la dieta e altre raccomandazioni dell'endocrinologo. E sulla pericolosa combinazione di "diabete e alcol" in generale, poche persone pensano perché non vedono la connessione tra loro. Tuttavia, lo è.

Cos'è il diabete?

Questa è una malattia cronica associata a una violazione del metabolismo dei carboidrati (e sono noti per contenere l'alcol). La malattia può essere divisa in due tipi. Il primo è associato alla carenza di insulina e il secondo è dovuto alla perdita di sensibilità delle cellule del corpo a questo ormone.

Posso bere la vodka per il diabete?

Una volta nel corpo di un diabetico, l'alcol agisce in due modi: aumenta l'attività dell'insulina e blocca la produzione di glucosio nei tessuti del fegato. Inoltre, l'alcol distrugge le membrane cellulari e lo zucchero entra immediatamente nelle cellule, che nel diabete porta a un forte calo dei livelli di glucosio nel sangue. In questo caso, una persona appare affamata acuta.

Avendo preso 20-25 ml di vodka, una persona inizia il processo di ipoglicemia. Più bevi, più peggiori sono le conseguenze. Oltre alla fame, il paziente soffre di mal di testa, sudorazione, vertigini, tremori, irritabilità, visione offuscata, battito cardiaco accelerato.

Quando interagiscono con i farmaci alcolici, l'insulina e altri medicinali perdono la loro efficacia. La risposta alla domanda "È possibile bere la vodka con il diabete?" Sembra ovvio. Tuttavia, forniamo un elenco di problemi che sorgono in un diabetico durante l'assunzione di alcol:

  • l'aumento della concentrazione di trigliceridi nel sangue (che minaccia l'obesità, problemi cardiaci, ecc.);
  • aumento della pressione sanguigna (aumenta la probabilità di ischemia, infarto, ictus, problemi ai reni);
  • confusione, vertigini, biascicamento;
  • nausea, vomito;
  • palpitazioni cardiache;
  • arrossamento della pelle.

Controindicazioni all'alcol

Ci sono condizioni in cui l'uso di alcol diabetico è strettamente controindicato:

  • pancreatite cronica;
  • epatite cronica e cirrosi epatica (compresi quelli causati dall'alcolismo);
  • neuropatia diabetica;
  • gotta;
  • nefropatia diabetica progressiva;
  • metabolismo lipidico (elevati livelli di trigliceridi nel sangue);
  • tendenza a condizioni ipoglicemiche.

Bere o non bere

Coloro che anche la malattia non si ferma dal bere alcolici, sono costretti a monitorare attentamente le condizioni del corpo. Dal momento che il diabete non è diventato un motivo per rinunciare all'alcool, si dovrebbe sempre avere un glucometro a portata di mano (misurare i livelli di glucosio nel sangue) e usarlo più volte al giorno. In particolare, stiamo parlando del giorno dopo aver bevuto alcol, perché in questo momento aumenta il rischio di ottenere un'ipoglicemia ritardata, che non è così facile da gestire.

Posso bere vodka, birra, vino, brandy con il diabete? L'alcol sulla fortezza è diviso nelle seguenti categorie:

  • più di 40 gradi (cognac, vodka, whisky, rum, gin). Il tasso consentito del loro uso - 50-75 ml;
  • meno di 40 gradi, ad esempio 10-12 gradi (vino, champagne, liquori, tinture, birra). La dose accettabile per un diabetico è 250-300 ml per il vino e 300-500 ml per la birra.

Se hai il diabete e non puoi rinunciare all'alcool, devi prendere in considerazione che le bevande a basso contenuto di alcol contengono zucchero. È necessario scegliere quelli in cui non ci sia più del 3-5% di zucchero (circa 30-50 g per 1 litro). Va notato che si tratta di un'assunzione rara e occasionale di alcol.

Regole di sicurezza per i diabetici

Per i diabetici che non possono astenersi dall'alcol, è importante conoscere le seguenti regole:

  • è vietato il consumo regolare di bevande contenenti alcol;
  • i pazienti con diabete di tipo 2 non possono bere alcolici ad alta concentrazione di zuccheri (liquori dolci, liquori, vini da dessert, ecc.);
  • l'alcol non può essere usato come un modo per aumentare i livelli di glucosio nel sangue;
  • nella festa programmata, i diabetici dovrebbero prepararsi in anticipo e ricalcolare le dosi dei farmaci assunti, tenendo conto dell'alcool;
  • non puoi bere a stomaco vuoto, devi prendere dell'alcol con il cibo.

Un bevitore diabetico deve sempre portare con sé un documento di identità con la nota che ha il diabete. Dal momento che una persona non sente l'insorgere dell'ipoglicemia mentre è intossicata, potrebbe cadere in coma.

Indubbiamente, l'alcol non si adatta alla vita di una persona che soffre di metabolismo dei carboidrati. Se vuoi che il diabete non ti minacci con gravi complicazioni e vuoi smettere di bere alcolici, fai attenzione al metodo di A. Carr.

Questo è un modo semplice per smettere di bere alcolici una volta per tutte. E non hai bisogno di prendere pillole o cucire qualcosa sotto la pelle. Basta leggere il libro e capisci che il diabete e l'alcol sono incompatibili e il rifiuto di questa abitudine passa rapidamente e facilmente.

Alcol e diabete

C'è un uso specifico speciale di bevande alcoliche con diabete. Si trova principalmente nel fatto che l'alcol nel diabete può causare una forte diminuzione del glucosio nel sangue (ipoglicemia). Soprattutto se viene mangiato a stomaco vuoto, con una piccola quantità di cibo o cibo scelto in modo improprio.

Oltre all'assunzione di alcol a stomaco vuoto, il rischio di sviluppare stati ipoglicemici gravi aumenta l'assunzione di alcol dopo una lunga pausa tra un pasto o l'altro immediatamente dopo l'esercizio. Essenziale è la quantità di etanolo ingerita nel corpo, in misura minore - il tipo di bevanda alcolica.

Circa 30 minuti dopo aver consumato una dose consistente di una forte bevanda alcolica (un quarto di litro di brandy, vodka, whiskey, gin) o un litro di vino secco, la concentrazione di glucosio nel sangue sale e dopo 3-5 ore cala bruscamente. Questo processo è comunemente definito ipoglicemia alcolica ritardata.

