Image

Quanto tempo vivono i diabetici

Probabilmente poche persone si chiedevano quante persone sulla terra soffrissero della più comune malattia endocrina. Ma il loro numero aumenta di anno in anno. Secondo le statistiche, ci sono già più di 200 milioni di persone nel mondo. La maggior parte di loro soffre di malattia di tipo 2 e solo a pochi viene diagnosticato il tipo 1. Successivamente, consideriamo quanto sia pericolosa la malattia e quanto a lungo la vita dei pazienti con diabete.

Alla domanda sul tempo assegnato, i medici risponderanno che tutto dipende solo dal paziente stesso. Solo il diabetico stesso decide come e quanto vivere.

La possibilità di morte prematura nelle persone con diabete di tipo I è 2,6 volte maggiore, e nei diabetici con malattia di tipo II, è 1,6 volte maggiore rispetto a una persona sana. I giovani a cui sono stati diagnosticati disturbi di età compresa tra 14 e 35 anni hanno maggiori probabilità di morire da 4 a 9 volte più spesso.

Gruppo di rischio

Va notato che l'aspettativa di vita dei diabetici di tipo 1 è aumentata notevolmente negli ultimi anni. Per fare un confronto: fino al 1965, il tasso di mortalità in questa categoria era superiore al 35% di tutti i casi e, dal 1965 agli anni '80, il tasso di mortalità era ridotto all'11%. Anche significativamente aumentato l'aspettativa di vita dei pazienti, indipendentemente dal tipo di malattia.

Questa cifra era di circa 15 anni dall'esordio della malattia. Cioè, negli ultimi anni, l'aspettativa di vita delle persone è aumentata. Ciò è dovuto in gran parte alla produzione di insulina e all'apparizione di dispositivi moderni che consentono di monitorare indipendentemente il livello di glucosio nel sangue.

Fino al 1965, un alto tasso di mortalità tra i diabetici era dovuto al fatto che l'insulina non era disponibile come medicinale per mantenere il livello di zucchero nel sangue del paziente.

La principale categoria di persone con diabete di tipo 1 è costituita da bambini e adolescenti. Anche alta mortalità a questa età. Dopo tutto, i bambini spesso non vogliono rispettare il regime e monitorare costantemente il glucosio.

Inoltre, la condizione è aggravata dal fatto che le complicazioni si sviluppano rapidamente in assenza di controllo e trattamento appropriato. Tra gli adulti, la mortalità è leggermente inferiore ed è prevalentemente causata dall'uso di bevande alcoliche e dal fumo. A questo proposito, possiamo tranquillamente dire - quanto vivere, ognuno decide per se stesso.

La malattia può apparire senza una ragione apparente. Pertanto, nessuno ha la possibilità di proteggersi. Il diabete è una malattia caratterizzata da insufficienza di produzione di insulina, che è responsabile per il contenuto di zucchero nel sangue.

Importante sapere

Il diabete di tipo 1 è una forma incurabile della malattia. Inizia a svilupparsi, soprattutto in giovane età, in contrasto con il secondo. Le persone mostrano la distruzione delle cellule beta nel pancreas, che sono responsabili della produzione di insulina. La distruzione completa delle cellule porta all'insufficienza del suo contenuto nel sangue. Ciò comporta problemi con la conversione del glucosio in energia. I sintomi principali del diabete di tipo 1 sono:

  • la comparsa di poliuria (minzione frequente);
  • la disidratazione;
  • riduzione del peso;
  • perdita di chiarezza della vista;
  • stanchezza;
  • sensazione di fame;
  • sete.

Certamente, con la manifestazione di questi sintomi non si può invertire la procedura, ma è possibile controllare la situazione. Questa malattia comporta il controllo costante della glicemia, dei carboidrati e della terapia insulinica. Inoltre, il normale ritmo della vita richiederà il rispetto di alcune restrizioni. Ad esempio, seguire rigorosamente una dieta, eseguire la quantità richiesta di esercizio e condurre la terapia insulinica in tempo.

Aspettativa di vita

Molti sono interessati alla domanda su quanti pazienti con diabete di tipo 1 possono vivere. Vale la pena notare che questa malattia si manifesta principalmente nei bambini, negli adolescenti e nei giovani. È in connessione con ciò che è chiamato in privato "giovane". L'aspettativa di vita è molto difficile da prevedere, poiché la natura stessa del decorso della malattia non è chiara. Quando si tenta un calcolo, ci sono molti fattori da considerare. La maggior parte degli esperti ritiene che molto dipenda dall'età della persona.

Secondo le statistiche, circa la metà delle persone con diabete di tipo 1 può morire dopo 40 anni di malattia. Allo stesso tempo, sviluppano insufficienza renale cronica. Inoltre, dopo 23 anni dall'inizio della malattia, le complicanze dell'aterosclerosi stanno progredendo. A sua volta, questo porta allo sviluppo di ictus e cancrena. Ci sono altre malattie che possono portare alla morte prematura. Il diabete di tipo 2 tali complicanze non sono così peculiari e la vita del paziente non ha un effetto significativo.

Come combattere

Per garantire una maggiore aspettativa di vita, è necessario monitorare rigorosamente il livello di zucchero nel sangue. Il rispetto anche di questo piccolo oggetto riduce la probabilità di accorciare la vita diverse volte. Si stima che ogni quarta persona che è malata di tipo I possa contare su una vita normale. Se nel periodo iniziale della malattia inizi a controllarlo, diminuisce il tasso di sviluppo della malattia.

Un controllo stretto del glucosio permetterà anche di rallentare, in rari casi, anche di fermarsi, il decorso del diabete e le complicazioni che si sono già manifestate Un controllo rigoroso aiuterà come con qualsiasi tipo di malattia. Tuttavia, per il secondo tipo, notevolmente meno complicazioni. Osservando questo punto, è possibile ridurre la necessità di insulina artificiale. Quindi la domanda su quanto rimane da vivere con il diabete, quasi scompare se stessa.

Il rigoroso rispetto del regime al lavoro e a casa può anche portare ad un aumento della durata della vita. A questo proposito, dovresti evitare uno sforzo fisico pesante. Inoltre, ci dovrebbero essere situazioni meno stressanti che possono influire negativamente sul corpo. Oltre al controllo del glucosio, è necessario effettuare regolarmente test per l'emoglobina. Con il test di tipo 2 potrebbe non essere così rigido e costante.

Impara a vivere

La cosa principale che non dovrebbe essere fatta in primo luogo è il panico. Dopo tutto, una condizione di panico peggiorerà solo il decorso della malattia e porterà a un più rapido sviluppo delle complicanze. In età matura è più facile da fare. Ma se stiamo parlando di un bambino o di un adolescente, allora richiede un'attenzione particolare dei genitori e un ulteriore sostegno morale.

Nel rispetto della dieta e dei mezzi di sostentamento, possiamo dire che i diabetici vivono una vita piena e vibrante di persone sane. Queste misure sono le più appropriate, in quanto consentono di garantire una vita normale per i malati. Ci sono molti casi nel mondo in cui una persona potrebbe vivere per una dozzina di anni con una triste diagnosi se queste raccomandazioni fossero seguite.

E oggi ci sono persone sulla terra che lottano ogni giorno con la malattia e la conquistano. Secondo i media, c'è un diabetico al mondo che ha festeggiato il suo 90 ° compleanno. La malattia è stata diagnosticata in lui all'età di cinque anni. Da allora, ha seguito da vicino il glucosio nel sangue e ha fatto tutte le procedure necessarie.

Tutto ciò dimostra ancora una volta che qualsiasi malattia, anche complessa, con il giusto approccio può indebolire e smettere di progredire.

È importante rendersi conto nel tempo che il corpo ha semplicemente smesso di produrre l'insulina necessaria. Non disperare e pensa solo al male. Dopotutto, qualsiasi negativo può essere positivo nella vita. E per quanto tempo vivere, un diabetico può decidere da solo, tenendo conto dell'esperienza di persone precedenti che non si sono arrese e hanno continuato a combattere.

L'esperienza di altre persone che soffrono della malattia non è il primo anno, dirà che molto dipende dal paziente. Più precisamente, su quanto vuole vivere. Altrettanto importante è l'ambiente della persona. Dopotutto, non avrà mai bisogno del sostegno e dell'attenzione dei propri cari.

Diabete mellito tipo 1 e 2 quanto vive con esso

Se viene diagnosticato il diabete, quante persone convivono con esso, non sanno tutto? L'aspettativa di vita è determinata, oltre a tutto, dal tipo di malattia. Ci sono 2 tipi di patologia, sono incurabili, ma possono essere corretti. Oltre 200 milioni di persone nel mondo soffrono di diabete, ogni anno ne muoiono 20 milioni di persone. Il diabete mellito in termini di mortalità è al terzo posto dopo oncologia e malattie cardiovascolari. In Russia, il 17% della popolazione soffre della malattia. Ogni 10 anni, il numero di persone con diabete nel mondo raddoppia e la malattia continua a sembrare più giovane - queste sono statistiche deprimenti.

L'essenza del problema

Quanti anni vivono i diabetici? Ci sono dati incoraggianti: nel 1965, i pazienti con diabete di tipo 1 morirono nel 35% dei casi precocemente, ora vivono il doppio del tempo, il loro tasso di mortalità è sceso all'11%. Nel secondo tipo, i pazienti vivono fino a 70 anni e oltre. Quindi, credere o non credere alle statistiche è una questione di scelta di tutti. Gli endocrinologi, quando chiedono ai pazienti quanto vivono con il diabete, affermano che ciò dipende dalla loro serietà, ma non entrano nei dettagli riguardo al significato di questa frase. Tutto ciò che serve è mettere in guardia sulla dieta, l'esercizio fisico e la necessità di un trattamento costante.

Si scopre che alcuni dei responsabili della riduzione della vita dei pazienti sono degli specialisti.

Quando diagnostichi il diabete, la vita va avanti e solo tu puoi allungarla. L'incurbilità della malattia dovrebbe essere presa immediatamente e non farla prendere dal panico. I pazienti con diabete sono descritti dal medico dell'antica Grecia Demetros; allora questa patologia era chiamata la perdita di umidità, perché la persona era costantemente assetata. Queste persone hanno vissuto molto poco e sono morte prima dei 30 anni, hanno, come è chiaro, il diabete di tipo 1.

E il diabete di tipo 2 semplicemente non esisteva, perché le persone non vivevano per vederlo. E per quanto riguarda oggi? Con il tipo 1 puoi vivere con il diabete in modo completo ed efficiente, e con il tipo 2 puoi liberartene del tutto per molto tempo. Ma i miracoli non vengono se stessi, devono essere creati. L'essenza della malattia è che la ghiandola pancreatica (pancreas) non può più far fronte al suo compito di produrre insulina o produrla normalmente, ma i tessuti non assorbono l'ormone.

