Image

La gravidanza è possibile con il diabete di tipo 1?

La gravidanza sullo sfondo delle malattie materne croniche è sempre un grande rischio per la donna e la salute del nascituro.

Ma molte diagnosi, anche difficili come il diabete mellito del primo tipo, non sono più un ostacolo assoluto alla maternità.

Devi solo comportarti correttamente nella fase di pianificazione e seguire le raccomandazioni degli specialisti durante l'intero periodo di gravidanza.

Caratteristiche della malattia

Il diabete di tipo 1 o il diabete insulino-dipendente è una malattia autoimmune complessa in cui il funzionamento delle cellule beta del pancreas è compromesso. Ciò comporta un indebolimento dell'utilizzo del glucosio e un livello glicemico cronico elevato (iperglicemia).

L'iperglicemia porta allo sviluppo di complicanze, c'è una sconfitta delle navi, spesso i reni, la retina, i nervi periferici sono interessati.

L'introduzione regolare di dosi calcolate di insulina consente di regolare il livello di glucosio, normalizzarne il contenuto nel sangue e ridurre il rischio di complicanze. Ma il paziente è costantemente dipendente dal farmaco, è impossibile interrompere il trattamento anche durante la gravidanza.

Pianificazione della gravidanza

La pianificazione è una delle fasi più importanti se la gestante ha il diabete.

Se vengono diagnosticate complicanze diabetiche o altre malattie concomitanti, è necessario un corso di trattamento e consultazione per regolare la terapia durante la gravidanza.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata per stabilizzare il livello di glucosio nel sangue.

La concezione può essere pianificata solo in caso di controllo fiducioso del glucosio entro tre mesi.

Se non è possibile controllare il decorso della malattia, riconsiderare la dieta, le attività fisiche disponibili, insieme con l'endocrinologo, selezionare il tipo di insulina e il programma di iniezione.

Non tutto dipende solo dallo stato della madre.

Il futuro padre deve anche sottoporsi a un esame medico e stabilizzare gli zuccheri nel sangue per diversi mesi.

Se non si dispone di una diagnosi di diabete, ma ci sono sintomi così caratteristici per questa diagnosi come la sete, il prurito, la minzione frequente o un bambino grande è nato in una gravidanza precedente - fare un test per l'utilizzazione del glucosio.

Qual è il corso della gravidanza con il diabete di tipo 1?

Il mantenimento della gravidanza nel diabete nella madre ha un certo numero di caratteristiche. Il successo della gravidanza e la salute del feto dipendono dall'adesione della donna incinta a tutte le raccomandazioni del medico, visite regolari alla consultazione.

analisi

Anche se ti senti bene, non soffrire di complicanze specifiche del diabete e mantenere i normali livelli di zucchero nel sangue, è necessario monitorare quotidianamente la glicemia e i chetoni nelle urine con l'aiuto di strisce reattive. I risultati portano in tavola

La consultazione con un endocrinologo non dovrebbe essere
meno di 1 volta al mese. Se necessario, il medico prescriverà un'analisi delle urine generale supplementare e un test per la creatinina e, al tempo stesso con la biochimica, sarà determinata l'emoglobina glicata.

Nutrizione: quanto è importante la dieta?

Importante per una gravidanza di successo è una dieta. Non c'è alcuna differenza fondamentale dalla normale dieta diabetica durante la gravidanza, ma la cosa principale è il controllo del peso. Non possiamo permettere le sue forti fluttuazioni e un grande volume totale sulla base dell'intera gravidanza.

I numeri da guidare sono 2-3 kg per il primo trimestre, 250-300 g per settimana per il secondo e un po 'di più - da 370 a 400 g a settimana - durante l'ultimo trimestre. Se recluti di più, dovresti riconsiderare il contenuto calorico del cibo consumato.

Fabbisogno di insulina

A differenza delle diete, la necessità di insulina nelle donne in gravidanza non è la stessa di prima del concepimento. Varia in base al periodo di gestazione. Inoltre, il primo trimestre potrebbe essere addirittura inferiore a prima della gravidanza.

Pertanto, per prevenire l'ipoglicemia è necessario essere molto attenti con il controllo della glicemia e della dose di insulina.

Questa condizione sarà pericolosa per la donna e il feto. Influirà negativamente sul benessere e sul salto glucidico postipoglicemico compensatorio.

Ma ricorda che il periodo di riduzione della necessità di insulina non dura a lungo, ed è sostituito dal secondo trimestre, quando il bisogno di farmaci può, al contrario, aumentare notevolmente.

Monitorando regolarmente i valori di zucchero nel sangue, non ti perdi questo momento. La dose media giornaliera di insulina in questo periodo può essere fino a 100 unità. La distribuzione della forma lunga e "corta" del farmaco deve essere discussa con il medico.

Entro il terzo trimestre, la dose di insulina viene nuovamente ridotta leggermente.

Lo stato emotivo di una donna può influenzare le fluttuazioni della glicemia. Le sue preoccupazioni sulla salute del feto, specialmente nei primi mesi di gravidanza, sono comprensibili.

Ma ricorda che quando lo stress aumenta il livello di glucosio, e questo può complicare il corso della gravidanza. Il comfort emotivo per una donna incinta con diabete è di particolare importanza. Ma se la futura mamma non è in grado di sopportare l'ansia, potrebbe essere prescritta sedativi leggeri.

Ricovero programmato

Per controllare lo stato delle donne e il corso della gravidanza nel diabete mellito di tipo 1, il calendario prevede 3 ricoveri programmati.

Sono necessari anche nel caso in cui una donna si senta bene e i test mostrano un controllo stabile del glucosio.

  • Il primo ricovero si verifica quando viene diagnosticata solo la gravidanza.

L'esame di una madre mostrerà come il corpo reagisce ai cambiamenti ormonali che sono iniziati, se c'è una minaccia alla sua salute, se è possibile continuare la gravidanza. Di solito, in cliniche specializzate, vengono organizzate classi di "scuole per diabetologi", che una donna può sottoporsi durante il ricovero, per discutere questioni relative alla sua nuova situazione.

  • Il secondo ricovero pianificato sarà alle 22-24 settimane.

Di solito durante questo periodo è necessario rivedere la dose di insulina e, eventualmente, apportare cambiamenti nella dieta. Con l'ecografia sarà possibile determinare se il bambino si sta sviluppando correttamente, se ci sono indicazioni per l'aborto.

  • Il terzo ricovero è previsto per la metà del terzo trimestre, 32-34 settimane.

È necessario determinare il metodo di consegna e i tempi del travaglio. Molti medici sono dell'opinione che sia meglio per una madre diabetica e il suo bambino se la gravidanza finisce leggermente in anticipo, a 36-37 settimane. Ma se la condizione della donna non causa paura, è possibile partorire tra 38-40 settimane.

Se una donna viene diagnosticata con complicanze del diabete mellito, presenta lesioni retiniche o insufficienza renale e presenta alterazioni vascolari, viene indicato un taglio cesareo.

Se la condizione della donna non causa preoccupazione e la gravidanza è passata senza complicazioni, il parto può essere risolto naturalmente (è possibile la stimolazione dell'attività lavorativa per un certo periodo).

Il giorno del lavoro programmato, una donna non mangerà il cibo al mattino e non sarà necessaria nemmeno un'iniezione di insulina. Ma più precisamente, il comportamento del giorno della nascita deve essere discusso in anticipo con l'endocrinologo. I disordini delle donne durante il lavoro imminente possono causare un forte aumento dei livelli di glucosio. Pertanto, il controllo dello zucchero in questo giorno è obbligatorio, indipendentemente dalla capacità di assumere cibo e fare un'iniezione.

Possibili rischi per madre e bambino

Il diabete è associato a processi metabolici alterati nel corpo della madre e, naturalmente, non può influenzare il corso della gravidanza e lo sviluppo del feto.

  • Nel primo trimestre, quando la barriera placentare non è ancora funzionante, tutti gli organi del bambino vengono sistemati.

Pertanto, è particolarmente importante stabilizzare gli indicatori glicemici in questo periodo. Le menomazioni dello sviluppo possono essere espresse in una palatoschisi, ernia vertebrale, assenza di organi o un cambiamento nella loro posizione.

  • Le malattie vascolari femminili legate al diabete possono influenzare lo sviluppo fetale nel secondo e terzo trimestre.

Possono essere la causa di ipossia cronica, ritardo dello sviluppo o anche morte fetale.

  • Durante il periodo neonatale, anche i disordini metabolici correlati alla composizione del sangue materno possono costituire una minaccia per il bambino.

Questo può essere ipoglicemia, aumentato bisogno di calcio o magnesia, ittero dei neonati. C'è una minaccia di morte del neonato nel periodo postnatale. Un neonatologo competente aiuterà ad evitare complicazioni inutili. Pertanto, il parto nelle donne diabetiche dovrebbe avvenire in un ospedale specializzato.

I cambiamenti che si verificano durante la gravidanza sono stress e tensione per qualsiasi donna. Soprattutto riguarda i pazienti con diabete di tipo 1.

  • La tossicosi nei primi mesi di gravidanza, in particolare con frequenti episodi di vomito, può causare chetoacidosi.
  • Con un insufficiente controllo della glicemia, i cambiamenti nel fabbisogno di insulina possono portare all'ipoglicemia.
  • La colpite e la candidosi frequenti che si verificano nel diabete possono interferire con il concepimento, essere la causa della gravidanza extrauterina o della placenta previa.
  • Il diabete influenza le proprietà reologiche del sangue. Il parto (o aborto spontaneo) può essere complicato da forti emorragie.
  • Durante la gravidanza, il rischio di sviluppare nefropatia e neuropatia aumenta e il parto vaginale è spesso controindicato a causa della retinopatia e del rischio di perdita della vista.