Il pericolo dell'alcol è per qualsiasi persona, ma per un paziente diabetico, anche una piccola perdita di controllo sul bere può portare alla morte. Può essere estremamente pericoloso assumere alcol sullo sfondo dell'iniezione serale dell'insulina, poiché in questo caso si può sviluppare una grave forma di ipoglicemia, che minaccia realmente la vita del paziente, inoltre, tale crisi può verificarsi durante il sonno, che aumenta solo l'intossicazione.

raccomandazioni

Quando si beve alcolizzati con diabete, è importante seguire regole importanti:

  • Bevi solo durante o subito dopo aver mangiato. È importante che il cibo includa alimenti contenenti amidi che non superino l'indice glicemico medio. I carboidrati, che vengono assorbiti lentamente, oltre ad un aumento regolare ea più lungo termine del livello di glucosio nel sangue, rallentano leggermente il tasso di assorbimento dell'alcool;
  • È importante non modificare o violare il regime alimentare prescritto per la terapia insulinica, è impossibile sostituire l'assunzione di cibo consumando bevande alcoliche;
  • Se è prevista l'assunzione di alcol, la dose di insulina deve essere significativamente ridotta, lo stesso vale per il dosaggio delle compresse ipoglicemizzanti. Potrebbe anche essere necessario non prendere questi farmaci;
  • Il dosaggio del 40-45% delle forti bevande alcoliche assunte in un momento della giornata non deve superare i 50-60 g, poiché la dose di un sostanziale rischio di ipoglicemia è già di 75-100 g per loro;
  • Dopo aver consumato una grande quantità di forti bevande alcoliche, che in realtà è inaccettabile per un paziente con diabete mellito (!), È estremamente necessario condurre un monitoraggio aggiuntivo del livello di glucosio nel sangue, nonché un rifiuto totale della dose serale di insulina o compresse ipoglicemizzanti. È importante capire che anche trovare la giusta dose di insulina per il giorno successivo può essere difficile;
  • Quando un paziente sta vivendo uno stato ipoglicemico, carboidrati facilmente digeribili (glucosio, saccarosio, maltosio), ad eccezione del fruttosio, è consigliabile utilizzarlo in forma liquida;
  • L'uso del glucagone in caso di ipoglicemia, provocato dall'uso di alcol, è inefficace;
  • Richiede un chiarimento specifico dell'interazione dei farmaci in combinazione con l'esposizione all'alcol.

Controindicazioni

L'alcol è controindicato nel diabete mellito se combinato con alcune malattie e complicazioni:

  • Pancreatite cronica L'abuso sistematico di alcol è uno dei fattori più comuni di danno pancreatico con la formazione e la progressione della pancreatite cronica con disturbi metabolici, in particolare la produzione di enzimi digestivi e quindi l'insulina. Allo stesso tempo, inizia il diabete mellito specifico di natura secondaria.
  • Epatite cronica o cirrosi epatica, se questo danno epatico è associato a diabete mellito, tale malattia epatica è causata da virus, alcool o altri fattori.
  • Danno renale - insufficienza renale con nefropatia diabetica progressiva.
  • Neuropatia diabetica. L'alcol etilico nelle bevande alcoliche è la causa principale delle neuropatie periferiche. In questa serie, il diabete è al secondo posto. Da dove viene il pericolo derivante dall'effetto congiunto dell'alcool e del metabolismo sui nervi periferici disturbati nel diabete?
  • Gotta associata al diabete.
  • Violazioni del metabolismo lipidico sotto forma di un forte aumento dei livelli ematici di trigliceridi.
  • Diabete mellito di tipo 2, con trattamento con metformina (siofor) e consumo di alcol significativo.
  • Aumento della tendenza di un paziente con diabete mellito a condizioni ipoglicemizzanti.

Le controindicazioni presentate all'uso di alcol nel diabete sono tutt'altro che esaurienti. Potrebbero esserci anche altre malattie e stati alterati in cui dovresti astenervi dalle bevande alcoliche per i diabetici. Ci sono specialisti di diabetologia che raccomandano di alcol nel diabete mellito solo la birra come la più preferibile.

In ogni caso, quando si consuma alcolici, i pazienti con diabete devono prestare molta attenzione, perché questo è un ulteriore rischio di gravi complicazioni nel corso della loro malattia cronica.

Posso bere per il diabete di tipo 1?

Se una persona non ha un diabete mellito curabile e dipende dall'assunzione di insulina esogena, l'alcol non è controindicato. Tuttavia, la sua dose dovrebbe essere moderata. ie quando si beve alcolici è necessario osservare il controllo e la cautela. Ricorda: per mantenere la salute e ridurre al minimo i danni nel diabete di tipo 1, puoi bere meno del valore raccomandato. Più bevanda è severamente sconsigliata.

La dose sicura per un uomo insulino-dipendente è abbastanza modesta. Quindi per una settimana senza danni alla salute, può consumare 500 ml di birra (1 bottiglia di vetro di birra con una capacità di 0,5 l). Se il paziente preferisce il vino, allora può essere 2 volte meno - 250 ml.

Per quanto riguarda le bevande forti, come la vodka o il brandy, la norma per un diabetico è di soli 70 grammi. ie tale paziente dovrebbe ricordare quanto si può bere - questo è un piccolo bicchiere / pila.

Quanto puoi avere con il diabete di tipo 2?

Quando una persona ha il diabete mellito è debolmente dipendente dal livello di insulina, la situazione è più complicata. Con questa malattia, le cellule del suo corpo assorbono poco l'insulina. Pertanto, diventa molto difficile regolare la glicemia con l'aiuto di droghe. I medici raccomandano che tali pazienti si astengano completamente dal consumo di bevande alcoliche, compresa la birra.

Insieme alle bevande alcoliche contenenti zucchero (vino, liquori, ecc.), La birra è particolarmente pericolosa per i diabetici con malattia di tipo 2.

Alcol con diabete

Oggi parliamo di diabete, alcol e loro compatibilità, perché l'alcool e gli effetti del suo uso sul corpo sono noti all'umanità fin dall'antichità, e il diabete era conosciuto nell'antico Egitto, dove i luminari medici di quel tempo prestavano molta attenzione allo studio di questa malattia. E naturalmente, molte persone si chiedono se sia possibile bere alcolici durante il diabete, poiché temono di non danneggiare i loro corpi.

Diabete di tipo 1

Una percentuale più ampia di medici proibisce categoricamente ai diabetici di bere alcolici, ma qui tutto dipende dal grado della malattia e, naturalmente, dalla dose di alcool ubriaco.
Ad esempio, per il tipo 1, una dose moderata di alcol aumenta la sensibilità all'insulina, migliorando così il controllo dei livelli di zucchero nel sangue.

Tuttavia, non è consigliabile utilizzare l'alcol come terapia, poiché ciò aggraverà il grado della malattia e influirà negativamente sul fegato.