Diabete di tipo 1

Si chiama insulino-dipendente, perché con esso si ferma la produzione di un ormone dalla ghiandola. Questo tipo di diabete è abbastanza raro (solo nel 10% dei casi), è diagnosticato nei bambini e nei giovani. Prende la sua origine da scarsa ereditarietà o dopo un'infezione virale, se porta a disturbi ormonali nel corpo. In una tale situazione, il sistema immunitario umano attacca la propria ghiandola pancreatica e gli anticorpi iniziano a distruggerlo come un estraneo. Il processo avviene rapidamente, la ghiandola danneggiata smette di funzionare e l'insulina non viene prodotta. In una situazione del genere, il corpo deve ricevere l'insulina dall'esterno per mantenere la vita.

Diabete di tipo 2

Ma questo è il vero diabete di cui tutti hanno sentito parlare e i glucometri per i quali sono così spesso pubblicizzati. È registrato dopo 40-50 anni. Ha 2 principali fattori causali - ereditarietà e obesità. L'insulina è prodotta in questo tipo, ma i tessuti non la assorbono, quindi è chiamata insulino-resistente. Qui il compito non viene eseguito dall'ormone stesso. Questa patologia si sviluppa gradualmente, gradualmente, una persona può non sapere per molto tempo che ha il diabete; i sintomi della malattia sono più miti.

Indipendentemente dal tipo, i segni del diabete sono ancora comuni:

  • aumento della sete, sempre affamato;
  • grave affaticamento, sonnolenza durante il giorno;
  • bocca secca;
  • la minzione si accelera;
  • graffi della pelle dovuti a prurito costante;
  • anche piccoli graffi guariscono male.

C'è una differenza significativa di due tipi: nel primo caso, il paziente sta rapidamente perdendo peso, con il tipo 2 - diventa più grasso.

L'insidiosità del diabete sta nelle sue complicazioni, e non in se stessa.

Quante persone vivono con il diabete di tipo 2? Con il diabete di tipo 1, la mortalità rispetto alle persone sane è 2,6 volte più alta, e con il tipo 2 è 1,6 volte superiore. L'aspettativa di vita con il diabete di tipo 1 è di poco più di 50 anni, a volte fino a 60 anni.

Gruppi di rischio per il diabete

Questo si riferisce a coloro che affrontano il diabete grave, è:

  • alcolisti;
  • il fumo;
  • bambini sotto i 12 anni;
  • gli adolescenti;
  • pazienti anziani con aterosclerosi.

I bambini e gli adolescenti hanno il diabete di tipo 1. Quanto durerà la loro vita, dipende completamente dal controllo dei loro genitori e dall'alfabetizzazione del dottore, perché i bambini a quell'età non sono in grado di comprendere la gravità dello stato delle cose, non hanno la nozione di morire di mangiare dolci e bere soda. Questi bambini dovrebbero ricevere l'insulina per tutta la vita, costantemente (e in orario).

Se parliamo di fumatori e amanti degli alcolici, anche con la corretta osservanza di tutte le altre raccomandazioni, possono solo fare 40 anni, quindi quanto sono dannose queste 2 abitudini. Nell'aterosclerosi, ictus e cancrena si verificano più spesso - tali pazienti sono condannati. I chirurghi possono prolungare la propria vita solo per diversi anni.

Cosa succede nel corpo durante la circolazione di "sangue dolce" attraverso le navi? In primo luogo, è più denso, il che significa che il carico sul cuore aumenta drammaticamente. In secondo luogo, lo zucchero fa a pezzi le pareti dei vasi sanguigni, all'incirca allo stesso modo in cui i gatti rompono i mobili imbottiti.

I buchi si formano sulle loro pareti, che immediatamente si riempiono di placche di colesterolo. Questo è tutto - il resto è già a portata di pollice. Pertanto, si dovrebbe sapere che il diabete colpisce principalmente i vasi, causando i loro cambiamenti irreversibili. Da qui, cancrena, ulcere non guarenti, cecità, coma uremico, ecc., Tutto ciò che è letale. Dopo tutto, il processo di invecchiamento del corpo si è sviluppato sin dall'età di 23 anni, è inevitabile per tutti. Diabete questo processo accelera molte volte e la rigenerazione cellulare rallenta. Questa non è una storia dell'orrore, ma una chiamata all'azione.

È possibile vivere più a lungo, solo con un rigoroso monitoraggio continuo della glicemia, della dieta e dell'attività fisica.

Lo stress e il panico su "come vivere con lui", così come l'aumento dell'attività fisica, svolgono un ruolo molto grande e cattivo per i diabetici. Provocano il rilascio di glucosio e tolgono la forza dal paziente per combattere, gli ormoni cortisolo vengono rilasciati nel flusso sanguigno, che provoca salti di pressione sanguigna, i vasi sono danneggiati, il che aggrava la situazione.

Nella vita di un diabetico dovrebbero esserci solo positivi e calma, concentrazione nei pensieri e nelle azioni. Quindi, con il tipo 1, soggetto a monitoraggio costante della glicemia, i pazienti saranno in grado di vivere fino a 60-65 anni, e un terzo di loro vivrà più di 70. Il pericolo del diabete di tipo 1 è che può sviluppare coma diabetico, e Processi irreversibili si verificano nei reni e nel cuore. Tali pazienti dovrebbero avere un braccialetto sul braccio che indica la diagnosi, quindi l'ambulanza che è arrivata su una chiamata da altri sarà più facile da fornire l'assistenza necessaria. Per evitare lo scenario patologico dell'ipoglicemia, una persona dovrebbe avere con sé una scorta di compresse di glucosio. Un paziente con esperienza già a livello intuitivo può capire che è tempo per lui di iniettare l'insulina, che desidera avere con sé.

Quanto tempo vivono con il diabete mellito 1? Le donne insulino-dipendenti vivono per 20 anni e gli uomini - 12 anni in meno rispetto ai loro pari sani. Questi pazienti dipendono completamente dai loro cari, dal loro stretto controllo.

Circa il secondo tipo

Questo è il secondo tipo di diabete, diagnosticato 9 volte più spesso del tipo 1, già dopo 50 anni e oltre, quando, oltre all'esperienza di vita, ci sono molte piaghe croniche. La ragione può essere l'ereditarietà e un cattivo stile di vita. Non ci possono essere sintomi evidenti, ma la persona inizia improvvisamente a deprimersi del sistema cardio-vascolare ea saltare AD. Il 2o posto è patologia renale. Nell'esaminare tali pazienti spesso hanno il diabete di tipo 2.

  • ictus, infarto miocardico;
  • nefropatia;
  • retinopatia (lesione retinica con cecità);
  • amputazione di arti;
  • epatite grassa;
  • polineuropatia con perdita di sensibilità, con conseguente atrofia muscolare, convulsioni;
  • ulcere trofiche.

Tali pazienti devono tenere costantemente sotto controllo la pressione sanguigna e lo zucchero nel sangue. Per prolungare la vita di una persona deve aderire al regime di trattamento prescritto. Dovrebbe riposare e dormire a sufficienza, mangiare in tempo e correttamente. Il regime dovrebbe essere rispettato ovunque, indipendentemente da dove si soggiorna. I parenti dovrebbero incoraggiare il paziente, non lasciandolo sorseggiare dalla disperazione.

Secondo le statistiche, la durata della vita con diabete mellito 2 può essere estesa con il giusto stile di vita. Diminuirà solo di 5 anni rispetto a quelli che non sono malati - questa è la previsione. Ma questo è solo nel caso del regime. Inoltre, il tasso di mortalità negli uomini è più alto, perché le donne di solito eseguono più attentamente tutte le prescrizioni. Un fatto interessante è che il secondo tipo di diabete aumenta il rischio di malattia di Alzheimer dopo 60 anni.

Il metabolismo dei carboidrati è compromesso nel senso che le cellule diventano insensibili all'insulina e non possono penetrare in esse.

L'utilizzazione del glucosio non si verifica e nel sangue inizia a crescere. E poi il pancreas interrompe del tutto la produzione di insulina. C'è bisogno di ottenerlo dall'esterno (nella fase più estrema della patologia). Quante persone vivono con il diabete oggi? Colpisce stile di vita ed età.

La crescita e il ringiovanimento del diabete sono dovuti al fatto che c'è un invecchiamento generale della popolazione mondiale. Un altro problema è che con le attuali tecnologie sviluppate, le abitudini della gente sono cambiate molto tempo fa: stare seduti al lavoro, davanti al computer, maggiore inattività fisica, uso frequente di fast food, stress, nervosismo eccessivo, obesità: tutti questi fattori spostano gli indicatori verso i giovani. E un altro fatto: è vantaggioso per i farmacisti non inventare un rimedio per il diabete, i profitti sono in crescita. Pertanto, vengono rilasciati farmaci che alleviano solo i sintomi, ma non ne rimuovono la causa. Quindi, il salvataggio dell'annegamento è il lavoro di annegamento stesso, in larga misura. Non dimenticare di esercizio fisico e dieta.

La quantità di glucosio nel sangue determina 3 gradi di gravità del diabete: lieve - glicemia fino a 8,2 mmol / l; medio - fino a 11; pesante - oltre 11,1 mmol / l.

Disabilità nel diabete di tipo 2

La metà dei pazienti con diabete di tipo 2 sono destinati alla disabilità. Solo i pazienti che stanno monitorando attentamente la loro salute possono evitarlo. In caso di diabete di moderata gravità, quando tutti gli organi vitali funzionano ancora normalmente, ma c'è una diminuzione delle prestazioni generali, il terzo gruppo di disabilità viene somministrato fino a 1 anno.

I pazienti non possono lavorare in occupazioni pericolose, durante i turni di notte, in condizioni di temperature estreme, avere orari di lavoro irregolari e andare in viaggio d'affari.

Nelle fasi avanzate, quando le persone hanno bisogno di cure, viene dato un gruppo non lavorativo 1 o 2.

Raccomandazioni per la nutrizione diabetica

La dieta diventa necessaria anche solo per la vita. Il rapporto di BJU in percentuale dovrebbe essere: 25-20-55. La preferenza è data ai carboidrati giusti, è desiderabile usare grassi vegetali. È necessario limitare il consumo di frutta dolce, escludere gli alimenti con lo zucchero, non dimenticare di vitamine e oligoelementi. Si consigliano più fibre, cereali e verdura.

