Image

Diabete di tipo 1: segni, dieta e prevenzione del diabete di tipo I.

Solo pochi decenni fa, il diabete era considerato una malattia legata all'età - in giovane età, poche persone soffrivano. Sfortunatamente, recentemente c'è stata una tendenza allo sviluppo del diabete in giovane età. Le cause dello sviluppo della malattia negli anziani e nei giovani sono diverse: se con l'età questo è accompagnato da un declino generale delle funzioni corporee, incluso il pancreas, in un corpo giovane ciò è dovuto all'insufficienza di insulina. In precedenza, questa forma di diabete era chiamata "diabete mellito insulino-dipendente". Ora è diventato più comune - diabete di tipo 1. È una malattia intercambiabile caratterizzata da iperglicemia.

Glossario dei termini: iperglicemia - un sintomo clinico, che denota l'alto contenuto di glucosio (zucchero) nel siero del sangue.

La differenza principale tra diabete di tipo 1 e diabete di tipo 2 è che nel secondo caso il corpo può produrre autonomamente insulina e, di conseguenza, ridurre gradualmente i livelli di zucchero nel sangue. Nel primo tipo di malattia, l'insulina non viene prodotta da sola e il paziente dipende direttamente dall'uso di farmaci che riducono lo zucchero e di iniezioni di insulina.

Il diabete mellito di tipo 1 di solito inizia con una malattia così acuta che il paziente può persino nominare il giorno in cui sono comparsi i primi segni di iperglicemia:

  • Bocca secca;
  • la sete;
  • Minzione frequente.

Perdita di peso acuta, a volte raggiungendo fino a 10-15 kg al mese, è anche uno dei sintomi del diabete di tipo 1.

Per confermare la diagnosi è stata prescritta un'analisi biochimica del sangue e delle urine. Se i test mostrano un livello elevato di zucchero nel sangue e acetone e glucosio sono presenti nelle urine, la diagnosi è confermata.

Il tipo 1 è una malattia autoimmune, ed è spesso associato a malattie simili - gozzo tossico diffuso (malattia di Graves), tiroidite autoimmune.

Corso della malattia

Nonostante l'esordio molto acuto, il diabete insulino-dipendente si sviluppa piuttosto lentamente. Il periodo latente e latente a volte dura per diversi anni. E solo quando la distruzione delle cellule beta raggiunge l'80%, i sintomi clinici iniziano ad apparire.

Glossario dei termini: β - cellule - uno dei tipi di cellule nella porzione endocrina del pancreas. Le cellule beta producono l'insulina ormonale, che abbassa i livelli di glucosio nel sangue.

Nello sviluppo del diabete di tipo 1, si distinguono sei fasi:

  1. Stadio di predisposizione genetica. Va notato che solo il 2-5% delle persone che hanno una predisposizione genetica a digitare 1 sd si ammalano di loro. Per ottenere dati attendibili sulla suscettibilità alla malattia, è necessario condurre uno studio sui marcatori genetici della malattia. La presenza di antigeni HLA suggerisce che il rischio di sviluppare il diabete insulino-dipendente è abbastanza grande. Nel siero, questo marker appare 5-10 anni prima delle prime manifestazioni cliniche della malattia.
  2. Avvia un processo autoimmune. I fattori esterni che possono scatenare l'insorgenza della malattia possono essere: - malattie virali (parotite epidemica, rosolia, citomegalovirus), droghe, stress, nutrizione - l'uso di miscele di prodotti lattiero-caseari con proteine ​​animali nella composizione, prodotti contenenti nitrosamine. Nel 60% dei casi, sono stati i fattori esterni a diventare il pulsante Start per lo sviluppo del diabete di tipo 1. In questa fase, non vi è ancora alcuna violazione della secrezione di insulina da parte del pancreas, ma il test immunologico determina già la presenza di anticorpi.
  3. Lo sviluppo di disturbi immunologici. A volte è chiamato insulitis autologhe croniche. In questa fase non ci sono ancora cambiamenti metabolici, ma inizia a verificarsi la graduale distruzione delle cellule beta. Nel sangue, ci sono specifici autointocchi a varie strutture di cellule β - autoinspetti di insulina. Non ci sono sintomi caratteristici del palcoscenico. Nella diagnostica (di norma, questo è un test di tolleranza al glucosio per via endovenosa) viene rilevata una perdita della prima fase della secrezione di insulina.
  4. Disturbi immunologici pronunciati - diabete latente. Sebbene la tolleranza al glucosio sia compromessa, non vi sono ancora sintomi clinici di diabete. Il test di tolleranza al glucosio orale mostra un aumento del glucosio a digiuno, che è causato dalla distruzione di quasi la metà delle cellule beta. Spesso, i pazienti in questa fase si lamentano di indisposizione, foruncolosi ricorrente, congiuntivite.
  5. Diabete mellito esplicito del primo tipo con secrezione insulinica residua. In questa fase, tutti i sintomi clinici della malattia si manifestano pienamente. La malattia è acutamente acuta - senza un trattamento appropriato, dopo 2 settimane si sviluppa uno stato letale - chetoacidosi diabetica. La distruzione delle cellule beta raggiunge l'80-90%, tuttavia, la secrezione residua di insulina rimane ancora. Se viene avviata tempestivamente la terapia insulinica, in alcuni pazienti arriva un periodo di un decorso stabile della malattia - "luna di miele", che è caratterizzata da una minima necessità di insulina esogena.
  6. Il diabete mellito esplicito con assoluta carenza di insulina è il diabete totale. La distruzione delle cellule beta ha raggiunto un livello critico, la secrezione di insulina è completamente bloccata dal corpo. Il normale metabolismo è impossibile senza dosi regolari di insulina.

Non in tutti i casi di diabete mellito di tipo 1 esiste un tale sviluppo fasico della malattia.

Trattamento del diabete mellito insulino-dipendente

Trattamento del diabete mellito di tipo 1 - la più stretta aderenza ad una dieta e regolari iniezioni di insulina o assunzione di farmaci che riducono lo zucchero. Sfortunatamente, il trattamento del diabete non comporta una cura. L'obiettivo della terapia è di mantenere il normale funzionamento del corpo e prevenire l'insorgere di complicanze.

Se la dose di insulina viene calcolata correttamente, non ci sono differenze particolari dal menu di una persona normale. Una differenza significativa è la necessità di calcolare la quantità di carboidrati consumati. Ciò consente di calcolare con precisione la quantità necessaria di insulina.

  • Il cibo dovrebbe essere il più vario possibile;
  • La modalità ottimale di mangiare - almeno 4 volte al giorno, in piccole porzioni;
  • La porzione media per un pasto - 500-600 calorie, se c'è la necessità di ridurre il peso - quindi ancora meno;
  • La quantità di carboidrati può essere aumentata durante lo sforzo fisico: viaggiare nel paese, allenarsi;
  • È necessario dare la preferenza a piatti al vapore. Grasso, fritto, piccante, affumicato - solo in quantità limitata.

È importante! Saltare i pasti con il diabete non è in ogni caso. Piace mangiare troppo

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta ai prodotti con sostituti dello zucchero - alcuni di essi contengono solo un po 'meno calorie dello zucchero. I sostituti dello zucchero a basso contenuto calorico includono aspartame, saccaride, stevioside, ciclammato. Fruttosio, xilitolo e sorbitolo contengono molte calorie. Non dimenticare che i sostituti dello zucchero sono presi in considerazione quando si calcolano le dosi di insulina, inoltre non tutto è così semplice, il danno e i benefici del fruttosio sono quasi gli stessi!