Diabete di tipo 2

Se parliamo di pazienti diabetici di secondo tipo, allora in questa situazione, il diabetico dovrebbe ricordare che l'alcol e il diabete di tipo 2 possono essere combinati solo in quantità molto ragionevole, dal momento che bere alcol provoca una diminuzione quasi istantanea della capacità di zucchero nel sangue.

In altre parole, un diabetico di tipo 2 ha bisogno di sapere chiaramente come questa o quella bevanda alcolica agisca sugli organi interni, e se un paziente del secondo tipo prende l'insulina, allora è meglio rifiutare del tutto l'alcol. In caso contrario, il cuore, i vasi sanguigni e il pancreas saranno interessati.

Può il vino diabetico

È un peccato quando si è in vacanza in famiglia, non si può mangiare e bere come tutti gli altri. Pertanto, la domanda sorge spesso, è possibile bere vino. Gli scienziati credono che un bicchiere di vino rosso secco al giorno non danneggi il corpo. Tuttavia, il paziente deve ricordare che l'alcol è molto più dannoso e pericoloso per lui che per una persona sana.

Quindi, per un diabetico l'opzione migliore sarebbe un vino con una quantità di zucchero non superiore al 5%. Pertanto, i medici raccomandano il diabete rosso secco, che praticamente non aumenta il livello di glucosio nel sangue. Tuttavia, non dovresti abusarne: raramente puoi bere 150-200 grammi di vino alla volta, e 30-50 grammi sono sufficienti per il consumo giornaliero.

È possibile bere alcolici ai diabetici

A proposito, gli scienziati dicono che bere 50 grammi di vino al giorno impedisce il verificarsi di aterosclerosi e ha un effetto benefico sui vasi del cervello.
Va ricordato alcune delle sfumature in uso:

  • puoi bere solo la quantità di alcol consentita al giorno o non più di 200 grammi, una volta alla settimana;
  • l'alcol deve essere assunto solo a stomaco pieno o allo stesso tempo con prodotti contenenti carboidrati, come patate, pane e così via;
  • l'assunzione di cibo e le iniezioni di insulina devono essere osservate, ma se si prevede di consumare grandi quantità di vino, il dosaggio dei farmaci deve essere ridotto;
  • l'uso di vini dolci e liquori è severamente vietato.

Se non si seguono tutte le raccomandazioni sopra riportate su bere e bere circa un litro di vino, poi in mezz'ora il livello di glucosio inizierà a salire, e in quattro ore il livello zuccherino scenderà bruscamente, il che può portare a conseguenze negative, una delle quali è il coma.

Pertanto, è possibile consumare vino con moderazione, ma questo dovrebbe essere fatto con estrema cautela, dal momento che lo stato del pancreas e del fegato dovrebbe essere preso in considerazione.

È possibile la vodka

Per rispondere a questa domanda, diamo un'occhiata alla composizione della vodka - è l'alcool disciolto nell'acqua, naturalmente, le impurità e gli additivi alimentari dovrebbero essere esclusi da esso. Tuttavia, questa è una vodka ideale, che non è in vendita sul moderno mercato degli alcolici. Oggi il negozio contiene un gran numero di impurità chimiche che non agiscono positivamente sulla salute umana.

Ma in alcuni momenti, la vodka aiuta a migliorare le condizioni di un paziente con diabete mellito, ad esempio, se un diabetico del secondo tipo ha un livello di zucchero che va oltre il limite consentito, la vodka aiuta a stabilizzare questo indicatore. In questo caso, non puoi consumare più di 100 grammi di vodka al giorno, accompagnando l'assunzione di cibi caldi e moderatamente ipercalorici.

La vodka attiva il processo di digestione e abbatte lo zucchero, ma allo stesso tempo rompe il metabolismo. Pertanto, la consultazione preventiva con un medico non sarà superflua, quindi puoi proteggere la tua salute da conseguenze negative, ma è meglio non usarla affatto.

Posso avere una birra

La birra contiene carboidrati nella sua composizione, quindi è considerata una bevanda ipercalorica. Una persona con diagnosi di diabete non può consumare più di 300 ml di birra, a condizione che la sua malattia non si presenti in forma grave.

Molti credono che la birra sia assolutamente sicura per i diabetici, questa opinione è nata a causa dei benefici del lievito di birra, che hanno un effetto positivo sulle condizioni del paziente.

Il lievito di birra contiene molte vitamine, acidi grassi, proteine ​​e molti oligoelementi importanti per il corpo umano. Gli scienziati hanno dimostrato che il lievito di birra normalizza i processi metabolici, migliora la formazione del sangue e stimola il fegato. Pertanto, è probabile che una quantità moderata avvantaggi, non un danno.

Controindicazioni

Considera i momenti in cui l'alcol non è desiderabile ed è controindicato per un paziente diabetico:

  • pancreatite cronica - il consumo eccessivo di bevande alcoliche porta alla sconfitta del pancreas, che provoca la comparsa di pancreatite cronica, cioè la produzione di enzimi digestivi e di insulina è disturbata;
  • epatite o cirrosi cronica, provocate dall'abuso di alcol;
  • malattia renale, cioè c'è nefropatia diabetica con insufficienza renale;
  • gotta;
  • C'è una predisposizione a frequenti condizioni ipoglicemizzanti.

effetti

In un diabetico, una percentuale più elevata di zucchero rimane nel sangue, non viene convertita in energia e per ridurre il livello di glucosio, il corpo cerca di rimuovere il suo eccesso con l'urina. Una condizione in cui i livelli di zucchero nel sangue sono drasticamente ridotti è chiamata ipoglicemia, in particolare i diabetici insulino-dipendenti.

Bere eccessivo aumenta il rischio di sviluppare l'ipoglicemia più volte, poiché l'alcol non consente al fegato di funzionare normalmente, se è bevuto a stomaco vuoto.

Se c'è anche un disturbo del sistema nervoso, bere alcolici aggraverà la situazione.

Bere alcol nel diabete

Sulla base di quanto sopra, ne consegue che è possibile bere alcolici a un paziente con diabete, ma in quantità molto modeste, cioè, il controllo della quantità di alcol è molto importante. In questo caso, in ogni caso, non mescolare le bevande alcoliche e non diluirle con acqua gassata, è preferibile diluirle con acqua potabile normale senza gas.

È anche dannoso usare alcol e alcol a stomaco vuoto, in modo da non provocare ipoglicemia, che può portare a conseguenze indesiderabili, fino al tipo più indesiderabile di coma o morte. È meglio rifiutare gli alcolici in caso di diabete mellito del tutto e, allo stesso tempo, prestare molta attenzione al contenuto di zucchero anche in alcool debole.

Posso bere alcol con il diabete?

