Image

Quanti vivono con il diabete?

Il diabete mellito è una malattia incurabile, pericolosa per le sue complicanze. L'aspettativa di vita media dei diabetici è inferiore a quella delle persone che non hanno familiarità con questo disturbo. La ragione della riduzione della vita sono le comorbilità che si sviluppano in assenza di controllo sul livello di zucchero. Dopo la diagnosi, alcuni pazienti si disperano, perché la vita con il diabete sembra essere impossibile. Questo è un errore, perché anche tra i diabetici ci sono fegati lunghi. La cosa principale - per regolare lo stile di vita, per seguire le raccomandazioni del medico e non perdere il cuore.

Cos'è il diabete pericoloso?

L'aspettativa di vita delle persone con diabete è ridotta a causa della negligenza delle raccomandazioni volte a correggere i livelli di zucchero nel sangue.

Nel diabete, indipendentemente dal tipo di malattia, il pancreas è principalmente colpito. La sconfitta della ghiandola porta a una violazione della sintesi dell'insulina - un ormone che fornisce zucchero a tutte le cellule del corpo per garantire la loro nutrizione. A causa della rottura del pancreas, nelle persone con diabete, lo zucchero non entra nelle cellule, ma rimane nel sangue. In questo caso, i tessuti non ricevono la nutrizione necessaria, che provoca il loro esaurimento.

L'aumento di zucchero porta alla distruzione del tessuto nervoso e dei vasi sanguigni. Il diabete è una malattia sistemica perché le sue complicanze influenzano tutti i sistemi. Le seguenti conseguenze patologiche sono spesso diagnosticate:

  • fallimento del sistema endocrino;
  • danno al sistema cardiovascolare;
  • visione offuscata;
  • lo sviluppo di malattie gastrointestinali, danni al fegato.
La cancrena e le sue complicanze riducono notevolmente la sopravvivenza dei pazienti.

Più una persona ha il diabete, peggiore diventa la sua condizione. In assenza di una diagnosi tempestiva e del trattamento necessario, la malattia progredisce, le comorbidità si sviluppano rapidamente. Questa è la ragione principale per abbreviare la vita nel diabete. Dall'età di 25 anni, il corpo di ogni persona inizia ad invecchiare gradualmente, la rigenerazione cellulare rallenta, a causa della quale i processi distruttivi nel corpo di un diabetico sono aggravati. Esistono condizioni per lo sviluppo di ictus e gangrena - comuni complicazioni pericolose della malattia, in presenza delle quali il tasso di sopravvivenza dei diabetici diminuisce.

Patologia del primo tipo

I giovani affrontano il diabete di tipo 1, spesso nei bambini viene diagnosticata una patologia. I diabetici di tipo 1 rappresentano il 10% del numero totale di pazienti con diabete. Nel diabete di tipo 1, i pazienti vivono con insulina. Inoltre, una persona ha bisogno di correggere la vita, cambiare le regole della nutrizione: ha bisogno di assumere regolarmente farmaci speciali che sostituiscano l'insulina che è assente nel corpo. Il tipo di malattia insulino-dipendente è pericoloso non solo dallo sviluppo di complicazioni salvavita, ma anche dalla dipendenza dalle droghe. Mancanza di trattamento necessario, consegna tardiva di farmaci può causare un esito fatale.

Malattia di tipo 2

Nel diabete di tipo 2, anche l'aspettativa di vita è ridotta a causa dello sviluppo di complicanze. Più spesso, i diabetici del secondo tipo sono diagnosticati:

Nel secondo tipo di malattia può svilupparsi la cirrosi epatica.

  • infarti e ictus;
  • danno renale, organo appaiato alterato;
  • cambiamenti patologici nel fegato, provocando epatosi grassa, cirrosi, epatite;
  • atrofia muscolare;
  • convulsioni;
  • diminuire e completare la perdita di sensibilità cutanea;
  • cancrena;
  • danno alla retina dell'occhio, innescando la cecità.

Eventuali complicazioni che si sono sviluppate sullo sfondo del diabete hanno un effetto negativo sulle condizioni generali di una persona e riducono l'aspettativa di vita. Sono difficili da trattare e pertanto si raccomanda di procedere con misure preventive immediatamente dopo l'identificazione della patologia di base. Conformità con la dieta e raccomandazioni generali, l'assenza di emozioni negative consente di vivere una lunga vita.

Tasso di sopravvivenza

Dopo aver identificato il diabete, una persona deve vivere secondo determinate regole. In media, l'aspettativa di vita nel diabete è ridotta di un terzo. L'ultimo stadio è il più pericoloso, le complicanze caratteristiche di questo periodo hanno una prognosi negativa. I diabetici insulino-dipendenti apprendono la loro diagnosi entro e non oltre i 30 anni. Con il giusto stile di vita, questo tipo di malattia può vivere fino a 60 anni o più. Secondo le statistiche, gli uomini con patologia di tipo 1 vivono 12 anni in meno, e le donne 20.

Il secondo tipo di malattia accorcia la vita di non più di 5 anni. Le persone che soffrono di questa patologia vivono più di 50 anni, ma a causa di danni al cuore e ai reni, la qualità della vita può diminuire. Spesso, le complicazioni risultanti portano alla disabilità. Tuttavia, qualsiasi prova di quante persone con diabete vivono è approssimativa. Quanto e come vivere ogni diabetico decide per se stesso, perché alla fine tutto dipende da come affronta il problema.

I diabetici possono vivere a lungo senza conoscere le complicazioni della malattia, se rispettano determinate regole.

Come prolungare la vita dei pazienti con diabete?

Il diabete accorcia la vita di una persona a causa dello sviluppo di complicanze. Ci sono una serie di raccomandazioni sviluppate per i diabetici di tutti i tipi di patologie volte a prevenire il loro sviluppo. I pazienti raccomandati:

Lo stato emotivo ha un impatto significativo sull'aspettativa di vita. Se la diagnosi è diventata una frase per il paziente, si dispera, trascura le raccomandazioni mediche e consente alla malattia di sconfiggere se stesso. In questo caso, aumenta il rischio di morte, indipendentemente dall'età del paziente. Dopo aver identificato la patologia non può disperare e scoraggiarsi. È una malattia incurabile, ma puoi conviverci più a lungo di quanto le persone non vivano senza di essa. La cosa principale è fare i conti con i cambiamenti necessari e iniziare a lavorare su te stesso. Ci sono casi noti alle statistiche mediche quando i diabetici hanno vissuto fino a 70 anni o più.

Quanti anni vivono con il diabete mellito di tipo 1 e 2: per quanto tempo puoi vivere

Quando una persona scopre di essere malato di diabete mellito, spesso inizia a farsi prendere dal panico, perché questa malattia riduce l'aspettativa di vita nei casi più gravi e può addirittura portare alla morte. Perché la gente la pensa così e ha paura di vivere un po 'con una diagnosi simile?

Il diabete mellito si forma a causa del fatto che il pancreas perde la sua funzionalità, producendo livelli di insulina troppo bassi. Nel frattempo, è questo ormone che è responsabile del trasporto dello zucchero alle cellule dei tessuti, per garantire la loro nutrizione e il loro normale funzionamento. Lo zucchero rimane nel sangue, non essendo in grado di raggiungere l'obiettivo desiderato. Di conseguenza, le cellule iniziano a utilizzare il glucosio, che si trova negli organi sani, per nutrirsi. Questo, a sua volta, causa l'esaurimento e la distruzione di questi tessuti.