È particolarmente difficile attenersi a una dieta per bambini e adolescenti malati. Da parte dei genitori, è necessario un monitoraggio costante in modo che il bambino non mangi abbastanza dei prodotti proibiti e non provochi le complicazioni più difficili.

Prodotti severamente vietati nel diabete mellito del primo tipo: cioccolato, biscotti, zucchero, marmellata, dolci e simili, contenenti una grande quantità di carboidrati a rapido assorbimento. Dalla frutta - uva.

La dose di insulina deve essere calcolata su ogni singolo pasto e ogni giorno, anche se il menu di ieri non è significativamente diverso da quello di oggi. Ciò è dovuto principalmente al fatto che la necessità di insulina può variare durante il giorno.

Attenzione! L'alcol!

Piccole dosi di alcol nel diabete mellito di tipo 1 non sono vietate. Il pericolo di assumere alcol è il seguente: se intossicato, una persona non può controllare la sua condizione e non nota sempre i segni pericolosi di un aumento della glicemia e non ha il tempo di iniettare l'insulina.

Inoltre, lo stato ipoglicemico e i suoi segni coincidono con i segni di intossicazione - linguaggio confuso, incoordinazione dei movimenti. E se questa condizione è iniziata in un luogo pubblico, l'odore di alcol non consente ad altri di valutare il pericolo per la vita umana nel tempo. Di conseguenza, il tempo necessario per salvare vite umane è perso.

Attività fisica

L'attività fisica è una condizione indispensabile per la vita normale di qualsiasi persona. Nel diabete, l'esercizio fisico non è controindicato, ma ci sono alcune regole che consentono loro di rendere il più utile per il corpo.

  1. Regola uno L'attività fisica può essere svolta solo sullo sfondo della compensazione a lungo termine del diabete. Quando il livello di zucchero nel sangue è superiore a 15 mmol / l, le classi sono controindicate.
  2. Regola due Con carichi attivi - educazione fisica, nuoto, persino una discoteca - è necessario mangiare ogni mezz'ora per 1 X.E. inoltre. Potrebbe essere un pezzo di pane, una mela.
  3. Regola tre. Se lo sforzo fisico è abbastanza lungo, è necessario ridurre la dose di insulina del 20-50%. Se l'ipoglicemia si fa ancora sentire, allora è meglio compensarla con l'assunzione di carboidrati facilmente digeribili - succo di frutta, bevande zuccherate
  4. Regola numero quattro. L'esercizio fisico è meglio fare un paio d'ore dopo il pasto principale. In questo momento, la probabilità di sviluppare un'ipoglicemia è bassa.
  5. Quinta regola L'attività fisica deve tenere conto delle caratteristiche individuali del paziente - età, fitness, salute generale.

Assicurati di bere abbastanza liquidi, perché durante i carichi aumenta la perdita di liquido da parte del corpo. Le lezioni di finissaggio devono ridurre l'intensità dell'esercizio, spostandosi verso un livello più rilassato. Ciò consentirà al corpo di raffreddarsi gradualmente ed entrare in una modalità di funzionamento più rilassata.

Diabete di tipo 1

Il diabete mellito di tipo 1 è una classica malattia organoimmune autoimmune, che provoca la distruzione delle cellule β pancreatiche produttrici di insulina con lo sviluppo di una carenza assoluta di insulina.

Le persone che soffrono di questa malattia hanno bisogno di terapia insulinica per il diabete di tipo 1, il che significa che hanno bisogno di iniezioni di insulina quotidiane.

Anche molto importante per il trattamento sono dieta, esercizio fisico regolare e monitoraggio costante della glicemia.

Cos'è?

Perché questa malattia si verifica e che cos'è? Il diabete mellito di tipo 1 è una malattia autoimmune del sistema endocrino, la cui principale caratteristica diagnostica è:

  1. Iperglicemia cronica - elevati livelli di zucchero nel sangue.
  2. Poliuria, come conseguenza di ciò - sete; perdita di peso; appetito eccessivo o ridotto; grave affaticamento generale del corpo; dolore addominale.

I casi più comuni di giovani (bambini, adolescenti, adulti sotto i 30 anni) possono essere congeniti.

Il diabete si sviluppa quando si verifica:

  1. Insufficiente produzione di insulina da parte delle cellule endocrine pancreatiche.
  2. Interruzione dell'interazione dell'insulina con le cellule dei tessuti corporei (resistenza all'insulina) come risultato di un cambiamento nella struttura o diminuzione del numero di specifici recettori per l'insulina, un cambiamento nella struttura dell'insulina stessa o una violazione dei meccanismi intracellulari di trasmissione del segnale dai recettori agli organelli cellulari

L'insulina è prodotta nel pancreas - l'organo situato dietro lo stomaco. Il pancreas è costituito da gruppi di cellule endocrine chiamate isolette. Le cellule beta nelle isole producono insulina e la rilasciano nel sangue.

Se le cellule beta non producono abbastanza insulina o il corpo non risponde all'insulina che è presente nel corpo, il glucosio inizia ad accumularsi nel corpo, piuttosto che essere assorbito dalle cellule, che porta al prediabete o al diabete.

cause di

Nonostante il fatto che il diabete sia una delle malattie croniche più comuni del pianeta, nella scienza medica non esistono ancora informazioni chiare sulle cause dello sviluppo di questa malattia.

Spesso, al fine di sviluppare il diabete, sono necessari i seguenti prerequisiti.

  1. Predisposizione genetica
  2. Il processo di decadimento delle cellule beta che compongono il pancreas.
  3. Questo può accadere sia sotto effetti avversi esterni che sotto autoimmuni.
  4. La presenza di costante stress di natura psico-emotiva.

Il termine "diabete" fu introdotto per la prima volta dal medico romano Aretius, che visse nel II secolo d.C. Descriveva la malattia come segue: "Il diabete è una sofferenza terribile, non molto frequente tra gli uomini, che scioglie la carne e gli arti nelle urine.

I pazienti, senza cessare, emettono acqua in un flusso continuo, come attraverso le condutture dell'acqua aperta. La vita è breve, spiacevole e dolorosa, la sete è insaziabile, l'assunzione di liquidi è eccessiva e non commisurata all'enorme quantità di urina dovuta a diabete ancora più grande. Nulla può impedirgli di assumere liquidi ed espellere l'urina. Se per un breve periodo si rifiutano di prendere liquidi, la bocca si secca, la pelle e le mucose si seccano. I pazienti hanno nausea, sono agitati e muoiono in breve tempo. "

Cosa succederà se non trattato?

Il diabete è terribile per il suo effetto distruttivo sui vasi sanguigni umani, sia piccoli che grandi. I medici per quei pazienti che non curano il diabete mellito di tipo 1, danno una prognosi deludente: lo sviluppo di tutte le malattie cardiache, dei reni e degli occhi, la cancrena delle estremità.