Il diabete mellito è una malattia socialmente significativa, che mostra una tendenza alla crescita annuale. Secondo gli esperti, l'incidenza del diabete di tipo 2 nel mondo dal 2000 al 2030 aumenterà del 37%. Negli Stati Uniti, 15 milioni di persone soffrono di diabete e i costi annuali associati a questa malattia e alle sue complicanze (malattie cardiovascolari, insufficienza renale, retinopatia dovuta alla cecità) raggiungono $ 90 miliardi, ovvero circa il 25% di tutti i costi dell'assistenza sanitaria.

L'aumento dell'incidenza del diabete di tipo II, che è stato osservato in Giappone negli ultimi decenni, gli esperti tendono a spiegare con "occidentalizzazione" dello stile di vita. Ciò conferma l'ipotesi che i fattori psicosociali giocano un ruolo importante nell'eziologia del diabete mellito.

Il drammatico aumento del tasso di mortalità da questa malattia nelle repubbliche dell'ex Unione Sovietica sullo sfondo del disagio psicosociale associato a riforme radicali negli anni '90 mostra la natura psico-sociale del diabete. Così, in Bielorussia, dal 1981 al 1993, il tasso di mortalità per diabete tra gli uomini è aumentato di 4,3 volte (da 1,5 a 6,5 ​​per 100 mila abitanti), e tra le donne 3,9 volte ( da 2,4 a 9,4 per 100 mila abitanti).

Insieme alla predisposizione genetica e ai fattori psicosociali, gli stili di vita non salutari sono di grande importanza nell'eziologia del diabete mellito: mancanza di attività fisica, eccesso di cibo, sovrappeso, fumo, ecc. L'abuso di alcol è anche uno dei fattori di rischio per il diabete mellito.

Gli effetti diabetogenici dell'alcol includono un effetto tossico diretto sulle cellule pancreatiche, l'inibizione della secrezione di insulina e un aumento della resistenza ad esso, una violazione del metabolismo dei carboidrati, l'obesità dovuta all'assunzione di calorie in eccesso e una violazione della funzionalità epatica.

Gli effetti ipoglicemici dell'alcol possono essere un potenziale pericolo per i pazienti con diabete. Secondo alcuni autori, 1 su 5 episodi di grave ipoglicemia è causato dall'assunzione di alcol.

In uno studio, è stato dimostrato che l'uso anche di piccole dosi di alcol nella sera precedente da pazienti con diabete di tipo 1 porta all'ipoglicemia mattutina. Il meccanismo di questo effetto non è stato completamente studiato, ma si suggerisce che gli effetti ipoglicemici dell'alcol siano mediati da una diminuzione della secrezione notturna dell'ormone della crescita.

Negli studi sperimentali è stata stabilita una diminuzione dose-dipendente della secrezione di ormone della crescita da parte dell'alcool. Inoltre, l'alcol influisce su vari aspetti del metabolismo del glucosio. In particolare, l'alcol inibisce la gluconeogenesi del 45%, che può essere mediata da una violazione del potenziale redox, stimolazione dose-dipendente del rilascio di adrenalina e noradrenalina, ecc.

I risultati degli studi epidemiologici sulla relazione tra consumo di alcol e incidenza del diabete di tipo II sono contraddittori. Molti studi hanno dimostrato una relazione positiva tra l'abuso di alcol e il rischio di sviluppare il diabete di tipo II.

Pertanto, uno studio prospettico ha dimostrato che bere alcolici ad una dose superiore a 25 g al giorno aumenta significativamente il rischio di diabete mellito di tipo II rispetto all'uso di piccole dosi di alcol. Secondo un altro studio, il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 in soggetti che consumano più di 36 grammi di alcol al giorno è del 50% superiore a quelli che consumano 1,7 grammi di alcol al giorno.

È stato anche dimostrato che il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 in uomini di mezza età che consumano più di 21 dosi di alcol a settimana è del 50% più alto rispetto a quelli che hanno bevuto meno di 1 dose alla settimana. Secondo altri dati, il rischio di diabete mellito di tipo II è 2,5 volte più elevato negli uomini che abusano di alcol, rispetto ai sintomi di astinenza.

Per quanto riguarda il tipo di bevanda alcolica, il rischio di sviluppare il diabete di tipo II in uomini di mezza età che consumano più di 14 dosi di alcol a settimana sotto forma di forti bevande alcoliche è dell'80% superiore rispetto agli uomini che consumano bevande a bassa gradazione alcolica.

L'abuso di alcol è spesso accompagnato dal fumo. In uno studio prospettico, che ha coinvolto 41.810 uomini (il periodo di osservazione era di 6 anni), è stato dimostrato che il fumo raddoppia il rischio di diabete di tipo II.

Il meccanismo ipotizzato per questo effetto è un aumento della resistenza all'insulina nei fumatori. Ovviamente, una combinazione di fumo e abuso di alcol aumenta drammaticamente il rischio di diabete.

Recentemente, la letteratura ha ampiamente discusso la questione dell'esistenza di una relazione a forma di U o di J tra l'incidenza del diabete di tipo II e il consumo di alcol. Questo significa ridurre il rischio di morbilità quando si consumano piccole dosi di alcol e aumentare il rischio quando si consumano alte dosi.

In una meta-analisi degli studi sulla relazione tra alcol e diabete, è stato dimostrato che il consumo di alcol in una dose da 6 a 48 g al giorno riduce il rischio di diabete di tipo 2 del 30% rispetto agli astinenti e agli individui che consumano oltre 48 g di alcol al giorno.

Uno studio prospettico ha trovato una relazione non lineare tra il consumo di alcol e il rischio di sviluppare il diabete di tipo II. Il rischio di diabete mellito è progressivamente ridotto al livello di consumo di alcol di 23,0-45,9 g al giorno e aumenta con l'uso di grandi dosi (> 69,0 g al giorno).

Dati i fattori di rischio associati, l'effetto protettivo di basse dosi di alcol è più evidente negli uomini anziani che non fumano, con ereditarietà non gravati dal diabete. In uno studio hanno partecipato 85.000 donne tra i 34 ei 59 anni, che sono state osservate per 4 anni.

È stato dimostrato che riduce il rischio di diabete mellito di tipo II in pazienti che consumano dosi moderate di alcol, rispetto ai non bevitori. Risultati simili sono stati ottenuti in un altro studio prospettico di coorte, i cui partecipanti erano 41mila uomini di età compresa tra 40 e 75 anni, osservati per 6 anni.

Ad esempio, in alcuni studi, gli ex alcolisti che non bevevano alcolici al momento dell'indagine e le persone che non avevano mai bevuto alcolici (farmaci per il ritiro) erano riuniti in un unico gruppo. Le differenze possono anche essere dovute a differenze di età: in uno studio, gli effetti protettivi dell'alcol sono stati trovati solo per le persone di età superiore ai 44 anni.