La malattia è accompagnata da una violazione del sistema cardiovascolare, dell'apparato visivo, delle malattie endocrine, delle malattie del cuore, dei reni, del fegato e di altri organi.

Se una persona ha la forma avanzata del diabete, tutti questi fenomeni negativi si verificano molto più velocemente.

Per questo motivo, le persone con diagnosi di diabete hanno un'aspettativa di vita più breve rispetto a una persona sana o anche a chi ha una malattia cronica che non influisce sull'intero corpo. Come sapete, il diabete mellito di primo e secondo tipo può avere gravi conseguenze se non si controlla regolarmente il livello di zucchero nel sangue e non si prendono tutte le regole prescritte dal medico. A questo proposito, alcune persone che non controllano la propria salute hanno un'aspettativa di vita non superiore a 50 anni.

Diabete di tipo 1: per quanto tempo puoi vivere

Il diabete mellito del primo tipo è anche chiamato insulino-dipendente, dal momento che una persona è costretta a usare iniezioni di insulina ogni giorno per una vita piena. Per questo motivo, l'aspettativa di vita nel diabete di questo tipo dipende principalmente dal modo in cui una persona adatta la propria dieta, esercizio fisico, assunzione di farmaci necessari e terapia insulinica.

Di solito, dopo aver rilevato la diagnosi, puoi vivere per almeno trenta anni. Durante questo periodo, le persone spesso guadagnano malattie cardiache e renali croniche, che riducono significativamente l'aspettativa di vita e portano alla morte.

Molto spesso, i diabetici apprendono che hanno il diabete del primo tipo in anticipo, quando non hanno ancora compiuto 30 anni. Pertanto, se si seguono correttamente tutte le raccomandazioni del medico e si conduce uno stile di vita sano, è possibile vivere fino a 60 anni.

Le statistiche mostrano che negli ultimi anni, la durata media dei diabetici di tipo 1 è aumentata a 70 anni o più. Queste persone si distinguono per il fatto che mangiano bene, sono impegnati nella loro salute, non dimenticano di monitorare gli indicatori di glucosio nel sangue e usano i farmaci prescritti.

Se prendiamo gli indicatori generali delle statistiche che indicano quante persone di un certo sesso vivono con il diabete, allora possiamo notare alcune tendenze. Negli uomini, l'aspettativa di vita si riduce di 12 anni, e nelle donne di 20 anni. Tuttavia, è impossibile dire esattamente per quanto tempo si può vivere con il diabete mellito del primo tipo. poiché tutto dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo e dalla gravità della malattia. Nel frattempo. Secondo i medici, una persona può aumentare l'aspettativa di vita. se ti prenderai cura di te e della tua salute.

Diabete di tipo 2: quanto dura la vita

Una malattia simile del secondo tipo viene diagnosticata molto più spesso rispetto al diabete mellito del primo tipo, nel frattempo colpisce soprattutto le persone anziane che hanno più di 50 anni. In questa forma, il cuore e i reni soffrono della malattia, che può causare la morte precoce.

Allo stesso tempo, le statistiche mostrano che una persona con diabete del secondo tipo ha un'aspettativa di vita molto più lunga rispetto alla dipendenza da insulina. Il loro periodo di vita è ridotto solo di 5 anni, ma un gruppo di persone di solito ha una disabilità a causa della progressione della malattia e delle complicanze.

Una persona con questo tipo di malattia è obbligata a monitorare lo zucchero nel sangue ogni giorno, misurare la pressione sanguigna, condurre uno stile di vita sano e mangiare bene.

Chi è a rischio

Di norma, le persone a rischio sono più spesso malate di diabete in forma grave. Hanno ridotto drasticamente l'aspettativa di vita a causa di complicazioni.

Il gruppo di rischio per lo sviluppo della malattia include:

  • Bambini e adolescenti;
  • Persone che consumano grandi quantità di bevande alcoliche;
  • Gente che fuma;
  • Diabetici con diagnosi di aterosclerosi.

Nei bambini e negli adolescenti viene rilevata una malattia del primo tipo, quindi devono iniettare costantemente insulina per mantenere il corpo normale. I problemi possono sorgere a causa di diversi motivi:

  • Il diabete mellito di qualsiasi tipo nei bambini non viene immediatamente rilevato, quindi nel momento in cui viene diagnosticata la malattia, il corpo è già indebolito.
  • I genitori per vari motivi non possono sempre controllare i bambini, così possono saltare l'introduzione di insulina nel corpo.
  • Nel diabete di qualsiasi tipo, è vietato mangiare dolci, farina, soda e altri prodotti nocivi, che sono una vera prelibatezza per i bambini, e non possono sempre abbandonarli.

Questi e molti altri motivi causano una diminuzione dell'aspettativa di vita nei bambini.

Le persone che usano spesso bevande alcoliche e spesso fumatori, riducono significativamente le loro abitudini di vita con le loro cattive abitudini. Con il diabete mellito di primo e secondo tipo, è necessario smettere completamente di fumare e di alcol, solo in questo caso, è possibile mantenere la salute e vivere molto più a lungo.

Se non si rinuncia alle cattive abitudini in tempo, si può morire a 40 anni, nonostante l'assunzione regolare di farmaci e di insulina.

I diabetici diagnosticati con aterosclerosi sono in un modo speciale a rischio, in quanto una persona con una tale malattia può avere complicanze che portano alla morte. Questi tipi di malattie comprendono la cancrena, che di solito viene rimossa, ma prolunga l'aspettativa di vita dei diabetici di soli due anni. Inoltre, l'ictus porta spesso alla morte prematura.

In generale, le statistiche indicano il ringiovanimento del contingente. Diabete mellito. Oggi, il più delle volte una malattia simile viene rilevata in pazienti la cui età oscilla tra i 14 ei 35 anni. Lontano da tutti hanno il tempo di vivere per 50 anni di loro. Secondo un sondaggio condotto tra i pazienti con una diagnosi di diabete.

La maggior parte lo considerano un segno di malattia di vecchiaia e morte prematura. Nel frattempo, la medicina moderna ogni anno migliora i metodi di controllo della malattia.

Solo 50 anni fa, i diabetici potevano vivere a metà. cosa possono fare i pazienti nel tempo presente. Negli ultimi decenni, il tasso di mortalità precoce tra i diabetici è diminuito di tre volte.

Come vivere con il diabete

Al fine di massimizzare l'aspettativa di vita nel diabete mellito di primo o secondo tipo, è necessario seguire le regole di base prescritte dai medici per tutti i diabetici.

È importante eseguire regolarmente esami del sangue per gli indicatori di zucchero nel sangue, misurare la pressione sanguigna, usare i farmaci prescritti, seguire una dieta, mangiare solo cibi consigliati come parte di una dieta medica, fare leggeri esercizi ogni giorno, evitare situazioni stressanti.