Pertanto, tutti i medici sostengono solo il fatto che ai primi sintomi è necessario contattare un istituto medico e condurre test per lo zucchero.

effetti

Le conseguenze del primo tipo sono pericolose. Tra le condizioni patologiche sono le seguenti:

  1. Angiopatia - danno ai vasi sanguigni sullo sfondo della carenza di energia dei capillari.
  2. Nefropatia - danno ai glomeruli renali sullo sfondo dei disturbi circolatori.
  3. Retinopatia: danno alla retina oculare.
  4. Neuropatia: danno alle membrane delle fibre nervose
  5. Piede diabetico - caratterizzato da lesioni multiple degli arti con morte cellulare e presenza di ulcere trofiche.

I pazienti con diabete di tipo 1 non possono vivere senza terapia sostitutiva con insulina. Con una terapia insulinica inadeguata, rispetto alla quale non vengono raggiunti i criteri per la compensazione del diabete e il paziente è in uno stato di iperglicemia cronica, le complicanze tardive iniziano a svilupparsi rapidamente e progrediscono.

sintomi

Il diabete di tipo 1 della malattia ereditaria può essere rilevato dai seguenti sintomi:

  • sete costante e, di conseguenza, minzione frequente, che porta alla disidratazione;
  • rapida perdita di peso;
  • costante sensazione di fame;
  • debolezza generale, rapido deterioramento della salute;
  • L'insorgenza del diabete di tipo 1 è sempre acuta.

Se si riscontrano sintomi di diabete, è necessario sottoporsi immediatamente a una visita medica. Se si verifica una diagnosi del genere, il paziente richiede un controllo medico regolare e un monitoraggio costante dei livelli di glucosio nel sangue.

diagnostica

La diagnosi di diabete di tipo 1 nella stragrande maggioranza dei casi si basa sull'identificazione di una significativa iperglicemia a digiuno e durante il giorno (postprandiale) in pazienti con gravi manifestazioni cliniche di insufficienza assoluta di insulina.

Risultati che mostrano che una persona ha il diabete:

  1. Il glucosio a digiuno nel plasma sanguigno è 7,0 mmol / lo superiore.
  2. Quando si eseguiva un test di due ore per la tolleranza al glucosio era il risultato di 11,1 mmol / l e oltre.
  3. La glicemia in una misurazione casuale era 11,1 mmol / lo superiore e ci sono sintomi di diabete.
  4. Emoglobina glicata HbA1C - 6,5% o superiore.

Se hai un misuratore di glucosio nel sangue a casa, misuri semplicemente il tuo zucchero, senza dover andare al laboratorio. Se il risultato è superiore a 11,0 mmol / l - probabilmente è il diabete.

Metodi di trattamento per il diabete di tipo 1

Immediatamente si deve dire che il diabete di primo grado non può essere curato. Nessun farmaco è in grado di rianimare le cellule che muoiono nel corpo.

Gli obiettivi del trattamento del diabete di tipo 1:

  1. Mantenere il livello di zucchero nel sangue il più vicino possibile alla norma.
  2. Monitorare la pressione sanguigna e altri fattori di rischio cardiovascolare. In particolare, per avere risultati normali di esami del sangue per colesterolo "cattivo" e "buono", proteina C-reattiva, omocisteina, fibrinogeno.
  3. Se si verificano le complicazioni del diabete, quindi rilevarlo il più presto possibile.
  4. Lo zucchero più vicino in un diabetico è normale, minore è il rischio di complicanze nel sistema cardiovascolare, nei reni, nella vista e nelle gambe.

L'obiettivo principale nel trattamento del diabete di tipo 1 è il monitoraggio costante della glicemia, delle iniezioni di insulina, della dieta e dell'esercizio fisico regolare. L'obiettivo è mantenere la glicemia nell'intervallo di normalità. Un controllo più stretto della glicemia può ridurre il rischio di infarto e ictus legati al diabete di oltre il 50%.

Terapia insulinica

L'unica opzione possibile per aiutare un paziente con diabete mellito di tipo 1 è prescrivere la terapia insulinica.

E prima viene prescritto il trattamento, migliore sarà la condizione generale del corpo, dal momento che lo stadio iniziale del diabete mellito di grado 1 è caratterizzato da una insufficiente produzione di insulina da parte del pancreas e in seguito smette di produrlo. E c'è bisogno di introdurlo dall'esterno.

I dosaggi dei farmaci vengono selezionati individualmente, mentre si cerca di imitare le fluttuazioni insuliniche di una persona sana (mantenendo il livello di fondo della secrezione (non associato con l'assunzione di scrittura) e postprandiale - dopo un pasto). Per fare ciò, applicare insulina ultracorta, durata d'azione breve e media e azione prolungata in varie combinazioni.

Di solito l'insulina estesa viene somministrata 1-2 volte al giorno (mattina / sera, mattina o sera). L'insulina breve viene iniettata prima di ogni pasto - 3-4 volte al giorno e secondo necessità.

dieta

Per controllare bene il diabete di tipo 1, devi imparare molte cose diverse. Prima di tutto, scopri quali alimenti aumentano il tuo zucchero e quali no. La dieta per diabetici può essere utilizzata da tutte le persone che seguono uno stile di vita sano e vogliono preservare la giovinezza e un corpo forte per molti anni.

Prima di tutto è:

  1. Esclusione di carboidrati semplici (raffinati) (zucchero, miele, confetteria, marmellata, bevande zuccherate, ecc.); consumare principalmente carboidrati complessi (pane, cereali, patate, frutta, ecc.).
  2. Rispetto dei pasti regolari (5-6 volte al giorno in piccole porzioni);
    Limitare i grassi animali (lardo, carne grassa, ecc.).

L'inclusione sufficiente nella dieta di verdure, frutta e bacche è utile perché contengono vitamine e oligoelementi, sono ricchi di fibre alimentari e forniscono un normale metabolismo nel corpo. Ma va tenuto presente che la composizione di alcuni frutti e bacche (prugne, fragole, ecc.) Include molti carboidrati, quindi possono essere consumati solo tenendo conto della quantità giornaliera di carboidrati nella dieta.

Per il controllo della glicemia, viene utilizzato un indicatore come un'unità di pane. Ha introdotto per controllare il contenuto di zucchero nel cibo. Un'unità di pane è pari a 12 grammi di carboidrati. Per lo smaltimento di 1 unità di pane richiede una media di 1,4 unità di insulina. Pertanto, è possibile calcolare il fabbisogno medio del paziente negli zuccheri.

La dieta numero 9 nel diabete comporta il consumo di grassi (25%), carboidrati (55%) e proteine. Nei pazienti con insufficienza renale è necessaria una più forte restrizione dello zucchero.

Attività fisica

Oltre alla terapia dietetica, alla terapia insulinica e all'accurata autocontrollo, i pazienti devono mantenere la loro forma fisica applicando le attività fisiche determinate dal medico curante. Tali metodi cumulativi aiuteranno a perdere peso, a prevenire il rischio di malattie cardiovascolari, cronicamente ipertensione.

  1. Durante la pratica, aumenta la sensibilità dei tessuti del corpo all'insulina e il tasso di assorbimento.
  2. Il consumo di glucosio aumenta senza ulteriori porzioni di insulina.
  3. Con allenamenti regolari, la normoglicemia si stabilizza molto più velocemente.

L'esercizio fisico ha un forte impatto sul metabolismo dei carboidrati, quindi è importante ricordare che durante l'esercizio fisico il corpo utilizza attivamente le riserve di glicogeno, quindi può verificarsi un'ipoglicemia dopo l'esercizio.