Nei giovani il diabete mellito è spesso congenito e quindi poco dipendente dal consumo di alcol. L'incoerenza dei risultati dello studio della relazione dell'alcool - il rischio di diabete può causare un fattore così importante come l'indice di massa corporea, che viene spesso ignorato.

Ridurre il rischio di diabete quando si consumano basse dosi di alcol è stato dimostrato per le persone con indice di massa corporea relativamente basso e relativamente alto. Allo stesso tempo, il livello di consumo di alcol associato a una riduzione del rischio di diabete mellito è inferiore nei soggetti con un indice di massa corporea relativamente basso (6-12 g al giorno) rispetto a individui con un indice relativamente alto (12-24 g al giorno).

Le differenze nei risultati per uomini e donne possono essere dovute al fatto che le donne hanno maggiori probabilità di nascondere l'abuso di alcol, così come le differenze nella preferenza per le bevande alcoliche. Secondo studi epidemiologici, l'aumento del rischio di diabete tra gli uomini che consumano grandi dosi di alcol è in gran parte determinato da forti bevande alcoliche.

Riassumendo i risultati degli studi epidemiologici, è possibile parlare senza alcun dubbio degli effetti diabetogenici di grandi dosi di alcol, da un lato, e dei possibili effetti preventivi di piccole dosi di alcol, dall'altro. Ci sono prerequisiti biologici per questi effetti.

Mentre l'intossicazione da alcol acuta e cronica aumenta l'insulino-resistenza, piccole dosi di alcol la riducono. A questo proposito, alcuni autori suggeriscono che i benefici di basse dosi di alcol sono possibili nel 10% della popolazione con un fenotipo associato alla sindrome da insulino-resistenza.

I lavori discussi in precedenza si sono concentrati sulla relazione tra consumo di alcol e rischio di sviluppare diabete di tipo II. Non meno interessante è la discussione sull'effetto dell'alcol sul rischio di mortalità per malattie cardiovascolari nei pazienti con diabete mellito.

Effetti simili si sono verificati in pazienti con diabete di tipo II. Pertanto, in uno studio prospettico di coorte, a cui hanno partecipato 87938 medici maschi, è stato dimostrato che piccole dosi di alcol riducono il rischio di IHD del 40% sia nei pazienti con diabete di tipo 2 sia tra le persone sane.

Riduzione del rischio di malattia coronarica in pazienti con diabete mellito di tipo II nell'uso di piccole dosi di alcol è stata anche dimostrata in uno studio prospettico, che ha coinvolto 121700 infermieri di 30-55 anni, osservati per 12 anni.

In un altro studio prospettico di coorte, è stata stabilita una relazione inversa tra il consumo di basse dosi di alcol e il rischio di malattia coronarica nei pazienti anziani con diabete di tipo 2. È stato dimostrato che il consumo di meno di 2 g di alcol al giorno riduce il rischio di malattia coronarica del 40%, bere da 2 a 13 g riduce il rischio del 55% e bere 14 g di alcol al giorno riduce il rischio di malattia coronarica del 75%.

I risultati degli studi epidemiologici sopra delineati mettono i professionisti in una posizione difficile, poiché i pazienti con diabete spesso chiedono l'uso di alcol. Le raccomandazioni delle associazioni diabetiche americane e britanniche riguardanti l'assunzione di alcol sono le stesse della popolazione generale: non più di due dosi di alcol al giorno (una dose è equivalente a 8 g di alcol assoluto).

Si sottolinea che l'alcol dovrebbe essere consumato solo con il cibo. È anche necessario tener conto del fatto che il rischio di ipoglicemia esiste nelle prossime ore dopo aver bevuto. Per quanto riguarda gli effetti cardioprotettivi dell'alcol, qualsiasi raccomandazione su questo dovrebbe essere data con molta attenzione, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente.

Certamente, è impossibile raccomandare l'uso di alcol a persone che non sono in grado di controllare la sua ricezione. A questo proposito, va notato che il concetto di "dose bassa" è di per sé relativo, poiché per alcuni pazienti una dose è piccola, due sono abbondanti e tre non sono sufficienti.

Un ulteriore aumento del consumo di alcol aumenta il rischio di vari effetti negativi. Inoltre, si deve tenere presente che la relazione a forma di J tra il consumo di alcol e la mortalità totale è mostrata in modo convincente per gli anziani, mentre per i gruppi giovani il collegamento è lineare.

Ciò è dovuto al fatto che le cause più frequenti di morte in giovane età sono incidenti e avvelenamenti, mentre nelle fasce più anziane, le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte.

Pertanto, poiché non esiste un chiaro limite inferiore per il rischio di problemi legati all'alcol, i benefici di basse dosi di alcol possono superare i danni nelle persone con diabete, poiché hanno un alto rischio di CHD.

L'effetto dell'alcool sul diabete

L'alcol nel diabete provoca una diminuzione del glucosio nel sangue. Un paziente con diabete non ha bisogno di rifiutarsi di partecipare a feste festive e consumo moderato di bevande alcoliche, peggiorando la qualità della sua vita.

La specificità del consumo di alcol nel diabete mellito risiede principalmente nel fatto che l'assunzione di alcol nel diabete può causare una brusca diminuzione del glucosio nel sangue (ipoglicemia), soprattutto se viene consumato a stomaco vuoto, con una piccola quantità di cibo o cibo scelto in modo improprio. Il fatto è che l'alcol, da un lato, migliora l'azione dell'insulina e delle compresse ipoglicemizzanti e, dall'altro, inibisce la formazione di glucosio nel fegato.

Oltre all'assunzione di alcol a stomaco vuoto, il rischio di sviluppare gravi condizioni ipoglicemizzanti (vedere la sezione tematica sull'ipoglicemia e il diabete nel portale di informazioni sulla diabetunet.ru salvavita) aumenta l'assunzione di alcol dopo una lunga pausa tra un pasto o l'altro immediatamente dopo l'esercizio. Essenziale è la quantità di etanolo ingerita nel corpo, in misura minore - il tipo di bevanda alcolica.

Circa 30 minuti dopo aver bevuto una quantità significativa di una bevanda alcolica forte (200-250 g di vodka, whisky, brandy, gin) o 800-1000 g di vino secco, il livello di glucosio nel sangue sale e dopo 3-5 ore cala bruscamente. Questo fenomeno è chiamato "ipoglicemia alcolica ritardata".