È possibile prevenire un ictus e lo sviluppo di complicanze come la cancrena degli arti inferiori nel diabete mellito? Secondo i medici, questo è possibile se si mantiene uno stretto controllo sul livello di glucosio nel sangue e non si consente nemmeno il minimo aumento delle prestazioni. Una regola simile si applica ai diabetici. Se una persona non lavora troppo fisicamente, va a letto in orario, conduce uno stile di vita vigoroso, ha tutte le possibilità di vivere a lungo.

Il ruolo più forte nella mortalità precoce è giocato dalla presenza di stress, che portano via tutte le forze di una persona per combattere la malattia. Per evitare ciò, è necessario imparare a gestire le proprie emozioni in tutte le situazioni per evitare eccitazione e sovraccarico mentale.

  1. Lo stato di panico in cui alcuni pazienti cadono quando vengono a sapere della loro diagnosi di solito gioca uno scherzo crudele sulle persone.
  2. Una persona inizia ad abusare di droghe che portano a un netto deterioramento della salute.
  3. È importante capire che l'auto-medicazione per il diabete non è consentita.
  4. Questo vale anche per le complicazioni causate dalla malattia.
  5. Tutte le domande riguardanti il ​​trattamento devono essere discusse con il medico.

Le statistiche mostrano che molti diabetici vivevano in una grande età avanzata. Queste persone monitoravano attentamente la loro salute, erano guidate dalle raccomandazioni dei medici, utilizzavano tutte le procedure necessarie per mantenere la vita.

In primo luogo in un diabetico dovrebbe essere non solo la terapia insulinica e l'insulina ormonale, ma anche la prevenzione di possibili complicanze dovute all'alimentazione corretta. Il medico prescrive una speciale dieta terapeutica, che limita il consumo di cibi grassi, dolci, affumicati e altri.

Seguendo costantemente tutti i comandamenti di un diabetico, puoi aumentare l'aspettativa di vita e non aver paura che la morte arriverà troppo presto. Scopri esempi di ispirazione di celebrità con diabete!

Diabete mellito tipo 1 e 2 quanto vive con esso

Se viene diagnosticato il diabete, quante persone convivono con esso, non sanno tutto? L'aspettativa di vita è determinata, oltre a tutto, dal tipo di malattia. Ci sono 2 tipi di patologia, sono incurabili, ma possono essere corretti. Oltre 200 milioni di persone nel mondo soffrono di diabete, ogni anno ne muoiono 20 milioni di persone. Il diabete mellito in termini di mortalità è al terzo posto dopo oncologia e malattie cardiovascolari. In Russia, il 17% della popolazione soffre della malattia. Ogni 10 anni, il numero di persone con diabete nel mondo raddoppia e la malattia continua a sembrare più giovane - queste sono statistiche deprimenti.

L'essenza del problema

Quanti anni vivono i diabetici? Ci sono dati incoraggianti: nel 1965, i pazienti con diabete di tipo 1 morirono nel 35% dei casi precocemente, ora vivono il doppio del tempo, il loro tasso di mortalità è sceso all'11%. Nel secondo tipo, i pazienti vivono fino a 70 anni e oltre. Quindi, credere o non credere alle statistiche è una questione di scelta di tutti. Gli endocrinologi, quando chiedono ai pazienti quanto vivono con il diabete, affermano che ciò dipende dalla loro serietà, ma non entrano nei dettagli riguardo al significato di questa frase. Tutto ciò che serve è mettere in guardia sulla dieta, l'esercizio fisico e la necessità di un trattamento costante.

Si scopre che alcuni dei responsabili della riduzione della vita dei pazienti sono degli specialisti.

Quando diagnostichi il diabete, la vita va avanti e solo tu puoi allungarla. L'incurbilità della malattia dovrebbe essere presa immediatamente e non farla prendere dal panico. I pazienti con diabete sono descritti dal medico dell'antica Grecia Demetros; allora questa patologia era chiamata la perdita di umidità, perché la persona era costantemente assetata. Queste persone hanno vissuto molto poco e sono morte prima dei 30 anni, hanno, come è chiaro, il diabete di tipo 1.

E il diabete di tipo 2 semplicemente non esisteva, perché le persone non vivevano per vederlo. E per quanto riguarda oggi? Con il tipo 1 puoi vivere con il diabete in modo completo ed efficiente, e con il tipo 2 puoi liberartene del tutto per molto tempo. Ma i miracoli non vengono se stessi, devono essere creati. L'essenza della malattia è che la ghiandola pancreatica (pancreas) non può più far fronte al suo compito di produrre insulina o produrla normalmente, ma i tessuti non assorbono l'ormone.

Diabete di tipo 1

Si chiama insulino-dipendente, perché con esso si ferma la produzione di un ormone dalla ghiandola. Questo tipo di diabete è abbastanza raro (solo nel 10% dei casi), è diagnosticato nei bambini e nei giovani. Prende la sua origine da scarsa ereditarietà o dopo un'infezione virale, se porta a disturbi ormonali nel corpo. In una tale situazione, il sistema immunitario umano attacca la propria ghiandola pancreatica e gli anticorpi iniziano a distruggerlo come un estraneo. Il processo avviene rapidamente, la ghiandola danneggiata smette di funzionare e l'insulina non viene prodotta. In una situazione del genere, il corpo deve ricevere l'insulina dall'esterno per mantenere la vita.

Diabete di tipo 2

Ma questo è il vero diabete di cui tutti hanno sentito parlare e i glucometri per i quali sono così spesso pubblicizzati. È registrato dopo 40-50 anni. Ha 2 principali fattori causali - ereditarietà e obesità. L'insulina è prodotta in questo tipo, ma i tessuti non la assorbono, quindi è chiamata insulino-resistente. Qui il compito non viene eseguito dall'ormone stesso. Questa patologia si sviluppa gradualmente, gradualmente, una persona può non sapere per molto tempo che ha il diabete; i sintomi della malattia sono più miti.

Indipendentemente dal tipo, i segni del diabete sono ancora comuni:

  • aumento della sete, sempre affamato;
  • grave affaticamento, sonnolenza durante il giorno;
  • bocca secca;
  • la minzione si accelera;
  • graffi della pelle dovuti a prurito costante;
  • anche piccoli graffi guariscono male.

C'è una differenza significativa di due tipi: nel primo caso, il paziente sta rapidamente perdendo peso, con il tipo 2 - diventa più grasso.

L'insidiosità del diabete sta nelle sue complicazioni, e non in se stessa.

Quante persone vivono con il diabete di tipo 2? Con il diabete di tipo 1, la mortalità rispetto alle persone sane è 2,6 volte più alta, e con il tipo 2 è 1,6 volte superiore. L'aspettativa di vita con il diabete di tipo 1 è di poco più di 50 anni, a volte fino a 60 anni.

Gruppi di rischio per il diabete

Questo si riferisce a coloro che affrontano il diabete grave, è:

  • alcolisti;
  • il fumo;
  • bambini sotto i 12 anni;
  • gli adolescenti;
  • pazienti anziani con aterosclerosi.

I bambini e gli adolescenti hanno il diabete di tipo 1. Quanto durerà la loro vita, dipende completamente dal controllo dei loro genitori e dall'alfabetizzazione del dottore, perché i bambini a quell'età non sono in grado di comprendere la gravità dello stato delle cose, non hanno la nozione di morire di mangiare dolci e bere soda. Questi bambini dovrebbero ricevere l'insulina per tutta la vita, costantemente (e in orario).