Diabete di tipo 1

Diabete di tipo 1: apprendere in dettaglio le cause, i sintomi, la diagnosi e il trattamento, la prevenzione delle complicanze. Quanto segue è una discussione sui metodi di trattamento efficaci che consentono di mantenere lo zucchero nel sangue a 3,9-5,5 mmol / l in modo coerente 24 ore al giorno, come nelle persone sane. Il sistema del Dr. Bernstein, che vive con diabete mellito da oltre 70 anni, consente a adulti e bambini diabetici di proteggersi dalle formidabili complicanze di gambe, reni, vista e altri sistemi del corpo.

Il diabete di tipo 1 è una malattia cronica in cui il pancreas perde la sua capacità di produrre insulina. Le cellule beta che sintetizzano un ormone vengono distrutte a causa di attacchi errati del sistema immunitario. Il diabete di tipo 1 spesso inizia nell'infanzia o nell'adolescenza, ma succede anche negli adulti. Questo è un grave disordine metabolico che può causare complicanze acute e croniche. Tuttavia, non rende il paziente disabilitato. Puoi condurre una vita normale seguendo una dieta e dando un trattamento non più di 10-15 minuti al giorno.

Diabete di tipo 1: articolo dettagliato

Il diabete autoimmune non può ancora essere curato una volta per tutte, ma può essere ben controllato da una protezione garantita contro le complicazioni. A questo link imparerai tutto sul trattamento con la dieta, le pillole e l'insulina. E qui sotto descrive le cause, i sintomi, la diagnosi e le conseguenze della malattia. Si parla di promettenti nuovi metodi di guarigione a cui gli scienziati stanno lavorando.

motivi

La causa del diabete di tipo 1 è che il sistema immunitario attacca e distrugge le cellule beta del pancreas. Queste sono cellule speciali che producono l'insulina ormonale, che aiuta a digerire il cibo e riduce il livello di glucosio nel sangue. Dopo la morte dell'80-90% delle cellule beta, l'insulina comincia ad essere gravemente assente, lo zucchero aumenta in modo significativo e compaiono i sintomi della malattia.

Il sito web Endocrin-Patient.Com promuove metodi per controllare il metabolismo del glucosio alterato, che il Dr. Bernstein ha sviluppato. Questi metodi sono contrari alle istruzioni ufficiali, ma aiutano davvero. Guarda un video in cui il Dr. Bernstein ti dice quando e come il problema del diabete di tipo 1 sarà completamente risolto.

L'influenza di alcuni fattori ambientali sul rischio di diabete di tipo 1 non è stata dimostrata. Gli scienziati non sanno ancora perché in alcuni paesi la frequenza di questa malattia è molto più alta che in altre. Con l'età, il rischio di attacchi autoimmuni alle cellule beta diminuisce significativamente. Più la persona è anziana, meno è probabile che la malattia abbia inizio e più facile sarà se accadrà.

La causa principale del diabete di tipo 1 è una cattiva eredità? Molte persone sono portatrici di mutazioni genetiche avverse. Tuttavia, alcuni di loro hanno la sfortuna di ammalarsi durante la vita. Sembra che lo stato dell'ambiente e lo stile di vita giochino un ruolo importante. Peggio di tutto, se un bambino ha entrambi i genitori, hanno il diabete di tipo 1. Se solo uno dei genitori - il rischio per il bambino non è molto grande. In presenza di diabete autoimmune nella madre, il rischio per il bambino è solo dell'1,5%, per il padre - 5-6%, per entrambi i genitori - circa il 30%.

Quanto è veloce il diabete di tipo 1?

Nei bambini, dall'inizio dell'attacco del sistema immunitario sulle cellule beta del pancreas fino alla comparsa dei primi sintomi, passano diversi mesi. Negli adulti, la malattia si sviluppa molto più a lungo. Può procedere senza sintomi per circa 10 anni. Se accidentalmente controlli la glicemia, sarà moderatamente elevata. Il numero di cellule beta nel corpo umano è molto più del necessario. Anche dopo il 50-70% di loro muoiono, i restanti più o meno soddisfano il bisogno di insulina. Pertanto, il diabete di tipo 1 si sviluppa lentamente in tutte le categorie di pazienti tranne i bambini.

Qual è la differenza tra diabete di tipo 1 e diabete di tipo 2?

Con il diabete di tipo 1, al paziente manca l'insulina. Con il diabete di tipo 2, l'insulina può essere sufficiente o anche troppo, ma i tessuti perdono la sensibilità ad esso. Il diabete di tipo 1 inizia con il fatto che le cellule beta del pancreas che producono insulina muoiono a seguito di attacchi del sistema immunitario. Nei pazienti con diabete di tipo 2, queste cellule non si spengono immediatamente, ma solo allo stadio grave tardivo della malattia. La ragione principale della loro morte è il sovraccarico. Anche se va notato che nel diabete di tipo 2 si verificano anche attacchi autoimmuni. Il diabete di tipo 1 non è prevenibile e non può essere evitato. Il diabete di tipo 2 non è molto difficile da trattare e può essere prevenuto al 100% con uno stile di vita sano, anche con una predisposizione genetica.

sintomi

I sintomi del diabete di tipo 1 si sviluppano a causa del fatto che il paziente ha un livello molto alto di glucosio nel sangue, a volte più volte superiore alla norma. Il corpo sta cercando di diluire il sangue per ridurre la concentrazione di glucosio, oltre a rimuovere lo zucchero in eccesso nelle urine. Per questo motivo, i pazienti di solito sperimentano sete intensa e minzione frequente. I tessuti perdono la capacità di assorbire il glucosio nutriente. Mandano allarmi che causano grave fame, incapacità di ottenere abbastanza. Di solito, i pazienti si sentono molto stanchi, che nelle prime fasi del diabete vengono presi per sintomi di raffreddore o sovraccarico di lavoro. Ci possono anche essere:

  • menomazione della vista;
  • infezioni fungine non trattabili;
  • ferite non cicatrizzate.

Sfortunatamente, i sintomi sopra elencati sono di solito scambiati per malessere generale che non richiede la visita di un medico. Molto spesso, il diabete in un bambino o in un adulto inizia a essere sospettato solo quando aumenta lo zucchero nel sangue e provoca sintomi acuti:

  • perdita di appetito;
  • nausea e vomito;
  • dolore addominale;
  • l'odore di acetone nell'aria espirata;
  • perdita di coscienza, coma.

La condizione sopra descritta è una complicazione acuta del metabolismo del glucosio alterato causato dalla mancanza di trattamento. Si chiama chetoacidosi diabetica ed è caratterizzata dal fatto che l'acido si accumula nel sangue. Nei casi di coscienza disturbata, il paziente richiede cure mediche di emergenza. Il più delle volte, il trattamento inizia in terapia intensiva, dove sono dovuti alla chetoacidosi. Pochi pazienti riescono a indovinare nel tempo la vera ragione del deterioramento del loro benessere, misurano il livello di glucosio e agiscono prima che compaiano i sintomi della catastrofe.

Leggi anche l'articolo "I sintomi del diabete nelle donne". Scopri come i sintomi di questa malattia differiscono tra 30, 40 e 50 anni.

Perché il diabete di tipo 1 perde peso?