Complicanze croniche

Le complicanze si sviluppano con anni di esperienza con il diabete di tipo 2. Le navi erano già state colpite, anche le terminazioni nervose, la troficità dei tessuti era disturbata. Come risultato di questi processi, gli organi interni si degradano gradualmente - questi sono i reni, il cuore, la pelle, gli occhi, le terminazioni nervose, il sistema nervoso centrale. Smettono semplicemente di svolgere le loro funzioni. Se le grandi navi sono colpite, c'è una minaccia per il cervello. Alle loro pareti di sconfitta si restringono in un barlume, diventano fragili come vetro, la loro elasticità è persa. La neuropatia diabetica si sviluppa dopo 5 anni di glicemia alta.

Un piede diabetico si sviluppa - le estremità perdono la sensibilità, diventano insensibili, ulcere trofiche e gangrena appaiono su di esse. Le gambe del paziente non sentiranno scottature, come nel caso dell'attrice Natalia Kustinskaya, che ha avuto i suoi piedi tutta la notte dopo essere caduta sotto una batteria rovente, ma non lo sentiva.

Nel diabete mellito 2, la nefropatia è al primo posto in termini di mortalità, seguita da malattie del cuore e degli occhi. Il primo va in insufficienza renale cronica, può essere richiesto un trapianto d'organo, che a sua volta è pieno di nuove complicazioni durante l'intervento chirurgico. Sulla pelle in punti di attrito e sudorazione eccessiva si sviluppa la foruncolosi.

Nei diabetici, l'ipertensione è spesso osservata, che continua ad essere elevata anche nelle ore notturne di riposo, il che aumenta il rischio di ictus con edema cerebrale e infarto miocardico. È interessante notare che gli ictus nel diabete di tipo 2 hanno maggiori probabilità di svilupparsi durante il giorno sullo sfondo di figure di pressione del sangue moderatamente elevate.

La metà dei diabetici sviluppa attacchi cardiaci precoci con una clinica severa.

Ma allo stesso tempo, una persona potrebbe non sentire dolore al cuore a causa di una violazione della sensibilità del tessuto.

I disturbi vascolari negli uomini portano all'impotenza e, nelle donne, alla frigidità e alla secchezza delle mucose. Con una notevole esperienza della malattia si sviluppano segni di disturbi mentali sotto forma di encefalopatia: c'è una tendenza alla depressione, instabilità dell'umore, aumento del nervosismo e acutezza. Questo è particolarmente evidente quando lo zucchero oscilla. Alla fine, la demenza si sviluppa nei pazienti. Allo stesso tempo, il rapporto inverso di questi indicatori è il seguente: con zucchero basso, la salute è peggiore, ma non c'è demenza; con l'alto benessere può essere buono, ma i disturbi mentali si sviluppano. La retinopatia è possibile, il che porta alla cataratta e alla cecità.

Prevenzione delle complicazioni e allungamento della vita

La chiave per la salute è l'osservanza del regime quotidiano. L'endocrinologo spiegherà tutto - il resto dipende dalla tua forza di volontà. Lo stile di vita con il diabete dovrebbe cambiare radicalmente. L'umore e le emozioni negative sono completamente esclusi. Dobbiamo diventare ottimisti e imparare a vivere in modo diverso. È impossibile prevedere il decorso della malattia, ma è conveniente affidarsi a fattori che influenzano il prolungamento della vita.

Come convivere con il diabete? Il ricevimento di medicine deve esser unito a medicina di erbe (i tè e le tinture di erbe). Richiede il monitoraggio regolare del sangue e delle urine per lo zucchero, la stretta aderenza al regime giornaliero con riposo e sonno adeguati, attività fisica moderata. Come convivere con il diabete? Impara a meditare e rilassati. Farmaci per il diabete da banco non è necessario.

Questo può portare a complicazioni dagli organi interni, poiché hanno tutti i loro effetti collaterali. Vivere con il diabete elimina completamente l'automedicazione e l'autoregolamentazione delle dosi. Non opprimerti con pensieri di malattia, non dimenticare di goderti la vita, la famiglia e i bambini. Allenati agli esercizi mattutini. I concetti di "diabete" e "stile di vita" stanno diventando inestricabilmente legati.

Se tutti questi punti vengono osservati, il diabete di tipo 2 sarà in grado di reclamare solo 5 anni di vita e il diabete di tipo 1 - 15, ma tutto questo è individuale. L'aspettativa di vita dei pazienti con diabete è cresciuta fino a 75 e 80 anni. Ci sono persone che vivono e 85 e 90 anni.

Malattia del 21 ° secolo: diabete di tipo 1

Il diabete non è una malattia, ma un modo di vivere

Il diabete di tipo 1 è una malattia incurabile, il cui numero non supera il 10% del numero totale di persone con diabete. La malattia si sviluppa come conseguenza di disfunzioni del pancreas, con conseguente aumento dei livelli di glucosio nel sangue. Come dimostra la pratica, il diabete inizia a svilupparsi in tenera età.

"Qual è l'aspettativa di vita per il diabete di tipo 1?" Probabilmente non tutti i pazienti con diabete muoiono, tuttavia, il numero di decessi aumenta ogni anno. Secondo le statistiche, ad oggi, 200 milioni di persone hanno il diabete. Molti di loro soffrono di DM-2 e solo pochi - tipo 1.

statistica

L'aspettativa di vita di una persona con diabete di tipo 1 è notevolmente aumentata negli ultimi anni, grazie all'introduzione di moderne insuline. L'aspettativa di vita media di coloro che si ammalarono dopo il 1965 aumentò di 10 anni rispetto a quelli che si ammalarono negli anni '50. Il tasso di mortalità delle persone di 30 anni che si ammalarono nel 1965 è dell'11% e di quelle che si ammalarono nel 1950 - 35%.

La principale causa di morte tra i bambini di età compresa tra 0 e 4 anni è il coma, una complicanza del diabete. Anche gli adolescenti sono ad alto rischio. La causa della morte è l'abbandono del trattamento, così come l'ipoglicemia. Negli adulti, la causa della morte è un grande uso di alcol, così come - il fumo.

È stato scientificamente dimostrato che aderire a un controllo stretto dei livelli di glucosio nel sangue previene la progressione e migliora anche le complicazioni del diabete di tipo 1 che si sono già verificate.

Devi sapere sul diabete

Il diabete di tipo 1 è una forma incurabile della malattia. Il diabete di questo tipo inizia principalmente a svilupparsi in giovane età, in contrasto con il tipo 2. Con questo tipo di diabete, le persone iniziano la distruzione delle cellule beta nel pancreas, responsabili della produzione di insulina. La distruzione completa di queste cellule porta a una quantità insufficiente di insulina nel sangue. Questo porta a problemi con la conversione dello zucchero in energia. I sintomi principali del diabete di tipo 1 sono:

  • Grave perdita di peso;
  • Minzione aumentata;
  • Costante sensazione di fame;
  • la sete;

Aspettativa di vita

Il diabete è più spesso nei bambini e negli adolescenti. Questo è il motivo per cui è anche chiamato giovane. L'aspettativa di vita media per il diabete di tipo 1 è difficile da prevedere, perché la natura della malattia non è chiara (come si manifesta, come procede). Nel calcolo dell'aspettativa di vita media, vale la pena considerare diversi fattori. Prima di tutto si tratta di pazienti con diabete di tipo 1.

Un gran numero di esperti ritiene che molto dipenda non solo dall'età del paziente, ma anche da quale modalità sta seguendo. Tuttavia, va ricordato che il DM-1 di tipo 1 riduce significativamente l'aspettativa di vita media di una persona, a differenza del diabete di tipo 2.

Secondo le statistiche, circa la metà dei pazienti con diabete 1 muore dopo 40 anni. Allo stesso tempo, hanno insufficienza renale cronica e insufficienza cardiaca. Inoltre, un paio di anni dopo l'inizio della malattia, le persone hanno pronunciato complicazioni che possono portare non solo a un ictus, ma anche allo sviluppo di cancrena. Ci sono anche una serie di complicazioni che possono portare alla morte - non inerenti al tipo 2.

Vivere con il diabete di tipo 1

La cosa principale che dovrebbe essere ricordata, con la diagnosi di lettura - in nessun caso non panico o depressione. SD non è una frase. Lo stato di panico o la depressione portano al rapido sviluppo di complicanze.

Se segui tutte le regole, puoi vivere una vita lunga e felice di una persona sana. Queste misure sono le più appropriate, dal momento che aiutano a garantire una vita normale per il paziente. Ci sono molti casi in cui più di una dozzina di anni hanno vissuto con SD-1.

Oggi, ci sono più di una persona sulla terra che combatte con successo con questa malattia. Secondo i media, c'è un diabetico al mondo che ha recentemente festeggiato il suo 90 ° compleanno. Gli fu diagnosticato il diabete di tipo 1 all'età di 5 anni. Da allora, ha iniziato a monitorare da vicino il livello di glucosio nel corpo e costantemente ha passato tutte le procedure necessarie.

fatti

Secondo le statistiche, circa il 60% dei pazienti passa dallo stadio del prediabete allo stadio del diabete mellito clinico.

Diabete di tipo 1 Quali fattori aumentano il rischio di questa malattia?

  • un chilogrammo di peso in eccesso aumenta il rischio di malattia del 5%;
  • Il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 aumenta di quasi 3 volte se le proteine ​​animali sono presenti nella razione giornaliera;
  • Con l'uso costante di patate, il rischio di diabete è del 22%;
  • Il numero di pazienti con diabete è 3 volte superiore a quello che dicono le statistiche ufficiali;
  • Sul territorio della Federazione Russa, il numero di pazienti con diabete è di 9 milioni di persone e la prevalenza della malattia è del 5,7%;
  • Gli scienziati prevedono che entro il 2030 il numero di casi raggiungerà 500 milioni di persone;
  • Il diabete è la quarta malattia che causa la morte;
  • Circa il 70% dei pazienti vive in paesi in rapido sviluppo;
  • Il maggior numero di malati vive in India - quasi 41 milioni di persone;
  • Secondo le previsioni, entro il 2025 il numero del maggior numero di pazienti sarà tra la popolazione attiva.

Qualsiasi persona che abbia il diabete dirà che in molti modi l'aspettativa di vita media dipende dalla persona che è malata. Più precisamente su quanto tempo vuole vivere. Inoltre, l'ambiente del paziente è anche importante. Dopotutto, ha bisogno del costante supporto di persone care e parenti.

Durata della vita con diabete di tipo 1 e 2

Diabete mellito: quante persone convivono con esso è forse la domanda più urgente tra le persone colpite da questo disturbo. Allo stesso tempo, molte persone credono che questa malattia sia una condanna a morte. Tuttavia, per identificare la complessità di questo problema, è necessario contattare l'istituto medico al medico competente per le misure diagnostiche.