Se parliamo di fumatori e amanti degli alcolici, anche con la corretta osservanza di tutte le altre raccomandazioni, possono solo fare 40 anni, quindi quanto sono dannose queste 2 abitudini. Nell'aterosclerosi, ictus e cancrena si verificano più spesso - tali pazienti sono condannati. I chirurghi possono prolungare la propria vita solo per diversi anni.

Cosa succede nel corpo durante la circolazione di "sangue dolce" attraverso le navi? In primo luogo, è più denso, il che significa che il carico sul cuore aumenta drammaticamente. In secondo luogo, lo zucchero fa a pezzi le pareti dei vasi sanguigni, all'incirca allo stesso modo in cui i gatti rompono i mobili imbottiti.

I buchi si formano sulle loro pareti, che immediatamente si riempiono di placche di colesterolo. Questo è tutto - il resto è già a portata di pollice. Pertanto, si dovrebbe sapere che il diabete colpisce principalmente i vasi, causando i loro cambiamenti irreversibili. Da qui, cancrena, ulcere non guarenti, cecità, coma uremico, ecc., Tutto ciò che è letale. Dopo tutto, il processo di invecchiamento del corpo si è sviluppato sin dall'età di 23 anni, è inevitabile per tutti. Diabete questo processo accelera molte volte e la rigenerazione cellulare rallenta. Questa non è una storia dell'orrore, ma una chiamata all'azione.

È possibile vivere più a lungo, solo con un rigoroso monitoraggio continuo della glicemia, della dieta e dell'attività fisica.

Lo stress e il panico su "come vivere con lui", così come l'aumento dell'attività fisica, svolgono un ruolo molto grande e cattivo per i diabetici. Provocano il rilascio di glucosio e tolgono la forza dal paziente per combattere, gli ormoni cortisolo vengono rilasciati nel flusso sanguigno, che provoca salti di pressione sanguigna, i vasi sono danneggiati, il che aggrava la situazione.

Nella vita di un diabetico dovrebbero esserci solo positivi e calma, concentrazione nei pensieri e nelle azioni. Quindi, con il tipo 1, soggetto a monitoraggio costante della glicemia, i pazienti saranno in grado di vivere fino a 60-65 anni, e un terzo di loro vivrà più di 70. Il pericolo del diabete di tipo 1 è che può sviluppare coma diabetico, e Processi irreversibili si verificano nei reni e nel cuore. Tali pazienti dovrebbero avere un braccialetto sul braccio che indica la diagnosi, quindi l'ambulanza che è arrivata su una chiamata da altri sarà più facile da fornire l'assistenza necessaria. Per evitare lo scenario patologico dell'ipoglicemia, una persona dovrebbe avere con sé una scorta di compresse di glucosio. Un paziente con esperienza già a livello intuitivo può capire che è tempo per lui di iniettare l'insulina, che desidera avere con sé.

Quanto tempo vivono con il diabete mellito 1? Le donne insulino-dipendenti vivono per 20 anni e gli uomini - 12 anni in meno rispetto ai loro pari sani. Questi pazienti dipendono completamente dai loro cari, dal loro stretto controllo.

Circa il secondo tipo

Questo è il secondo tipo di diabete, diagnosticato 9 volte più spesso del tipo 1, già dopo 50 anni e oltre, quando, oltre all'esperienza di vita, ci sono molte piaghe croniche. La ragione può essere l'ereditarietà e un cattivo stile di vita. Non ci possono essere sintomi evidenti, ma la persona inizia improvvisamente a deprimersi del sistema cardio-vascolare ea saltare AD. Il 2o posto è patologia renale. Nell'esaminare tali pazienti spesso hanno il diabete di tipo 2.

  • ictus, infarto miocardico;
  • nefropatia;
  • retinopatia (lesione retinica con cecità);
  • amputazione di arti;
  • epatite grassa;
  • polineuropatia con perdita di sensibilità, con conseguente atrofia muscolare, convulsioni;
  • ulcere trofiche.

Tali pazienti devono tenere costantemente sotto controllo la pressione sanguigna e lo zucchero nel sangue. Per prolungare la vita di una persona deve aderire al regime di trattamento prescritto. Dovrebbe riposare e dormire a sufficienza, mangiare in tempo e correttamente. Il regime dovrebbe essere rispettato ovunque, indipendentemente da dove si soggiorna. I parenti dovrebbero incoraggiare il paziente, non lasciandolo sorseggiare dalla disperazione.

Secondo le statistiche, la durata della vita con diabete mellito 2 può essere estesa con il giusto stile di vita. Diminuirà solo di 5 anni rispetto a quelli che non sono malati - questa è la previsione. Ma questo è solo nel caso del regime. Inoltre, il tasso di mortalità negli uomini è più alto, perché le donne di solito eseguono più attentamente tutte le prescrizioni. Un fatto interessante è che il secondo tipo di diabete aumenta il rischio di malattia di Alzheimer dopo 60 anni.

Il metabolismo dei carboidrati è compromesso nel senso che le cellule diventano insensibili all'insulina e non possono penetrare in esse.

L'utilizzazione del glucosio non si verifica e nel sangue inizia a crescere. E poi il pancreas interrompe del tutto la produzione di insulina. C'è bisogno di ottenerlo dall'esterno (nella fase più estrema della patologia). Quante persone vivono con il diabete oggi? Colpisce stile di vita ed età.

La crescita e il ringiovanimento del diabete sono dovuti al fatto che c'è un invecchiamento generale della popolazione mondiale. Un altro problema è che con le attuali tecnologie sviluppate, le abitudini della gente sono cambiate molto tempo fa: stare seduti al lavoro, davanti al computer, maggiore inattività fisica, uso frequente di fast food, stress, nervosismo eccessivo, obesità: tutti questi fattori spostano gli indicatori verso i giovani. E un altro fatto: è vantaggioso per i farmacisti non inventare un rimedio per il diabete, i profitti sono in crescita. Pertanto, vengono rilasciati farmaci che alleviano solo i sintomi, ma non ne rimuovono la causa. Quindi, il salvataggio dell'annegamento è il lavoro di annegamento stesso, in larga misura. Non dimenticare di esercizio fisico e dieta.

La quantità di glucosio nel sangue determina 3 gradi di gravità del diabete: lieve - glicemia fino a 8,2 mmol / l; medio - fino a 11; pesante - oltre 11,1 mmol / l.

Disabilità nel diabete di tipo 2

La metà dei pazienti con diabete di tipo 2 sono destinati alla disabilità. Solo i pazienti che stanno monitorando attentamente la loro salute possono evitarlo. In caso di diabete di moderata gravità, quando tutti gli organi vitali funzionano ancora normalmente, ma c'è una diminuzione delle prestazioni generali, il terzo gruppo di disabilità viene somministrato fino a 1 anno.

I pazienti non possono lavorare in occupazioni pericolose, durante i turni di notte, in condizioni di temperature estreme, avere orari di lavoro irregolari e andare in viaggio d'affari.

Nelle fasi avanzate, quando le persone hanno bisogno di cure, viene dato un gruppo non lavorativo 1 o 2.