Una grave malattia metabolica - il diabete mellito di tipo 1 - non è più una controindicazione alla gravidanza. Ma se vuoi dare alla luce un bambino sano, dovresti prepararti in anticipo al concepimento, e durante la gravidanza dovrai visitare i dottori abbastanza spesso.

Anche il neonato avrà bisogno di maggiore attenzione da parte degli specialisti. Con il corretto monitoraggio dei parametri del sangue e la correzione tempestiva delle dosi di insulina, il bambino non soffrirà di diabete (anche se rimarrà la predisposizione ereditaria alla malattia).

Gravidanza nel diabete: è possibile dare alla luce, come prevenire le complicanze?

I pazienti con diabete mellito, di tipo 1 o 2, non sono controindicati in gravidanza. Ma la gestazione può essere una prova seria non solo per il feto, ma anche per la donna stessa. Se si osservano certe precauzioni, la gravidanza e il parto avranno successo e nascerà un bambino sano e forte.

Caratteristiche della malattia durante la gravidanza

I pazienti con diabete sono strettamente monitorati non solo da ostetrici-ginecologi, ma anche da specialisti specializzati. Per loro, questa è una grande responsabilità, perché questa malattia è considerata una delle più difficili, non solo in termini di concezione, ma anche di portamento, della salute della donna e del nascituro.

Alcuni decenni fa, i medici hanno insistito sul fatto che le donne non rimangono incinta e partoriscono. Spesso la gestazione si è conclusa con aborto spontaneo, morte fetale e gravi patologie del feto. La gravidanza con diabete scompensato ha rovinato la salute.

L'ostetricia e la ginecologia moderne hanno dimostrato che non esiste un ostacolo assoluto al parto. La malattia non è una frase: non è il diabete stesso che ha un effetto negativo sul feto, ma gli indicatori reali del livello di zucchero.

Ma oggi medicina e farmacologia danno a queste donne una possibilità. Mezzi di autocontrollo, un alto livello di diagnostica di laboratorio e strumentale, assistenza specialistica altamente qualificata sono a disposizione dei pazienti.

Gravidanza e parto con diabete di tipo 1

Il diabete mellito di tipo 1 (insulino-dipendente) inizia più spesso nell'infanzia e nell'adolescenza. In gravidanza, la malattia diventa labili, ondulante. La metà dei pazienti sviluppa un'angiopatia precoce e aumenta il rischio di chetoacidosi, un'alta concentrazione di glucosio con corpi chetonici.

Nei brevi periodi di gravidanza, la donna non avverte cambiamenti nel suo stato di salute. Ma con livelli crescenti di estrogeni nel sangue, che stimolano il rilascio di insulina da sola, ci sono segni di ipoglicemia. Per normalizzare il livello di zucchero, è necessaria una riduzione dei dosaggi delle iniezioni.

Dalla seconda metà della gravidanza a causa dell'aumentata concentrazione di glucagone, lattogeno placentare e prolattina, la tolleranza glicemica è in calo. I livelli di zucchero nel sangue e di urina sono in aumento e il paziente ha bisogno di una grande dose di insulina.

Salti ondulati continuano:

  • gli indicatori glicemici sono ridotti all'inizio del travaglio;
  • durante il periodo di travaglio, l'iperglicemia alta è inoltre accompagnata dallo sviluppo di acidosi;
  • nei primi giorni del periodo postpartum, il livello di zucchero diminuisce;
  • entro la fine della prima settimana è di nuovo in crescita.

La chetonuria è molto pericolosa per il feto. È dimostrato che l'acetone nelle urine durante la gravidanza riduce il coefficiente intellettuale del futuro bambino.

Per la maggior parte delle donne, il primo e l'inizio del secondo trimestre sono soddisfacenti. All'inizio del terzo trimestre, i rischi di preeclampsia, aborto spontaneo, ipossia intrauterina e infezione del sistema urinario aumentano notevolmente.

La situazione è aggravata da un grande frutto. In futuro, diventa la causa della debolezza dell'attività lavorativa, scarica prematura del liquido amniotico, danno alla nascita.

Nel diabete mellito di tipo 1, il feto soffre e questo può successivamente influenzare la salute del neonato. È nato con una serie di funzioni esterne:

  • grasso sottocutaneo eccessivamente sviluppato;
  • caratteristiche lunari;
  • molte piccole emorragie sulla pelle;
  • corpo gonfio, cianotico.

In un esame perinatale, il medico trova segni di malformazioni e immaturità funzionale di organi e sistemi.

Il bambino non si adatta bene alle nuove condizioni. la sintomatologia:

  • letargia, ipotensione, iporeflessia;
  • parametri emodinamici instabili;
  • problemi con l'aumento di peso;
  • propensione a sviluppare infezioni respiratorie.

I pazienti con un tipo di malattia insulino-dipendente sono mostrati per osservare e controllare i livelli di glucosio. Le iniezioni di insulina sono prescritte, anche se il paziente ha una forma lieve di diabete.

Gravidanza e parto con malattia di tipo 2

La gravidanza con diabete insulino-indipendente ha le sue caratteristiche. Questa forma di patologia è caratterizzata da sovrappeso, quindi, prima di rimanere incinta, si raccomanda vivamente alle donne di perdere peso. Gli indicatori di peso normali prevengono gravi complicazioni nel lavoro delle articolazioni, del cuore e dei vasi sanguigni. Il peso nella gamma normale aiuterà la donna ad evitare un intervento chirurgico - taglio cesareo.

Nelle donne con diabete mellito di tipo 2, non ci sono controindicazioni per il mantenimento delle condizioni di normali livelli di zucchero.

Per questa donna si consiglia di preparare con cura. La gravidanza programmata dovrebbe avvenire solo dopo sei mesi di normoglicemia stabile. Solo questa condizione preverrà possibili complicazioni e darà la possibilità di dare alla luce un bambino sano.

Indicatori glicemici necessari durante la pianificazione e l'esecuzione (in mmol / l):

  • il digiuno da 3,5 a 5,5;
  • il giorno prima dei pasti dalla 4.0 alla 5.5;
  • 2 ore dopo i pasti a 7,4.

Tipo gestazionale

Questo è il terzo tipo di diabete che è riconosciuto nei pazienti durante la gravidanza. Il diabete gestazionale non si manifesta prima del concepimento e scompare senza lasciare traccia nel periodo postpartum.

Questo tipo di patologia metabolica si sviluppa a causa dell'insensibilità delle cellule alla propria insulina e dell'aumento del carico sul pancreas dovuto agli ormoni che agiscono di fronte all'insulina.

La malattia deriva dall'azione di una serie di fattori:

  • l'obesità;
  • l'ereditarietà del diabete gravata;
  • età oltre 30 anni;
  • gravidanza gravidica in passato.

Le misure terapeutiche del diabete gestazionale comprendono dieta e esercizio fisico moderato. Una donna viene mostrata la misurazione giornaliera del livello di zucchero.

Calendario degli esami e ospedalizzazione

La gravidanza sullo sfondo del diabete è osservata su base ambulatoriale e stazionaria. Osservazioni stazionarie pianificate:

  1. Il primo ricovero si svolge nelle prime settimane di gravidanza e comprende un esame completo, un compenso, una terapia preventiva. Con complicazioni progressive di tipo 1 (retinopatia, nefropatia, malattia coronarica), tubercolosi, la presenza di sensibilizzazione rhesus fino a 12 settimane, la questione della conservazione della gravidanza.
  2. Durante il secondo ricovero (21-25 settimane), la donna viene monitorata per il decorso della malattia e il rischio di complicanze. È il dosaggio di correzione di insulina. Per valutare le condizioni del feto si mostra l'ecografia, e da questo periodo dovrebbe essere settimanale.
  3. Nel terzo ricovero, un esame approfondito del feto, misure preventive per prevenire complicanze ostetriche. Il medico imposta il tempo e il metodo di consegna.

L'esame medico completo comprende:

  1. Esame, consultazione ginecologo, genetica.
  2. Esame completo con visita una volta al trimestre di un oculista, cardiologo, neurologo, nefrologo.
  3. Studi clinici e biochimici, valutazione della ghiandola tiroidea e dei reni.
  4. Ultrasuoni della tiroide, reni, fegato e dotti biliari.

Una volta al trimestre, una donna incinta dovrebbe donare il sangue al livello di emoglobina glicata.

Fino a 34 settimane, una donna deve venire alla reception dall'ostetrico e dal diabetologo una volta ogni due settimane, da 35 settimane a visitare un giorno sì e uno no.

Le donne sono consigliate per iniziare e compilare un diario speciale di autocontrollo. Un'attenzione particolare è rivolta all'aumento di peso. Norma: non più di 13 kg. Il primo trimestre - 2-3 kg, il secondo - fino a 300 g a settimana, il terzo - fino a 400 g

Gravidanza e diabete (video)

Sulla gestione delle donne in gravidanza con diabete. Sulla necessità di iniezione e controllo della glicosuria. Raccomandazioni generali per i pazienti con cambiamenti ormonali. Cosa è incluso nel concetto di "diabetico". A proposito di scuole per donne con diabete.