Sì, l'esistenza del diabete non può essere definita confortevole, perché per combatterla è necessario seguire sempre una dieta, contare il numero di calorie nella dieta quotidiana, assumere le medicine necessarie.

E non dovresti disperare immediatamente, dato che la medicina negli ultimi anni ha fatto un passo avanti abbastanza ampio, quindi l'aspettativa di vita per questa malattia è leggermente aumentata. Inoltre, questo è stato facilitato da numerosi cambiamenti nella materia, così rilevanti nel mondo moderno.

Qual è il suo pericolo

Con i sistemi di diabete mellito del corpo, il primo e più potente "colpo" sarà ricevuto dal pancreas - questo è tipico per qualsiasi tipo di malattia. A seguito di tale impatto, nell'attività dell'organo si verificano alcuni disturbi che causano interruzioni nella formazione di insulina - un ormone proteico necessario per il trasporto di zucchero nelle cellule del corpo, che contribuisce all'accumulo dell'energia necessaria.

Nel caso di uno "spegnimento" del pancreas, lo zucchero è concentrato nel plasma sanguigno e i sistemi non ricevono un mangime obbligatorio per un funzionamento ottimale.

Pertanto, per mantenere l'attività, estraggono il glucosio dalle strutture inalterate del corpo, che alla fine portano al loro esaurimento e distruzione.

Il diabete mellito è accompagnato dalle seguenti lesioni:

  • Il lavoro del sistema cardiovascolare sta peggiorando;
  • Ci sono problemi con la sfera endocrina;
  • La visione cade;
  • Il fegato non è in grado di funzionare normalmente.

Se non si inizia il trattamento in tempo, la malattia colpisce quasi tutte le strutture del corpo. Questo è il motivo della brevissima durata delle persone con questo tipo di malattia rispetto ai pazienti con altre patologie.

Nel caso del rilevamento del diabete, è importante capire che l'intera vita futura sarà radicalmente cambiata - dopo tutto, è imperativo seguire una serie di restrizioni che non erano considerate necessarie prima dell'inizio della malattia.

Va tenuto presente che se non si seguono le istruzioni del medico, che mirano a mantenere il livello ottimale di zucchero nel sangue, alla fine si formeranno varie complicanze che influenzano negativamente la vita del paziente.

Devi anche capire che da circa 25 anni il corpo inizia lentamente, ma invecchiando inevitabilmente. Quanto presto accadrà - dipende dalle caratteristiche individuali di ogni persona, ma in ogni caso, il diabete contribuisce in modo significativo al flusso di processi distruttivi, interrompendo la rigenerazione cellulare.

Pertanto, la malattia costituisce una base sufficiente per lo sviluppo di ictus e cancrena - tali complicazioni sono spesso causa di morte. Durante la diagnosi di questi disturbi, l'aspettativa di vita si riduce in modo significativo. Con l'aiuto di moderne misure terapeutiche, è possibile mantenere un livello ottimale di attività per qualche tempo, ma alla fine il corpo non sopravviverà comunque.

In accordo con le caratteristiche della malattia, la moderna medicina di ricerca distingue due tipi di diabete. Ognuno di loro ha manifestazioni e complicazioni sintomatiche distintive, quindi è necessario familiarizzarsi con loro in dettaglio.

Diabete di tipo 1

Il diabete mellito del primo tipo, in altre parole, il diabete insulino-dipendente, è la forma iniziale della malattia, a cui viene somministrato un trattamento efficace. Per ridurre l'incidenza della malattia, è necessario:

  • Osservare una dieta competente;
  • Esegui sistematicamente esercizi fisici;
  • Prendi i farmaci necessari;
  • Sottoporsi a terapia insulinica.

Tuttavia, anche con un tale numero di misure di riabilitazione medica, la questione di quanti anni i diabetici di tipo 1 hanno vissuto con il diabete rimane ancora rilevante.

Con una diagnosi tempestiva della vita su insulina può essere più di 30 anni dal momento del rilevamento della malattia. Durante questo periodo, il paziente acquisisce varie patologie croniche che colpiscono il sistema cardiovascolare e i reni, che riducono significativamente il tempo necessario per una persona sana.

Nella maggior parte dei casi, i diabetici scoprono di essere malati del primo tipo piuttosto presto - prima che compissero 30 anni. Pertanto, se tutti i requisiti prescritti sono soddisfatti, il paziente ha una probabilità piuttosto alta di essere in grado di vivere fino a un'età completamente decente di 60 anni.

Secondo dati statistici, negli ultimi anni le persone con diabete di tipo 1 hanno un'aspettativa di vita di 70 anni e in alcuni casi questa cifra può essere più alta.

L'attività di queste persone si basa principalmente sulla corretta alimentazione quotidiana. Trascorrono molto tempo sulla loro salute, esercitando il controllo sul parametro della glicemia e utilizzando i preparati necessari.

Se consideriamo le cifre generali delle statistiche, allora possiamo dire che ci sono determinati schemi a seconda del sesso del paziente. Ad esempio, l'aspettativa di vita per gli uomini è ridotta di 12 anni. Per quanto riguarda le donne, la loro esistenza è ridotta da un gran numero - circa 20 anni.

Tuttavia, si dovrebbe tenere presente che le cifre esatte non possono essere immediatamente dette, poiché molto dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo e dal grado della malattia. Ma tutti gli esperti dicono che il tempo assegnato dopo il rilevamento della malattia dipende da come una persona osserva se stesso e dallo stato del suo corpo.

Diabete di tipo 2

Anche la domanda su quante persone convivono con il diabete di tipo 2 non può essere risolta in modo inequivocabile, poiché dipende principalmente dalla tempestività della malattia, nonché dalla capacità di riorganizzarsi a un nuovo ritmo di vita.

In realtà, la morte non è dovuta alla patologia stessa, ma dalle numerose complicazioni che provoca. Per quanto riguarda il fatto se sia possibile vivere a lungo con una tale lesione, secondo le statistiche, la possibilità di raggiungere una vecchiaia matura è 1,6 volte inferiore a quella delle persone senza diabete. Tuttavia, va tenuto presente che negli ultimi anni sono state apportate molte modifiche ai metodi di trattamento, pertanto il tasso di mortalità è diminuito significativamente durante questo periodo.

Ovviamente, l'aspettativa di vita dei diabetici è ampiamente corretta dai loro sforzi. Ad esempio, in un terzo dei pazienti che si conformano a tutte le misure di trattamento e riabilitazione prescritte, la condizione è normalizzata senza l'uso di farmaci.

Pertanto, non andare in preda al panico, perché gli endocrinologi considerano le emozioni negative come uno strumento per lo sviluppo della patologia: ansia, stress, depressione - tutto ciò contribuisce al rapido deterioramento della condizione e alla formazione di gravi complicanze.

Sono le complicazioni in questo caso a determinare l'aumento del rischio del secondo tipo di diabete. Secondo le statistiche, tre quarti delle morti in malattie di questo tipo sono dovute a patologie del sistema cardiovascolare. Tutto è spiegato molto semplicemente: a causa del glucosio in eccesso, il sangue diventa viscoso e denso, quindi il cuore è costretto a lavorare con un carico maggiore. Considerare anche le seguenti possibili complicazioni:

  • Il rischio di ictus e infarto è raddoppiato;
  • I reni sono colpiti, con il risultato che non sono in grado di far fronte alla loro funzione chiave;
  • Si forma epatite grassa - danno al fegato a causa di interruzioni nel processo del metabolismo nelle cellule. Inoltre, si trasforma in epatite e cirrosi;
  • Atrofia muscolare, grave debolezza, crampi e perdita di sensibilità;
  • La cancrena che si manifesta sullo sfondo di lesioni al piede o lesioni da carattere fungino;
  • Danni alla retina - retinopatia - possono portare alla completa perdita della vista;

Ovviamente, tali complicazioni sono molto difficili da controllare e trattare, quindi vale la pena di assicurare in anticipo che vengano adottate misure preventive per preservare la propria salute.

Come vivere con il diabete

Per aumentare la possibilità di vivere fino a una grande età, è necessario sapere prima di tutto come vivere con il diabete di tipo 2. Ci sono anche le informazioni necessarie su come esistere con la malattia di tipo 1.

In particolare, è possibile identificare le seguenti attività che contribuiscono ad aumentare l'aspettativa di vita:

  • Misura giornaliera di zucchero nel sangue, pressione sanguigna;
  • Utilizzare farmaci prescritti;
  • Segui il regime dietetico;
  • Esegui esercizi leggeri;
  • Evitare la pressione sul sistema nervoso.

È importante comprendere l'importanza dello stress nella mortalità precoce: per combatterli, il corpo rilascia le forze che avrebbero dovuto affrontare la malattia.

Pertanto, al fine di evitare tali situazioni, è altamente raccomandato imparare come affrontare le emozioni negative in ogni caso - questo è necessario per prevenire l'ansia e il sovraccarico mentale.

Vale anche la pena notare:

  • Il panico, che appare nei pazienti con l'identificazione del diabete, aggrava solo la situazione;
  • A volte una persona è in grado di iniziare a utilizzare i farmaci prescritti in grandi quantità. Ma il sovradosaggio è molto pericoloso - può causare un netto deterioramento;
  • L'automedicazione è inaccettabile. Ciò riguarda non solo il diabete, ma anche le sue complicanze;
  • Tutte le domande sulla malattia devono essere discusse con il medico.

Quindi, prima di tutto, un diabetico deve rispettare non solo la terapia insulinica, ma anche assicurare che vengano prese misure preventive per prevenire il verificarsi di complicazioni. La dieta gioca un ruolo chiave in questo. Di solito, il medico limita la dieta, escludendo i prodotti parzialmente o completamente grassi, dolci, piccanti e affumicati.

È importante capire che se segui tutti gli appuntamenti agli specialisti, puoi aumentare significativamente la durata della vita.

Aspettativa di vita per il diabete di tipo 1

Direttore dell'Istituto per il Diabete: "Butta via il misuratore e le strisce reattive. Non più Metformina, Diabeton, Siofor, Glucophage e Januvia! Tratta con questo. "

Il diabete mellito di tipo 1 è attualmente una malattia incurabile, la cui incidenza ammonta al 10% del numero totale di persone con diabete. Lo sviluppo della malattia si verifica a causa di disfunzione del pancreas, con conseguente insufficiente secrezione di insulina e aumento dei livelli di zucchero nel sangue. Di regola, il diabete si sviluppa in tenera età.

Il trattamento del diabete di tipo 1 è la più stretta aderenza ad una dieta, un certo insieme di esercizi fisici e un uso adeguato e tempestivo della terapia insulinica.