Raccomandazioni per la nutrizione diabetica

La dieta diventa necessaria anche solo per la vita. Il rapporto di BJU in percentuale dovrebbe essere: 25-20-55. La preferenza è data ai carboidrati giusti, è desiderabile usare grassi vegetali. È necessario limitare il consumo di frutta dolce, escludere gli alimenti con lo zucchero, non dimenticare di vitamine e oligoelementi. Si consigliano più fibre, cereali e verdura.

Complicanze croniche

Le complicanze si sviluppano con anni di esperienza con il diabete di tipo 2. Le navi erano già state colpite, anche le terminazioni nervose, la troficità dei tessuti era disturbata. Come risultato di questi processi, gli organi interni si degradano gradualmente - questi sono i reni, il cuore, la pelle, gli occhi, le terminazioni nervose, il sistema nervoso centrale. Smettono semplicemente di svolgere le loro funzioni. Se le grandi navi sono colpite, c'è una minaccia per il cervello. Alle loro pareti di sconfitta si restringono in un barlume, diventano fragili come vetro, la loro elasticità è persa. La neuropatia diabetica si sviluppa dopo 5 anni di glicemia alta.

Un piede diabetico si sviluppa - le estremità perdono la sensibilità, diventano insensibili, ulcere trofiche e gangrena appaiono su di esse. Le gambe del paziente non sentiranno scottature, come nel caso dell'attrice Natalia Kustinskaya, che ha avuto i suoi piedi tutta la notte dopo essere caduta sotto una batteria rovente, ma non lo sentiva.

Nel diabete mellito 2, la nefropatia è al primo posto in termini di mortalità, seguita da malattie del cuore e degli occhi. Il primo va in insufficienza renale cronica, può essere richiesto un trapianto d'organo, che a sua volta è pieno di nuove complicazioni durante l'intervento chirurgico. Sulla pelle in punti di attrito e sudorazione eccessiva si sviluppa la foruncolosi.

Nei diabetici, l'ipertensione è spesso osservata, che continua ad essere elevata anche nelle ore notturne di riposo, il che aumenta il rischio di ictus con edema cerebrale e infarto miocardico. È interessante notare che gli ictus nel diabete di tipo 2 hanno maggiori probabilità di svilupparsi durante il giorno sullo sfondo di figure di pressione del sangue moderatamente elevate.

La metà dei diabetici sviluppa attacchi cardiaci precoci con una clinica severa.

Ma allo stesso tempo, una persona potrebbe non sentire dolore al cuore a causa di una violazione della sensibilità del tessuto.

I disturbi vascolari negli uomini portano all'impotenza e, nelle donne, alla frigidità e alla secchezza delle mucose. Con una notevole esperienza della malattia si sviluppano segni di disturbi mentali sotto forma di encefalopatia: c'è una tendenza alla depressione, instabilità dell'umore, aumento del nervosismo e acutezza. Questo è particolarmente evidente quando lo zucchero oscilla. Alla fine, la demenza si sviluppa nei pazienti. Allo stesso tempo, il rapporto inverso di questi indicatori è il seguente: con zucchero basso, la salute è peggiore, ma non c'è demenza; con l'alto benessere può essere buono, ma i disturbi mentali si sviluppano. La retinopatia è possibile, il che porta alla cataratta e alla cecità.

Prevenzione delle complicazioni e allungamento della vita

La chiave per la salute è l'osservanza del regime quotidiano. L'endocrinologo spiegherà tutto - il resto dipende dalla tua forza di volontà. Lo stile di vita con il diabete dovrebbe cambiare radicalmente. L'umore e le emozioni negative sono completamente esclusi. Dobbiamo diventare ottimisti e imparare a vivere in modo diverso. È impossibile prevedere il decorso della malattia, ma è conveniente affidarsi a fattori che influenzano il prolungamento della vita.

Come convivere con il diabete? Il ricevimento di medicine deve esser unito a medicina di erbe (i tè e le tinture di erbe). Richiede il monitoraggio regolare del sangue e delle urine per lo zucchero, la stretta aderenza al regime giornaliero con riposo e sonno adeguati, attività fisica moderata. Come convivere con il diabete? Impara a meditare e rilassati. Farmaci per il diabete da banco non è necessario.

Questo può portare a complicazioni dagli organi interni, poiché hanno tutti i loro effetti collaterali. Vivere con il diabete elimina completamente l'automedicazione e l'autoregolamentazione delle dosi. Non opprimerti con pensieri di malattia, non dimenticare di goderti la vita, la famiglia e i bambini. Allenati agli esercizi mattutini. I concetti di "diabete" e "stile di vita" stanno diventando inestricabilmente legati.

Se tutti questi punti vengono osservati, il diabete di tipo 2 sarà in grado di reclamare solo 5 anni di vita e il diabete di tipo 1 - 15, ma tutto questo è individuale. L'aspettativa di vita dei pazienti con diabete è cresciuta fino a 75 e 80 anni. Ci sono persone che vivono e 85 e 90 anni.

Aspettativa di vita con il diabete: quanto tempo vivono i diabetici?

Quanto tempo vivono i diabetici? Una domanda posta da ogni persona che soffre di iperglicemia cronica. Molti dei pazienti considerano la loro malattia una condanna a morte.

In effetti, la vita di un diabetico non è sempre comoda. Nel trattamento della malattia, è importante seguire costantemente una dieta, assumere farmaci che riducono lo zucchero e possibilmente insidiare l'insulina.

Per rispondere alla domanda su quanto puoi vivere con interruzioni nel metabolismo dei carboidrati, dovresti prendere in considerazione vari fattori. Questo è il tipo di malattia, la gravità del suo decorso e l'età del paziente. Altrettanto importante è la misura in cui le persone aderiscono alle raccomandazioni mediche.

Cos'è il diabete pericoloso?

Quando la malattia colpisce il corpo, il pancreas soffre prima, dove il processo di produzione di insulina è disturbato. È un ormone proteico che rilascia glucosio alle cellule del corpo per immagazzinare energia.

Quando il pancreas funziona male, lo zucchero viene raccolto nel sangue e il corpo non riceve le sostanze necessarie per la sua attività vitale. Comincia a estrarre il glucosio dalle strutture e dai tessuti grassi e i suoi organi sono gradualmente esauriti e distrutti.

L'aspettativa di vita nel diabete mellito può dipendere dal grado di danno all'organismo. Un diabetico ha un funzionamento alterato:

  1. il fegato;
  2. sistema cardiovascolare;
  3. organi visivi;
  4. sistema endocrino.

In caso di trattamento inopportuno o analfabeta, la malattia ha un effetto negativo su tutto il corpo. Ciò riduce l'aspettativa di vita dei pazienti con diabete rispetto alle persone che soffrono di malattie.

Va tenuto presente che se non si rispettano le prescrizioni mediche per mantenere il livello di glucosio nel sangue al livello adeguato, si svilupperanno complicanze. Inoltre, dall'età di 25 anni, il corpo inizia il processo di invecchiamento.

La rapidità con cui i processi distruttivi si sviluppano e interrompono la rigenerazione cellulare dipende dalle caratteristiche individuali del paziente. Ma le persone che vivono con il diabete e non sono trattate possono avere un ictus o una cancrena in futuro, il che a volte porta alla morte. Le statistiche mostrano che quando si riscontrano gravi complicanze dell'iperglicemia, l'aspettativa di vita dei diabetici è ridotta.