I pazienti con diabete quando bevono alcolici devono osservare le seguenti regole:

  • bere alcolici solo durante o immediatamente dopo un pasto, e il cibo dovrebbe includere alimenti contenenti amido con un indice glicemico basso o medio (vedere l'indice ipoglicemico della sezione tematica del portale di informazioni sul diabetunet.ru vitale). Carboidrati lentamente digeribili, in aggiunta all'aumento di consistenza e durata nel tempo della concentrazione di glucosio nel sangue, rallentano un po 'l'assorbimento dell'alcool;
  • non violare il regime dietetico prescritto per la terapia insulinica, sostituendo l'assunzione di cibo con l'uso di bevande alcoliche;
  • se si deve prendere alcol, la dose di insulina deve essere significativamente ridotta; le dosi di compresse ipoglicemizzanti devono essere ridotte o addirittura non assunte affatto;
  • la quantità di forti bevande alcoliche 40 - 45% in volume (percentuale in volume di etanolo) in una sola volta durante il giorno non deve superare 50 - 60 g, poiché la dose del rischio di ipoglicemia è 75-100 g;
  • dopo aver assunto una grande quantità di alcolici (che è inaccettabile per un paziente con diabete mellito!), è necessario un ulteriore controllo del livello di glucosio nel sangue, così come il rifiuto della dose serale di insulina o compresse ipoglicemizzanti. Va ricordato che il giorno successivo, la selezione della dose di insulina richiesta potrebbe essere difficile;
  • quando si verifica una condizione ipoglicemica, i carboidrati facilmente assorbiti (glucosio, saccarosio, maltosio, ma non fruttosio) vengono preferibilmente assunti in forma liquida;
  • la somministrazione di glucagone nell'ipoglicemia indotta dall'alcool è inefficace;
  • a una festa, accompagnata dal consumo di bevande alcoliche e cibo di vari carboidrati, non è consigliabile assumere il farmaco akabrozy per rallentare l'assorbimento del glucosio nel sangue.

Non dovremmo dimenticare gli effetti tossici dell'alcool sul fegato, sul pancreas, sui reni, sui sistemi nervoso e cardiovascolare, la cui sensibilità all'alcol può essere aumentata nel diabete con le sue malattie e complicazioni.

Sulle proprietà fisico-chimiche e altre proprietà di etanolo è significativamente diverso da molte sostanze che entrano nel corpo. L'etanolo entra costantemente nel corpo umano in piccole quantità (fino a 3-5 g al giorno) con determinati alimenti (pane, frutta, bacche, succhi, bevande a base di latte fermentato, ecc.) E occasionalmente con bevande alcoliche.

Inoltre, l'etanolo in piccole quantità si forma nel corpo stesso, principalmente nel fegato e nell'intestino. Pertanto, il corpo gestisce un sistema enzimatico che ne assicura l'ossidazione, prevenendo l'accumulo di etanolo, così come i suoi prodotti di decomposizione nel corpo. Tuttavia, questo sistema non è progettato per l'assunzione eccessiva di etanolo nel corpo.

Quando si consumano bevande alcoliche, quasi tutto l'etanolo in entrata viene rapidamente assorbito nello stomaco (20-30%) e nell'intestino tenue (70-80%). Alcuni minuti dopo aver preso l'alcol può essere determinato nel sangue; la concentrazione massima viene raggiunta in 30-60 minuti. Se l'alcol viene assunto a stomaco vuoto o con bevande gassate, il suo assorbimento nel sangue è più veloce.

L'etanolo si distribuisce rapidamente nel corpo grazie alla sua buona solubilità in acqua. Nelle donne, il contenuto di acqua per 1 kg di peso corporeo è inferiore a quello degli uomini, quindi dosi uguali di etanolo possono causare effetti più pronunciati nelle donne. Inoltre, nella maggior parte delle donne, l'attività degli enzimi coinvolti nella scissione dell'etanolo è inferiore rispetto agli uomini. Di conseguenza, nelle donne il danno epatico alcolico si sviluppa con dosi più basse di etanolo e in un periodo più breve rispetto agli uomini.

Il processo di ossidazione dell'etanolo si verifica in molti organi e tessuti, ma principalmente nel fegato (80-95%). Il tasso medio di rimozione dell'etanolo nell'organismo negli adulti normali è 100-125 mg per 1 kg di peso corporeo all'ora, nei bambini solo 28-30 mg.

La completa disintegrazione dell'alcool nell'etanolo del sangue

L'effetto tossico è inerente al prodotto principale dello scambio di etanolo - acetaldeide. Nel fegato, l'etanolo viene ossidato in anidride carbonica e acqua attraverso la formazione di acetaldeide. Quando il consumo eccessivo di etanolo, grave malattia del fegato e altre malattie nel corpo si accumula acetaldeide.

Fattori di rischio per l'effetto tossico dell'etanolo-acetaldeide:

  • la dose di etanolo determinata non dal tipo (tipo) della bevanda alcolica, ma precisamente dalla sua quantità che entra nel corpo;
  • la durata (settimane, mesi, anni) dell'uso di quantità eccessive di etanolo;
  • genere femminile;
  • fattori genetici (ereditari) che influenzano il grado e il tasso di neutralizzazione dell'etanolo nel corpo senza accumulo di acetaldeide; il grado di decomposizione completa dell'etanolo in diverse persone sane varia almeno 3 volte;
  • obesità II - III grado, che negli ultimi anni è stato attribuito a fattori di rischio indipendenti a causa della deposizione di grasso negli epatociti - cellule del fegato, che peggiora lo scambio di etanolo.

In medicina, le discussioni continuano su dosi sicure e tossiche di alcol. Come unità convenzionale, sono stati prelevati 10 g di etanolo, che corrisponde approssimativamente a 30 ml di vodka, 100 ml di vino non fortificato o 250 ml di birra. È riconosciuto che il tipo di bevanda alcolica è significativamente meno importante per il corpo rispetto alla quantità assoluta di etanolo consumato.

Queste dosi non si applicano alle donne in gravidanza e allattamento: il consumo di alcol è controindicato per loro. Con molte malattie, non ci sono dosi "sicure" di etanolo.

In un certo numero di paesi, le dosi giornaliere più elevate di consumo di etanolo sono riconosciute come "sicure" rispetto a quelle raccomandate dagli esperti dell'OMS. Di conseguenza, sono emerse differenze nei livelli ammissibili di consumo di varie bevande alcoliche.

Così, nel 2002, l'American Diabetic Association considerò il consumo accettabile di bevande alcoliche con diabete (in assenza di controindicazioni) nelle seguenti quantità massime giornaliere: per gli uomini - 85-90 ml di forti bevande alcoliche, o 300 ml di vino, o 700 ml di birra; per le donne - metà

Nel 2003 - 2005 Sono stati pubblicati i risultati di anni di ricerche condotte negli Stati Uniti, nei Paesi Bassi, in Giappone e in altri paesi sugli effetti del consumo di alcol sul rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. È stato stabilito che le persone che consumavano moderatamente bevande alcoliche avevano il più basso rischio di sviluppare manifestazioni di diabete: da 9 a 17 g al giorno in etanolo assoluto.