Stile di vita, dieta

Una donna dovrà fare un grande sforzo per mantenere lo zucchero a livelli normali. Ciò richiederà:

  1. Alimento dietetico secondo lo schema: carboidrati 40-45%, grassi 35-40%, proteine ​​20-25% in sei dosi - tre snack principali e tre. In diabete di tutti i tipi di dieta severa non è nominato. Sono richiesti quantità adeguate di carboidrati "lenti". Impediscono lo sviluppo della chetosi affamata. I carboidrati "veloci" sono completamente cancellati. Consentito verdure dolci, frutta.
  2. Misurazione giornaliera dei livelli di zucchero: il digiuno, prima e dopo i pasti, prima di coricarsi, di notte.
  3. Controllare i chetoni delle urine con strisce reattive.
  4. Terapia dell'insulina adeguata sotto il controllo di un diabetologo.

Se una donna osserva tutte le regole, viene osservata e adempie a tutti gli appuntamenti dei medici, il rischio di avere un bambino con complicanze diminuisce all'1-2%.

Con un soddisfacente compenso della malattia e il normale flusso di gestazione, la consegna avviene a tempo debito in modo naturale. Se una donna ha segni di decompensazione e la gravidanza è gravata, la consegna è indicata per un periodo di 36-38 settimane. Feto grande e complicanze - indicazioni per taglio cesareo.

Le donne con diabete possono rimanere incinte, sopportare e dare alla luce senza pregiudizio per la loro salute e la salute del bambino. La cosa principale è prendere seriamente in anticipo questo periodo nella vita. La gravidanza deve essere pianificata e sotto la supervisione di specialisti.

È possibile rimanere incinta con il diabete? Come? Pianificazione per la gravidanza (concepimento)

MINISTERO DELLA SALUTE DELLA RF: "Getti via il misuratore e le strisce reattive. Non più Metformina, Diabeton, Siofor, Glucophage e Januvia! Tratta con questo. "

Non molto tempo fa, è stato considerato tra gli specialisti che il diabete e la gravidanza sono essenzialmente concetti incompatibili.

I medici e oggi stanno discutendo se sia possibile proibire a una donna diabetica di avere un figlio.

Tuttavia, studi congiunti di endocrinologi e ginecologi hanno dimostrato che questa malattia non è una controindicazione assoluta del parto.

Qualsiasi donna con una diagnosi simile è in grado di sopportare e dare alla luce un bambino sano, attenendosi rigorosamente a tutte le raccomandazioni del proprio medico. La salute della prole futura può essere influenzata non dalla malattia stessa, ma dal livello di zucchero nel sangue della madre, quindi per un normale ciclo di gravidanza è necessario prima di tutto prestare attenzione al livello di glicemia. Per fare questo, ci sono moderni mezzi di autocontrollo e introduzione artificiale di insulina nel corpo.

Come rimanere incinta con il diabete? È possibile?

Questa malattia può spesso diventare la principale causa di infertilità o una lunga incapacità di insorgenza della gravidanza. È possibile identificare le seguenti ragioni per l'impossibilità di concepire un bambino: anovulazione, disturbi ormonali, disturbi mestruali. Questi problemi possono spesso causare aborto spontaneo precoce o morte fetale. Inoltre, il diabete della madre può influire negativamente sul livello di sviluppo del nascituro, sulla sua resistenza a varie infezioni e sulla resistenza allo stress. Con una lunga incapacità di rimanere incinta, è necessario contattare uno specialista, superare una serie di test per identificare le cause. La loro eliminazione porterà alla concezione tanto attesa.

Pianificazione del diabete

Le farmacie ancora una volta vogliono incassare i diabetici. Esiste una ragionevole droga europea moderna, ma non ne fanno caso. Lo è.

Dalle indagini condotte da specialisti russi tra le donne con diagnosi di diabete, è diventato noto che la maggior parte delle donne fraintende il significato dell'espressione "pianificazione della gravidanza". Molte persone intendono con questo termine un viaggio per riposare, rinunciare a cattive abitudini, prendere vitamine preventive o semplicemente interrompere l'uso di contraccettivi.

In effetti, la pianificazione della gravidanza implica una gravidanza sullo sfondo del diabete mellito in una donna che è ben orientata e ben informata sulla sua malattia, senza malattie associate e complicazioni progressive.

Pianificazione per la gravidanza comprende 4 tappe importanti.

  1. Prevenzione fino a quando la malattia non viene compensata.
  2. Esame completo di tutto il corpo e visita del medico prima della gravidanza.
  3. Preparazione della dieta individuale, piano di esercizi, controllo dei livelli di glucosio nel sangue.
  4. Passare i corsi in una scuola speciale di pianificazione della gravidanza.

Prima di pianificare un nascituro, si consiglia di visitare i seguenti specialisti: un oculista - per controllare le condizioni degli occhi e la presenza di retinopatia, in presenza di questa malattia, è necessario selezionare il trattamento appropriato, nefrologo, perché durante la gravidanza c'è un carico importante sul fegato, un cardiologo - se la diagnosi di diabete È stato consegnato più di 10 anni fa.

Ho sofferto di diabete per 31 anni. Ora in salute Ma queste capsule sono inaccessibili alle persone comuni, le farmacie non vogliono venderle, non è redditizio per loro.

Feedback e commenti

Ho il diabete di tipo 2 - insulino-indipendente. Un amico ha consigliato di abbassare i livelli di zucchero nel sangue con DiabeNot. Ordinato tramite Internet. Inizia la ricezione. Seguo una dieta lassa, ho iniziato a camminare 2-3 chilometri ogni mattina. Nelle ultime due settimane ho notato una leggera caduta di zucchero al mattino sul contatore prima della colazione da 9,3 a 7,1 e ieri anche a 6,1! Continuo il corso preventivo. A proposito di realizzazioni raggiungere il tuo obiettivo.

Margarita Pavlovna, ora sono seduta anche su Diabenot. SD 2. Non ho davvero tempo per la dieta e camminare, ma non abusare di dolci e carboidrati, penso XE, ma a causa dell'età, lo zucchero è ancora elevato. I risultati non sono buoni come i tuoi, ma per 7.0 lo zucchero non è uscito per una settimana. Come si misura lo zucchero con un glucometro? Ti mostra nel plasma o nel sangue intero? Voglio confrontare i risultati ottenuti con il farmaco.

Benvenuto! Caro tipo di mamma sd 2, per favore dimmi, che tipo di zucchero dovrebbe essere durante la gravidanza?

Ho 24 anni. Ho il diabete di tipo 1 (quasi 16 anni). Ho una bellissima figlia (già 4 anni), ora sono di nuovo incinta.

Zdraste, u menya 1 rebyonok smogu li ya rozhat 2go s SD 1?

Benvenuto! Ho 30 anni. Mi è stato diagnosticato il diabete 2 solo quest'anno. Ho due figli, voglio dare alla luce un terzo, non funziona.

Elena, e il diabete non viene trasmesso ai bambini? Si prega di scrivere un po 'di più su di esso.

Pianificazione della gravidanza per il diabete

Gravidanza con diabete

Se soffri di diabete e stai pianificando una gravidanza, prima di tutto, pensaci con il tuo medico e chiedi un consiglio approfondito su quali passi intraprendere. La preparazione è meglio iniziare 3-6 mesi prima del concepimento. Durante la preparazione, dopo l'inizio della gravidanza, durante il corso e fino a 6 settimane dopo la nascita, visita regolarmente il diabetologo e il ginecologo (ogni 4-5 settimane).

Prima della gravidanza, si consiglia di effettuare una serie di esami per valutare se ci sono complicazioni dal diabete attuale e qual è il loro livello. La gravidanza e il parto possono influenzare negativamente la vista, per esempio, quindi è molto importante valutare il rischio di potenziali complicanze.

L'esercizio fisico regolare e una dieta sana ed equilibrata sono anche uno dei consigli di base per chiunque pensi di crescere una famiglia.

In questo articolo, ho raccolto per voi articoli con suggerimenti su come prepararsi al meglio per la gravidanza per minimizzare il rischio di complicanze.

Pianificazione per la gravidanza nelle donne con diabete

Non molto tempo fa si pensava che il diabete mellito (DM) e la gravidanza fossero due concetti incompatibili. I medici stanno ancora discutendo se sia possibile consentire a una donna con diabete di rimanere incinta, anche con un buon compenso per questa malattia. È impossibile risolvere questo problema solo proibendo e intimidendo una donna con storie su possibili rischi e complicazioni.

Questo porta solo al fatto che il più delle volte i medici si trovano di fronte a una gravidanza già esistente, che è sorta e sta progredendo sullo sfondo del decompensa- mento del diabete con tutte le conseguenze che ne derivano per il bambino e la madre stessa. E le raccomandazioni sull'interrompere questa gravidanza "pianificata" desiderata nella comprensione di una donna, sulla quale ha deciso e vuole preservare con ogni mezzo, rischiando anche la sua salute e la vita, causano gravi traumi psicologici, possono causare discordie familiari, ecc.

In effetti, la pianificazione della gravidanza nel diabete significa principalmente l'insorgenza di una gravidanza sullo sfondo della compensazione del diabete in una donna ben allenata e orientata alla malattia, senza la presenza o la progressione delle complicazioni tardive e di eventuali malattie concomitanti.

Pianificazione per la gravidanza comporta diversi passaggi importanti:

  • protezione della gravidanza fino al raggiungimento della compensazione del diabete;
  • studiare alla School for Pregnancy Planning;
  • attento autocontrollo dei livelli glicemici, elaborazione di un piano nutrizionale individuale, esercizio fisico e terapia insulinica;
  • visita medica completa e trattamento.