Tutte le complicanze diabetiche sono divise in tre gruppi:

  • Acuto - ipoglicemia, chetoacidosi, coma iperosmolare e lacticidotico.
  • Tardo - angiopatia, retinopatia, piede diabetico, polineuropatia.
  • Cronico - disturbi nei reni, vasi sanguigni e sistema nervoso.

Le complicazioni tardive e croniche sono pericolose. Riducono l'aspettativa di vita del diabete.

Chi è a rischio?

Quanti anni vivono con il diabete? Per prima cosa devi capire se una persona è nella categoria di rischio. Alta probabilità di disturbi endocrini si verifica nei bambini sotto i 15 anni di età.

Spesso vengono diagnosticati con diabete di tipo 1. Un bambino e un adolescente con questo tipo di malattia hanno bisogno di una vita all'insulina.

La complessità del decorso dell'iperglicemia cronica nei bambini è dovuta a una serie di fattori. A questa età, la malattia viene raramente rilevata nelle fasi iniziali e il danno di tutti gli organi e sistemi interni avviene gradualmente.

La vita con il diabete nell'infanzia è complicata dal fatto che non è sempre possibile per i genitori controllare completamente il regime della giornata del bambino. A volte uno studente può dimenticare di prendere una pillola o mangiare cibo spazzatura.

Naturalmente, il bambino non si rende conto che l'aspettativa di vita con il diabete di tipo 1 può essere abbreviata a causa del fatto che sta abusando di cibo e bevande dannose. Patatine, coca cola, dolciumi vari - sono le prelibatezze preferite dei bambini. Nel frattempo, tali prodotti distruggono il corpo, riducendo la quantità e la qualità della vita.

Anche nella categoria di rischio ci sono persone anziane che sono dipendenti da sigarette e bevono alcolici. I pazienti diabetici che non hanno cattive abitudini vivono più a lungo.

Le statistiche dicono che una persona con aterosclerosi e iperglicemia cronica può morire prima di raggiungere la vecchiaia. Questa combinazione causa complicazioni fatali:

  1. ictus, spesso fatale;
  2. cancrena, spesso porta all'amputazione della gamba, che consente a una persona di vivere fino a due o tre anni dopo l'operazione.

Quanti anni vivono i diabetici?

Come sapete, il diabete è diviso in due tipi. Il primo è una forma insulino-dipendente che si verifica quando si verifica un'interruzione nel lavoro del pancreas che attraversa per produrre insulina. Questo tipo di malattia è spesso diagnosticato in età precoce.

Il secondo tipo di malattia si verifica quando il pancreas non produce abbastanza insulina. Un altro motivo per lo sviluppo della malattia può essere la resistenza all'insulina nelle cellule del corpo.

Per quanto tempo vivono le persone con diabete di tipo 1? La durata della vita in una forma insulino-dipendente dipende da molti fattori: nutrizione, attività fisica, terapia insulinica e così via.

Le statistiche dicono che i diabetici di tipo 1 vivono per circa 30 anni. Durante questo periodo, una persona guadagna spesso disturbi cronici dei reni e del cuore, che portano alla morte.

Ma con il diabete di tipo 1, le persone imparano la diagnosi prima dei 30 anni. Se tali pazienti vengono trattati diligentemente e correttamente, possono vivere fino a 50-60 anni.

Inoltre, grazie ai moderni metodi medici, i pazienti con diabete mellito vivono addirittura fino a 70 anni. Ma la previsione diventa favorevole, solo a condizione che la persona segua attentamente la sua salute, mantenendo gli indicatori della glicemia al livello ottimale.

Per quanto tempo un paziente con diabete dura è influenzato dal genere. Pertanto, gli studi hanno dimostrato che per le donne il tempo è ridotto di 20 anni e per gli uomini di 12 anni.

Anche se è assolutamente impossibile dire con esattezza quanto a lungo possa vivere una forma di diabete insulino-dipendente. Molto dipende dalla natura della malattia e dalle caratteristiche del paziente. Ma tutti gli endocrinologi sono convinti che il tempo di esistenza di una persona con glicemia cronica dipenda da lui.

E quante persone vivono con il diabete di tipo 2? Questo tipo di malattia è rilevato 9 volte più spesso rispetto alla forma insulino-dipendente. Fondamentalmente si trova in persone di età compresa tra 40 anni.

Nel diabete di tipo 2, i reni, i vasi sanguigni e il cuore sono i primi a soffrire e la loro sconfitta provoca la morte prematura. Sebbene malati, con una forma insulino-indipendente della malattia, i pazienti vivono più a lungo per i pazienti insulino-dipendenti, in media, le loro vite sono ridotte a cinque anni, ma spesso diventano disabili.

La difficoltà di esistenza con diabete di tipo 2 è anche dovuta al fatto che, oltre alla dieta e ai farmaci glicemici orali (Galvus), il paziente deve costantemente monitorare le sue condizioni. Ogni giorno è obbligato a esercitare il controllo glicemico e misurare gli indicatori della pressione sanguigna.

Separatamente, dovrebbe essere detto sui disordini endocrini nei bambini. L'aspettativa di vita media dei pazienti in questa fascia di età dipende dalla tempestività della diagnosi. Se la malattia viene rilevata in un bambino di età inferiore ad un anno, questo eviterà lo sviluppo di complicazioni pericolose che portano alla morte.

È importante monitorare ulteriori trattamenti. Anche se oggi non ci sono farmaci che permettono ai bambini di continuare a sperimentare cosa è la vita senza diabete, ma ci sono farmaci che possono raggiungere livelli di zucchero nel sangue stabili e normali. Con una terapia insulinica ben scelta, i bambini hanno l'opportunità di giocare, apprendere e svilupparsi completamente.

Quindi, quando diagnostichi il diabete fino a 8 anni, il paziente può vivere fino a circa 30 anni.

E se la malattia si sviluppa più tardi, ad esempio, all'età di 20 anni, allora la persona può anche vivere fino a 70 anni.

In che modo i diabetici aumentano la loro aspettativa di vita?

Come convivere con il diabete? Sfortunatamente, la malattia è incurabile. Questo, come il fatto che tutte le persone muoiano, deve essere accettato.

È importante non farsi prendere dal panico e le forti esperienze emotive non faranno che aggravare il decorso della malattia. Se necessario, il paziente potrebbe aver bisogno di consultare uno psicologo e uno psicoterapeuta.

I diabetici, pensando a come vivere, dovrebbero sapere che la malattia può essere controllata aderendo ad un'alimentazione corretta, praticando sport e senza dimenticare le cure mediche.

Idealmente, se la malattia è di primo e secondo tipo, l'endocrinologo, insieme al nutrizionista, dovrebbe sviluppare una dieta speciale per il paziente. Si consiglia a molti pazienti di avere un diario alimentare che renda facile pianificare una dieta e tenere traccia di alimenti calorici e nocivi. Vivere con un diabetico non è un compito facile, e non solo i pazienti, ma anche i loro cari, hanno bisogno di imparare quali alimenti saranno utili per interrompere il metabolismo dei carboidrati.