A causa della mancanza di insulina, i tessuti non possono digerire il glucosio mangiato e continua a circolare nel sangue. In assenza di glucosio, le cellule sono costrette a passare all'assunzione di grassi. Bruciando le sue riserve di grasso, il corpo perde peso. Potrebbe esserci odore di acetone nell'aria espirata e tutti gli altri sintomi sopra elencati. Purtroppo, la rapida perdita di peso inspiegabile è un processo malsano. Poiché il livello di glucosio nel sangue è mantenuto molto alto e le complicanze croniche si stanno rapidamente sviluppando. Alcune ragazze e donne con diabete autoimmune sono ossessionate dalla mania per perdere peso. A tal fine, possono intenzionalmente saltare i colpi di insulina di cui hanno bisogno. In tali situazioni, è richiesto l'aiuto di uno psicoterapeuta o anche di uno psichiatra.

Diabete di tipo 1, fase di decompensazione - cosa significa questa diagnosi?

Lo stadio di scompenso è quando il livello di glucosio nel sangue del paziente è molto alto a causa del fatto che il metabolismo dei carboidrati disturbato è stato trattato in modo errato o non è stato trattato affatto. C'è un alto rischio di complicanze acute che sono accompagnate da disturbi di coscienza e coma. Per non parlare del fatto che le complicanze croniche si sviluppano molto rapidamente. In questa pagina leggerai come controllare il diabete di tipo 1. Seguire attentamente le raccomandazioni.

Trattamento del diabete di tipo 1: revisione del paziente

Qual è il corso labile del diabete di tipo 1?

Labile significa mutevole. Tale diagnosi viene fatta nel diabete di tipo 1 grave, quando il pancreas ha completamente perso la capacità di produrre insulina. Una quantità insignificante di carboidrati consumati può causare un aumento significativo dei livelli di glucosio nel sangue. Allo stesso tempo, anche un leggero eccesso di dosaggio di insulina provoca ipoglicemia. Lo zucchero salta su e giù, perché il decorso della malattia è considerato mutevole. Il diabete di tipo 1 è il tipo più difficile. Tuttavia, anche può essere preso sotto controllo utilizzando una dieta a basso contenuto di carboidrati e altri trucchi del Dr. Bernstein. Leggi di più sul trattamento qui. Richiederà alta motivazione e disciplina.

Se il pancreas ha mantenuto la capacità di produrre almeno un po 'di insulina, la malattia procede molte volte più facilmente. Il diabete di tipo 2 è più facile da controllare rispetto al tipo 1, proprio perché la produzione della propria insulina è preservata. Scompare solo nei casi più gravi e trascurati.

L'insulina endogena (prodotta nel corpo) funge da "cuscinetto" che attenua le fluttuazioni dei livelli di glucosio nel sangue. Per mantenere viva e attiva una parte delle cellule beta, è necessario passare a una dieta a basso contenuto di carboidrati il ​​più presto possibile dopo l'insorgenza della malattia. Inoltre, non essere pigro in quanto è necessario pungere l'insulina in basse dosi calcolate con precisione. Supporta il pancreas, lo protegge dal sovraccarico. Leggi qui sui metodi per calcolare i dosaggi di insulina.

Complicazioni e loro prevenzione

Le complicanze del metabolismo del glucosio alterato si dividono in acute e croniche (in ritardo). I pazienti con diabete di tipo 1 hanno più paura dei problemi con i loro reni, vista e piedi. Questa malattia colpisce quasi tutti i sistemi del corpo, tranne, forse, i capelli sulla testa. Leggi un articolo dettagliato "Complicazioni del diabete". La minaccia di gravi complicanze dovrebbe darti la motivazione per seguire attentamente il regime e controllare il livello di zucchero nel sangue.

Complicazioni acute si verificano se il livello di glucosio scende bruscamente o rimane molto elevato per un lungo periodo. Maggiori informazioni sugli articoli "Basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia) e" chetoacidosi diabetica ". Scopri i metodi di prevenzione. Comprendere come fornire assistenza ai pazienti di emergenza.

Raggiungere uno zucchero normale costante di 4,0-5,5 mmol / l, come nelle persone sane, aiuta a bloccare lo sviluppo di complicazioni del metabolismo dei carboidrati compromesso. Ne inverte persino alcuni. La medicina ufficiale non incoraggia il raggiungimento di livelli normali di glucosio. Si ritiene che ciò richieda l'uso di alte dosi di insulina, creando un alto rischio di ipoglicemia. Infatti, il passaggio a una dieta a basso contenuto di carboidrati riduce i dosaggi di insulina di 2-8 volte, interrompendo i salti di zucchero nel sangue e permettendole di stabilizzarsi al livello desiderato.

Il metodo di trattamento del diabete di tipo 1, basato su una dieta a basso contenuto di carboidrati, ha dimostrato in modo convincente di essere efficace nel prevenire le complicanze. Il danno al sistema nervoso, chiamato neuropatia diabetica, è reversibile. Nei diabetici che mantengono stabilmente gli zuccheri normali, le fibre nervose vengono gradualmente guarite. In particolare, la sensibilità viene ripristinata nelle gambe. Anche le complicazioni alla visione e i problemi renali da moderati a moderati possono essere invertiti.

Come si può prevedere l'aspettativa di vita del paziente?

L'aspettativa di vita di un paziente con diabete di tipo 1 dipende soprattutto dalla sua motivazione. Come dice il proverbio, se un paziente vuole davvero vivere, allora la medicina è impotente... Il dott. Bernstein si ammalò all'età di 12 anni, più di 30 anni prima dell'invenzione dei misuratori di glucosio nel sangue a casa. Ha avuto molte gravi complicazioni. Le analisi hanno anche mostrato un alto contenuto di proteine ​​nelle urine, che è un precursore della morte imminente a causa di insufficienza renale. Tuttavia, con l'aiuto di una dieta a basso contenuto di carboidrati, un accurato calcolo dei dosaggi di insulina e altri trucchi, è riuscito a vivere fino all'età di 83 anni, pur mantenendo una buona forma fisica e una buona mente.

Al momento della preparazione di questo articolo, il Dr. Bernstein è vivo e vegeto, ogni giorno lavora con i pazienti per molte ore, ferro in palestra e non si ferma. Ha anche recuperato la funzionalità renale a causa della normale glicemia. Tuttavia, ci vuole molta motivazione per seguire il regime quotidiano L'aspettativa di vita è bassa per i diabetici che sono ciechi, sottoposti a dialisi, hanno seri problemi alle gambe o hanno subito un'amputazione.

Gravidanza con diabete di tipo 1

La gravidanza nel diabete di tipo 1 comporta rischi significativi che le donne spesso non vogliono prendere in considerazione. Il metabolismo del glucosio disturbato aumenta la frequenza dei problemi per la madre e il feto più volte, rispetto alle persone che hanno uno zucchero di sangue normale stabile. Peggio ancora, la gravidanza può accelerare l'insorgenza della cecità e dell'insufficienza renale. La concezione non è desiderabile con i seguenti indicatori:

  • emoglobina glicata 7,0% e oltre;
  • malattia renale cronica di gravità moderata e superiore;
  • retinopatia proliferativa (grave malattia dell'occhio diabetico);
  • cardiopatia ischemica, angina instabile;
  • malattie infiammatorie infettive - tubercolosi, pielonefrite, ecc.

La gravidanza è anche indesiderabile per le donne che sono costrette a prendere pillole per controllare l'ipertensione. Perché per il periodo del trasporto di un bambino e dell'allattamento al seno, i farmaci per l'ipertensione dovranno essere annullati. Ciò può peggiorare il decorso della malattia, influire negativamente sui reni e causare altre complicazioni.