Perché è importante normalizzare i livelli di glucosio nel sangue prima della gravidanza?

La normale gravidanza dura circa 40 settimane, a partire dal primo giorno dell'ultima mestruazione. Se una donna non ha in programma di essere incinta, allora molto spesso scoprirà di lei in 2-3 settimane dopo il ritardo della prossima mestruazione. Con il diabete scompensato, il ciclo mestruale può essere irregolare e la donna impara circa la gravidanza molto più tardi, già al 2 ° o 3 ° mese.

A questo punto (prima della settima settimana) tutti gli organi interni del bambino erano stati sistemati. Esiste già un sistema nervoso centrale, intestino, cuore batte e guida il sangue attraverso i vasi. Iniziano a formarsi sistemi di organi, occhi, arti e apparecchi acustici. Pertanto, tutte le possibili complicanze nel nascituro, associate a una scarsa compensazione del diabete nella madre, possono svilupparsi al momento dell'effettiva instaurazione della gravidanza.

Ecco perché è così importante avere un normale livello di glucosio nel sangue anche prima della gravidanza. È una compensazione stabile del diabete per 2-3 mesi prima del concepimento e durante le prime sette settimane di gravidanza è la prevenzione delle malformazioni congenite.

È abbastanza chiaro che dopo la settima settimana di gravidanza è anche necessario mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro il range normale. L'iperglicemia nei periodi successivi non influenzerà solo lo sviluppo del bambino, ma peggiorerà anche il corso della gravidanza e contribuirà alla progressione delle complicanze vascolari del diabete.

Cosa significa glicemia normale prima e durante la gravidanza?

Sei ben consapevole del fatto che il livello di glucosio nel sangue è normalmente - 3,3-5,5 mmol / l a stomaco vuoto e fino a 7,8 mmol / l 2 ore dopo un pasto. Con il diabete mellito di tipo 1, i livelli di glicemia a digiuno sono consentiti fino a 6 mmol / l, dopo aver mangiato fino a 8-9 mmol / l, se il paziente non sente disagio e rimane sano.

Con il diabete mellito di tipo 2, il livello di glucosio nel sangue durante il trattamento dovrebbe essere simile a quello di una persona sana, poiché, a differenza del diabete mellito di tipo 1, questi pazienti mantengono la propria secrezione di insulina.

Durante la pianificazione e durante la gravidanza, i criteri di compensazione per entrambi i tipi di diabete sono diversi e molto severi:

  • A stomaco vuoto 3.3 - 5.0
  • 1 ora dopo un pasto - 7.8
  • 2 ore dopo un pasto - 6.7
  • Prima dei pasti - 5.8
  • Ora di andare a letto circa 5.0
  • 3,00 circa 5,0

In una donna in buona salute, la deposizione e la formazione di organi fetali avviene esattamente a questo livello di glucosio nel sangue. Per raggiungere questi indicatori, è necessario controllare lo zucchero almeno 7-8 volte al giorno - a stomaco vuoto, prima dei pasti principali e 2 ore dopo i pasti, prima di andare a letto, alle 3 del mattino.

Questo è l'unico modo per scegliere la giusta dose di insulina, la quantità richiesta di carboidrati e l'intensità dell'esercizio. Ricorda che l'ipoglicemia, l'aspetto dei corpi chetonici nelle urine sono anche segni di compensazione del diabete.

Misurando il livello di emoglobina glicata - HbA1c consente di valutare la qualità dell'autocontrollo nelle ultime 6-8 settimane ed è il criterio più affidabile per ottenere un risarcimento per il diabete in gravidanza. L'HbA1c prima della gravidanza dovrebbe essere inferiore al 6,4%.

Studiare presso la scuola per la pianificazione della gravidanza

Anche se hai già studiato alla Scuola per pazienti con diabete, assicurati di ripetere l'allenamento, specialmente se sei scompensato! Anche se non senti più nulla di nuovo, non rimpiangere il tempo trascorso. Questo significa che tu sai tutto e non ti sei perso nulla di nuovo. Naturalmente, prima di iniziare la gravidanza è meglio frequentare le lezioni alla School for Planning Pregnancy.

Qui vi verrà detto sulla necessaria visita medica, le caratteristiche del corso della gravidanza nel diabete e diabete durante la gravidanza, aiutarvi a esercitare correttamente l'autocontrollo, parlarvi delle sue caratteristiche, rispondere a molte domande che vi interessano della vostra salute e della salute del vostro nascituro.

Assicurati di discutere con il tuo endocrinologo tutte le tue domande. Prestare particolare attenzione alle possibili complicazioni nello sviluppo del feto, durante la gravidanza, le caratteristiche della terapia ipoglicemizzante. La compensazione del diabete in rack può essere raggiunta solo nella modalità di iniezioni di insulina riutilizzabili. Se ha il diabete di tipo 2 e sta assumendo compresse di farmaci ipoglicemici, parla con il medico su come passare alla terapia intensiva con insulina.

Valutare con il medico se si sta controllando correttamente la glicemia, confrontare i risultati del dispositivo con i dati di laboratorio. Discutere il proprio piano individuale di nutrizione, attività fisica (tempo, intensità e durata) per sviluppare in anticipo le tattiche di terapia insulinica.

è necessaria una dieta equilibrata ricca di ferro, vitamine, con iodio sufficiente (200 g di ioduro di potassio) e l'acido folico (400 mg) per il corretto sviluppo del vostro bambino.

Visita medica

  1. Esame e trattamento da parte di un ginecologo, se necessario, esame e trattamento di un partner;
  2. Consultazione di un oculista, esame del fondo, se necessario, conduzione di foto-coagulazione laser;
  3. Consultazione di un cardiologo, esame del sistema cardiovascolare, se la durata del diabete è superiore a 10 anni.
  4. Consultazione di un neurologo, effettuando un esame neurologico completo.
  5. Misurazione della pressione arteriosa (PA) in seduta, sdraiata, quando si cambia la posizione da orizzontale a verticale; L'aumento della pressione sanguigna è una complicanza comune del diabete. attento monitoraggio della pressione del sangue prima e durante la gravidanza, la terapia antiipertensiva opportunamente scelto riduce il rischio di sviluppo e la progressione della nefropatia diabetica, retinopatia, malattie cardiovascolari durante la gravidanza, lo sviluppo di tossicità. Se state prendendo per ridurre la pressione sanguigna o il trattamento di farmaci nefropatia quali inibitori dell'enzima di prevraschayueschego (cappa, renitek, Enap, prestarium, tritatse, Monopril ecc), beta-bloccanti (propranololo, atenololo, etc.) o diuretici, il vostro endocrinologo dovrebbe annullarli e nominare altri agenti, sicuro per il feto (dopegit, Apressin).
  6. Consultazione in "Diabetic Foot Cabinet".
  7. Esame di laboratorio
    -HbA1c
    -microalbuminuria
    -emocromo completo
    -Analisi biochimiche del sangue: creatinina, proteine ​​totali, albumina, bilirubina, colesterolo totale, trigliceridi, AST, ALT
    -Analisi delle urine
    -Valutazione della velocità di filtrazione glomerulare (test Reberg)
    -Analisi delle urine secondo Nechyporenko
    -Cultura delle urine (se necessario)
    -Valutazione della funzione tiroidea: TSH, St. T4
    -Altri test secondo la testimonianza di esperti
  8. Esame ecografico della tiroide

Contraccezione prima della gravidanza

Prima dell'inizio della compensazione del diabete, stabilizzazione del decorso delle complicanze tardive, è necessario proteggersi dall'esordio della gravidanza. Esistono molti contraccettivi medici, questi metodi meccanici di barriera (preservativi); supposte intravaginali spermicide, unguenti, creme; pillole ormonali contraccettive a basso contenuto di ormoni; dispositivi intrauterini.

Controindicazioni assolute per la gravidanza:

  1. Insufficienza renale cronica, creatinina - 130 mmol / l, velocità di filtrazione glomerulare - 50 ml / min
  2. Grave cardiopatia ischemica
  3. Ritardo nell'evacuazione del cibo dal tratto gastrointestinale

In questi casi, la questione della sterilizzazione o della protezione permanente dalla gravidanza in età fertile deve essere risolta, poiché può essere dannosa per la donna. Frequenza delle visite dal medico Dopo un esame completo e la prescrizione del trattamento, si dovrebbe ricevere un appuntamento con l'endocrinologo una volta al mese.

Assicurati di portare con te il tuo diario di autocontrollo! Chiama il tuo endocrinologo su base settimanale. Esplora HbA1c ogni 6-8 settimane. Visite ad altri medici, la loro frequenza è determinata per ogni donna individualmente secondo le indicazioni.

Pianificazione per la gravidanza nelle donne con diabete

Diabete mellito (DM) - una malattia caratterizzata da deficit di insulina nel corpo: assoluto, quando il pancreas non produce l'ormone (o genera in una piccola quantità), o relativo quando i tessuti del corpo non sono sensibili all'insulina. Secondo i ricercatori americani, circa il 4% di tutte le gravidanze negli Stati Uniti sono i disturbi del metabolismo dei carboidrati complessi (circa 135 mila euro. Gravidanze all'anno).

Nel 12% delle donne con diagnosi di diabete prima della gravidanza, e il 88% della malattia avviene direttamente sullo sfondo della gravidanza. Così, tutti disturbo metabolico in gravidanza si dividono in due gruppi principali: diabete predgestatsionny (PGSD) - diabete di tipo 1, diabete di tipo 2 e di altri tipi di diabete, rilevati prima della gravidanza, e diabete mellito direttamente gestazionale (GDM), identificati tempo di gestazione.