La prognosi e le conseguenze del diabete di tipo 1

La prognosi dell'aspettativa di vita di un paziente con diabete di tipo 1 è inferiore alla media. Fino al 45-50% dei pazienti muore 37-42 anni dopo l'insorgenza della malattia da insufficienza renale cronica. Dopo 23-27 anni, i pazienti sviluppano complicazioni aterosclerotiche, portando alla morte per ictus, cancrena, dopo l'amputazione, lesioni ischemiche alle gambe o malattia coronarica. I fattori di rischio indipendenti per la morte prematura sono la neuropatia, l'ipertensione arteriosa e simili.

Per prevenire e rallentare la progressione della malattia, per migliorare il corso delle complicanze esistenti, è necessario uno stretto controllo sul livello di zucchero. Quando questa condizione è soddisfatta, si verifica una remissione iniziale in ogni quarto paziente con diabete di tipo 1. Durante il periodo di remissione iniziale, che dovrebbe durare da 3 mesi a sei mesi (in rari casi fino a 1 anno), la condizione generale si stabilizza e la necessità di ridurre l'insulina è marcata.

Dimostrato che il diabete progredisce gradualmente, soggetto a condizioni di lavoro e di vita razionali. Pertanto, per i pazienti con diabete, è fondamentale evitare il sovraccarico fisico e lo stress emotivo che accelerano lo sviluppo della malattia. È molto importante mantenere costantemente i valori obiettivo per la compensazione del diabete di tipo 1, in modo che le complicanze acute della malattia si sviluppino molto più tardi. Per ridurre al minimo il rischio di complicazioni nel diabete di tipo 1, sono necessari anche l'autocontrollo glicemico quotidiano, il mantenimento dei livelli di emoglobina nel sangue e il cambiamento tempestivo della dose di insulina. Tutto quanto sopra influisce fortemente sull'aspettativa di vita dei pazienti.

La prognosi dell'aspettativa di vita di un paziente con diabete mellito di tipo 1 dipende da una serie di fattori, tra cui la determinazione tempestiva della malattia, la sua gravità, la diagnosi e il trattamento corretti, l'età del paziente. Sfortunatamente, ogni seconda persona con diabete non raggiunge la mezza età. Anche se, se si mantengono normali livelli di glucosio nel sangue e, se possibile, si blocca lo sviluppo di complicazioni associate al diabete, la qualità e la longevità aumentano.

Feedback e commenti

Il diabete è mortale?

La maggior parte dei pazienti che hanno sentito questa diagnosi sono interessati a quante persone vivono con il diabete. Questa malattia è incurabile, tuttavia, puoi conviverci per molto tempo. Tuttavia, fino ad ora, molti ricercatori ritengono che la prognosi per la vita con il diabete non sia favorevole e rimane fatale.

  1. L'insufficienza renale si sviluppa con trattamento inadeguato e nella fase avanzata può portare alla morte del paziente;
  2. L'insufficienza epatica si verifica meno frequentemente, ma può anche portare alla morte se un trapianto non viene eseguito in modo tempestivo;
  3. L'angiopatia è un danno ai vasi sanguigni del sistema cardiovascolare, che può essere abbastanza forte e causare una diminuzione dell'aspettativa di vita dei pazienti diabetici (infarto del miocardio, a volte ictus).

Attualmente, una delle cause più frequenti di morte per i diabetici è l'infarto del miocardio. È più pericoloso per loro, dal momento che la lesione è più estesa che negli umani - non è diabetica, ma il corpo è indebolito. Pertanto, è lo stato del sistema cardiovascolare che influenza maggiormente il numero di persone con diabete vivo.

Tuttavia, i diabetici di tipo 1 ora possono vivere molto più a lungo di 50 anni fa. Nella seconda metà del ventesimo secolo, l'insulina non era così accessibile come lo è oggi, perché la mortalità era più alta (al momento, questa cifra è diminuita in modo significativo). Dal 1965 al 1985, il tasso di mortalità in questo gruppo di diabetici è diminuito dal 35% all'11%. Anche il tasso di mortalità è diminuito in modo significativo a causa della produzione di misuratori di glucosio nel sangue moderni, accurati e mobili, che consentono di controllare i livelli di zucchero, che influiscono anche sul numero di persone con diabete vivo.

statistica

È possibile vivere con il diabete per molto tempo, ma con un controllo permanente sulla loro condizione. L'aspettativa di vita per il diabete di tipo 1 è piuttosto alta negli adulti. Una percentuale più alta di decessi per diabete di tipo 1 in bambini e adolescenti con questa diagnosi, perché il monitoraggio della loro condizione può essere complicato (muoiono 4-9 volte più spesso rispetto a persone di età superiore a 35 anni). Nelle complicanze giovani e infantili si sviluppano più velocemente e non è sempre possibile identificare la malattia nel tempo e iniziare il trattamento. In questo caso, il diabete mellito di tipo 1 è molto meno comune del tipo 2.

La mortalità tra i diabetici di tipo 1 è 2,6 volte superiore a quella di coloro che non hanno una tale diagnosi. Per chi soffre di malattia di tipo 2, questo indicatore è 1,6.

L'aspettativa di vita nel diabete mellito di tipo 2 è recentemente aumentata notevolmente, a causa dell'introduzione di farmaci di terza generazione. Ora, dopo la diagnosi, i pazienti vivono ancora per circa 15 anni. Questa è una cifra media, bisogna ricordare che la maggior parte dei pazienti viene diagnosticata dopo i 60 anni di età.

Per indicare in modo inequivocabile quante persone convivono con il diabete di tipo 1 e di tipo 2, tali statistiche saranno utili. Ogni 10 secondi, 1 persona muore sul pianeta con una diagnosi del genere dallo sviluppo di complicanze. Allo stesso tempo, altri due diabetici compaiono durante lo stesso tempo. Perché la percentuale di casi sta crescendo rapidamente.

Nel diabete del primo tipo nei bambini da 0 a 4 anni, la principale causa di morte è il coma chetoacidosi all'inizio della malattia, che si verifica a seguito dell'accumulo di corpi chetonici nel sangue. Con l'età, la probabilità di convivere con il diabete aumenta abbastanza a lungo.

Aumento dell'aspettativa di vita

Come accennato in precedenza, ci sono molte caratteristiche di come vivere con il diabete. Direttamente dall'osservanza di semplici regole dipende da quanti pazienti convivono con essa. Con il diabete di tipo 1 nei bambini, la principale responsabilità per il controllo dei livelli di glucosio e il mantenimento della dieta è sui genitori. Questi fattori sono decisivi nel determinare la qualità e la durata della vita. Questo è particolarmente importante nei primi anni di vita con il diabete di tipo 1 nei bambini, poiché è a questa età che la percentuale di mortalità è più alta.

  • I carichi muscolari quotidiani contribuiscono alla trasformazione attiva del glucosio nel corpo in energia. Nel diabete, puoi anche regolare il livello di esercizio dello zucchero, se la dieta è stata interrotta;
  • L'aderenza rigorosa alla dieta può compensare il diabete nei bambini, mentre aumenta l'aspettativa di vita. È anche importante che gli adulti escludano i carboidrati (particolarmente facilmente digeribili), non troppo. Stare insieme allo sforzo fisico ridurrà significativamente il rischio di obesità, che influisce anche su quanto tempo si può vivere con il diabete di un tipo o di un altro nei bambini e negli adulti;
  • Con un aumento regolare del livello di zucchero, è possibile e necessario rinunciare a cattive abitudini che influenzano negativamente le navi e possono rallentare il metabolismo. Questo è il fumo, l'alcol, ecc.

Un ruolo importante è svolto dal momento del rilevamento delle malattie. Il grado di sviluppo delle complicazioni dipende da questo, e già da questo, per quanto tempo vivrà una persona. Se il diabete non è stato diagnosticato per molto tempo, esiste una possibilità di complicazioni gravi, perché è importante non ignorarlo.

Statistiche sulla speranza di vita

Novanta anni fa, una malattia insulino-dipendente divenne una condanna a morte, metà delle persone con una diagnosi accertata visse per soli due anni; più del 50% è morto entro 5 anni.

Grazie all'introduzione della terapia insulinica nel 1922 e numerosi studi di successo, molti pazienti ora vivono fino a 50 anni o più. Ma la sopravvivenza di questa malattia è ancora in ritardo tra le persone sane.

Gli studi sull'aspettativa di vita delle persone con diabete hanno mostrato che la durata media della vita con la malattia è leggermente aumentata negli ultimi decenni.

Le ragioni di questo sono:

  • progressi della tecnologia;
  • combattere le malattie;
  • migliorare la qualità dell'insulina;
  • misuratori di glucosio nel sangue;
  • iniezione;
  • raccomandazioni più accurate per la prevenzione e il trattamento delle complicanze.

Recenti studi hanno dimostrato che la differenza nella durata degli anni tra i diabetici e le persone sane è superiore a 10 anni. Gli uomini con malattia muoiono in media 11 anni prima rispetto alle persone sane. In media, le donne con una diagnosi vivono 13 anni in meno.

Cosa influenza la durata della vita

Dopo aver diagnosticato una malattia insulino-dipendente, molti pazienti sono preoccupati di quanto vivono con esso. Il diabete e le sue conseguenze sono effetti molto devastanti sul corpo nel suo complesso.

E anche se la morte è sempre un argomento spiacevole, la natura umana vuole sapere per quanto tempo si può vivere con una diagnosi così difficile. Non esiste una risposta rapida e precisa a questa domanda, perché una serie di fattori influenzano la durata della vita.

Ecco alcuni aspetti che determineranno il numero di anni indipendentemente dal tipo di patologia:

  • quanto presto è stata diagnosticata la malattia;
  • il progresso delle complicanze diabetiche;
  • altre condizioni essenziali (livello delle condizioni socio-economiche, alimentazione, esercizio fisico, dopo un ciclo di trattamento).

Tutti i tipi di complicazioni durante lo sviluppo di una condizione patologica sono particolarmente ridotti. Un più alto livello di zucchero nel sangue per un periodo di tempo porta ai seguenti problemi:

  • retinopatia;
  • malattia renale;
  • malattie cardiovascolari.

L'ipoglicemia può spesso essere accompagnata da malattie associate:

  • ipertensione;
  • colesterolo alto.

Inoltre, una condizione diabetica contribuisce alla cattiva circolazione, che porta a danni agli organi come:

Secondo la ricerca di molti scienziati, l'effetto della patologia sul cuore si è rivelato la più grande causa di anni persi. Si è anche scoperto che prima che i diabetici muoiano in condizioni causate dal coma diabetico, che è innescata da un livello critico di zucchero, e dalla chetoacidosi causata dall'assenza di insulina nel corpo.