Si raccomanda alcuni mesi prima del concepimento per ottenere una buona compensazione del metabolismo dei carboidrati. L'emoglobina glicata non deve essere superiore al 6,0%. Una donna dovrebbe avere buone capacità di autocontrollo, in particolare il calcolo di dosaggi di insulina adeguati. Se sei riuscito a controllare il diabete di tipo 1 con una dieta a basso contenuto di carboidrati, non è necessario aumentare la quantità di carboidrati nella dieta durante la gravidanza. L'aspetto dei chetoni nelle urine non aumenta il rischio di aborto spontaneo. Negli ultimi anni, gli americani hanno acquisito molta esperienza nel gestire la gravidanza con una dieta a basso contenuto di carboidrati. Questa esperienza è stata positiva. Maggiori informazioni sull'articolo "Diabete incinta".

Quali sono gli effetti del diabete di tipo 1 negli uomini?

Possibili conseguenze del diabete di tipo 1 negli uomini:

  • indebolimento della potenza;
  • eiaculazione precoce, o viceversa, il suo ritardo;
  • eiaculazione retrograda;
  • abbassando il livello di testosterone nel sangue;
  • infertilità.

La maggior parte dei problemi sopra elencati sono causati dalla neuropatia - una lesione del sistema nervoso. La buona notizia è che puoi liberarti di questa complicazione. Seguendo le raccomandazioni del Dr. Bernstein, è possibile mantenere la glicemia a 4,0-5,5 mmol / L 24 ore al giorno. Per questo motivo, le tue capacità maschili migliorano nel tempo.

Sfortunatamente, oltre alla neuropatia, il metabolismo del glucosio compromesso accelera lo sviluppo di placche aterosclerotiche nei vasi. E i vasi sanguigni che riempiono il pene di sangue sono i primi a soffrire a causa del suo piccolo diametro. Questo problema non ha ancora una buona soluzione. Viagra, Levitra e Cialis possono temporaneamente aiutare. Le nuove tecnologie promettono di sviluppare metodi per pulire le navi, ma per ora non lo sono. Puoi imparare molte cose interessanti sulla soluzione dei problemi di potenza nell'articolo "Trattamento del diabete di tipo 2". Questa informazione è utile per gli uomini con diabete di tipo 1.

Leggi anche l'articolo "Diabete negli uomini". Impara in dettaglio su testosterone e mughetto maschio.

Quali vitamine dovrebbero essere prese?

Molte persone con diabete di tipo 1 sperano che qualche tipo di vitamine magiche le protegga dalle complicazioni della malattia. Sfortunatamente, queste vitamine oggi non esistono ancora. L'unico vero trattamento è un attento controllo della glicemia con il mantenimento stabile a livello di persone sane.

Puoi provare i complessi vitaminici contenenti ingredienti attivi in ​​alte dosi. Ad esempio, vitamine americane vive. Ma non possiamo promettere che porteranno almeno qualche beneficio nella prevenzione delle complicanze del metabolismo dei carboidrati compromesso. Le vitamine standard per i diabetici, che sono vendute in farmacia, contengono dosi insignificanti di sostanze attive e quindi sono praticamente inutili.

Gli integratori alimentari picolinato e cromo-polinikotinat contribuiscono a far fronte alla dolorosa dipendenza dai carboidrati. Ma questo di solito è il problema dei pazienti con diabete di tipo 2, e non di tipo 1. Prendere il magnesio in pillole può aumentare la sensibilità dei tessuti all'insulina ed eliminare molti altri sintomi spiacevoli. Se hai sviluppato insulino-resistenza, puoi usare il magnesio in aggiunta alla metformina del farmaco (Siofor, Glucophage).

La medicina Mildronat, e anche le vitamine di gruppo B affatto non aiutano il torpore in gambe, causato da neuropatia diabetica e altri sintomi di questa complicazione.

Molti pazienti sono alla ricerca di un collirio miracoloso o di vitamine per gli occhi. Niente di tutto ciò esiste. Le gocce oculari con taurina (ad esempio Taufon) non hanno nemmeno retinopatia diabetica nell'elenco delle indicazioni ufficiali per l'uso. Non contare su di loro. Solo un controllo rigoroso dello zucchero nel sangue, basato su una dieta a basso contenuto di carboidrati, può effettivamente proteggere dalle complicazioni della vista.

Diabete di tipo 1: sintomi, trattamento, alimentazione e dieta

Il diabete mellito di tipo 1 è chiamato insulino-dipendente. Questa malattia del sistema endocrino umano e molti mammiferi è associata a una carenza o completa assenza dell'insulina ormonale nel corpo, che è responsabile del trasporto del glucosio attraverso le membrane cellulari.

A differenza del diabete del primo tipo, irto di corso acuto (labile), il diabete del secondo tipo non è direttamente correlato alla sintesi dell'insulina e ha uno sviluppo più rilassato, anche se per gli effetti a lungo termine non è meno furbo.

Vita dolce amara

Zucchero: carburante per tutte le cellule del corpo: nervo, grasso, muscoli, pelle. Ma affinché le molecole di glucosio penetrino nella cellula, hanno bisogno di una chiave di insulina. Se non c'è una chiave o se viene prodotta in quantità insufficiente, il glucosio inizia ad accumularsi in modo incontrollabile nel sangue. Una tale "dolce vita" per il corpo non è affatto dolce. L'eccesso di zucchero distrugge le pareti dei vasi sanguigni, i microangiomi insorgono - danni ai vasi renali, che assorbono il lavoro principale per rimuovere zucchero in eccesso e macroangiomi - danni a grandi vasi principali, causa di futuri attacchi e infarti cardiaci, così come "piede diabetico" e retinopatia diabetica, che porta a perdita della vista irreversibile.

Un paziente con diabete vuole bere tutto il tempo, la minzione diventa più frequente. Il nome "diabete" dal greco antico può essere tradotto come "sifone" - non comprendendo appieno la natura della malattia, gli antichi dottori hanno colto l'essenza - il corpo inizia a perdere l'acqua inseguendo sé stesso.

I reni, cercando di liberare il sangue dal glucosio in eccesso, lavorano con il massimo sforzo, ma il diabetico non porta né il bere né il passaggio di grandi quantità di urina in sollievo. Il fatto è che le cellule del corpo, non ricevendo un'alimentazione adeguata dall'esterno, iniziano a "mangiare" se stessi, digerendo le riserve di grassi e carboidrati. Disturbi del metabolismo dei carboidrati portano ad avvelenamento cronico del corpo da prodotti di decomposizione, diminuzione del peso corporeo. La magrezza dolorosa è un sintomo caratteristico del diabete di tipo 1, mentre il diabete di tipo 2 cronico e pigro è quasi sempre accompagnato dall'obesità.

Cause e conseguenze

Il colpevole per la mancanza di insulina naturale è il pancreas. Il ruolo del pancreas nella comparsa del diabete negli studi su animali è stato confermato nel 1889 da Joseph von Mehring e Oscar Minkowski. Nella ghiandola, ci sono aree chiamate isolotti di Langerhans, che contengono cellule beta che producono insulina. Questo stesso nome deriva dalla parola latina insula - "isola". Fu inventato nel 1910 dallo scienziato britannico Sir Edward Sharpay-Schaefer, che collegava l'attività endocrina della ghiandola e il disturbo del metabolismo dei carboidrati.