PGSD - una delle malattie più pericolose extragenitali in cui un rischio elevato per la salute e la vita della madre e del feto. Nel corso di molti studi clinici e sperimentali non è riuscito a dimostrare che l'iperglicemia e dei relativi disturbi metabolici influenzano lo sviluppo di complicanze perinatali, come aborto spontaneo (SA), prematurità, ipossia e morte fetale, ipoglicemia neonatale, sindrome da distress respiratorio e congenita malformazioni (CDF) nei bambini, è spesso incompatibile con la vita.

Le madri con PGSD hanno maggiori probabilità di avere alta idratazione, infezione del tratto urinario, preeclampsia, e lo sviluppo e la progressione delle complicanze vascolari del diabete durante la gravidanza. Considerati i motivi di cui sopra, nonché i risultati mediocri della gravidanza nel 30-50% dei casi, fino agli anni '80. nel secolo scorso, i medici raccomandarono vivamente che le donne con PGSD evitassero la gravidanza.

In caso di gravidanza, al fine di migliorare il metabolismo della madre e ridurre il rischio di complicazioni perinatali nel feto, le donne hanno trascorso quasi l'intera gravidanza in ospedale sotto la costante supervisione di un team specializzato. Attualmente, l'approccio al problema della gravidanza sullo sfondo del diabete è cambiato radicalmente.

L'emergere di "scuole di pazienti con diabete," le nuove tecnologie per la produzione di insulina umana altamente tecniche di ingegneria genetica e la qualità dei mezzi di autocontrollo (glucometri: entrast, le élite, Esprit, glyukoker, mikrolet, super glyukokard 2, Accu-Chek, pg-02-satellite, smartsken, un tocco di base più akkutrend GC) ha consentito la formazione dei pazienti con diabete di gestire la loro malattia, vale a dire la terapia insulinica in modo tempestivo per correggere in modo flessibile a seconda dei risultati di autocontrollo e di ottenere il risarcimento stabile del diabete.

A questo proposito, la necessità di mantenere vicino al normale tasso metabolico non è più in dubbio. Nel 1992, la divisione europea della International Diabetic Federation raccomandò la formazione pregravid obbligatoria per tutte le donne con PGSD. In una società civile, un concetto come "pianificazione familiare" è abbastanza comune.

In Russia, solo negli ultimi anni, le donne, prima di tutto, hanno cominciato a prendersi cura della salute della loro prole in anticipo e cercano assistenza medica specialistica prima dell'inizio della gravidanza. I pazienti con PGSD, sfortunatamente, non fanno eccezione.

A questo proposito, il compito più importante di endocrinologi e ostetrici e ginecologi è l'identificazione e l'orientamento delle donne in età riproduttiva con PGSD sull'allenamento pregravidico. Le donne con PDSD che non stanno pianificando una gravidanza nel prossimo futuro dovrebbero essere avvertite in dettaglio su tutte le possibili complicazioni associate alla gravidanza con scompenso del metabolismo dei carboidrati.

Ognuno di loro dovrebbe essere discusso e individualmente selezionato metodo moderno di contraccezione per il periodo necessario per ottenere un risarcimento per il diabete. L'attenzione del paziente dovrebbe essere focalizzata sul fatto che la contraccezione può essere annullata solo sullo sfondo di una compensazione stabile del diabete, che può essere valutata solo dal livello di emoglobina glicata (HbA1c).

Attualmente, HbA1c è l'unico criterio oggettivo per la compensazione del metabolismo dei carboidrati nelle ultime 6-8 settimane prima della sua determinazione. Secondo le ultime raccomandazioni dell'American Diabetes Association, il livello medio di HbA1c immediatamente prima della gravidanza non dovrebbe superare il 5,8%.

Tutte le donne dovrebbero essere informate sui centri specializzati esistenti "Gravidanza e SD" nel territorio di residenza, avere gli indirizzi e i numeri di telefono dei centri. Per quanto riguarda le donne con PGSD che stanno pianificando una gravidanza nel prossimo futuro, dovrebbero essere inviate per un addestramento speciale e una visita medica completa.

Durante la gravidanza il corpo della donna è in continua evoluzione, che richiede conoscenze specifiche necessarie al fine di rispondere in modo flessibile a tutte le manifestazioni della malattia, come il principale fattore di rischio per le complicanze della gravidanza non è la durata del diabete, e la sua qualità risarcimento dal concepimento alla nascita.

Assistenza diretta a mantenere il diabete di compensazione stabile può avere un coniuge, così abbiamo incoraggiare l'apprendimento collaborativo. Oltre alla formazione teorica necessario verificare tecnica di autocontrollo del paziente per calibrare lo strumento (entrast, elite, Esprit, glyukoker, mikrolet, super glyukokard 2, Accu-Chek, pg-02-satellite, smartsken, One Touch di base più akkutrend GC), per valutare, quanto bene il paziente ha imparato algoritmo di insulina, kit per il test e la tecnica di insulina.

misurazione ripetuta giornaliera di glucosio nel sangue (strisce reattive - smartsken, Juan tatto, akkutrend - dischi test del glucosio glucosio Esprit glyukoker, betachek, glyukostiks, diaglyuk, diastiks, glyukofan, uriglyuk) acetonuria (ketostiks, ketofan, uriket) tenendo aggiuntivo sondaggio di donne in gravidanza con diabete richiede alcuni costi dei materiali, che devono anche essere presi in considerazione quando si pianifica una gravidanza.

Visita medica

Esame ginecologico completo:

  • Ultrasuoni degli organi pelvici, strisci per infezioni trasmesse sessualmente, striscio su cellule atipiche; se necessario, esame e trattamento di un partner.
  • Esame medico generale completo: analisi del sangue clinico e biochimico, analisi delle urine, sangue per AIDS, RW, HBS-Ag e HCV-Ag.
  • La consulenza genetica, se c'era una storia di malformazioni congenite e / o una moglie ha il diabete di tipo 1.
  • esame completo degli occhi: l'esame del fondo con estensione obbligatoria della pupilla, se necessario - portando la fotocoagulazione laser (LFC) della retina.

Il rischio di progressione della retinopatia diabetica (RD) durante la gravidanza è ridotto quando si compensa il diabete e si esegue la terapia fisica prima del concepimento. La presenza di DR non è una controindicazione alla gravidanza.

Complesso esame nefrologico: analisi delle urine microalbuminuria quotidiane (MAU) campione Reberga a Nechyporenko analisi delle urine, se necessario - la cultura delle urine per la sterilità e la sensibilità agli antibiotici. Donne con insufficienza renale (creatinina plasmatica ≥ 3 mg% o clearance della creatinina ≤ 50 ml / min, proteinuria superiore a 2 g / d) gravidanza controindicato e possibile solo sullo sfondo di stabilizzazione dopo il trapianto renale.

Inoltre, anche prima del concepimento, è necessario identificare e trattare la batteriuria, che spesso può essere asintomatica nelle donne con PDSD e causare infezioni del tratto urinario in donne in gravidanza.

Esame neurologico completo La presenza di neuropatia autonomica, che appare come gastroparesi, svuotamento incompleto della vescica, ipotensione ortostatica, ipoglicemia inspiegabile può complicare notevolmente il trattamento del diabete durante la gravidanza.

Attualmente, la controindicazione assoluta alla gravidanza è la grave gastroenteropatia: gastroparesi, diarrea. Esame cardiologico completo con una durata del diabete di 10 anni, come con la malattia coronarica aumenta il rischio di mortalità materna durante la gravidanza. Questi includono ECG (cardio, ecg shimer, ecg fukuda "axion"), ecocardiografia, esecuzione di prove di carico (test tapis roulant, cyclette).

La pressione arteriosa deve essere controllata in tutte le donne, dal momento che l'ipertensione arteriosa (AH) può accompagnare il diabete o essere una complicazione di esso. Nei pazienti con diabete di tipo 1, l'ipertensione si sviluppa in relazione alla DN, che manifesta microalbuminuria o albuminuria. I pazienti con diabete di tipo 2 spesso hanno l'ipertensione come malattia concomitante.

Pertanto, l'ipertensione è un problema serio per le donne affette da PDSD, soprattutto per coloro che hanno la microalbuminuria registrata prima della gravidanza. Il monitoraggio e il controllo continuo dell'ipertensione prima della gravidanza riduce il rischio di progressione di DN, DR, malattie delle arterie cerebrali e coronarie.

Particolare attenzione è dedicata alla scelta di un'adeguata terapia ipotensiva come più comuni farmaci per il diabete - (. Enap, tritatse, enalapril, prestarium, renitek et al) enzima di conversione - durante la gravidanza non si applica. beta-bloccanti (atenololo, propranololo, obzidan, lokren et al.), e diuretici (furosemide, idroclorotiazide, triampur, Diacarbum) assegnato solo sotto controllo medico, se i benefici del loro utilizzo supera il rischio per lo sviluppo del feto.

Esame della funzione tiroidea: anticorpi livello ormone stimolante la tiroide (TSH), privo di T4 e perossidasi tiroidea (anticorpi anti TPO) in tutti i pazienti con diabete di tipo 1 (- su indicazioni). Le malattie autoimmuni della ghiandola tiroidea abbastanza spesso accompagnano il diabete di tipo 1 e di per sé possono essere la causa delle complicazioni nella madre e nel feto.