Dal momento in cui è stata diagnosticata la malattia, si consiglia ai pazienti di usare:

  • ortaggi;
  • frutta;
  • latticini;
  • carne e pesce;
  • fagioli, farina integrale, pasta di grano duro.

I diabetici possono usare il sale? È consentito mangiare, ma fino a 5 grammi al giorno. I diabetici devono limitare il consumo di farina bianca, grasso, dolci e alcol e tabacco devono essere completamente abbandonati.

Come convivere con il diabete per chi ha un eccesso di peso? Con l'obesità e il diabete, oltre alla dieta sarà necessario un allenamento sistematico.

L'intensità, la frequenza e la durata del carico dovrebbero essere scelti dal medico. Ma alla maggior parte dei pazienti vengono prescritte attività quotidiane fino a 30 minuti.

Coloro che hanno il diabete di tipo 2 devono assumere regolarmente farmaci per via orale per prevenire lo sviluppo di iperglicemia. I fondi possono appartenere a diversi gruppi:

  1. biguanidi;
  2. derivati ​​sulfonilurea;
  3. inibitori della glucosidasi alfa;
  4. derivati ​​tiazolidinonici;
  5. incretine;
  6. inibitori del dipeptidil peptidiase 4.

Il trattamento inizia con qualsiasi singolo farmaco da questi gruppi. Inoltre, è possibile passare a una terapia di combinazione quando due, tre farmaci che riducono lo zucchero sono applicati contemporaneamente. Questo riduce il rischio di complicazioni, normalizza la glicemia e ritardare la necessità di insulina.

I pazienti che hanno vissuto a lungo con il secondo tipo di diabete potrebbero non aver bisogno di terapia insulinica in futuro, ma solo se vengono seguite tutte le raccomandazioni di cui sopra. Se c'è una malattia di tipo 1, come conviverci, perché il paziente dovrà pungere l'ormone giornalmente?

Dopo la diagnosi della malattia, viene prescritta la terapia insulinica. Questa è una necessità, e se non trattata, la persona cadrà in un coma e morirà.

Inizialmente, la terapia potrebbe richiedere l'introduzione di piccole dosi di farmaci. È importante che questa condizione sia soddisfatta, altrimenti in futuro il paziente avrà bisogno di molta insulina.

Bisogna fare attenzione che la concentrazione di zucchero dopo un pasto sia fino a 5,5 mmol / l. Questo può essere ottenuto se segui una dieta a basso contenuto di carboidrati e fai iniezioni di insulina da 1 a 3 UI al giorno.

A seconda della durata dell'effetto, si distinguono 4 tipi di insulina:

Lo schema della terapia insulinica è un'indicazione di quali tipi di farmaci pungere, con quale frequenza, dosaggio e a che ora del giorno. La terapia insulinica è prescritta individualmente, secondo quanto riportato nel diario di auto-monitoraggio.

Per rispondere alla domanda, quanto diabete vive con esso, è necessario prendere in considerazione un sacco di fattori. Vivere senza stress, esercitare, mangiare bene e poi, l'aspettativa di vita, anche con una malattia così grave, aumenterà di 10 o 20 anni.

Le informazioni sull'aspettativa di vita dei diabetici sono fornite nel video in questo articolo.

Quante persone vivono con il diabete?

La frase "diabete" è sempre più presente nelle conversazioni di persone di diverse fasce di età. Qualcuno si deprime e non crede che la vita possa essere piena. Qualcuno percepisce la diagnosi come una ragione per riconsiderare l'atteggiamento nei confronti di se stessi.

Quanto vivono queste persone con il diabete? Non esiste un calcolo specifico dall'inizio della malattia fino al punto finale. Ogni caso è individuale, ma ogni diabetico è in grado di estendere gli anni di vita con un approccio ragionevole al problema.

Aspetto differente di una malattia

Una diagnosi con un nome dolce ha diverse forme di manifestazioni che possono essere congenite o acquisite.

  1. Forma congenita di diabete - un bambino dai primi giorni privato della possibilità di produzione di insulina naturale. Ciò è dovuto a ereditarietà o complicazioni durante la gravidanza.
  2. Forma acquisita - i problemi con l'assimilazione dello zucchero avvengono per tutta la vita. Classificare il 1 ° e il 2 ° tipo di diabete acquisito.

Un'attenzione speciale richiede il diabete del primo tipo (1T), quando il pancreas (pancreas) smette di produrre insulina, la persona è completamente dipendente dal farmaco. I rigorosi problemi di controllo nutrizionale non risolveranno e non aumenteranno gli anni di vita.

Con l'auto controllo di tipo 2 (2T) la malattia consente di evitare problemi seri e dà la possibilità di vivere fino a una vecchiaia matura. Le iniezioni di insulina potrebbero non essere nemmeno necessarie. Il secondo tipo è dovuto principalmente all'atteggiamento di persone in sovrappeso e negligente nei confronti del proprio corpo. Il percorso di vita, a differenza dei diabetici 1T, è più lungo, considerando che il problema viene diagnosticato in 40 anni e oltre.

Chi vive più facile?

L'ormone insulina svolge un'importante funzione nel corpo - contribuisce alla conversione dello zucchero nel sistema circolatorio in glucosio. Solo nella forma del glucosio le cellule ricevono energia, gli organi funzionano normalmente.

La mancanza di insulina naturale porta ad un eccessivo accumulo di zucchero nel sangue. Non può trasformarsi in energia ed essere assorbito dalle cellule. Le navi che soffrono soffrono di zucchero in eccesso. Le cellule e gli organi non ricevono un'alimentazione adeguata dall'esterno, iniziano a utilizzare la risorsa già esistente. Di conseguenza, sorgono ulteriori problemi di salute.

Restituire il processo a uno stato normale consente l'insulina attraverso le iniezioni. Secondo un tale sistema, vivono i diabetici a cui viene assegnato un tipo di malattia (insulino-dipendente).

Nel secondo tipo di diabete, la nutrizione in sovrappeso e squilibrata è considerata la causa principale della malattia. L'aumento della glicemia non è dovuto alla mancanza di insulina naturale prodotta dalle cellule del pancreas, ma a una diminuzione della sensibilità di alcuni organi a questo ormone. Il processo di conversione del glucosio in energia, che è necessario al corpo per funzionare, rallenta.

Il secondo tipo di diabete può essere vinto o trasferito allo stadio di remissione, soggetto a tutte le condizioni di trattamento e prevenzione della malattia.

Confrontando i due tipi di malattia "dolce", ti rendi conto che le persone insulino-dipendenti devono applicare più tempo e sforzi per aumentare la loro aspettativa di vita. Oltre a compensare le iniezioni di ormoni naturali, è necessaria una dieta, uno stile di vita attivo. La nicotina e l'alcol dovrebbero essere rimossi in modo permanente dal menu.

L'età per un diabetico non è un indicatore

L'aspettativa di vita nel diabete dipende da molti criteri. Gli indicatori principali includono i seguenti punti:

  • Il momento della diagnosi (età del paziente);
  • La classificazione della malattia (primo o secondo tipo);
  • Il grado di danno agli organi, ai sistemi vitali;
  • L'educazione di una persona, la sua consapevolezza dei problemi di trattamento e prevenzione adeguati;
  • L'aiuto qualificato di esperti;
  • Stabilità psicologica di un diabetico;
  • Forte desiderio di vivere.