Nelle persone di età inferiore ai 60 anni, la principale causa di morte precoce era il coma diabetico e l'acidosi diabetica - circa il 25%.

Secondo i ricercatori, la cardiopatia ischemica, che è diventata la principale causa di morte tra i pazienti, rappresenta il 35%. Anche l'insufficienza renale ha avuto un ruolo.

Medaglia per la vita con il diabete

I vincitori del programma Diabetes Joslin Center sono pazienti con malattia di tipo 1 che sono stati dipendenti da insulina per 25, 50, 75 o 80 anni.

Dal 1948, il dottore di Harvard della clinica di Boston Joslin, un pioniere nello studio e nella cura del diabete, ha iniziato a premiare le persone che hanno vissuto con la patologia per 25 anni. Il programma nel 1970 è stato ampliato e da allora le medaglie sono state assegnate a quei pazienti che hanno combattuto con successo contro la malattia da 50 anni. La prima medaglia di 75 anni è stata assegnata nel 1996, nel 2013 è stato ricevuto il primo premio di 80 anni.

Dal 1970, sono state premiate oltre 4000 medaglie di 50 anni, medaglie da 65 a 75 anni. Tali premi sono stati ricevuti da pazienti di tutto il mondo - in Australia, Brasile, Canada, Inghilterra, Ungheria, Giappone, Paesi Bassi, Pakistan, Filippine, Sud America, Spagna, Svezia, Svizzera. In Russia sono state assegnate 9 medaglie di 50 anni.

Aspettativa di vita al diabete di tipo 1 e 2

Nella maggior parte dei casi, la patologia di tipo 1 si sviluppa nei bambini e negli adolescenti rispetto al secondo grado, quindi i pazienti con tale diagnosi trascorrono un periodo di residenza più lungo con condizioni speciali di residenza.

Tuttavia, i pazienti con il primo grado vivono abbastanza a lungo. Soprattutto gli indicatori di durata sono significativamente migliorati nei malati nati nel 20 ° secolo.

L'aspettativa di vita con il diabete di tipo 2, che si sviluppa più lentamente e di conseguenza viene diagnosticata dopo la comparsa di sintomi caratteristici o segni di gravi complicanze, dipende anche da molte componenti.

Qualsiasi condizione patologica ha un grave impatto sulla salute e, di conseguenza, sulla longitudine dei pazienti che hanno vissuto anni. Entrambi i tipi di malattia aumentano significativamente il rischio di mortalità di una persona con una serie di gravi complicanze, quindi un diabetico ha bisogno di gestire costantemente la sua condizione.

Prendendo il giusto trattamento e l'esercizio fisico non solo è possibile aumentare il numero di anni, ma anche migliorare la loro qualità.

Il fatto che il diabete possa vivere più a lungo:

Eziologia della malattia

Il diabete di tipo 1 nei bambini è caratterizzato da una quantità estremamente bassa di insulina prodotta dal pancreas. Ciò porta al fatto che il paziente ha costantemente bisogno di insulina. Questa condizione è chiamata insulino-dipendenza.

Determinare la causa della malattia in ogni individuo è molto difficile. Ma ci sono diversi fattori eziologici principali che contribuiscono all'insorgenza del diabete di tipo 1. Ecco i principali:

  1. Eredità gravata. Nei parenti di bambini che si ammalano di diabete insulino-dipendente, questa malattia si verifica 3-4 volte più spesso della media della popolazione. Le ragioni di questa dipendenza non sono state completamente identificate, in quanto gli scienziati non hanno ancora trovato alcun gene mutante responsabile dell'insorgenza della malattia.
  2. Predisposizione genetica. Questa frase significa che il paziente ha un certo insieme di geni normali che predispongono solo al verificarsi della malattia. Ciò significa che potrebbe non manifestarsi mai, o potrebbe svilupparsi sotto l'influenza di fattori esterni.
  3. I virus. È stato dimostrato che alcuni virus possono contribuire alla formazione del diabete insulino-dipendente. Questi includono citomegalovirus, morbillo, coxsackie, parotite e Epstein-Barr.
  4. Potenza. È noto che i bambini che ricevono una formula di latte adattata al posto del latte materno sono più suscettibili al diabete.
  5. Esposizione a determinate sostanze e preparati. Un certo numero di sostanze chimiche ha un effetto tossico sulle cellule pancreatiche. Ciò include antibiotici obsoleti, veleno per topi (Vakor) e composti chimici contenuti in vernici e altri materiali da costruzione.

Gruppo di rischio

Un bambino di qualsiasi età può ammalarsi - la malattia non passa nemmeno dai neonati.

Il primo picco di incidenza si verifica all'età di 3-5 anni. Ciò è dovuto al fatto che in questo momento, i bambini di solito iniziano a frequentare la scuola materna e costantemente affrontano nuovi virus. Le particelle virali infettano le cellule immunitarie del pancreas, che sono responsabili della normale produzione di insulina.

Il secondo picco di incidenza si verifica all'età di 13-16 anni ed è associato alla pubertà attiva e alla crescita del bambino. I ragazzi e le ragazze soffrono di diabete del primo tipo altrettanto spesso.

Chi è a rischio di diabete di tipo 1 nei bambini e negli adolescenti?

Se un bambino è in uno dei seguenti gruppi di rischio, è necessario prestare particolare attenzione alla sua salute e condurre esami del sangue preventivi per i livelli di glucosio:

  • i parenti stretti soffrono di diabete insulino-dipendente,
  • bambini, spesso malati di varie malattie virali,
  • che aveva ipertrofia alla nascita (il peso del neonato superava 4,5 kg),
  • bambini con altri disturbi endocrini (ad es. ipotiroidismo),
  • con disturbi congeniti del sistema immunitario.

I sintomi della malattia

Il diabete mellito del primo tipo nei bambini è una malattia particolarmente insidiosa che è in grado di mascherarsi in altre condizioni.

È molto importante consultare un medico in tempo, perché il diabete si verifica nei bambini alla velocità della luce e in breve tempo può causare danni irreparabili al corpo. Se si notano sintomi dal seguente elenco in un bambino, contattare immediatamente un endocrinologo:

  • Poliuria. Questo sintomo è un'eccessiva escrezione di urina. I genitori spesso lo confondono con l'enuresi notturna.
  • Sete costante Il paziente può consumare 8-10 litri di acqua al giorno, ma anche questa quantità di liquido non può dissetare ed eliminare la secchezza delle fauci.
  • Perdita di peso senza causa. Il bambino perde peso drammaticamente, anche se ha una costante sensazione di fame e consuma molto più cibo del solito.
  • Perdita di vista Il paziente lamenta una brusca perdita della vista. Per un breve periodo di tempo, la visione potrebbe cadere di diverse diottrie.
  • Reazioni cutanee Sulla pelle del bambino compaiono varie eruzioni cutanee, pustole, ulcere non cicatrizzate.
  • Malattie fungine Le ragazze si lamentano spesso di mughetto nell'area genitale.
  • Debolezza. Il bambino diventa sonnolento, perde interesse nel gioco, imparando, non vuole camminare. Spesso c'è irritabilità, nervosismo, apatia.

diagnostica

La diagnosi del diabete di tipo 1 consiste in due fasi. Il primo è scoprire se il bambino ha davvero il diabete. Il secondo è scoprire che tipo di diabete soffre.

Il primo passo è studiare il livello di glucosio nel sangue. Questo può essere fatto con un glucometro domestico, ma il livello di zucchero verrà determinato con la massima precisione in un laboratorio specializzato.

Se il livello di glucosio nel sangue del paziente supera i 6,7 mmol / l, non vi sono dubbi sulla presenza di diabete mellito.

Un'analisi delle urine può anche aiutare a fare una diagnosi. Se il bambino ha il diabete, i corpi di glucosio e chetone vengono rilevati nella porzione delle urine del mattino.

Quando la presenza del diabete è indubbiamente necessaria per determinarne il tipo. Per rilevare il diabete mellito 1, viene utilizzata la definizione di anticorpi specifici. La loro presenza nel sangue di un bambino suggerisce che le cellule del pancreas sono distrutte:

  • anticorpi anti-insulina
  • anticorpi alle cellule degli isolotti di Langerhans,
  • anticorpi contro la tirosina fosfatasi.

trattamento

Il pancreas di pazienti con diabete 1 bambini non produce insulina. Ciò significa che l'insulina deve essere somministrata dall'esterno.

Ciò consente al bambino di vivere una lunga vita piena, anche se cento anni fa, quando l'insulina non era in grado di produrre, un tale paziente moriva molto rapidamente.

I trattamenti per il diabete di tipo 1 nei bambini includono:

  • terapia insulinica,
  • corretta alimentazione
  • attività fisica
  • mantenere la stabilità mentale.

La terapia insulinica è selezionata esclusivamente da un medico in base ai singoli indicatori del bambino.
Tutte le insuline possono essere divise in 4 categorie:

  1. azione ultracorta (3-4 ore),
  2. azione breve (6-8 ore),
  3. durata media dell'azione (12-16 ore),
  4. a lunga durata (fino a 30 ore).

Per imitare il processo naturale della produzione di insulina da parte dell'organismo, è necessario combinare brevi insuline con quelle lunghe. La scelta migliore è la prima scelta di cibo e quindi il calcolo del dosaggio richiesto.

È importante ricordare sull'esercizio. Il loro bisogno è legato al fatto che i muscoli sotto carichi assorbono il glucosio senza la partecipazione di insulina.

I carichi dovrebbero essere regolari, ma misurati. Prima dell'inizio delle lezioni è meglio consultare un endocrinologo.

Per mantenere un livello stabile di zucchero, è necessario prendersi cura della salute mentale del bambino, poiché lo stress aumenta i livelli di glucosio.

È meglio contattare uno psicologo o uno psicoterapeuta che abbia esperienza di lavoro con pazienti affetti da malattie croniche.

La dieta per il diabete mellito 1 in un bambino è un argomento esteso, quindi lo metteremo in evidenza in una sezione separata di questo articolo.

Come controllare il trattamento?

Il controllo del trattamento deve sempre essere effettuato in tandem con il medico, ma molto dipende dal paziente e dalla sua famiglia. Per controllare l'efficacia della terapia insulinica vengono utilizzati:

  • monitoraggio giornaliero del glucosio con un glucometro domestico,
  • consegna regolare di urina per analisi per eliminare la presenza di chetoni e zucchero,
  • determinazione del livello di emoglobina glicata.

Diabete di tipo 1 nei bambini: prognosi

La prognosi del diabete insulino-dipendente nei bambini è considerata condizionatamente favorevole. Ma tali affermazioni ottimistiche possono essere fatte solo se il diabete è compensato, cioè si determina un livello di glucosio stabile e normale e si osserva un'elevata aderenza al trattamento.