Pertanto, la questione della possibilità di una gravidanza in una donna con PDSD viene risolta singolarmente caso per caso, tenendo conto dei risultati dell'indagine e dopo l'incontro con il paziente e la sua famiglia. Donna con PGSD, programmando una gravidanza dovrebbe ricevere operatori sanitari tempestive e competenti raccomandazione informati circa il probabile decorso della gravidanza in relazione a questo caso particolare, soprattutto se vi sono notevoli complicazioni vascolari del diabete.

La retinopatia proliferativa non è attualmente una controindicazione alla gravidanza, ma vi è certamente un potenziale rischio di distacco della retina trazionale con questa complicanza. Di per sé, la gravidanza non causa la progressione della DN, ma un aumento transitorio della proteinuria e una diminuzione della clearance della creatinina durante la gravidanza influenzano l'aumento della mortalità perinatale.

La cardiopatia coronarica porta ad un aumento della mortalità materna, e la perdita della vista o la necessità di una dialisi costante rende molto più difficile dopo la nascita prendersi cura del neonato e della madre. Pertanto, la possibilità di una gravidanza in una donna con PGSD in presenza di pronunciate complicazioni vascolari dovrebbe essere presa in considerazione solo dopo un esame approfondito e la considerazione di tutte le limitazioni mediche e psicosociali.

Preparazione pregravida

Prima dell'inizio della gravidanza durante l'esame e il trattamento delle complicanze, deve essere ottenuto un compenso del diabete (Tabella 1). Ciò è possibile sullo sfondo della terapia ipoglicemizzante intensificata (dietoterapia, laureato esercizio fisico, l'autocontrollo della glicemia - almeno 7-8 volte al giorno) per la modalità multi-iniezione, insulina umana ricombinante (Novorapid, novoMiks 30, Humulin, l'insulina umana, Insuman Rapid, Monotard, pensulin Actrapid).

Criteri per il risarcimento del diabete per donne incinte e donne che pianificano una gravidanza
Le donne con diabete di tipo 2 trattati con ipoglicemizzanti orali (metformina Glucophage, siofor NovoNorm) vengono convertiti in insulina da insulina umana ricombinante per annullare la contraccezione.

Se la gravidanza non si è verificata entro un anno, è necessario un ulteriore esame del programma "infertilità".

Risultati della preparazione pregravid

Per valutare l'efficacia del programma di preparazione pregravid, tutti i pazienti con diabete di tipo 1 osservati nel Centro per il diabete e la gravidanza presso il City Clinical Hospital № 1 NI Pirogov di Mosca per il periodo 1998-2002 sono stati divisi nei seguenti gruppi.

  • Gruppo A - 24 pazienti di età compresa tra 21 e 35 anni (25,7 ± 3,5) che hanno presentato domanda al Centro prima della gravidanza e sono stati sottoposti a un allenamento pre -ravideale.
  • Gruppo B: 246 pazienti di età compresa tra 17 e 41 anni (25,0 ± 4,9) che hanno presentato domanda al Centro per il verificarsi della gravidanza.

La principale differenza significativa era il fatto che i pazienti del gruppo A erano più spesso addestrati nella "scuola del diabete", inclusa la "scuola per pianificare la gravidanza nel diabete di tipo 1". La seconda differenza significativa tra i gruppi confrontati era una compensazione stabile per il diabete nel gruppo A, sia prima del concepimento che durante la gravidanza.

Come si può vedere da questa tabella, non ci sono state differenze significative nel livello di HbA1c tra i trimestri di gravidanza nel gruppo A, che indica una compensazione stabile del diabete in questo gruppo durante la gravidanza.

La progressione delle complicazioni tardive del diabete nel gruppo A è stata evitata a causa di diagnosi e trattamento tempestivi. Quindi, in 3 donne, la terapia fisica della retina è stata effettuata nella fase di pianificazione della gravidanza per retinopatia proliferativa. La progressione della PD durante la gravidanza nel gruppo B è stata osservata in 24 (9,8%) donne, che hanno richiesto una terapia di esercizio urgente. La progressione del PD è stata la causa dell'aborto nel gruppo B nel 14,7% dei casi (5 su 55).

La comparsa di ipertensione (o la sua progressione) durante la gravidanza è stata osservata in entrambi i gruppi. Si può concludere che una diagnosi tempestiva e il trattamento dell'ipertensione, nonché la prevenzione della progressione della DR nel gruppo A rispetto del protocollo per le donne in gravidanza con diabete hanno contribuito a stabilizzare queste complicazioni e prolungare la gravidanza.

Nel gruppo A, il polidramnios è stato osservato nel 20,8% dei casi (5 su 24); quindi, questo indicatore era significativamente inferiore rispetto al gruppo B, dove il polidramnios è stato trovato nel 55,7% delle donne in gravidanza (102 su 184) [χ2 = 8,84].

Infezioni del tratto urinario nel gruppo A sono state rilevate nell'8% delle donne (2 su 24) e nel gruppo B - nel 15,4% (38 su 246) [χ2 = 3.56].

perdita perinatale nel gruppo B è stato il seguente: morte fetale in 6 (3,3%) casi, durante il parto del feto morte - 4 (2,2%) e la morte postnatale nei neonati 7 (4,1%) dei casi.

Tutte le malformazioni congenite identificate (malformazioni congenite) sono state trovate solo nel gruppo B, 5 delle quali erano incompatibili con la vita. Questi includevano 3 difetti cardiaci congeniti, ipospadia e idronefrosi del rene destro del feto (HbA1c nel primo trimestre - 8,9%).

In connessione con le varie manifestazioni di fetopatia diabetica (immaturità, sindrome da distress respiratorio, disturbi neurologici, e così via. D.), follow-up negli ospedali richiedono specializzata pediatrica neonatale del 12,5% (3 su 24) nel gruppo A e il 43,7% dei bambini ( 73 di 167) nel gruppo B [χ2 = 3.65].

Dai risultati sopra riportati dello studio possiamo trarre le seguenti conclusioni.

Quando la compensazione del diabete e la stabilizzazione delle sue complicanze tardive in fase di pianificazione della gravidanza, sulla sua estensione e durante il travaglio significativamente ridotto la mortalità perinatale, l'incidenza di malformazioni congenite, CA, la gravidanza, lo sviluppo di polidramnios, infezione delle vie urinarie. Inoltre ridotto l'incidenza di macrosomia e percentuale immaturità neonatale riduce la necessità di un trattamento in una successiva fase nella prole di madri con diabete. +

Per garantire la compensazione stabile del diabete durante la gravidanza, una donna deve subire una PGSD pregravid preparazione e durante la gravidanza osservato da un protocollo speciale per identificare e trattare varie complicazioni del diabete e gravidanza tempestivo.

Come pianificare una gravidanza con il diabete?

Con lo sviluppo nel mondo moderno della tecnologia, e in effetti tutto ciò che circonda le persone, purtroppo, è ancora impossibile combattere alcuni tipi di malattie. Uno di questi è il diabete. Oggi questa malattia colpisce sia i bambini che le persone giovani, medie e anche anziane.

Il diabete nelle donne può essere di due tipi: pre-gestazionale o gestazionale.

  • Il diabete pre-gestazionale è quel diabete che è stato rilevato in una donna prima della gravidanza,
  • e gestazionale - quello che è stato identificato dopo il concepimento del feto.

Secondo le statistiche, dal 10 al 12% delle donne soffre di diabete pre-gestazionale e dall'88 al 90% ha un diabete gestazionale.

Pericoli della gravidanza nel diabete pre-gestazionale

Il diabete identificato prima della concezione del feto, è un grande pericolo, sia per la salute della donna che per il suo bambino.

Le donne in gravidanza hanno un livello molto alto di glucosio nel sangue durante i primi mesi di gravidanza. È per questo che gli aborti sono possibili in una fase precoce della gravidanza, così come l'acqua ad alto flusso in una fase avanzata, a causa della quale appare il rischio di parto prematuro.

Inoltre, se una donna soffre di diabete non compensato, sono possibili un certo numero di complicazioni vascolari: nefropatia, retinopatia e malattia coronarica.

Tutte queste complicazioni associate al diabete possono essere evitate o il loro rischio può essere ridotto se:

  • la gravidanza è organizzata da una donna
  • così come sarà osservato come la dieta e il regime di trattamento.

Possibilità di diabete del nascituro

Prima di pianificare una gravidanza con diabete, è anche necessario prendere in considerazione la possibilità di conseguenze a lungo termine, come la trasmissione della malattia al bambino. In effetti, la possibilità di trasmettere la malattia a un bambino può essere calcolata se è noto se suo padre ha il diabete.

A seconda del tipo di diabete, la madre considera:

  • Se la madre ha il primo tipo di diabete e il padre è sano, allora la probabilità che un bambino non ancora nato si ammali prima dei 20 anni è solo dell'1 per cento.
  • In tal caso, se la madre è malata con il primo tipo di diabete e anche il padre è suscettibile a questa malattia, allora la probabilità della malattia nel bambino è del 6%.
  • Il rischio di diabete aumenta se una donna è suscettibile al diabete di tipo 2. In questo caso, la probabilità di ammalarsi del bambino varia dal 15 al 30 percento.
  • Nello stesso caso, se entrambi i genitori sono inclini al diabete del secondo tipo, allora la possibilità di ammalarsi dal nascituro varia dal 60 al 70 per cento.

Pianificazione della gravidanza per il diabete

Il diabete non è uno scherzo, motivo per cui se una donna incline a questa malattia vuole rimanere incinta, allora ha bisogno di preparare non solo se stessa, ma anche il suo corpo. Solo considerando la domanda: "pianificare una gravidanza da dove iniziare?" Aiuterà una donna a evitare le complicazioni derivanti dal diabete, che influenzano negativamente sia la sua salute che la salute del suo bambino non ancora nato.