Studi condotti in Olanda hanno dimostrato che dosi moderate di etanolo (fino a 15 g al giorno) aumentano la sensibilità dei tessuti all'insulina, sia nelle persone sane che nei pazienti con diabete di tipo 2 con la loro caratteristica ridotta sensibilità dei tessuti all'insulina. Ha dimostrato un piccolo effetto positivo di dosi moderate di bevande alcoliche sul metabolismo lipidico e sulla coagulazione del sangue nell'aterosclerosi e nella cardiopatia coronarica.

Da un lato, i dati di nuovi studi indicano l'accettabilità del consumo moderato di bevande alcoliche nel diabete mellito. D'altra parte, l'ammissibilità non significa desiderabilità, e tanto più obbligatoria, dal momento che il confine tra consumo moderato di alcol e il suo abuso è molto stretto e fragile, e le reazioni all'etanolo in persone diverse differiscono significativamente dai valori medi.

Dovrebbe anche tenere conto delle caratteristiche specifiche del consumo di bevande alcoliche in una parte significativa della popolazione della Russia, in particolare:

  • Struttura del consumo ineguagliata nel mondo: basso consumo di bevande a bassa gradazione alcolica (in particolare i vini da tavola) e bevande alcoliche estremamente forti;
  • il più pericoloso per la salute e il carattere di vita del consumo di alcol: consumo episodico di forti bevande alcoliche in alte dosi di shock, che portano allo sviluppo di intossicazione, del corpo;
  • la presenza sul mercato di prodotti alcolici di un gran numero di prodotti di bassa qualità e di bevande alcoliche contraffatte;
  • alto livello di consumo di forti bevande alcoliche di produzione domestica, che provoca intossicazione (intossicazione) del corpo.

Controindicazioni all'uso di bevande alcoliche con diabete:

  1. L'abuso di alcol è una delle principali cause di lesioni pancreatiche con lo sviluppo di pancreatite cronica con produzione compromessa di enzimi digestivi e quindi di insulina. C'è un diabete secondario specifico.
  2. Epatite cronica o cirrosi associata a diabete mellito causata da virus, alcool o altre cause.
  3. Danno renale - nefropatia diabetica progressiva con insufficienza renale.
  4. Neuropatia diabetica. L'alcol è una delle principali cause di neuropatia periferica. Il diabete è al secondo posto in questa serie. Da qui il pericolo di un effetto combinato sui nervi periferici dell'alcool e del metabolismo disturbato nel diabete.
  5. Gola associata al diabete mellito.
  6. Disturbi del metabolismo dei lipidi sotto forma di un forte aumento del contenuto di trigliceridi nel sangue.
  7. Ricevimento a diabete del 2o tipo di metformin (Siophore) - una medicina che fa diminuire il glucosio. Con un consumo significativo di alcol durante l'assunzione di metformina, aumenta il rischio di sviluppare un disturbo speciale dello stato acido-base del corpo, l'acidosi lattica.
  8. Aumento della tendenza di un paziente con diabete mellito a condizioni ipoglicemizzanti.

L'elenco non esaurisce tutte le malattie e le condizioni in cui i pazienti con diabete dovrebbero astenersi da bevande alcoliche. È importante prendere in considerazione un altro aspetto del consumo di bevande alcoliche, che sono ufficialmente classificate come prodotti alimentari.

Un grammo di etanolo con piena ossidazione nel corpo dà 7 kcal, che è quasi 2 volte più l'energia ottenuta da un grammo di carboidrati digeribili - una media di 4 kcal. Sebbene l'etanolo alimentare non sia considerato una fonte di energia necessaria per la vita, il suo contributo alla razione energetica giornaliera può essere compreso tra il 5 e il 10% nelle persone che consumano moderatamente bevande alcoliche.

Nei vini secchi (a tavola), nello champagne secco e nelle forti bevande alcoliche, la fonte di energia è praticamente solo l'etanolo, poiché il loro contenuto in carboidrati non supera l'1% (in vodka, 0,1%). Semi-secco, semi-dolce, vini dolci e champagne, liquori e altre bevande contengono carboidrati - zucchero, t: e. Glucosio e saccarosio, in una quantità minore - fruttosio. Ad esempio, in champagne semi-dolce - 6 - 6,5%, nei liquori - 25 - 35% di zuccheri.

Nella birra 4 - 6% di carboidrati, il maltosio per lo più rapidamente assorbito, che a livello intestinale si riduce al glucosio. La gamma di bevande alcoliche contenenti carboidrati è molto varia e la quantità totale di zuccheri è solitamente indicata sulle etichette delle bottiglie. Tutti questi carboidrati nel corpo danno energia, in conseguenza del quale il valore energetico delle bevande alcoliche (tenendo conto del contenuto di etanolo in esse contenuto) può aumentare in modo significativo.

Valore energetico approssimativo di 100 ml di bevande alcoliche:

  • birra - 40-50 kcal,
  • vini d'uva secchi (da tavola) - 65-70 kcal,
  • champagne semisecco - 90 kcal,
  • vini portuali - 120-150 kcal,
  • vodka, cognac e altre bevande forti - 240 - 270 kcal,
  • liquori - 300 - 320 kcal.

Di conseguenza, da 0,5 litri di birra una persona riceve da 200 a 250 kcal a causa di etanolo e carboidrati, che corrisponde approssimativamente all'energia ottenuta da 100 g di pane bianco. 50 ml di vodka o brandy equivalgono approssimativamente a 30 g di zucchero, 200 g di latte 3,2% di grassi, 100 g di gelato al latte, 150 g di patate (sbucciate), 300 g di mele, ecc.

Allo stesso tempo, non paragoniamo il valore nutrizionale e l'utilità di questi alimenti (è chiaro che il latte o una mela è più utile della vodka), ma stiamo parlando solo del valore energetico. Allo stesso tempo, va notato che nella birra o nei vini d'uva naturali vitamine, minerali e altre sostanze alimentari biologicamente attive sono contenute in quantità molto piccole, e la vodka è praticamente solo una fonte di etanolo e, a causa di essa, "calorie vuote".