Le complicanze più comuni del diabete di tipo 1 nei bambini:

  • retinopatia,
  • compromissione della funzionalità renale
  • piede diabetico,
  • neuropatia,
  • disturbi del metabolismo lipidico
  • declino della fertilità.

Diabete di tipo 1 con disabilità nei bambini:

A tutti i bambini che soffrono di diabete mellito di primo tipo, indipendentemente dalle complicazioni esistenti, viene assegnata una disabilità.

dieta

I bambini con diabete devono seguire una dieta rigorosa fino al raggiungimento di un controllo stabile della malattia.

La dieta per il diabete di tipo 1 nei bambini è la seguente:

  1. I genitori dovrebbero escludere dalla dieta quotidiana dei carboidrati leggeri del bambino. Questi includono torte, pasticcini, gelati, miele, succhi confezionati, caramelle, cioccolato. Ciò è dovuto al fatto che questi prodotti hanno un alto indice glicemico, il che significa che aumentano istantaneamente i livelli di zucchero nel sangue a valori enormi.
  2. Pasta, cereali, pane non sono proibiti, ma è necessario monitorare la quantità consumata.
  3. I genitori devono acquistare bilance culinarie e trovare tabelle speciali che indicano il contenuto di carboidrati per sapere esattamente quanto il loro bambino ha consumato e la quantità di insulina di cui hanno bisogno.

Il diabete insulino-dipendente è una malattia cronica grave che richiede una stretta aderenza alle raccomandazioni mediche, quindi i genitori di un bambino malato devono studiare informazioni aggiornate sul diabete 1 e spiegare costantemente al figlio o alla figlia l'importanza del trattamento, della dieta e dello sport.

Video utile

Ti suggeriamo di familiarizzare con il programma sul diabete di tipo 1 nei bambini nel seguente video:

Perché il diabete accorcia la vita?

Prima di affrontare l'aspettativa di vita, devi capire perché c'è una malattia così terribile.

Per la produzione di insulina nel corpo umano è il pancreas. Se smette di funzionare normalmente, il livello di insulina diminuisce, per questo lo zucchero non viene trasportato ad altri organi e cellule, ma rimane nel sangue.

Di conseguenza, i tessuti sani cominciano a rompersi e questo porta a tali disturbi:

  • malattie cardiovascolari;
  • rottura endocrina;
  • patologie dell'apparato visivo;
  • problemi con il sistema nervoso;
  • malattie dei reni e del fegato.

Questa lista di malattie non finisce qui.

I diabetici vivono meno delle persone sane o anche di quelli che soffrono di malattie croniche.

Più velocemente la malattia progredisce e più alti sono i livelli di zucchero nel sangue, maggiore è la probabilità che tutto ciò possa essere fatale. Pertanto, le persone che sono negligenti per la loro salute, regolarmente non controllano il livello di zucchero e non subiscono un ciclo di trattamento, vivono non più di 50 anni.

Chi potrebbe essere a rischio di morire in tenera età?

Le complicazioni si sviluppano più rapidamente nelle seguenti categorie di persone:

  • bambini (più il diabete appare in tenera età, più velocemente sarà fatale);
  • fumatori;
  • persone che consumano regolarmente alcol;
  • diabetici con aterosclerosi.

I bambini hanno più probabilità di essere diagnosticati con diabete di tipo 1, quindi hanno bisogno di un apporto costante di insulina sin dalla tenera età. Già questa ragione influisce sulla durata della vita.

Le persone con cattive abitudini, che seguono una dieta e seguono tutte le raccomandazioni di un medico, vivono fino a un massimo di 40 anni. Il fumo e l'alcol sono incompatibili con il diabete.

L'aterosclerosi di per sé porta a gravi conseguenze e, insieme al diabete mellito, può contribuire allo sviluppo di cancrena o ictus. Dopo queste malattie, il diabetico non vive a lungo.

Considera in che modo il tipo di malattia influisce sull'aspettativa di vita.

Per quanto tempo vivono i diabetici con il primo tipo?

Il primo tipo di diabete è insulino-dipendente, cioè una persona ha costantemente bisogno di piccole o grandi dosi di insulina (a seconda della gravità della sua condizione).

L'aspettativa di vita dipende da diversi fattori:

  1. Terapia insulinica È importante monitorare costantemente la glicemia e, quando si alza, iniettare immediatamente l'insulina. Se un farmaco viene somministrato caso per caso, l'effetto del trattamento sarà minimo e il rischio di complicanze che influenzano il benessere del paziente aumenta in modo significativo.
  2. Dieta. Gli indicatori di colesterolo e zucchero nel sangue dipendono in gran parte dalla corretta alimentazione.
  3. Esercizio fisico Uno stile di vita attivo previene lo sviluppo dell'obesità.

La misura in cui una persona aderirà ai suddetti fattori dipende dalla sua longevità.

Malattie croniche del cuore, del fegato e dei reni influenzano l'aspettativa di vita ridotta.

Le seguenti complicazioni possono portare a morte prematura nel tipo 1:

  • aterosclerosi progressiva;
  • insufficienza renale.

Queste malattie compaiono principalmente 23 anni dopo la scoperta del diabete. Il paziente può morire dopo 40 anni. Di norma, i diabetici, che aderiscono rigorosamente a tutte le misure per prevenire lo sviluppo di complicanze, vivono fino a 70 anni.

L'aspettativa di vita dipende anche dal sesso del paziente, per le donne si riduce di 20 anni e per gli uomini solo di 12 anni.

Va detto che la durata della vita dipende non solo dal tipo di malattia e dalla correttezza del trattamento, ma anche dalle caratteristiche individuali dell'organismo, nonché dal tasso di progressione del diabete. Per quanto tempo un paziente può vivere con il secondo tipo?

Quanto tempo vivono i diabetici con il secondo tipo?

Il diabete del secondo tipo non accorcia la vita tanto quanto il primo. Alla morte prematura dei diabetici con i primi tipi portano a varie malattie croniche gravi, con il tipo 2 questo non si verifica. Come nel caso del primo tipo, e il secondo, è necessario monitorare costantemente la glicemia.

Se inizi a controllare il decorso della malattia all'inizio, puoi ridurre significativamente il ritmo del suo sviluppo e prevenire la morte prematura. Il secondo tipo è diagnosticato in quasi il 90% dei casi, la maggior parte dei pazienti sono anziani che hanno più di 50 anni.

Affinché il diabete mellito non influisca in alcun modo sull'aspettativa di vita del paziente, devono essere seguite le seguenti raccomandazioni:

  • dieta;
  • esercizio costante

Il rischio di gravi complicazioni con la dieta e uno stile di vita attivo è minimo. Vale la pena considerare per tutti i pazienti con il secondo tipo. La causa della morte precoce può essere la malattia cronica del cuore e dei reni.

Le statistiche confermano che i pazienti con il secondo tipo vivono molto più a lungo rispetto al primo tipo. L'aspettativa di vita è ridotta solo di 5 anni.

Il diabete mellito non solo riduce la qualità e la durata della vita, ma può anche portare alla disabilità umana a causa della progressione della malattia e dello sviluppo di gravi complicanze. Il controllo degli indicatori dello zucchero e della pressione arteriosa deve essere effettuato regolarmente.

Chi è a rischio

Se confrontiamo negli anni passati, l'aspettativa di vita media dei diabetici è recentemente aumentata in modo significativo. Oggi, i pazienti con malattie gravi vivono da circa 15 anni dalla scoperta del diabete.

Se prima del 1965, il 35% dei pazienti con diabete mellito del primo tipo morì di una diagnosi, quindi nel periodo successivo il tasso di mortalità fu dell'11%.

Tali cambiamenti sono associati allo sviluppo della medicina moderna e all'emergere di vari farmaci e dispositivi che consentono ai pazienti di controllare indipendentemente la loro malattia. In precedenza, l'aspettativa di vita era bassa a causa del fatto che l'insulina era un farmaco inaccessibile.

  • La causa della morte nei bambini da 0 a 4 anni è il coma chetoacido, che si sviluppa con il diabete.
  • Il più delle volte il diabete mellito del primo tipo viene rilevato nei bambini e negli adolescenti, per questo motivo si osserva un alto tasso di mortalità a questa età. Come sapete, i bambini non possono sempre monitorare in modo indipendente gli indicatori di glucosio nel sangue, il che porta allo sviluppo di complicanze. Compresa la causa è spesso la chetoacidosi diabetica e l'ipoglicemia.
  • Tra gli adulti, c'è una bassa aspettativa di vita, di norma, le persone che consumano bevande alcoliche e fumano. Inoltre, il periodo di vita è ridotto a causa della presenza di complicanze microvascolari tardive del diabete.

Per questo motivo, i diabetici decidono se abbandonare le cattive abitudini per prolungare la loro aspettativa di vita o continuare a condurre uno stile di vita malsano.

Diabete insulino-dipendente e sue caratteristiche

A differenza del diabete mellito del secondo tipo, la malattia del primo tipo compare in tenera età. Questa è una forma incurabile di diabete, durante la quale le cellule beta del pancreas vengono distrutte e sono responsabili della produzione di insulina.

A causa della completa distruzione delle cellule, nel sangue si forma una carenza di insulina. Di conseguenza, il glucosio non è in grado di convertire completamente in energia. I principali segni della malattia includono:

  1. minzione frequente,
  2. la disidratazione,
  3. perdita di peso drastica
  4. visione ridotta
  5. affaticamento frequente
  6. sensazione di fame e sete.

In caso di diabete mellito di primo tipo, è necessario monitorare costantemente i livelli di glucosio nel sangue, introdurre regolarmente insulina nel corpo e seguire una dieta a base di carboidrati.

È anche importante esercitarsi per regolare il livello di zucchero nel sangue.

Quante persone vivono con il diabete mellito di tipo uno

Poiché non è sempre noto come la malattia progredisce e se ci siano complicazioni, è molto difficile dire esattamente per quanto tempo vivono i diabetici.

Prima di tutto, dipende dal paziente e dal suo stile di vita, quindi è importante prendere in considerazione tutti i fattori.

Nel frattempo, il diabete insulino-dipendente riduce l'aspettativa di vita.

  • Secondo le statistiche, oltre la metà dei diabetici è morta dopo 40 anni. Ciò è dovuto allo sviluppo dell'insufficienza renale cronica.
  • A 23 anni, i pazienti spesso sviluppano l'aterosclerosi. Questo spesso causa un ictus o cancrena.
  • Includendo come complicazione nei diabetici del primo tipo, si possono osservare altre malattie che riducono significativamente l'aspettativa di vita media.