Per pianificare accuratamente una gravidanza (una gravidanza sana, in seguito alla quale nascerà un bambino sano a causa del non soggetto a diabete) è necessario sottoporsi a una serie di esami medici:

  • Prima di tutto, dovresti venire all'appuntamento con il tuo medico per assicurarti che il diabete sia controllato. Se è sotto controllo, il medico risponderà positivamente alla sospensione delle pillole anticoncezionali.
  • Inoltre, vuoi controllare il livello dei trigliceridi e del colesterolo.
  • Per identificare una complicazione del diabete sui reni dovrà anche essere esaminato.
  • Quando si pianifica anche una gravidanza, non sarà superfluo consultare un ginecologo.
  • Una gravidanza sana è possibile se l'esame mostra l'assenza di cataratta, retinopatia e glaucoma.

Consultazione con il medico curante nel processo di pianificazione della gravidanza

Il passo più fondamentale che una donna dovrebbe prendere mentre si pianifica una gravidanza è consultare un medico. La consultazione avrà un impatto positivo sulla donna, permettendole di prepararsi emotivamente, fisicamente per la futura gravidanza.

Prima di tutto, il dottore discuterà il suo stile di vita con una donna. Naturalmente, il consumo di alcol, così come il fumo dovrebbero essere fermati e la domanda: "Cosa si può fare con il diabete?" È abbastanza logico. Solo in questo caso il nascituro e la gravidanza saranno sani. Fumare aumenta principalmente la frequenza cardiaca, con il risultato che è possibile avere un bambino con una massa corporea troppo bassa, problemi con il sistema respiratorio e la cosa peggiore è l'aborto spontaneo.

Lo zucchero nel sangue deve essere costantemente monitorato. Il fatto è che la gravidanza fino a 13 settimane con livelli elevati di zucchero nel sangue può aumentare la probabilità di aborto spontaneo e causare malformazioni fetali.

Naturalmente, anche prima della gravidanza dovrebbe iniziare l'assunzione di vitamine con acido folico.

Durante la gravidanza, dovresti pianificare attentamente il menu. Per aiutare a pianificare il menu dovrebbe il medico curante che seleziona i prodotti in modo che non ci sia diminuzione o aumento di zucchero nel sangue. Inoltre, è necessario includere nel menu quei prodotti che sono una fonte di un gran numero di calorie necessarie per lo sviluppo del futuro bambino.

Durante l'intera gravidanza è necessario monitorare costantemente la malattia. Il fatto è che durante la gravidanza il diabete mellito insulino-dipendente diventerà un "compagno" costante. Durante la gravidanza, il corpo ha bisogno di un aumento della dose di insulina, soprattutto da 6 a 9 mesi di gravidanza.

Diabete e gravidanza

Il problema della gravidanza nelle donne con diabete è rilevante in tutto il mondo. Il decorso della gravidanza e del parto nel diabete mellito è estremamente sfavorevole allo sviluppo fetale fetale, l'incidenza di malformazioni aumenta e la morbilità e la mortalità perinatale sono elevate.

Nella pratica clinica, ci sono tre tipi principali di diabete:

  1. diabete mellito di tipo 1 - insulino-dipendente (IDDM);
  2. diabete mellito di tipo II - insulino-indipendente (NIDDM);
  3. Diabete mellito di tipo III - diabete gestazionale (DG), che si sviluppa dopo 28 settimane. gravidanza ed è una malattia transitoria dell'uso del glucosio nelle donne durante la gravidanza.

Il più comune è IDDM. La malattia si trova di solito nelle ragazze da bambino, durante la pubertà. Il NIDDM si trova nelle donne più anziane (dopo 30 anni) ed è meno grave. DG diagnosticato estremamente raro.

L'IDDM nelle donne in gravidanza è caratterizzato da una labilità significativa e un decorso ondulatorio della malattia. Una caratteristica peculiare dell'IDDM nelle donne in gravidanza è l'aumento dei sintomi del diabete mellito, il primo sviluppo dell'angiopatia (quasi la metà delle donne in gravidanza), la tendenza alla chetoacidosi.

La seconda metà della gravidanza. A causa dell'aumentata attività degli ormoni contrainsulari (glucagone, lattogeno placentare, prolattina), la tolleranza dei carboidrati peggiora, aumentano i disturbi del diabete, aumentano i livelli di glicemia, aumentano i livelli di glucosuria e si può sviluppare chetoacidosi. A questo punto, è necessario un aumento di insulina.

Entro la fine della gravidanza, a causa di una diminuzione del livello degli ormoni controinsulinici, la tolleranza dei carboidrati migliora nuovamente, il livello di glicemia e la dose di insulina somministrata sono ridotti.

Durante il parto in donne in gravidanza con diabete mellito sono possibili sia iper- miemia alta, acidosi e stato ipoglicemico. Nei primi giorni del periodo post-partum, il livello di glicemia diminuisce, quindi aumentano di 4-5 giorni.

La prima metà della gravidanza nella maggior parte dei pazienti con diabete si verifica senza complicazioni particolari. L'eccezione è la minaccia di aborto spontaneo.

Nella seconda metà della gravidanza, sono più probabili complicazioni ostetriche come la gestosi tardiva, il polidramnios, la minaccia di parto prematuro, l'ipossia fetale e le infezioni del tratto urinario.

Il diabete della madre ha una grande influenza sullo sviluppo del feto e del neonato. Ci sono una serie di caratteristiche che distinguono i bambini nati da donne diabetiche dalla prole di madri sane.

Questi includono l'aspetto caratteristico (viso rotondo a forma di luna, tessuto grasso sottocutaneo eccessivamente sviluppato), un gran numero di emorragie sulla pelle del viso e degli arti, gonfiore, cianosi; grande massa, una significativa frequenza di malformazioni, immaturità funzionale di organi e sistemi.

Il periodo neonatale nella progenie di pazienti con diabete mellito è caratterizzato da rallentamento e inferiorità dei processi di adattamento a condizioni extrauterine, che si manifesta con letargia, ipotensione e iporiflessione del bambino, instabilità della sua emodinamica, rallentamento del recupero del peso, aumento della tendenza a gravi disturbi respiratori.

Una delle condizioni principali per la gestione delle donne incinte affette da diabete è la compensazione per il diabete. La terapia insulinica durante la gravidanza è necessaria anche per le forme più lievi di diabete.

Raccomandazioni chiave per la gestione delle donne in gravidanza con diabete

Pianificazione familiare in pazienti con diabete:

  • determinazione tempestiva del grado di rischio per decidere se la gravidanza debba essere preservata;
  • pianificazione della gravidanza nelle donne con diabete;
  • rigoroso compenso del diabete mellito prima della gravidanza, durante la gravidanza, durante il parto e nel periodo postpartum;
  • prevenzione e trattamento delle complicanze della gravidanza;
  • selezione del termine e metodo di consegna;
  • effettuando un'adeguata rianimazione e un'attenta infermieristica dei neonati;
  • ulteriore osservazione della progenie delle madri diabetiche.

Condurre la gravidanza in pazienti con diabete mellito è effettuato in condizioni di monitoraggio ambulatoriale e stazionario. Nelle donne in gravidanza con diabete, sono consigliabili tre ricoveri in ospedale previsti:

I-st ospedalizzazione - nelle prime fasi della gravidanza per l'esame, affrontare il problema di preservare la gravidanza, condurre un trattamento preventivo, compensazione del diabete.

Controindicazioni alla gravidanza con il diabete

  • La presenza di complicazioni vascolari a rapida progressione, che si trovano solitamente nella malattia grave (retinopatia, nefropatia), complicano il corso della gravidanza e peggiorano significativamente la prognosi per la madre e il feto.
  • La presenza di forme di diabete insulino-resistenti e labili.
  • La presenza di diabete in entrambi i genitori, che aumenta drammaticamente la possibilità della malattia nei bambini.
  • La combinazione di diabete e sensibilizzazione rhesus della madre, che peggiora significativamente la prognosi per il feto
  • La combinazione di diabete e tubercolosi polmonare attiva, in cui la gravidanza spesso porta a gravi esacerbazioni del processo.

La questione della possibilità di gravidanza, la sua conservazione o la necessità di interruzione è decisa in modo consultivo con la partecipazione di ostetrico-ginecologi, un terapeuta, un endocrinologo prima del periodo di 12 settimane.

Il secondo ricovero in ospedale per un periodo di 21-25 settimane a causa di un peggioramento del decorso del diabete mellito e della comparsa di complicanze della gravidanza, che richiede un trattamento appropriato e un attento aggiustamento della dose di insulina.

Ospedalizzazione III-rd con un periodo di 34-35 settimane per un'osservazione attenta del feto, trattamento delle complicanze ostetriche e diabetiche, scelta del tempo e metodo di consegna.

Principi di base della gestione della gravidanza nel diabete mellito:

  • compensazione rigorosa e stabile del diabete mellito, che prevede innanzitutto la normalizzazione del metabolismo dei carboidrati (nelle donne in gravidanza con diabete, il livello di glucosio a digiuno dovrebbe essere compreso tra 3,3-4,4 mmol / l e 2 ore dopo un pasto - non più di 6, 7 mmol / l);
  • attento controllo metabolico;
  • dieta - in media, l'apporto calorico giornaliero è di 1600-2000 kcal, con il 55% del contenuto calorico totale di alimenti coperti da carboidrati, 30% - grassi, 15% - proteine, quantità sufficienti di vitamine e minerali;
  • prevenzione attenta e trattamento tempestivo delle complicanze ostetriche.