Nei pazienti con diabete a causa di predisposizione genetica, lesioni o malattie del pancreas e interruzioni autoimmuni, le cellule beta producono insulina meno del normale o non la producono affatto. Di conseguenza, i sintomi tipici del diabete mellito del primo tipo appaiono molto rapidamente:

  • debolezza muscolare e stanchezza;
  • sete e fame persistenti, che non placano né una dieta accresciuta né un consumo eccessivo;
  • minzione frequente, aggravata di notte. La quantità di liquido rilasciato supera la quantità di liquido consumato, la disidratazione e l'insufficienza di ioni di potassio si sviluppano;
  • perdita di peso improvvisa;
  • l'odore dell'acetone che esce dalla bocca, dalla pelle, dal sudore e dalle urine. Dice che nel corpo sono processi estremamente pericolosi associati all'accumulo nel sangue di corpi chetonici tossici.

In contrasto con il decorso a lungo termine del diabete del secondo tipo, che non è direttamente correlato alla produzione di insulina, il diabete insulino-dipendente è acuto ed è irto di conseguenze fatali in assenza di cure mediche.

Il livello di zucchero nel sangue sta crescendo drammaticamente. A una velocità di 5,5-6 mmol / litro, può raggiungere 20-25 mmol / litro. Questo porta a complicazioni così terribili come la chetoacidosi e il coma diabetico. I prodotti del metabolismo delle proteine ​​e dei grassi colpiscono tutti i tessuti e gli organi, principalmente il sistema nervoso, il fegato e i reni. La pelle soffre - si asciuga, si stacca, la minima abrasione porta alla formazione di ulcere non cicatrizzate. C'è il rischio di sviluppare una sepsi diabetica. Un sistema immunitario indebolito non può far fronte a infezioni innocue. Danni alle pareti dei vasi sanguigni dell'occhio portano alla cecità.

Storia e statistica

Storicamente, il diabete di tipo 1 può essere considerato il principale: è stato lui a essere diagnosticato in pazienti con medici antichi e medievali. Le prime descrizioni di una malattia simile al diabete mellito di tipo 1 si trovano nell'antico papiro egiziano, datato al XV secolo aC.

L'iperglicemia era determinata senza alcun disgusto... dal gusto dell'urina. Simile era la diagnosi nei medici dell'antico est. Tradotto dal cinese antico, il diabete di tipo 1 è una "malattia dell'urina dolce". Ma i fastidiosi vecchi medici indiani fecero una diagnosi, osservando se alle formiche piacesse l'urina del paziente. Il nome latino per il diabete mellito - "diabete del miele" (diabete mellito) apparve in letteratura piuttosto tardi - a metà del XVIII secolo.

Nei tempi antichi, l'aspettativa di vita media non superava i 30 anni e fino all'età in cui il diabete del secondo tipo di solito si sviluppa, le persone semplicemente non sopravvivono. E anche se vivessero, nessuno prestava attenzione al "lieve malessere" sullo sfondo di epidemie e guerre costanti.

Il diabete di tipo 1 a volte viene ancora chiamato "diabete giovanile". Questo non è giusto, è possibile ammalarsi di iperglicemia insulino-dipendente a qualsiasi età, sebbene nella maggior parte dei casi il processo patologico si sviluppi ugualmente nei primi 25-30 anni di vita del paziente. Il diabete infantile è particolarmente pericoloso: il bambino soffre di sofferenza fisica, la malattia spesso influenza il suo sviluppo generale e causa inevitabilmente molti problemi associati alla necessità di un'attenta aderenza alla dieta e all'attività fisica, nonché alle iniezioni regolari di insulina.

Gli scienziati hanno la prova che lo stress permanente di una società postindustriale può causare cambiamenti nel sistema endocrino, compresa la morte inspiegabile delle cellule beta delle isole pancreatiche. C'è anche una statistica sull'incidenza del diabete di primo tipo tra i rappresentanti di diverse nazioni, così come tra uomini e donne.

I diabetici del primo tipo sono 10 volte più piccoli dei diabetici del secondo.

La razza mongoloide si rivelò la più vulnerabile, poi seguirono gli abitanti della pelle scura del pianeta, poi i bianchi. La più grande percentuale di pazienti registrati ad Hong Kong, il minimo - in Cile. Le giovani donne e le ragazze sono più inclini al diabete di tipo 1 rispetto a uomini e ragazzi, anche se rispetto al secondo tipo, è vero il contrario - il sesso più forte è più spesso malato.

Ora nel mondo c'è una tendenza alla diffusione del diabete dai paesi sviluppati a quelli in via di sviluppo. In termini quantitativi, i diabetici del primo tipo sono meno di quelli che soffrono di diabete di tipo 2. Ma il successo della terapia sostitutiva dà un risultato paradossale - con un'iperglicemia insulino-dipendente molto più pericolosa, l'aspettativa di vita dei pazienti con esso oggi è maggiore rispetto a quella di coloro che soffrono del secondo tipo e considerano la loro malattia sgradevole, ma non fatale.

Può la cura del diabete?

Fino all'inizio degli anni '20 del XX secolo, il diabete di tipo 1 era incurabile. I pazienti sono morti per coma diabetico e complicazioni infettive nell'infanzia o in giovane età.

I tentativi di trovare una panacea per la terribile malattia iniziarono immediatamente dopo che von Mehring e Minkowski scoprirono la causa alla radice della malattia e Sharpay-Schaefer isolò l'insulina. Nel 1921, gli scienziati canadesi Frederick Banting, Charles Best e John MacLeod, in esperimenti sui cani, scoprirono che l'introduzione di un'isoletta di cane sana in un animale con un pancreas rimosso di un estratto dal tessuto isolotto di Langerhans rimuove temporaneamente i sintomi del diabete. Per il trattamento delle persone, gli scienziati hanno isolato l'insulina delle mucche. Nel 1922, condussero i primi esperimenti clinici, che si conclusero in un incantevole successo. I pazienti che sono in coma e dichiarati senza speranza, dopo le iniezioni di insulina, sono tornati in sé e sono tornati in vita. Per questa scoperta nel 1923, Banting e McLeod hanno ricevuto il premio Nobel in Fisiologia e Medicina. Il compleanno di Banting il 14 novembre è stato successivamente dichiarato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità come la giornata internazionale per combattere il diabete.

Trattamento del diabete oggi

Per cento anni, il trattamento del diabete di tipo 1 non è cambiato radicalmente. È ancora basato su insulina sottocutanea e intramuscolare, il dosaggio e la frequenza delle iniezioni sono determinati dal regolare monitoraggio della glicemia ed è legato ai pasti e al programma di attività fisica.

La sfida delle iniezioni consiste nel compensare i picchi di zucchero nel sangue immediatamente dopo un pasto.

Per facilitare l'iniezione di insulina da parte dei pazienti, oltre alle solite siringhe vengono utilizzate siringhe speciali che non richiedono l'inserimento dell'ago e lo svuotamento manuale della siringa, tutto avviene premendo un pulsante.

Iniezione di penna per siringa da insulina per via sottocutanea con diabete di tipo 1.