Ognuno di questi elementi può aggiustare la prognosi per le vite delle persone che si trovano di fronte al diabete 1T o 2T. Un paziente insulino-dipendente può vivere più a lungo di una persona senza compensare l'ormone se segue le raccomandazioni.

Anche il diabete congenito non priva il bambino di un menù vario, se la madre controlla costantemente il livello di glucosio, si avvicina consapevolmente alla scelta dei prodotti, organizza il giusto sforzo fisico. A un bambino può essere insegnato a "correggere" la vita o lasciare che la situazione faccia il suo corso, se gli adulti non hanno abbastanza pazienza e intelligenza per costruire un tipo di sistema di vita.

Situazioni simili si verificano nelle persone che si trovano ad affrontare una diagnosi in età consapevole. La forma del diabete non è un indicatore. La vita con il diabete del secondo o del primo tipo può essere ricca, a tutti gli efetti e lunga, se il paziente non si considera un consumatore, incurante.

A volte il ciclo di vita è terminato non a causa del diabete, ma da altre circostanze:

  1. traumi;
  2. incidente;
  3. Tentativo;
  4. Complicazioni dopo malattie infettive;
  5. lo stress;
  6. Incidente.

Anche una persona sana non è immune da questo, se le circostanze sono destinate dal destino.

Indipendentemente dall'età in cui è stata fatta la diagnosi, il diabetico può ridurre o aumentare in modo indipendente gli anni di vita.

Statistiche a secco

Se si fa riferimento alle cifre per stabilire l'aspettativa di vita delle persone con diabete di tipo 1 o 2, gli indicatori saranno i seguenti:

  • I diabetici 1T, congeniti o acquisiti, sono bambini o giovani sotto i 30 anni di età. Il ciclo di vita dura fino a 40 anni, ma ci sono eccezioni quando il 90 ° anniversario è stato celebrato con il diabete congenito. Se l'insulina non è adeguatamente compensata o se i farmaci sono usati male, la terapia può essere fatale anche nel primo anno dopo la diagnosi.
  • I diabetici 2T sono persone che hanno varcato la soglia del 45 ° anniversario. Casi noti e precedenti dovuti all'obesità e uno stile di vita passivo - adolescenti, uomini e donne sotto i 30 anni. Con il diabete di tipo 2, la vita è ridotta di 5-10 anni, a condizione che una persona sana possa vivere fino a 70-90 anni.

Le statistiche mediche si basano sulla raccolta di tutte le morti di persone con diabete mellito diagnosticato e la derivazione dalla media. Ma ci sono persone che non vengono esaminate e non sanno della presenza del diabete. Pertanto, non è necessario studiare i numeri e cercare di prevedere l'aspettativa di vita per se stessi. È meglio non perdere tempo e dirigere le forze verso lo stile di vita corretto.

Il diabete non è un verdetto se la diagnosi viene affrontata con saggezza

Anche il terapeuta o endocrinologo più esperto non sarà in grado di dire quante persone con diabete possono vivere. Ogni paziente è unico, ha gusti consolidati (tranne che per i bambini piccoli), abitudini. Dovrai cambiare drasticamente il tuo stile di vita se imposti un obiettivo per la longevità.

Diabete congenito

Non è il paziente stesso che impara sulla malattia, ma i suoi parenti, perché la diagnosi è fatta al bambino. Un altro scenario della vita del bambino è scritto dalla famiglia, forte nello spirito o debole.

  1. Se i genitori capiscono che la mollica non è in grado di farcela da sola, inizia la lotta della squadra per la longevità. I bambini fin dalla tenera età si abituano a una certa routine e stile di vita, non sentendo la loro esclusività nella società in futuro. Frequenta un asilo e una scuola regolari. Non spiccano particolarmente tra i loro colleghi. Può creare una famiglia e avere figli.
  2. Una madre debole può permettere al processo di andare alla deriva e indurre il bambino a sviluppare varie complicazioni che accelerano la morte.
  3. C'è un'altra situazione in cui un piccolo diabetico esce dall'assistenza genitoriale e inizia un percorso indipendente, interrompendo il suo stile di vita, ignorando le raccomandazioni degli specialisti. Poi la vita può finire molto presto a causa di complicazioni nei reni, vasi sanguigni, articolazioni, altri organi importanti, coma ipoglicemico.

CD acquisito

Il momento più difficile per i diabetici di questo gruppo è il risultato della diagnosi e la consapevolezza che il punto di non ritorno è stato superato. C'è solo un pensiero: come sopravvivere? Calmati e sviluppa il tuo metodo di controllo della malattia.

Per fare questo, puoi esplorare le storie positive di altre persone che hanno vissuto fino a tarda età e non si sono negati nulla. Un esempio eccellente è la storia di Bob Krause, che si è ammalato all'età di 5 anni e ha ricevuto una medaglia speciale per la longevità di un diabetico al suo 90 ° compleanno.

Non puoi mai confrontarti con persone che non volevano affrontare un problema, cambiare il modo di vivere che portava a una condizione seria.

  • Non dieta, alzando i livelli di glucosio a livelli critici.
  • Non controllare la pressione sanguigna, scatenando un ictus o un infarto.
  • Non monitorare le condizioni della pelle, creando condizioni per l'infezione e lo sviluppo di cancrena.
  • Non funzionano per ridurre il peso, aumentare il carico su ossa e articolazioni, diventare menomati, incatenati a un letto o a una sedia. La diminuzione dell'attività fisica porta alla morte prematura.
  • Ignora le raccomandazioni dei medici sul dosaggio di insulina o pillole per abbassare lo zucchero.

Le azioni descritte contribuiscono all'autodistruzione del diabetico e riducono la vita molte volte.

Il modo corretto di vivere con una previsione per la vecchiaia estrema

Le persone insulino-dipendenti hanno maggiori probabilità di dubitare che saranno in grado di vivere un periodo lungo e felice con il diabete. Il pessimismo è causato da un'insufficiente consapevolezza dei pazienti circa le caratteristiche della malattia. I medici non hanno abbastanza tempo per chiarire come parte della ricezione.

C'è qualche algoritmo di azioni che può essere utile per i diabetici e i loro parenti:

  1. Trova persone affini nel tuo villaggio con un po 'di esperienza. La storia e il supporto di qualcun altro aumenteranno l'atteggiamento generale. Senza uno spirito combattivo e una facile attitudine a ciò che è accaduto, è difficile fare passi in una nuova fase della vita. Anche gli amici virtuali nelle comunità online possono diventare assistenti.
  2. Iscriviti per un consulto con un medico esperto nella questione del diabete e un endocrinologo per ottenere raccomandazioni per l'esame e le cure mediche. Con il tipo 2, è necessario consultare un nutrizionista, cardiologo e altri specialisti ristretti.

In conclusione

La domanda retorica su quante persone con diabete vivono è richiesta solo da coloro che sono superficialmente familiari con la diagnosi o che hanno sentito per la prima volta il verdetto del medico. Se sai quando fermarti e seguire le tue abitudini, anche una malattia "dolce" non diventerà mai stucchevole.