Va ricordato che l'accresciuta tendenza delle donne in gravidanza con diabete mellito a sviluppare forme gravi di gestosi tardive e altre complicazioni della gravidanza determina la necessità del più rigoroso monitoraggio delle dinamiche di peso, pressione sanguigna, esami delle urine e del sangue e aderenza pedante al regime della donna incinta.

Il termine di parto nelle donne in gravidanza con diabete mellito è determinato individualmente, tenendo conto della gravità del diabete mellito, del grado di compensazione della malattia, dello stato funzionale del feto e della presenza di complicanze ostetriche.

In caso di diabete mellito, è possibile la maturazione tardiva del sistema funzionale del feto, pertanto la consegna puntuale è ottimale. Tuttavia, l'aumento delle varie complicanze entro la fine della gravidanza (insufficienza fetoplacentare, gestazione tardiva, ecc.) Determina la necessità di somministrare i pazienti in 37-38 settimane.

Quando si pianifica la consegna nei feti di madri diabetiche, deve essere eseguita una valutazione del grado di maturità. Il miglior metodo di consegna per le madri diabetiche e i loro feti è considerato come il parto attraverso il canale del parto naturale. La consegna attraverso il canale del parto naturale viene effettuata sotto costante monitoraggio del livello di glicemia (ogni 2 ore), anestesia completa, terapia con insufficienza fetoplacentare, terapia insulinica adeguata.

Date le caratteristiche di un atto generico caratteristico del diabete, sono necessari i seguenti:

  • Attenta preparazione del canale del parto
  • Con un canale del parto allenato, è consigliabile iniziare l'induzione del travaglio con amniotomia seguita dalla creazione di uno sfondo ormonale. Con un travaglio efficace, la consegna dovrebbe continuare attraverso il canale del parto con un ampio uso di agenti antispastici.
  • Per prevenire la debolezza secondaria delle forze di lavoro quando si apre la cervice 7-8 cm, procedere all'iniezione / all'introduzione dell'ossitocina e continuare la sua introduzione secondo le indicazioni fino alla nascita del bambino.
  • Effettuare la prevenzione dell'ipossia fetale, il monitoraggio dei parametri emodinamici della madre.
  • Prevenire il decompensation del diabete durante il parto. Per fare questo, dopo 1-2 ore per determinare il livello di glicemia nella donna.
  • Per prevenire la debolezza dei tentativi e per garantire l'attività attiva al momento della nascita del massiccio cingolo scapolare del feto, è necessario continuare l'attivazione delle forze di lavoro da ossitocina.
  • In caso di rilevamento di ipossia fetale o debolezza secondaria delle forze di lavoro - parto operativo - pinza ostetrica con episiotomia preliminare.
  • In caso di parto non preparato, l'assenza dell'effetto di induzione del travaglio o la comparsa di sintomi di aumento dell'ipossia del feto, il parto deve essere completato con un taglio cesareo.

Ad oggi, le indicazioni assolute per il taglio cesareo elettivo nel diabete non esiste. Tuttavia, è possibile distinguere quanto segue (ad eccezione di quelli generalmente accettati in ostetricia):

  • Complicazioni pronunciate o progressive di diabete e gravidanza.
  • Presentazione pelvica del feto.
  • La presenza di un frutto grande
  • Ipossia fetale progressiva.

Il principio di base della rianimazione dei neonati da madri con diabete mellito è la scelta delle misure di rianimazione a seconda della condizione del neonato, il suo grado di maturità e il metodo di consegna.

La peculiarità della gestione dei neonati da madri diabetiche è l'introduzione del 10% di glucosio nella vena del cordone ombelicale subito dopo la nascita. L'ulteriore somministrazione di glucosio in questi neonati viene effettuata al ritmo del fabbisogno di liquidi giornaliero, a seconda del livello di glicemia, che viene controllato 2, 3, 6 ore dopo il parto, quindi secondo le indicazioni.

Pianificazione per la gravidanza nelle donne con diabete

Pianificare la gravidanza nelle donne con diabete è un must e un prerequisito per la nascita di un bambino sano. A questo proposito, è necessario rispettare le seguenti regole.

È stabilito che l'aumento di Hb A1c al di sopra della norma solo l'1% è associato ad un aumento della frequenza di aborti spontanei nelle donne in gravidanza e di difetti dello sviluppo nel feto. Si ritiene che il livello di Hb A1c sia inferiore dell'1% ai valori normali o non superiore al 5,8% è un obiettivo auspicabile quando si pianifica una gravidanza. A volte è molto difficile ottenere questo risultato, specialmente in un ciclo di diabete labili e mal controllato, una tendenza alle condizioni ipoglicemiche. Da qui la necessità di determinare le dosi ottimali di insulina quando si monitorano i livelli di glucosio nel sangue di 6-7 volte al giorno.

Il rischio di diabete mellito per una donna incinta risiede nel fatto che con un alto livello di glucosio nel sangue nelle prime fasi della gravidanza ci possono essere aborti spontanei, e negli stadi successivi si sviluppa spesso il poliidramo, che spesso causa un parto prematuro. I neonati da madri con diabete hanno spesso un peso corporeo elevato (4,5 kg o più) e grandi dimensioni. Nonostante le loro grandi dimensioni, i neonati sono immaturi in una serie di indicatori.

I fattori di rischio per una donna incinta che soffre di diabete mellito non adeguatamente compensato includono:

  • progressione delle complicanze vascolari (retinopatia, nefropatia, cardiopatia coronarica),
  • aumento dell'incidenza delle complicanze del diabete - ipoglicemia e chetoacidosi,
  • sviluppo di complicanze della gravidanza stessa, prima di tutto, preeclampsia (tossicosi tardiva).

Per la normalizzazione del metabolismo dei carboidrati nel diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2 è raccomandata una terapia insulinica intensiva con insulina umana geneticamente modificata, poiché le compresse ipoglicemizzanti sono controindicate anche nelle primissime fasi della gravidanza.

Con una buona compensazione del diabete prima e durante la gravidanza, la frequenza di queste e di altre complicazioni è significativamente ridotta.

Diabete mellito mal compensato prima del concepimento e durante la gravidanza è un fattore di rischio affidabile per l'aumento della morte fetale, difetti dello sviluppo - fetopatia diabetica ("feto" - feto, "malattia" - disturbo), anomalie congenite - malformazioni del cuore, vasi, scheletro nei neonati. La formazione di organi nel feto si verifica già alle 6-8 settimane di gravidanza, quindi una donna diabetica dovrebbe adottare misure preventive anche prima del concepimento - durante il periodo di pianificazione della gravidanza.

Quando si pianifica una gravidanza, è necessario escludere le seguenti situazioni in cui la gravidanza è generalmente controindicata:

  • diabete in entrambi i coniugi;
  • la presenza di resistenza all'insulina e forme labili di diabete;
  • una combinazione di diabete mellito e tubercolosi attiva;
  • una combinazione di diabete mellito e sensibilizzazione rhesus della madre nella storia,
  • storia di pazienti con diabete che è stato ben compensato durante la gravidanza per ripetuti decessi o nascite di bambini con disabilità dello sviluppo;
  • complicanze vascolari progressive del diabete mellito (emorragie retiniche fresche, nefropatia diabetica con manifestazioni di insufficienza renale e ipertensione arteriosa).

Nel caso di una gravidanza non pianificata in donne con diabete, non è consigliabile prolungarlo se:

  • l'età del paziente è superiore a 38 anni;
  • il livello di emoglobina glicata nel primo periodo di gravidanza è superiore al 7%;
  • la chetoacidosi si sviluppa all'inizio della gravidanza.

Per prevenire una gravidanza non pianificata, utilizzare la contraccezione: i contraccettivi ormonali danno aspetti positivi, perché le donne con diabete hanno sempre un'ipofunzione ovarica secondaria e, di conseguenza, l'effetto degli estrogeni nel periodo riproduttivo migliora il diabete mellito.

In assenza di controindicazioni agli estrogeni (decorso lieve, stabile, compensazione adeguata) (in caso di scompenso del diabete mellito KOC è controindicato), i contraccettivi orali combinati sono prescritti alle donne affette da diabete.

La nomina dei contraccettivi deve essere coordinata con l'endocrinologo del paziente, poiché il diabete mellito insulino-dipendente può richiedere un aggiustamento della dose di insulina (più alta dose di insulina).

Se ci sono controindicazioni agli estrogeni (una tendenza all'ipertensione, all'obesità) - quindi prescrivere micro dosi di gestageni - in modalità continua, mini-bevve.

In una gravidanza programmata 3 mesi prima della concezione progettata è necessario cancellare contraccettivi ormonali, da allora provocano disvitaminosi (diminuzione dell'acido folico, vitamine del gruppo B, C, PP (necessarie per la gravidanza), aumento della vitamina A (non necessaria per la gravidanza), che porta alla teratogenicità.

Allo stesso tempo, è auspicabile prescrivere complessi vitaminici. Vai a metodi di contraccezione barriera, donna disinfettante con il marito (dovrebbe avere un buon sperma per concepimento sicuro e normale funzione dell'ormone trofoblastico), marito anche per dare complessi vitaminici con zinco o farmaci che migliorano la spermatogenesi, per disinfettare il marito per l'infezione cronica, trasferire la donna su insulina e aggiustamento della dose, insegnare come comportarsi durante la gravidanza in una scuola di diabetologia.