Applicato ai pazienti con diabete, le seguenti raccomandazioni derivano da quanto sopra:

  • è necessario tenere conto del contributo delle bevande alcoliche al valore energetico giornaliero delle razioni alimentari, specialmente quando si combina il diabete con l'obesità o la sindrome metabolica, quando il consumo di queste bevande deve essere completamente escluso;
  • se ci sono zuccheri nelle bevande alcoliche, è necessario tener conto della loro parte nella composizione dei carboidrati della dieta nel suo complesso e per i pasti individuali, specialmente quando si usa la terapia insulinica o si assumono compresse ipoglicemizzanti;
  • Si consiglia di limitare l'uso di bevande alcoliche semidolce e dolci contenenti più del 5% di zuccheri: vini fortificati (porto, Madeira, sherry, ecc.), Champagne semidolce e dolci, vini da dessert (Cahors, noce moscata, ecc.), Liquori, vermouth dolce e così via
  • Si consiglia di limitare le bevande dolci (a scapito dello zucchero) e i succhi di frutta sia per bere forti bevande alcoliche sia per preparare cocktail. È possibile utilizzare bevande analcoliche con additivi alimentari - dolcificanti, acqua minerale, leggermente dolce, diluita con acqua, succhi (pompelmi, mirtilli rossi, ecc.);
  • quando si beve alcol, si preferiscono vini d'uva naturali secchi e semi-asciutti (rispettivamente 0,3 e 3% di zuccheri, 10-12% di alcol etilico), in particolare vino rosso secco, utile in dosi moderate (150-200 ml al giorno) per l'aterosclerosi; champagne secco e semi-secco o 100 ml di sherry secco (1% di zucchero), zucchero basso (meno del 5% di zuccheri), varietà di Madera e vermouth, contenente il 16-20% di etanolo, sono accettabili nelle quantità indicate.

Alcuni diabetologi ritengono che la birra sia la più preferibile tra le bevande alcoliche con diabete, ritenendo che il contenuto di zuccheri in esso contenuto sia compensato dall'effetto ipoglicemizzante dell'alcol. Ci sono proposte sull'uso della birra per la rapida eliminazione dell'ipoglicemia, dato l'alto indice glicemico del maltosio, che rende possibile normalizzare urgentemente il livello di glucosio nel sangue.

Uso di alcol nel diabete

Un compito importante di un medico nella gestione di un paziente con diabete è quello di convincere il paziente di un cambiamento di stile di vita. Prima di tutto, riguarda le cattive abitudini. L'educazione del paziente può essere condotta sia individualmente che in gruppo. Se non riesci a convincere il paziente a rinunciare completamente alle cattive abitudini, dovresti insegnargli come limitare il rischio di abuso.

L'alcol è un prodotto naturale del metabolismo del corpo umano. È contenuto in una concentrazione di 30-60 mg / l nel sangue delle persone non alcoliche. Gli effetti dannosi dell'alcol sul corpo si verificano quando un significativo eccesso di concentrazione normale nel sangue.

È importante per lo sviluppo di reazioni ipoglicemiche e un aumento della concentrazione di ormoni contrainsulari - cortisolo e ormone della crescita, che influenzano il contenuto di zucchero nel sangue 3-4 ore dopo la dimissione nel sangue. Questo spiega perché il rischio di ipoglicemia si verifica diverse ore dopo.

Abbandonare completamente l'uso di alcol dovrebbe essere durante la gravidanza, così come l'abuso di alcool nella storia. Ridurre significativamente o interrompere completamente l'assunzione di alcolici dovrebbe essere in presenza di pancreatite, neuropatia, dislipidemia (in particolare ipertrigliceridemia).

Nel caso in cui un paziente non riesca a smettere completamente di bere alcolici, i diabetologi americani raccomandano di aderire alle seguenti regole:

  • non assumere più di 2 dosi standard al giorno, 1-2 volte a settimana (1 dose standard = 30 g di alcol = 50 ml di vodka = 150 ml di vino = 350 ml di birra);
  • dopo aver bevuto alcol, la dose di insulina deve essere ridotta. La dose di farmaci ipoglicemizzanti deve essere significativamente ridotta. Prima di andare a letto dopo aver assunto una dose elevata di alcol, è necessario determinare la glicemia e, se necessario, assumere una quantità aggiuntiva di cibo;
  • usare bevande alcoliche è possibile solo con una buona compensazione del diabete;
  • l'alcol deve essere consumato durante o dopo un pasto, ma non prima di un pasto;
  • È necessario evitare l'uso di vini dolci e liquori, è preferibile bere vino bianco secco;
  • è meglio usare birra leggera con un contenuto alcolico inferiore al 5%;
  • Bere bevande ad alto contenuto di alcol e a basso contenuto di carboidrati: vodka, brandy, rum, ecc.;
  • non usare bevande gassate dolci, tonici o succhi di frutta per fare cocktail - bevande migliori senza zucchero o semplicemente acqua;
  • non guidare dopo aver assunto bevande alcoliche;
  • quando si consumano bevande alcoliche, è necessario tenere conto del contenuto calorico (100 g di vodka corrispondono a 70 g di zucchero o 39 g di burro);
  • il rischio di ipoglicemia aumenta dopo l'ingestione di alcol a stomaco vuoto, con una grande pausa tra i pasti e dopo l'attività fisica;
  • la somministrazione di glucagone dopo aver bevuto è inefficace;
  • un paziente diabetico non dovrebbe mai usare l'alcol come agente ipoglicemico;
  • i diabetici dovrebbero sempre portare con sé una carta con la dicitura "Ho il diabete", poiché se sono il coma ipoglicemico e l'odore di alcol, saranno presi per ubriachi e non sempre forniranno l'aiuto necessario.

Va tenuto presente che l'alcol ha un effetto sulla terapia farmacologica. Interazione minima con l'uso di insulina, inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina, inibitore dell'α-glucosidasi acarbose.

Quando si assumono farmaci, la sulfonilurea e l'etanolo aumentano il rischio di reazioni ipoglicemiche. Le biguanidi possono causare acidosi lattica quando bevono grandi quantità di alcol. Allo stesso tempo, puoi prendere le biguanidi con un consumo minimo di alcol e una normale funzionalità epatica.

Il consumo di alcol con clorpropamide e tolbutamide può portare a una reazione simile al disulfiram.

Il consumo di alcol può contribuire allo sviluppo della chetoacidosi, che è causata dall'inibizione della gluconeogenesi e della glicogenesi, nonché dall'aumento del metabolismo degli acidi grassi con eccessiva formazione di corpi chetonici.

A differenza della chetoacidosi diabetica con aumento della sintesi di acetoacetato, quando l'alcol viene consumato in eccesso, si forma β-idrossibutirrato, a cui le strisce reattive non reagiscono. Pertanto, tale chetoacidosi all'inizio del suo sviluppo potrebbe non essere diagnosticata con metodi standard.