Molto spesso, dopo che la diagnosi è diventata nota, i diabetici vivono in media per circa 30 anni. Durante questo periodo, il paziente viene colpito dal sistema cardiovascolare, si sviluppa la patologia dei reni, che diventa la causa dell'inizio della morte precoce.

Se consideriamo che il diabete insulino-dipendente viene rilevato in giovane età, i diabetici possono vivere fino a 50-60 anni. Se monitorate la vostra salute e monitorate le prestazioni dello zucchero nel taglio, l'aspettativa di vita può essere di 70 anni.

Se confrontiamo per sesso, le donne con diabete vivono più brevi di 12 anni e gli uomini di 20 anni.

Come aumentare l'aspettativa di vita

Per evitare che il diabete insulino-dipendente causi la morte prematura, è necessario monitorare regolarmente i livelli di glucosio nel sangue. Questo può ridurre la probabilità di morte. Ogni quattro diabetici, se ci provi, può condurre una vita normale e non è diverso dalle persone sane.

  1. Per ridurre il tasso di sviluppo della malattia, è necessario iniziare il trattamento in tempo e monitorare lo zucchero nel sangue. È necessario controllare rigorosamente il livello di glucosio, contribuirà a ridurre la necessità di insulina.
  2. Compreso in caso di diabete mellito del primo tipo, è necessario abbandonare grandi carichi fisici, cercare di evitare situazioni stressanti che influenzano negativamente le condizioni del paziente.
  3. Inoltre, i diabetici dovrebbero sottoporsi regolarmente a un esame del sangue per i livelli di emoglobina. Questo è un elemento indispensabile per il diabete di tipo 1.

In ogni caso, se il medico diagnosticato il diabete insulino-dipendente, non dovrebbe cadere nel panico. Lo stato psicologico instabile può solo aggravare il decorso della malattia e accelerare lo sviluppo di complicazioni. Se segui una dieta competente, conduca uno stile di vita sano, conduca regolarmente una terapia insulinica, puoi vivere a lungo, nonostante la grave malattia.

In pratica, ci sono molti casi in cui i diabetici sono stati in grado di vivere per diversi decenni. Uno degli esempi più vividi è un diabetico che ha 90 anni.

In questo caso, la malattia fu diagnosticata all'età di cinque anni. Osservare tutte le regole della nutrizione e della terapia insulinica lo ha aiutato a vivere fino all'anniversario. Questo di nuovo indica che qualsiasi malattia grave è indebolita e non progredisce se il giusto approccio per risolvere la situazione.

Secondo i medici, per far fronte alla malattia, è necessario prendere in considerazione il fatto che il corpo ha smesso di produrre la giusta dose di insulina e fare ogni sforzo per compensare la mancanza di un ormone. Questo può aiutare non solo i medici, ma anche le persone vicine del diabetico che possono sostenere il paziente e aiutare a far fronte a questa difficile malattia.

Stile di vita diabetico

Nessuno è in grado di rispondere completamente a quanti anni hanno vissuto con il diabete. Ciò è dovuto al fatto che la natura del diabete è individuale per ogni persona. Come convivere con il diabete? Ci sono regole che hanno un effetto benefico sulla durata dell'attività vitale di un diabetico.

Con diabete di tipo 1

A causa del fatto che ogni giorno i principali specialisti medici del nostro tempo conducono lavori di ricerca globale in termini di studio del diabete e delle persone affette da questo, possiamo elencare i parametri principali, che possono avere un effetto benefico sull'aspettativa di vita dei pazienti con diabete di tipo 1.

Studi statistici dimostrano che le persone con diabete di tipo 1 muoiono prematuramente 2,5 volte più spesso delle persone sane. Nelle persone con diabete di tipo 2, queste cifre sono due volte meno.

Le statistiche mostrano che le persone con diabete di tipo 1, in cui la malattia si è manifestata dall'età di 14 anni e più tardi, raramente sono in grado di vivere fino a cinquanta anni. Quando la diagnosi della malattia è stata fatta in modo tempestivo e il paziente ha rispettato le prescrizioni mediche, l'aspettativa di vita dura finché la presenza di altre malattie associate lo consente. Negli ultimi anni, la medicina nei suoi risultati in termini di trattamento del diabete primario è andata lontano, il che ha permesso ai diabetici di vivere più a lungo.

Perché ora le persone con diabete vivono più a lungo? La ragione era la disponibilità di nuovi farmaci per le persone che curano le malattie diabetiche. La sfera del trattamento terapeutico alternativo di questa malattia si sviluppa, viene prodotta insulina di alta qualità. Grazie ai glucometri, i diabetici possono controllare la quantità di molecole di glucosio nel siero del sangue senza lasciare le loro case. Questo ha permesso molto meno sviluppo della malattia.

Al fine di migliorare la longitudine e la qualità della vita del paziente con il primo tipo di malattia diabetica, i medici raccomandano di attenersi rigorosamente alle regole.

  1. Monitoraggio quotidiano dei livelli di zucchero nel sangue.
  2. Misura continua della pressione sanguigna all'interno delle arterie.
  3. Accettazione di farmaci per diabetici prescritti da un medico, possibilità di discutere con il medico curante l'uso di efficaci metodi di trattamento popolare.
  4. Aderenza rigorosa alla dieta nel diabete.
  5. Selezione attenta della quantità giornaliera di attività fisica.
  6. La possibilità di evitare situazioni di stress e panico.
  7. Studio attento del regime quotidiano, compreso l'assunzione di cibo e il sonno tempestivi.

Il rispetto di queste regole, la loro adozione come norma di vita, può fungere da garanzia di longevità e buona salute.

Con diabete di tipo 2

Successivamente, considera quanto vivono con il diabete di tipo 2. Quando a una persona viene diagnosticata una malattia diabetica secondaria, ha bisogno di imparare come vivere diversamente, per iniziare a monitorare la salute.

Per fare questo, è necessario controllare la quantità di zucchero nel sangue. Un modo per contenere la quantità di zucchero nel sangue è quello di apportare cambiamenti nella dieta:

  • mangiare più lentamente;
  • osservare una dieta a basso indice glicemico;
  • non mangiare prima di coricarsi;
  • bevi molti liquidi

Il secondo metodo è camminare, andare in bicicletta, nuotare in piscina. Non dimenticare di assumere farmaci. È necessario monitorare quotidianamente l'integrità della pelle nell'area del piede. In caso di diabete mellito di tipo 2, è necessario più volte l'anno per sottoporsi a una visita medica completa da parte di specialisti.

Durata della vita diabetica

Che effetto ha il diabete mellito sulla vita e quanto tempo vive con esso? Quanto più giovane è il ritorno del paziente che ha diagnosticato il diabete, tanto più negativa è la prognosi. Riduce fortemente l'aspettativa di vita della malattia diabetica, manifestata durante l'infanzia.

La durata della vita nella malattia diabetica è influenzata dal processo di fumare, ipertensione, colesterolo alto e il livello di glucosio nel siero del sangue. È necessario tenere conto del fatto che è impossibile indicare il numero esatto di anni della vita di un diabetico, poiché molto dipende dalle caratteristiche personali del paziente, dal grado e dal tipo di malattia. Quante persone vivono con il diabete di tipi diversi?

Quanto dura il diabete di tipo 1

L'aspettativa di vita nel diabete mellito di tipo 1 dipende dalla dieta, dall'educazione fisica, dall'uso dei farmaci necessari e dall'insulina.

Poiché la scoperta del diabete di questo tipo di persona è in grado di vivere per circa trenta anni. Durante questo periodo, il paziente può avere malattie cardiache e renali croniche, che riducono la durata della vita e possono portare alla morte.

Il diabete primario si manifesta fino all'età di trent'anni. Ma se segui i consigli del dottore e segui uno stile di vita normale, puoi vivere per avere sessant'anni.

Recentemente, c'è stata una tendenza ad un aumento dell'aspettativa di vita media dei diabetici primari, che è di 70 anni o più. Ciò è dovuto all'alimentazione corretta, all'uso di droghe al momento stabilito, all'autocontrollo del contenuto di zucchero e alla cura di se stessi.

In generale, l'aspettativa di vita media nei pazienti con malattia diabetica maschile è ridotta di dodici anni, femmina - di venti. Tuttavia, l'intervallo di tempo esatto non sarà possibile, poiché a tale riguardo tutto è individuale.

Quanto tempo vivono con il diabete di tipo 2

La malattia diabetica secondaria è rilevata più spesso primaria. È una malattia degli anziani, di età superiore ai cinquanta anni. Questo tipo di malattia influisce negativamente sulla condizione dei reni e del cuore, che porta alla morte prematura. Tuttavia, con questo tipo di malattia, le persone hanno una durata di vita più lunga, che in media diminuisce di cinque anni. Tuttavia, la progressione di varie complicazioni rende tali persone disabili. I diabetici devono seguire costantemente una dieta, monitorare gli indicatori di zucchero e pressione e abbandonare cattive abitudini.

Diabete di tipo 1 nei bambini

I bambini possono ottenere solo il diabete primario. Gli ultimi sviluppi medici non sono in grado di guarire completamente una malattia diabetica in un bambino. Tuttavia, ci sono farmaci che contribuiscono alla stabilizzazione della salute e alla quantità di molecole di glucosio nel sangue.

Il compito principale è la diagnosi precoce della malattia nel bambino, fino al verificarsi di complicazioni negative. Inoltre, è necessario un monitoraggio continuo del processo di trattamento, che sarà in grado di garantire la futura vita piena del bambino. E le previsioni in questo caso saranno più favorevoli.

Se una malattia diabetica si riscontra nei bambini di età inferiore a otto anni, allora tali bambini hanno una vita fino a 30 anni. Quando una malattia attacca in un'età molto più tarda, aumentano le probabilità che il bambino viva più a lungo. Gli adolescenti con una malattia manifestata all'età di vent'anni possono vivere fino a settanta, mentre i diabetici hanno vissuto solo per pochi anni.

Non tutte le persone con diabete iniziano immediatamente il trattamento con iniezioni di insulina. La maggior parte di loro per molto tempo non può decidere e continuare a utilizzare la forma di farmaci tablet. Le iniezioni di insulina sono uno strumento potente per aiutare con il diabete primario e secondario. A condizione dell'insulina e del dosaggio corretti, un'iniezione tempestiva, l'insulina è in grado di mantenere la quantità di zucchero a un livello normale, aiuta a evitare complicazioni e vive più a lungo, fino a 90 anni.

Riassumendo, si prega di concludere che è vero, pieno e lungo vivere con il diabete. La condizione per la longevità è seguire le regole chiare prescritte dal medico e la disciplina nell'uso delle droghe.