Per una distribuzione ottimale delle dosi di insulina durante il giorno, vengono utilizzate pompe per insulina - dispositivi manuali o elettronici collegati al corpo, in grado di dosare automaticamente il farmaco, a seconda della testimonianza del glucometro incorporato nella pompa e delle sensazioni soggettive del paziente.

Pompa per insulina intimo per diabete di tipo 1.

La pompa aiuta in situazioni non standard quando è richiesto un aumento o una diminuzione della dose standard di insulina:

  • dopo l'attività fisica o lo sport, quando la dose deve essere ridotta;
  • durante l'immobilità prolungata (ad esempio, durante un lungo viaggio in auto) quando è necessario aumentare la dose;
  • durante la malattia, lo stress psicologico, le mestruazioni nelle donne, quando la dose basale richiede aumenti ripetuti.

Le moderne pompe a controllo elettronico sono facilmente sintonizzabili su tutte le modalità e consentono al paziente di condurre una vita piena senza pensare alla malattia.

Per le persone che soffrono di fobie e che non sono in grado di darsi un'iniezione, sono stati sviluppati inalatori di insulina e compresse che si sciolgono sotto la lingua. Tuttavia, la loro efficacia è molto inferiore rispetto alle iniezioni o alla pompa di insulina.

L'insulina è stata a lungo sintetizzata artificialmente, senza danneggiare gli animali.

Nutrizione e stile di vita del diabete

Sebbene la terapia di compensazione con l'insulina rimanga il fattore decisivo nel trattamento del diabete del primo tipo, nessuno ignora la necessità di aderire a uno stile di vita sano e soprattutto all'alimentazione. Le persone con dipendenza da insulina reagiscono istantaneamente a cibi con un alto contenuto di zuccheri, e non scuotere con una malattia endocrina così grave non porta il corpo a nulla. Sapere cosa si può o non si può mangiare è particolarmente importante se il diabete è associato a lesioni organiche del pancreas, come la pancreatite. Una corretta alimentazione in questo caso non solo manterrà il normale contenuto di zucchero, ma preverrà anche le complicazioni del tratto gastrointestinale.

Sette principi di nutrizione nel diabete

I pazienti con diabete di tipo 1 devono ricordare: la malattia non è una frase, ma solo una ragione per condurre uno stile di vita speciale e abbastanza sano. È necessario rispettare le sette regole di base:

  1. C'è bisogno di regolarmente, almeno 4 volte al giorno (e meglio, più spesso).
  2. Il valore energetico del cibo è distribuito uniformemente durante il giorno.
  3. Il cibo corrisponde alla dieta medica numero 9, ma con la massima diversità possibile.
  4. La tabella delle calorie dei prodotti dovrebbe essere costantemente visibile, dovresti controllarla, programmando di mangiare questo o quel prodotto.
  5. Al giorno è necessario bere non più di 1,2-1,5 litri di liquido (a seconda del peso corporeo), comprese le zuppe.
  6. Almeno quattro volte al giorno, è necessario controllare i livelli di zucchero nel sangue. La prima misurazione viene eseguita a stomaco vuoto, il resto - dopo aver mangiato. In modo ottimale, il problema del monitoraggio del glucosio viene risolto da una pompa per insulina con un contatore elettronico collegato tramite una connessione wireless a un computer o uno smartphone o con un microprocessore integrato.
  7. Invece di zucchero, i sostituti dello zucchero dovrebbero essere consumati, ma assicurati di portare caramelle in caso di improvvisa brusca diminuzione della glicemia.

L'ipoglicemia è una complicazione altrettanto formidabile, irta di sviluppo di coma diabetico, nonché un brusco salto nel livello dello zucchero. Si verifica con un forte aumento del consumo di glucosio - durante lo stress, un notevole sforzo fisico, nel caso in cui il paziente ha iniettato l'insulina, ma non ha mangiato.

Cosa può e non può essere mangiato con il diabete

I divieti sono rigidi ma non assoluti, ci sono norme ammissibili per l'uso di quasi tutti i cibi "proibiti".

Quindi, cosa è impossibile (o quasi impossibile) mangiare nel diabete di tipo 1:

  • verdure ad alto contenuto di carboidrati - patate, fagioli, barbabietole, carote, piselli, salinità e conservazione. L'importo massimo è di 100 g per persona per adulto;
  • dolci e pasticcini - cioccolato, dolci, gelati, marmellate, miele, biscotti, torte, prodotti a base di farina di pasta lievitata;
  • bevande gassate;
  • frutta dolce, bacche e succhi di frutta. Questi includono banane, mango, uva, fichi, datteri, uvetta;
  • carne e pesce grassi, fritti e affumicati.

I diabetici non sono raccomandati di mangiare molto sale, abusare di spezie e spezie, bere tè e caffè forti. Sotto il divieto, tutte le bevande alcoliche, dato che sono calorie, stimolano l'appetito, contengono acqua e inoltre inibiscono il pancreas, il che non è così facile.

Il rispetto di una dieta per diabetici di tipo 1 non significa un completo abbandono dei piaceri gastronomici. Ecco un elenco di ciò che puoi mangiare con il diabete:

  • pane senza lievito e pane con farina di segale - fino a 200 g al giorno;
  • latticini a basso contenuto di grassi - principalmente kefir, fiocchi di latte e casseruole da esso. Panna acida e panna - a basso contenuto di grassi e non più di 1 volta a settimana;
  • primi piatti - zuppe di verdure, zuppa di bue su carne magra, zuppa di funghi, okroshka, zuppa di pesce;
  • porridge di cereali in acqua. Ammessi cereali solidi - grano saraceno, riso, miglio, avena, mais. Il porridge è un'alternativa alla norma del pane, se c'è del porridge, quindi senza pane. Nei tempi di pre-insulina, i medici prescrivevano la farina d'avena ai diabetici, ritenendo che aiutasse a combattere la malattia;
  • carne magra, preferibilmente pollo senza pelle, al vapore, stufata o bollita;
  • formaggi duri non salati e magri;
  • bollito o cotto al cartoccio pesce bianco di mare;
  • uova e omelette al tasso di non più di 2 uova 2 volte a settimana;
  • verdure a basso contenuto di carboidrati - cavolo e cavolfiore, pomodori, cetrioli, melanzane, zucchine, patissons, zucca, cipolle, porri, aglio, verdure varie;
  • quantità limitate di frutta non zuccherata - pere, mele verdi, kiwi, agrumi.

In tutte le grandi città e in molti centri regionali, negozi specializzati nella vendita di alimenti per diabetici sono in funzione da molto tempo. Consultazioni di esperti e centinaia di ricette per la cucina casalinga sono disponibili su Internet. Aderendo a una dieta sana e controllando la glicemia, puoi condurre una vita piena, lavorare, dedicarti agli hobby, allo sport e alla creatività, avere una famiglia e dei figli.

Diabetici famosi

Decine di celebrità del 20 ° secolo e all'inizio del nostro secolo hanno sofferto di diabete di tipo 1 e l'hanno combattuta con successo. Molti di loro ora sono in età avanzata, ma rimangono attivi e allegri.

Edgar Alan Poe e Thomas Edison sono stati in grado di vivere una grande vita creativa ancor prima dell'invenzione della terapia insulinica.

Qui ci sono alcuni famosi diabetici del primo tipo:

Sylvester Stallone Mikhail Boyarsky Girl James Bond Halle Berry Modella e attrice Sharon Stone Leggenda del calcio mondiale Pele